METAFISICA ED ESOTERISMO

10 maggio 2017 ore 06:19 segnala


Volgarmente parlando, abbiamo visto che l’esoterismo non è altro che lo studio di ciò che c’è dietro le apparenze.

Dietro le fenomenologie ritroviamo una realtà superiore che sta dietro la mente e i 5 sensi dell’uomo, cioè la legge universale di causa/effetto che evidenzia le ragioni della manifestazione di ogni cosa.

Anche la metafisica è un qualcosa di simile, in quanto studia quello che c’è oltre la scienza fisica e materialista.

Essa propone strumenti di visione scientifica derivanti da capacità, soggettivamente più o meno assopite, soprattutto psichiche, che si attivano con l’elevato sviluppo della spiritualità.



La metafisica fa parte della scienza sacra esoterica, la quale in passato cadde in discredito per colpa di ciarlatani che ancora oggi utilizzano sedicenti tecniche inutili e non funzionanti che creano confusione e ed allontanamento nelle persone che non né conoscono il significato o addirittura l’esistenza.

Il vero esoterismo invece è, oltre che una filosofia, anche un insieme di pratiche e tecniche occulte che costituiscono tutt’oggi religioni e filosofie di tutto il mondo.

Purtroppo però tutto ciò col passare del tempo è stato sconvolto e trasformato, ed infatti la società attuale possiede solo piccole particelle sbagliate di quel che è l’esoterismo.

Altro ingrediente fondamentale della metafisica e dell’esoterismo è l’occultismo.

L’occultismo è lo studio delle dottrine, dei fenomeni, delle scritture, delle tecniche,… che ad oggi, come ai tempi di Aristotele sono segrete e destinata a pochi iniziati.

La pratica dell’occultismo porta allo sviluppo di diverse capacità scientifiche extra-sensoriali e di molteplici stati alterati di coscienza atti a manifestare: telepatia, psicometria, percezione spirituale, apertura del Terzo Occhio, telecinesi, chiaroveggenza, preveggenza, medianesimo,..



Tra gli argomenti trattati in metafisica ed esoterismo occulto ritroviamo: la scienza della meditazione, i “Sette Raggi” che indicano diverse qualità energetiche e la loro utilità, la legge di causa/effetto, la reincarnazione, la proiezione astrale, meridiani e chakra, risveglio di “poteri spirituali”, Cosmogenesi (origine dell’ Universo), scienza dell’Antakarana (canale di contatto e connessione tra cervello ed anima),…

Questa scienza sacra, che piaccia, spaventi o incanti, è l’unica in grado di evolverci per davvero verso un futuro meraviglioso, dignitoso, colmo di pace e benessere se utilizzata in amore e fratellanza.


--------------------------------------------------------------------------------



Occultismo: I fenomeni che la scienza non comprende

Il paranormale: tutto ciò che la scienza non sa ancora spiegare?Poltergeist, fantasmi, telepatia, presenze misteriose, chiaroveggenza..ecco cosa si intende con ‘paranormale’.


Il paranormale, seppure con le sue mille sfaccettature, comprende tutti quei fenomeni che non riescono ad essere spiegati scientificamente, essendo contrari alla legge della fisica. In realtà, non esiste una definizione esatta di ‘paranormale’, tanto che si preferisce considerare tali manifestazioni ‘fatti anomali‘. Naturalmente, la comunità scientifica non considera realmente esistenti le manifestazioni paranormali, in quanto non possono essere provati.



Fra le poche certezze dell’essere umano c’è la morte. Del resto, la coscienza di dover morire ci distingue dagli altri animali. Ma sui confini, su ciò che separa il mondo dei vivi da quello dei morti le sicurezze vacillano. Oggi come ieri. Il bisogno di mitigare l’ineluttabilità della dipartita con la speranza di un’altra vita si perde nella notte dei tempi.
La traccia più antica di rituali legati alla sepoltura risale a 90 mila anni fa: è la tomba di un cacciatore ritrovata nella grotta di Skhul (nell’odierna Israele), dove mani pietose hanno appoggiato al braccio del defunto la testa di un cinghiale, come dono. A fungere da “intermediari” fra questo mondo e l’altro erano gli sciamani. Pitture rupestri di 20 mila anni fa raffigurano i viaggi, in stato di trance, nel mondo degli spiriti, ammettendo la netta separazione fra corpo e anima (rappresentata da un uccello). Per gli antichi Egizi la vita nell’oltretomba era una tale certezza da essere descritta, con regole d’accesso dettagliate, nel Libro dei morti. Ma il viaggio nell’aldilà prevede anche un biglietto di ritorno? In altre parole, i defunti possono tornare fra noi, o perlomeno comunicare?



Il paranormale nasce con la stessa comparsa dell’uomo sulla terra, da sempre interessato alla sfera dell’occulto e dell’inspiegabile. Triste fu l’epoca medioevale, in cui la credenza irrazionale nelle streghe fece strage di donne innocenti, colpevoli solamente di essere dotate di segni particolari o di azioni considerate fuori dalla norma. Gli studiosi che maggiormente si stanno interessando al mondo del paranormale sono i parapsicologi. Secondo le loro ipotesi, i fenomeni paranormali non possono essere spiegati attualmente, in quanto è prima necessaria una vera e propria rivoluzione scientifica. La parapsicologia cominciò a occuparsi della sfera del paranormale negli anni ’30, grazie ai lavori sperimentali di Joseph Rhine in merito alla lettura del pensiero. Secondo Rhine, tutti gli esseri umani sarebbero dotati di telepatia, in misura più o meno sviluppata.



La sua teoria fu un grande monito per la creazione dei successivi centri di ricerca universitari, che si svilupparono tra gli anni ’50 e ’70. L’entusiasmo iniziale però, fu presto spento dalla reazione della comunità scientifica, che giudicò le ricerche prive di fondamento. Il paranormale comprende un’ampissima gamma di fenomeni. Tra i principali ricordiamo i poltergeist, i fantasmi, il teleportation, la telepatia, le presenze misteriose, la chiaroveggenza, l’ufologia e molto altro ancora. Grande spazio è riservato ai fenomeni inspiegabili di carattere religioso, come stigmate, apparizioni e transustanziazione, anche se in questo caso, il confine è molto labile.



Teorie “scientifiche”
Una delle ultime teorie scientifiche sui fantasmi tira in ballo l’elettromagnetismo. Secondo lo studio di alcuni psicologi britannici coordinati da Richard Wiseman, c’è una correlazione tra avvistamenti spettrali e variazione dei campi magnetici. Gli studiosi hanno analizzato Hampton Court Palace a Londra e le cripte di South Bridge a Edimburgo, dove si sarebbero verificati vari avvistamenti: ebbene, questi posti sarebbero soggetti a variazioni dei campi magnetici più elevate rispetto alla norma. Altri studi sono giunti alla stessa conclusione. Un gruppo di ricercatori ha applicato campi elettromagnetici a certe parti del cervello, come i lobi temporali, ed è riuscito a indurre nelle “cavie” sensazioni fisiche e metafisiche, come la sensazione di vicinanza a Dio. Alla stessa conclusione è giunto con i suoi esperimenti il neuroscienziato Michael Persinger, secondo il quale i campi magnetici svilupperebbero nel cervello dei volontari la sensazione di avvertire strane presenze.
b48055d5-7e84-42c5-94fc-4bdc6834a7e0
« immagine » Volgarmente parlando, abbiamo visto che l’esoterismo non è altro che lo studio di ciò che c’è dietro le apparenze. Dietro le fenomenologie ritroviamo una realtà superiore che sta dietro la mente e i 5 sensi dell’uomo, cioè la legge universale di causa/effetto che evidenzia le ragion...
Post
10/05/2017 06:19:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. alienman 10 maggio 2017 ore 21:36
    Mr.Crowley
    :alien Sentirsi soli è divisi da sé da ciò che fummo, estranei alla nostra natura Elfica, dilavati d’ogni essenza divina, indifferenti a chi trasfuse l’anima immortale nel nostro sangue, chè questa è l’esistenza: vivere, e interrogare il dove, il sempre, il mai.
    Il mio cuore dormiva un eterno sonno, abbandonai il mio emisfero sinistro al richiamo di emozioni giunte attraverso il colore dei tuoi occhi.
    Arcani segni, afferrai per comprenderne il profetico sussurro.
    Bevetti il prezioso sidro perchè fluisse in me senno e conoscenza.
    Nella settima luna, oltre il terzo cerchio d’infinito, l’ermetico maestro si opponeva al malvagio Astarte.
    Le mie reminescenze diventavano ossessive non lasciando più spazio a conoscenze posteriori e mi ritrovo ad esistere in un mondo che non mi appartiene.
    Questa quiete è rotta solo da imperfetti spicchi di nulla, l’attesa inchioda più del ferro e ha decomposto il mio corpo di umano. Le mie ossa sono state divorate come prelibati pasti alla vanagloria.
    Disperso nello spazio-tempo del divenire perpetuo-eterno nel tempio della perfezione Mr. Crowley mi pose un’aurea che curava ogni mio nervo lacrimante coprendomi tutto in un primigenio bagliore ed io rinascevo entità Elfica e tu mossa dal fiato di Dio mi guidavi nel sublime non so cosa cercassi in quell’attimo eterno quando violasti l’abisso dei miei occhi, creatura sigillata dal tempo di un ordine immutabile. :bye
  2. 1Eli 13 maggio 2017 ore 09:44
    @alienman

    Il cuore vomita parole e anche se si cerca di depistare, fanno la loro parte nel circo dei sentimenti mascherati.
    Parole che scorrono indifferenti come a dire altro o apparentemente niente.
    Che storcono la verità.
    Che non intendono rivelare il cuore.
    Che si mascherano da comico per depistare il dolore.
    Che cercano una via d'uscita e trovano labbra che le scherniscono per non dare loro l'importanza che hanno.
    L'unica cosa da fare è guarire, farle morire senza neppure un po' di fiato per venire fuori dal ventre. Come un bambino cresciuto dentro nascono però deformate.
    Vorrebbero sfondare l'indifferenza dell'indifferente. Ma si sa, l'indifferente non si può sfiorare fino a che non si scalda del calore dell'amore e della vita...
    :bye
  3. alienman 13 maggio 2017 ore 09:53
    Ciao....bella risposta ! Mr.Crowley è un vecchio post che ho scritto tempo e fa parte del mio blog. Avrei piacere che mi leggessi. Un buon fine settimana :bye

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.