BRIVIDOTUTORIAL: la patata, uso e manutenzione.

08 dicembre 2016 ore 20:20 segnala
stiamo parlando proprio di lei, la PA-TA-TA! oppure per dirla col titolo di un mitico quadro di Courbet: “l’origine del mondo”.
prendersene cura, mantenerla sana ed esteticamente bella, migliora la vostra autostima sessuale e facilita la socializzazione.
meglio non esagerare con quest’ultima perché si rischia di essere fraintese e considerate poco serie se non addirittura mignotte.
non stupitevi se, proprio io un uomo, parlo a voi di un “accessorio” tipicamente femminile.
a parte l’ormai maturata esperienza “sul campo” (la gnocca è stata la mia passione sin dalla più tenera età) mi sono anche avvalso della consulenza di uno stimato gnoccologo di fama mondiale che, a differenza del ginecologo, si occupa anche dell’estetica della patata e non solo della sua condizione fisica.
ed ecco, in breve, un pratico manuale per mantenere la dinamicità della vostra patata che potrete così utilizzare al meglio dandovi le meritate soddisfazioni a voi ed ai vostri partner.

prendete uno specchietto, toglietevi gli slip e fate le presentazioni.
tutto questo possibilmente nell’intimo della vostra camera, evitando di farlo sul balcone di casa perché sì, è vero, che c’è più luce ma l’assembramento di estimatori che potreste causare sarebbe seccante e disdicevole.
ritorniamo all’esercizio, è un training di consapevolezza semplice e basilare, che le femministe facevano negli anni70 rafforzando così il proprio ego di donna.
tuttora, solo il 30% delle donne osa guardarsi lì ed il farlo è utile per capire cosa, anche lui (o lei), si trova di fronte (di lato o di dietro, dipende dalla posizione).

tonificate il pavimento pelvico per un piacere al top.

che non è come passare lo straccio in cucina, ma è un allenarsi con gli esercizi Kegel per tonificare il parquet pelvico proposti dall’ebook Vaginal Fitness (credeteci esiste davvero!) o con i pesetti da trattenere in vagina alcuni secondi (Pelvifit, Aquaflex, in farmacia): 2sessioni al giorno e in un mese la zona diventa più tonica del pavimento in marmo della basilica di San Pietro in Roma!
Se poi volete esagerare c’è pure l’elettrostimolatore Kegel8, frizzanti scossette al limite dell’autoerotismo.

non esagerare con i lavaggi.
la patata non è un’auto da lavare sotto i rulli tutte le volte che vi viene l’ispirazione, due bidet al giorno con acqua tiepida e un cucchiaio di bicarbonato sono sufficienti. non esaltatevi, in ricordo di Poppea, a fare lavaggi con latte d’asina sono dispendiosi e praticamente non servono a nulla.
per evitare l’effetto paglietta, potete usare due gocce di balsamo anche lì, ma bio, senza composti organici aromatici e schiumogeni chimici.

like a virgin.
se siete tentate da un ritocco lì, tenete presente che la patata non son le tette che puoi strapazzare a colpi di silicone.
la patata è delicata e sensibile e quindi solo interventi meno invasivi tra i quali ci sono le iniezioni di acido jaluronico, che inturgidiscono le labbra e danno un aspetto più liscio (da non confondere con l’aspetto levigato dovuto all’usura).
chi le ha provate sostiene di sentire più piacere nei giochi amorosi. meno invasiva (ma l’effetto non è garantito) è la crema astringente Viatight (Cobeco Pharma): promette di rassodare e restringere le pareti vaginali come la prima volta.
vi consiglio comunque vivamente di evitare di spacciarvi per vergini che, a parte l’ormai persa prerogativa peculiare, sarebbe inverosimile data l’età non proprio adolescenziale.


glabra o villosa?


e qui lascio alla libera interpretazione secondo una soggettiva scelta pratica ed estetica, possibilmente senza farsi contagiare dalla tendenza del momento che poi risulta essere sempre effimera.
secondo un sondaggio condotto da una rivista americana, il 39% dei ragazzi preferisce la depilazione brasiliana parziale, che lascia un po’ di peli sulla parte alta del pube. (ecchissene … non glielo mettiamo?)
ognuna è libera di scegliere l’acconciatura più adatta alla propria patata. un’ultima cosa, c’é pure l’ora giusta per eseguire l’eventuale depilazione ed è esattamente tra le 15 e le 17 del pomeriggio quando la soglia del dolore è più alta e non chiedetemi il perché, perché il gnoccologo si è dimenticato di spiegarmelo.
N.d.R: se volete farmela vedere (senza impegno), per consigli sulla cura, sull'utilizzo e sull'estetica, contattatemi pure in privato sarò felice di darle un'occhiata . . . ehm
31f7986d-0821-4976-b1e6-e26ff972160b
« immagine » stiamo parlando proprio di lei, la PA-TA-TA! oppure per dirla col titolo di un mitico quadro di Courbet: “l’origine del mondo”. « immagine » prendersene cura, mantenerla sana ed esteticamente bella, migliora la vostra autostima sessuale e facilita la socializzazione. meglio non esager...
Post
08/12/2016 20:20:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

datemi una leva [leggi: palo] ... e vi solleverò il mondo!

17 novembre 2016 ore 20:31 segnala

quante cose si possono fare con un semplice palo ...
questa è una di quelle da NON fare.



il corretto utilizzo del palo, un applauso alla mamma (e forse al chirurgo)
che l'ha fatta così gnocca.



una nuova promessa della lapdance si esercita al palo aspettando il bus.


Koggala nello SriLanka pescatori appollaiati su altissime pertiche, conficcate sui fondali marini. questo è l'insolito metodo di pesca tipico della cultura cingalese, si tratta dello “stilt fishing” (pesca sul palo).


Kevin Scott, 21 anni laureato alla De Montfort University (UK), ha progettato questa bici davvero cool, dotata di un telaio pieghevole che consente alla bicicletta
di essere avvolta intorno ad un palo della luce
(pare che si sia suicidato subito dopo).



. . . il palo nella banda dell'Ortica.


l'impiccagione un simpatico metodo di esecuzione capitale che consisteva nel sospendere per il collo una persona tramite una corda appesa a dei pali.


fido lo usa come toilette anche perchè con la scarsità di alberi bisogna accontentarsi di un palo qualsiasi.


questo non è esattamente un palo ma è "l'incrocio dei pali" termine usato nel calcio per indicare un tiro sfortunato (o fortunato, dipende dai punti di vista) che non va a rete (no goal!).


un comune palo della luce.


un più raro e sofisticato palo del gas.


ed infine il palo come ferro del mestiere, i vigili del fuoco
si fiondano giù dal palo per le emergenze.


il palo della . . . ehm cuccagna.


la ridente cittadina californiana di Palo Alto, sede della famosa scuola di volo. non c'entrava nulla con i pali, ma è simpatica e ce l'ho messa lo stesso.


c5871a74-b112-43b8-9b88-3d9f02835947
« immagine » quante cose si possono fare con un semplice palo ... questa è una di quelle da NON fare. « immagine » il corretto utilizzo del palo, un applauso alla mamma (e forse al chirurgo) che l'ha fatta così gnocca. « immagine » una nuova promessa della lapdance si esercita al palo aspe...
Post
17/11/2016 20:31:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

20buoni motivi per cui la tua ragazza diventa la tua ex ...

10 novembre 2016 ore 18:19 segnala

01. Sono confusa ... ho bisogno di una pausa di riflessione
02. Non ci conosciamo abbastanza, se ci molliamo possiamo conoscerci meglio e poi tornare insieme
03. Sai, mi sento strana oggi, ho un qualcosa che non so bene cosa sia che mi dice che tra noi non puo' più funzionare
04. Ti lascio perché ti amo troppo
05. Ti lascio perché tu mi vuoi più bene di quanto te ne voglia io
06. Sono abituata a ben altri uomini (pronunciata mentre segue con lo sguardo un senegalese)
07. Ho bisogno di un po' di tempo per capire meglio me stessa
08. So che è difficile ma... insomma voglio dire... tra noi... senti non so proprio come dirtelo... Vai a fare in culo!
09. Amo tutti quelli che non sono te
10. Voglio poter rispondere a chi mi chiede che cosa sia un "orgasmo multiplo"
11. Voglio darti tutta me stessa, voglio che la nostra relazione decolli e voglio poter essere libera di soddisfare ogni tua necessità, quindi ti lascio...
12. Ho deciso di intraprendere un cammino spirituale che mi porterà lontano da qui... più precisamente ad Ibiza...
13. Scusami, ma tu sei pronto per il sesso, mentre io no. Ti lascio perché sennò non sei libero di sfogare i tuoi istinti... (La troverai 24 ore dopo a letto col tuo migliore amico)
14. Scusami, ma io cerco un ragazzo che stia zitto e mi ascolti, ma non troppo perché sennò mi sento logorroica, ma neanche uno che parli troppo, insomma... non uno come te...
15. Lo faccio per te
16. Ho bisogno di un uomo
17. Moccia mi ha insegnato che il nostro non è vero amore
18. Ho altri due ragazzi a cui pensare e non ce la faccio a seguirvi tutti
19. Ti ho frequentato abbastanza per capire che il vero interesse non era per te, ma per tua sorella
20. Conoscendo te e quel fulminato di tuo fratello, ho scelto il male minore. Ti lascio e mi metto con tuo fratello
583a2867-b7aa-4bc8-84ab-c3ce54161590
« immagine » 01. Sono confusa ... ho bisogno di una pausa di riflessione 02. Non ci conosciamo abbastanza, se ci molliamo possiamo conoscerci meglio e poi tornare insieme 03. Sai, mi sento strana oggi, ho un qualcosa che non so bene cosa sia che mi dice che tra noi non puo' più funzionare 04. Ti ...
Post
10/11/2016 18:19:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    5

"c'è posta per te" direbbe la maria de filippi ...

03 novembre 2016 ore 18:26 segnala
... ma questa non è una storia da spettacolo televisivo.
se hai più di 40anni aspettati questa lettera dal governo renzi che, dato il momento di crisi, ha deciso di sfoltire la massa degli utenti dei servizi pubblici.

MINISTERO DEGLI INTERNI
Area Dipartimentale Controllo Densità Popolazione.

Div. Gab. Nr. 790
Roma, 16.10.2016
Protocollo Nr. 2253/83 DO/rc
Riferimento : Legge 638 del 09/2016
OGGETTO: Controllo demografico della popolazione.

Egregio Signore / Gentile Signora
la presente per comunicarLe che, secondo le nostre liste di controllo, Lei ha raggiunto il limite di età prescritto.
Conseguentemente, secondo le statistiche, la Sua vita non offre più alcun interesse ne vantaggio per la Società, ma al contrario, apporta un carico supplementare per la Cassa d'Assicurazione Sociale della Sua Regione ed un onere aggiuntivo per la spesa pubblica.
Per quanto sopra citato Lei deve, in virtù della legge a riferimento, presentarsi entro tre giorni dal ricevimento della presente al CREMATORIO MUNICIPALE della Sua città entro le h. 09.00 davanti al forno che Le sarà indicato per permetterci di procedere al Suo incenerimento.

Voglia portare con sé:

- La sua carta d'identità (o documento equivalente)e Codice Fiscale;
- Un sacco di tela od urna (per la raccolta delle Sue ceneri);
- Una catasta di legna ben secca o, in alternativa, una tanica di 5lt di benzina.

Ticket di partecipazione alla spesa:

- Soggetti con peso fino a 80KG €. 45.00
- Soggetti con peso superiore €. 55.00

Per evitare rischi di deflagrazione durante il servizio Le consigliamo di astenersi dall'ingurgitare bevande alcoliche o cibi contenenti sostanze infiammabili nelle 24ore precedenti la Sua presentazione.
E infine, per una più snella procedura della prestazione, Le suggeriamo al momento della presentazione di rivolgersi direttamente all'Operatore di Cremazione con la presente lettera per far sì che Le sia assegnato il Suo numero progressivo per la chiamata.
Certi della Sua ardente collaborazione restiamo in attesa del piacere di fare la Sua (breve) conoscenza e Le porgiamo i nostri più calorosi saluti.

IL GABINETTO DEL MINISTRO


AMEN
9af3a402-6738-4473-be67-1559aee8d07b
... ma questa non è una storia da spettacolo televisivo. se hai più di 40anni aspettati questa lettera dal governo renzi che, dato il momento di crisi, ha deciso di sfoltire la massa degli utenti dei servizi pubblici. « immagine » « immagine » MINISTERO DEGLI INTERNIArea Dipartimentale Controllo...
Post
03/11/2016 18:26:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    8

parliamone ...

20 ottobre 2016 ore 13:09 segnala
... 1post per chi non vuole scrivere e per chi non vuole leggere.

49a39640-977e-4044-a918-9cb7c54614eb
... 1post per chi non vuole scrivere e per chi non vuole leggere. « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine...
Post
20/10/2016 13:09:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    16

come sfoltire un po' d'umanità e vivere felici&contenti …

11 ottobre 2016 ore 19:07 segnala
... acquisendo spazi più ampi da condividere sul nostro piccolo pianeta.


lo so, lo so sembrerebbe crudele, ma uno staff internazionale di architetti, ingegneri, designers e politici (questi ci sono sempre come il prezzemolo) si sono dati da fare per progettare simpatici dispositivi atti a sfoltire in modo sofisticato una buona parte di marmocchi che crescendo sarebbero andati a popolare la già troppo folta popolazione di questa terra costringendoci così ad una vita malsana colma d’ingorghi nelle strade, di code agli sportelli e di carenza di alloggi.
visto che la maggior parte dei piccoli umani sono attirati dai giochi la progettazione si è basata principalmente su questo concetto ed ecco un simpatico scivolo immortalato nell’immagine qui sopra.
e che dire dell’altalena qui sotto, un classico dei giochi per l’infanzia, mai tramontata e quindi riproposta semplicemente cambiando la prospettiva di dondolio.


e lo skateboard non bisognava prenderlo in considerazione?! un gioco che riesce persino a schiodare i marmocchi più accaniti incollati davanti al monitor di una consolle o di un pc non poteva essere sottovalutato ed ecco sistemata una bella pista in una trafficata via cittadina che aspetta solo di essere cavalcata.


non poteva mancare una bella piscina, ai marmocchi piace tanto! solo con una piccola e simpatica modifica al trampolino, ma che servirà egregiamente allo scopo prefisso.


un altro scivolo. questa volta un po’ più estremo e stimolante del precedente, ma ugualmente efficace.


il tappeto elastico, che si sa è sempre una delle maggiori attrazioni dell’adolescenza, non è stato modificato. solo la location di sistemazione è cambiata, ma vi assicuro che l’effetto sarà quello desiderato.


ed infine il gioco per eccellenza! chi dei teneri virgulti non ha mai aspirato a sfidarsi in una bella partita a pallavolo? ed ecco qui un accattivante campetto dove poter disputare interminabili partite. interminabili almeno fino a quando non sopraggiunge un ignaro veicolo in fase di sorpasso.


NdR: tutte le progettazioni sono state collocate, in fase sperimentale, in un’invitante cittadina americana dell’Arkansas che si chiama Beautifullife, senza doppi sensi ed ironia.
59e23a8a-31f2-4be1-9c8a-b74da0bcd9b0
... acquisendo spazi più ampi da condividere sul nostro piccolo pianeta. « immagine » lo so, lo so sembrerebbe crudele, ma uno staff internazionale di architetti, ingegneri, designers e politici (questi ci sono sempre come il prezzemolo) si sono dati da fare per progettare simpatici dispositivi...
Post
11/10/2016 19:07:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

vaffanculo!

03 ottobre 2016 ore 20:21 segnala
contrazione di "va' a fare in culo", esortazione ad avere un rapporto anale ("fare" inteso nel senso di "avere"); in tempi remoti tale tipo di attività sessuale posteriore era considerata offensiva e l'espressione era usata in senso oltraggioso. al giorno d'oggi l'intenzione spregiativa della pratica non è più intesa né sottintesa, ma resta comunque la finalità di invitare una persona a ritirarsi e avere un rapporto sessuale (o fare qualunque altra cosa) piuttosto che rimanere presente e infastidire con la propria presenza gli astanti e/o colui che ha rivolto l'insulto. "vaffanculo" viene ufficialmente riconosciuto come termine nel 1953 dall'accademia della crusca.


no, non è volgarità. fa parte del linguaggio ricorrente ed in alcune situazioni é assolutamente indispensabile da usare per inviare un messaggio, chiaro ed inequivocabile, al nostro interlocutore.
chi di voi non l’ha detto almeno una volta nella propria vita? addirittura in alcune circostanze è usato anche in modo terapeutico … un bel vaffa è più efficace dell’aspirina.


in alternativa un garbato suggerimento fisiologico può sopperire al fabbisogno di fanculizzazione.
produce lo stesso effetto e, il più delle volte, si rivela un simpatico augurio vista la tendenza alla stitichezza di gran parte del genere umano.


i più raffinati e socialmente evoluti invece usano come equivalente del classico vaffa un più sofisticato “va al diavolo!” che sostanzialmente tradisce una discordanza di vedute con l'interlocutore, ma non è mai da sottovalutare perché non sempre il diavolo è così accattivante come quello qui sopra.


un'altra opzione legata strettamente al "va al diavolo!", ma decisamente più globale, é il "va all'inferno!" che prevede direttamente una trasferta in loco e che ho provveduto ad illustrare con un'allegoria fisicamente tangibile.


ed infine il tipico “va a quel paese” che è usato per lo più negli ambienti clericali e tra il corpo docenti delle scuole primarie. la sostanza è sempre quella di un bel vaffanculo, ma il vago indirizzo geografico addolcisce il suggerimento rendendolo quasi innocuo ed inoffensivo.
d213b8ed-2f7d-4f3b-84e8-ce718a67aa38
contrazione di "va' a fare in culo", esortazione ad avere un rapporto anale ("fare" inteso nel senso di "avere"); in tempi remoti tale tipo di attività sessuale posteriore era considerata offensiva e l'espressione era usata in senso oltraggioso. al giorno d'oggi l'intenzione spregiativa della...
Post
03/10/2016 20:21:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    8

brivido in-form@(tico): come creare una password.

14 settembre 2016 ore 21:09 segnala

. . . . . . . . . .
Inserisci una password valida.
pasta
La password deve contenere almeno 8 caratteri, inserisci una password valida.
pasta al pesto
La password deve contenere almeno un numero, inserisci una password valida.
2 piatti di pasta al pesto
La password non può contenere spazi, inserisci una password valida.
2cazzodipiattidipastaalpesto
La password deve contenere almeno un carattere maiuscolo, inserisci una password valida.
2CAZZOdipiattidipastaalpesto
La password non può contenere più di due maiuscole consecutive, inserisci una password valida.
TiTirodietroSti2CazzodiPiattidiPastaalPestoseNonaccettianchequesta
Password

La password non può contenere la parola password, inserisci una password valida.
AdessoMihaiVeramenteRottoiCoglioniTiTirodietrosti2piattidiPastaal
PestoateeaTuaSorella

Questa password é già in uso, inserisci una password valida.

3185741d-464d-4619-aba3-f01e07b76910
« immagine » . . . . . . . . . . Inserisci una password valida. pasta La password deve contenere almeno 8 caratteri, inserisci una password valida. pasta al pesto La password deve contenere almeno un numero, inserisci una password valida. 2 piatti di pasta al pesto La password non può contenere sp...
Post
14/09/2016 21:09:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    5

per quei 4dissociati che seguono il mio blog ... freud.

08 settembre 2016 ore 21:03 segnala
ovvero: "si rilassi e si distenda".

Sigmund Freud nasce il 6 Maggio 1856 a Freiberg, in Moravia, città allora dominata dall'impero asburgico. la sua è una tipica famiglia di commercianti. laureatosi in medicina nel 1881, e dopo un trasferimento di tutta la famiglia a Vienna, lavora per un certo periodo nel laboratorio di neurofisiologia diretto da Brücke.


Nel 1882, per ragioni economiche, abbandona la ricerca scientifica e si dedica alla professione medica, specializzandosi in neurologia. nel 1885 ottiene una borsa di studio che gli permette di accedere alla leggendaria scuola di neuropatologia della Salpetrière, diretta dal celebre Charcot. questa esperienza assai intensa e l'incontro-conoscenza con il grande scienziato, lascia una profonda impressione sul giovane studioso. Ciò però non toglie che Freud in seguito mantenne sempre un atteggiamento assai originale ed autonomo rispetto alle convinzioni dell'illustre studioso. ad esempio, il futuro padre della psicoanalisi mal accettava le conclusioni di Charcot circa l'isteria, da lui considerata come una malattia dovuta a cause organiche, paragonandola poi ad una sorta di stato di ipnosi. nondimeno, per Freud cominciano a prendere corpo alcune osservazioni sul ruolo della sessualità nel comportamento umano, proprio a partire da osservazioni che per Charcot erano marginali, come quella della connessione fra isteria e sessualità.


nel 1886 si sposa con Martha Bernays, che in seguito gli darà ben sei figli (la più famosa tra loro è Anna Freud, continuatrice della ricerca del padre nell'ambito della psicoanalisi infantile). il 1889, invece, è segnato da un aperto contrasto con Charcot. il nodo del contendere è il ruolo dell'ipnosi, disciplina che Freud ha modo di studiare in una scuola specializzata di Nancy e che procura su di lui forte impressione oltre che notevole interesse scientifico.


tornato a Vienna, si dedica completamente alla professione di neurologo. nel frattempo stringe amicizia con Josef Breuer, con il quale pubblica nel 1895 gli "Studi sull'isteria" e con cui inizia quella grande avventura intellettuale e clinica che lo porterà alla fondazione della psicoanalisi. gli inizi, ironia della sorte, sono dovuti proprio al comune interesse per l'ipnosi. Breuer, infatti, utilizzando questo metodo, era riuscito a far ricordare ad una sua paziente (la celebre Anna O. degli scritti freudiani), gli eventi traumatici connessi con l'insorgere dell'isteria. avvertendo però che nella paziente si stava sviluppando una forma di amore e di dipendenza nei suoi confronti (quel fenomeno che poi verrà denominato "transfert"), Breuer aveva interrotto la terapia affidando la paziente a Freud il quale, dal canto suo, riescirà, a guarire la giovane. il risultato è connesso ad un'altra celebre "invenzione" freudiana, quasi un'icona del suo metodo, il famoso "lettino" dello psicoanalista, che permette al paziente, in quel caso appunto Anna O., di esprimere il proprio magma interiore attraverso l'uso terapeutico della parola. è la cosiddetta "talking cure", come la definì la stessa Anna. se dovesse nascere un registro incaricato di certificare la data di nascita della psicoanalisi, quello sarebbe sicuramente il momento prescelto...


nel 1899 (ma con data simbolica del 1900) Freud pubblica un'altra opera dagli esiti rivoluzionari e per certi versi sconvolgenti: "L'interpretazione dei sogni". é una tappa che segna una svolta dell'intero pensiero occidentale, attraverso i parallelismi fra logica razionale e logica del sogno e il disvelamento del linguaggio "geroglifico" attraverso cui i sogni parlano all'essere umano concreto che ne è portatore. a partire da allora, il peso che i sogni avranno nell'opera di Freud di farà sempre più ingente, così come l'attenzione e l'approfondimento che lo psicologo dedicherà loro. questo approccio del tutto singolare non mancherà di suscitare numerose reazioni, perlopiù di venate di scetticismo se non di aperta denigrazione. in particolare, comunque, vengono prese di mira le sue teorie sulla sessualità, per tacere delle reazioni indignate nei confronti delle scoperte "scandalose" circa le dinamiche della sessualità infantile. in una società dalla mentalità gretta, chiusa e conservatrice com'era la Vienna di allora (non certo però dal punto di vista artistico e letterario, che anzi godette di una stagione altamente rivoluzionaria da quel punto di vista), non poteva passare incolume uno studioso che definiva nei suoi libri il bambino come un "perverso polimorfo". Naturalmente, il senso di quelle definizioni era del tutto travisato...
nel 1908 si svolge finalmente il primo Congresso della Società psicoanalitica Internazionale, che vede presenti, tra gli altri, Jung e Adler. entrambi, fra l'altro, prenderanno in seguito direzioni diverse: l'uno dando origine ad una forma diversa di psicologia del profondo, la cosiddetta "psicologia analitica", l'altro chiamando la propria teoria "psicologia individuale".


all'alba dell'avvento dei drammatici fatti che segneranno l'Europa, l'epilogo di questa epopea intellettuale non poteva che esser tragico. nel 1933 a Berlino i nazisti ormai al potere bruciano, in un rogo libresco tristemente famoso, anche le opere dell'ebreo Freud, complice oltretutto di una strenua resistenza all'avanzare della barbarie nazista.
nel 1938 la situazione è talmente insostenibile che è costretto ad andarsene. Si trasferisce a Londra dove, dopo un solo anno, muore per un cancro alla bocca, per il quale gli era stata anche asportata la mascella. é il 23 Settembre 1939, la seconda guerra mondiale è alle porte, epitome di quell'istinto di morte così presente nelle opere del grande rivoluzionario del pensiero.

c36cb913-aaa9-4b43-9f16-2232d4079b05
ovvero: "si rilassi e si distenda". « immagine » Sigmund Freud nasce il 6 Maggio 1856 a Freiberg, in Moravia, città allora dominata dall'impero asburgico. la sua è una tipica famiglia di commercianti. laureatosi in medicina nel 1881, e dopo un trasferimento di tutta la famiglia a Vienna, lavora...
Post
08/09/2016 21:03:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    4

guida per una vacanza di merda.

03 settembre 2016 ore 17:37 segnala
stanchi del solito mare? il sole e la sabbia vi procurano fastidiose irritazioni sulla pelle? il pesce fresco ormai vi fa solo vomitare? . . . e la sera in disco vi rompete le palle per il casino che c'è e non sopportate più i soliti imbecilli che v'infastidiscono o le solite svampite che se la tirano? nessun problema, ora vi elencherò un paio di posticini dove potrete rilassarvi in santa pace senza interferenze, attorniati solo da un silenzio . . . tombale.

Pripyat, Ucraina.

Pripyat, una vera e propria città fantasma, situata a nord dell’Ucraina, città abbandonata dopo il disastro nulceare avvenuto nel 1986 alla centrale di Cernobyl, 3 km di distanza.


una città moderna, funzionale, la qualità della vita era molto alta rispetto agli standard dell’Unione Sovietica. grandi alberghi, numerosi ristoranti, cinema, centri commerciali. nel 1986, anno della sua evacuazione, contava di 50.000 abitanti mentre oggi sono ridotti a 400, vivono nelle campagne e mangiano cibo contaminato.


Le case di Shanzi, in Taiwan

Sanzhi è un piccolo villaggio sulla costa di Taiwan, costruito tra la fine degli anni '70 e gli inizi degli anni '80. queste misteriose abitazioni hanno dato vita a una serie di leggende riguardanti alieni e fenomeni paranormali, tanto da sostenere che il villaggio sia maledetto. le chiamano "UFO houses", le case degli UFO, e basta guardare le numerose foto che sono state scattate in questo luogo per capirne il motivo . . .


gli edifici incompleti delle UFO houses hanno subito nel corso del tempo un progressivo degrado strutturale e la vegetazione si è impossessata di ogni edificio. all'interno è possibile trovare mobili, letti, divani, suppellettili di ogni tipo, come se il luogo fosse stato abitato. questo dipende dal fatto che a Taiwan quando si propongono delle abitazioni in vendita, una o più case vengono completamente arredate per dare una dimostrazione di come si possa organizzare l'ambiente.


Discovery Island il Parco Disney in Florida.

ecco come si presenta Discovery Island, il primo parco acquatico Disney costruito nel 1976 a Orlando in Florida e abbandonato nel 2001. a 15anni dalla chiusura, la vegetazione ha quasi completamente inghiottito le strutture i cui scheletri emergono dalle paludi tra gli alberi e i rampicanti
.


negli anni ’80 il parco fu reso tristemente famoso da un inquietante episodio di cronaca. un 11enne venne ucciso da un malattia mortale rarissima causata dal contatto con un’ameba che si sviluppa in stagni e fiumi di acqua dolce e che si era insidiata nelle acque non completamente purificate contenute nelle vasche del parco acquatico dove il ragazzino si era tuffato.
.


:koka BUONE VACANZE :koka
0f974d74-cb15-4f7d-b542-5fa0d683b82c
stanchi del solito mare? il sole e la sabbia vi procurano fastidiose irritazioni sulla pelle? il pesce fresco ormai vi fa solo vomitare? . . . e la sera in disco vi rompete le palle per il casino che c'è e non sopportate più i soliti imbecilli che v'infastidiscono o le solite svampite che se la...
Post
03/09/2016 17:37:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    1