COS’E’ IL REIKI COSMICO R.A.U.

13 maggio 2017 ore 10:05 segnala




Per presentare in modo semplice ed esauriente il Reiki Cosmico, così come esso viene diffuso in Italia ed all’estero dal Presidente dell’Associazione Reiki R.A.U. Dr.Giuseppe Zanella, occorre chiarire alcuni aspetti essenziali che possono fare luce su tanti equivoci ed errate opinioni che esistono a questo riguardo.
Attualmente vengono diffusi in tutto il mondo molti tipi di Reiki, spesso diversi tra loro nelle linee essenziali, e questo può produrre confusione nella mente di chi si avvicina per la prima volta a questa tecnica senza averne approfondito correttamente la conoscenza. Per questi motivi, cercheremo di spiegare anzitutto cosa il Reiki Cosmico NON E’.



Spesso, esso viene catalogato dai cosiddetti “esperti” della materia come una filosofia, una religione, un movimento “new age” o, ancora peggio, una setta.Niente di tutto questo corrisponde a verità: una filosofia di vita, per essere ritenuta tale, deve proporre punti fissi ai quali attenersi, presentare schemi mentali che guidino in un percorso razionale che viene riconosciuto valido dai suoi seguaci, mentre scopo principale del Reiki è invece proprio quello di liberare la mente da qualsiasi tipo di condizionamento che possa in qualche modo operare una limitazione alla assoluta libertà di ogni singolo individuo che sceglie di praticarlo.




Riguardo alla questione religiosa, ogni Reikista è totalmente libero di praticare la religione che crede, fermo restando che la nostra visione è aperta ad un tipo diverso di religiosità, nel senso che crediamo che nel prossimo futuro le barriere e le divisioni anche in questo campo cadranno, per lasciare il posto ad una “Religione Universale”, che vedrà finalmente tutti gli abitanti del pianeta uniti in una visione cosmica basata sulla fratellanza e sull’amore.



Questi concetti vengono spesso, ad una lettura superficiale, associati ad una visione New Age, nel senso che alcuni mezzi di espressione possono essere comuni, ma le finalità sono diverse, in quanto le tecniche assimilabili al movimento new age agiscono sul piano mentale ed emotivo, mentre il Reiki Cosmico, operando ad un livello di maggiore profondità, ha come scopo l’apertura del piano del cuore e una crescita cosmica che ricolleghi l’individuo alla Sorgente Originaria del Tutto.



Infine, riteniamo importante chiarire l’equivoco secondo il quale il Reiki sarebbe da catalogarsi tra le cosiddette “sette”. Il termine “setta” deriva dal latino “secare”, cioè tagliare o dividere. Indica quindi, in origine, un ristretto gruppo di persone che si distacca da una religione preesistente riconosciuta come ufficiale, ed in questo senso non si può attribuire al termine una connotazione negativa. Quello che attribuisce al termine un significato negativo è che all’interno di una setta i seguaci vengono progressivamente privati della loro libertà ed autonomia sia in campo psicologico, in quanto essi verrebbero sottoposti a condizionamenti di vario tipo da parte del loro capo, che per alcuni aspetti della vita materiale riferibili a particolari regole da seguire nell’abbigliamento, nella alimentazione e nei rapporti sociali. Questo creerebbe una pressione psicologica soprattutto sui giovani, sui caratteri più deboli e facilmente influenzabili, rendendoli succubi e timorosi di abbandonare la setta stessa nel timore di persecuzioni o vendette da parte del loro capo.Riferendosi al Reiki, nessuna di queste caratteristiche è generalmente da associarsi al Reiki Master o, nel caso specifico, al Presidente di una Associazione Reiki.




I soci aderiscono ad essa spontaneamente, e il loro percorso all’interno dell’Associazione tende principalmente al conseguimento di una consapevolezza che li rende liberi da schemi mentali di ogni tipo e che potenzia e sviluppa le loro capacità espressive anche in campo artistico e culturale . Ogni socio è libero di scegliere il percorso che ritiene più adatto alle sue capacità, e riceve una formazione che è valida a tutti gli effetti in campo professionale, sia nel settore della medicina naturale che nelle varie pratiche ad essa correlate. E’ importante notare, a questo proposito, che l’Associazione R.A.U. è l’unica attualmente riconosciuta a livello nazionale, grazie all’acquisizione di personalità giuridica (luglio 2002).



Analizziamo adesso gli aspetti positivi del fenomeno, cioè: cos’è il Reiki Cosmico?
Una importante differenza da chiarire riguarda quella esistente tra Reiki e la pranoterapia. La pranopratica agisce attraverso l’uso delle mani a distanza dalla materia – la destra radiante e la sinistra assorbente – e delle frequenze mentali di chi la esercita (alfa, beta, delta, gamma, shumann, theta), servendosi delle sue facoltà naturali e delle conoscenze apprese nel corso della vita. Se il terapeuta non conosce le tecniche di scaricamento e caricamento, con il tempo si ammala, perché assorbe le negatività delle persone trattate. Chi pratica Reiki, invece, diventa un canale attivo che riceve Energia Cosmica Unificata, e attraverso il contatto delle mani trasforma direttamente le alterazioni dell’energia prodotte dalla materia. Inoltre, il Reiki permette di non assorbire le disarmonie delle persone trattate.



Gli effetti del trattamento Reiki possono essere riassunti in: riequilibrio energetico generale dell’organismo, potenziamento della circolazione energetica, disintossicazione, rafforzamento e rivitalizzazione dei sistemi endocrino, linfatico, circolatorio, digerente e urinario, nervoso, neurovegetativo ed immunitario.
Ma COME si diventa un canale Reiki? Attraverso delle attivazioni, che variano a seconda del livello che si riceve, l’Energia Cosmica viene direttamente a contatto con la nostra Essenza e rimane con essa eternamente. Il Reiki Cosmico, a differenza del Reiki umano che viene esercitato e trasmesso con diverse e più limitate modalità, potenzia ed amplifica il Piano del cuore (quarto chakra), dal quale la vibrazione si espande nei piani inferiori della materia (3°, 2à, 1° chakra) e nei piani superiori ( 5°, 6°, 7° chakra) arrivando a mutare i livelli della nostra coscienza e, di conseguenza, recando il potenziamento e l’espressione delle facoltà naturali prima inespresse anche a livello di talenti artistici o capacità telepatiche.



Il primo livello agisce attraverso la trasmissione di quattro attivazioni, e con esso si apprendono le posizioni dell’autotrattamento, della armonizzazione dei chakras e del trattamento completo attraverso il contatto diretto delle mani. Il secondo livello prevede l’acquisizione della conoscenza e la stimolazione energetica di tre simboli (o chiavi di accesso), che agiscono sulla volontà e permettono di trattare a distanza oltre le dimensioni spazio-temporali, oppure anche a contatto. Con il ricevimento delle attivazioni di entrambi i livelli si viene a creare intorno a noi un’aura cosmica di colore giallo, che aiuta la nostra evoluzione, e che nel prossimo futuro potrà essere dimostrata anche dal punto di vista scientifico.
Oltre a questi due livelli, ne esistono altri.


53814830-66a0-49ce-8fa6-1402be1041ed
« immagine » Per presentare in modo semplice ed esauriente il Reiki Cosmico, così come esso viene diffuso in Italia ed all’estero dal Presidente dell’Associazione Reiki R.A.U. Dr.Giuseppe Zanella, occorre chiarire alcuni aspetti essenziali che possono fare luce su tanti equivoci ed errate opinion...
Post
13/05/2017 10:05:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. alienman 13 maggio 2017 ore 12:33
    :alien Post bello ed esaustivo...Complimenti !
  2. 1Eli 13 maggio 2017 ore 15:10
    @alienman

    Sempre gentile. Grazie

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.