Io penso quindi io sono?

11 aprile 2019 ore 18:33 segnala


Cogito ergo sum...
"penso dunque sono", è la formula con cui Cartesio esprimeva la certezza indubitabile che l'uomo ha di se stesso,in quanto soggetto pensante.
Ho chiesto a delle persone di commentare questa famosa frase,ecco alcune risposte:
Se io sono esisto,se non sono non esisto.
Se non sono non esisto,né potrei esistere.
Esisto perché sono e perché penso.
Potrei esistere senza sapere d'essere.
Esisto ma non so il perchè.
Non so se sono ciò che penso,ma esisto.
Esisto indipendentemente da ciò che penso.
Non m'importa di pensare,ma d'esistere.
Se sono ciò che penso,mi chiedo cosa sono?.
Allora se sono ciò che penso,chi sono?
Se non posso esprimermi(quindi dire ciò che penso)é come non essere,anche se esisto.
Quindi io che ho posto il quesito iniziale,chiedo loro:
"ma secondo voi,può affermare di essere e di esistere solo chi sa consapevolmente di essere e di esistere?"
SILENZIO nella stanza....
Arrivano le risposte quasi tutte uguali :"si certo!"
Ed io incalzo :"ma allora le piante sanno di esistere?"
Risposte:"le piante son vegetali e non hanno un cervello...no non lo sanno.
IO:" però esistono su questo siamo d'accordo?
LORO:" siiiii"
IO :"e gli animali sanno di esistere?"
LORO :"mah chi lo sa...a loro non interessa...il loro cervello non pensa...
loro non devono guadagnarsi la pagnotta...a loro non importa di morire...
non sono umani e non li paragono a noi...se pensano o se sannno di esistere cosa importa?" ecc ecc ecc.
IO :" ma se una persona ama,soffre,pensa,parla... E' ?"
LORO:" e certo!"
IO:" ma allora le piante e gli animali che NON parlano...e le PERSONE che NON parlano... NON pensano, NON soffrono.... NON sono?"
SILENZIO nella stanza.
Arrivano le prime risposte :( gli animalie e le piante)"certo che esistono ma non lo sanno e stanno meglio di noi!"
IO:" quindi fra voi chi ascolta ma NON parla,o NON vuole farlo,o NON riesce a farlo... NON pensa,NON ama,NON soffre,quindi NON esiste?"
Chi è muto dalla nascita,chi non sente,chi ha smarrito il senno e la memoria,ma non è pianta od animale,non sa di essere e di esisstere?
SILENZIO nella stanza.
IO." avete mai notato lo sguardo di un animale che amiamo e vive con noi?
Non pensate che anch'esso prova emozioni,d'affetto,devozione,paura,verso noi?
Sapevate che le piante,se parliamo loro,se le tocchiamo,se le curiamo,hanno delle reazioni? Eppure a quanto pare non pensano e non sanno di esistere....ma SONO!"
Tutti e tutto se é,esiste,anche se non pensa!

Il mio scopo è stato quello di stimolare un confronto,un ragionamento ad alta voce e,a parte chi ha ancora una difficoltà emotiva di relazionarsi,ma certamente stava pensando,tutti han poi discusso e risposto animatamnete sulla frase di Cartesio e alla fine si sono pure divertiti.(ed io sorridevo contenta).
Alla fine mi son chiesta sienziosamente :"quanti fra noi si ricordano che possono esprimersi,osservare,comunicare,ascoltare,partecipare e condividere,anche coi gesti,oltre alla parola,coi fatti,con gli occhi ed il sorriso?".....
Facciamolo....ogni volta che posso lo affermo con tutte le mie forze! L.
f7e7b083-b8c4-4af2-89f4-76764b736a5c
« immagine » Cogito ergo sum... "penso dunque sono", è la formula con cui Cartesio esprimeva la certezza indubitabile che l'uomo ha di se stesso,in quanto soggetto pensante. Ho chiesto a delle persone di commentare questa famosa frase,ecco alcune risposte: Se io sono esisto,se non sono non esisto...
Post
11/04/2019 18:33:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

I nostri figli...

06 aprile 2019 ore 19:11 segnala


I nostri figli non ci appartengono,essi sono anime indipendenti li abbiamo creati,coccolati,sfamati e cresciuti, stretti al cuore e sgridati.
Ii accompagnamo per un certo percorso della loro vita,tenedoli per mano,ma viene un momento che dobbiamo lasciare quella mano e seguirli con la mente,col cuore,con discrezione,perché possano imparare a camminare da soli e prendere cognizione di sé.
Non li avremo persi,essi saranno sempre parte di noi,noi di loro,saranno ciò che di buono o meno avremo insegnato e trasmesso,faranno di meglio o di peggio di noi forse,ma dovranno essere in grado di fare le loro scelte,decidere davanti ai bivi della strada e loro esistenza.
A volte sbaglieranno altre impareranno,soffriremo con loro e per loro,talora saremo impotenti perché la vita,nel donare e togliere,nel suo schiaffeggiare o gratificare,li metterà alla prova.
Assisteremo a tutto ciò fino alla fine perché la vita solitamente è una ruota,sin dal principio e fino a chè ci sarà.
Una cosa è certa : l'esperienza di diventare genitori e magari nonni, è una delle più belle che ci sia! L.
7f61369d-c763-4d61-b312-553b31730eb7
« immagine » I nostri figli non ci appartengono,essi sono anime indipendenti li abbiamo creati,coccolati,sfamati e cresciuti, stretti al cuore e sgridati. Ii accompagnamo per un certo percorso della loro vita,tenedoli per mano,ma viene un momento che dobbiamo lasciare quella mano e seguirli con l...
Post
06/04/2019 19:11:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Tu sei...

03 aprile 2019 ore 16:44 segnala


Io,ti osservo da lontano e resto incantata....
Tu sei nuvola,sei pioggia,sei sole,sei siepe,sei fiore,sei spina,
Tu sei il calore della primavera,sei il mare in tempesta,sei il rosso ed il nero,
Tu sei precipitoso come una discesa,sei una dolce salita,
Tu sei un ruscello che scorre veloce e non si ferma,
Tu sei l'acqua cheta di un lago,
Tu sei precipitoso e irruente,
Tu sei tenero come un bambino che tende le sue mani per essere coccolato,
Tu sei biricchino come quello che ruba la cioccolata,
Tu sei permaloso e ombroso,forse insicuro.....
ed è cosi' che poi,si usano male le parole,permalosità ed orgoglio
diventano pesanti come sassi,una volta tirati se ti colpiscono,lasciano il segno...
un segno che allontana le persone.
Le parole possono diventare ghiaccio e spegnere i fuochi fatui... L.
70232609-d02d-487c-96f0-bbd3625026e3
« immagine » Io,ti osservo da lontano e resto incantata.... sei nuvola,sei pioggia,sei sole,sei siepe,sei fiore,sei spina. Sei il calore della primavera,sei il mare in tempesta,sei il rosso ed il nero, sei precipitoso come una discesa,sei una dolce salita, sei un ruscello che scorre veloce e non...
Post
03/04/2019 16:44:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Guardavo la Luna..

26 marzo 2019 ore 19:56 segnala


Guardavo la Luna e mi sei venuto in mente Tu,ho pensato:
"forse in questo momento ovunque sia,la sta guardando come me!"
Quella frase...che ripetevi sempre...
"Se guardi la Luna ricordati di me"!
Ed io rispondevo:"senza la luce dell'amore di chi la guarda,sarebbe spenta!"
Allora mentre la osservavo, ho mandato tanti sorrisi e le ho detto:
"conservali perché quando Lui ti guarderà dovrai rimandarglieli,
per scaldargli il cuore, per accarezzargli l'anima,
e perché Lui si ricordi che "qualcuno",nel mondo,
gli ha guardato dentro e ha visto il bello che contiene"....L.
4a46ec8c-1398-41fe-b7ac-819efb19f239
Guardovo la luna e mi sei venuto in mente Tu,ho pensato: "forse in questo momento ovunque sia,la sta guardando come me!" Quella frase...che ripetevi sempre... "Se guardi la Luna ricordati di me"! Ed io rispondevo:"senza la luce dell'amore di chi la guarda,sarebbe spenta!" Allora mentre la...
Post
26/03/2019 19:56:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Le Donne... al quadrato....

18 marzo 2019 ore 12:50 segnala


ANTONIA STORACE
Le DONNE....VERE......
"Ci sono le Donne e poi ci sono le Donne Donne e quelle non devi provare a capirle, sarebbe una battaglia persa in partenza,le devi prendere e basta.
Devi prenderle,baciarle,non dare loro il tempo di pensare,devi spazzare via,
con un abbraccio che toglie il fiato,quelle paure che ti sapranno confidare una volta sola,una soltanto,a bassa,bassissima voce,perché si vergognano delle proprie debolezze e,dopo avertele raccontate,si tormenteranno in un’agonia lenta e silenziosa al pensiero che,scoprendo il fianco e mostrandosi umane e fragili e bisognose per un piccolo fottutissimo attimo,vedranno le tue spalle voltarsi ed tuoi passi allontanarsi.
Perciò prendile e amale,amale vestite,che a spogliarsi son brave tutte,amale indifese e senza trucco,perché non sai quanto gli occhi di una donna possano trovare scudo dietro un velo di mascara.
Amale addormentate,un po’ ammaccate quando il sonno le stropiccia male,sapendo che non ne hanno bisogno: sanno bastare a sé stesse...ma,appunto per questo,sapranno amare te come nessuna prima di loro!

RITENGO BELLISSIMA E VERA QUESTA DESCRIZIONE DI NOI DONNE.....VERE :-) ;-)
04696ba2-ce2f-4c1e-b192-b4aa0679c54c
« immagine » ANTONIA STORACE Le DONNE....VERE...... "Ci sono le Donne e poi ci sono le Donne Donne e quelle non devi provare a capirle, sarebbe una battaglia persa in partenza,le devi prendere e basta. Devi prenderle,baciarle,non dare loro il tempo di pensare,devi spazzare via, con un abbraccio ...
Post
18/03/2019 12:50:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Le parole , come le usiamo?

15 marzo 2019 ore 18:44 segnala




LE PAROLE ED I SILENZI...

Le parole che diciamo,arrivano dirette come dardi,a volte son feroci altre avvolgenti.
Le parole se hanno un suono carezzevole,ci danno gratificazione,gioia,emozioni,se son acide,dure,pungenti come filo spinato,urlate,o ingiuste,hanno il suono del rancore di chi le dice riecheggiando nella mente e anima di chi le riceve.
Con le parole noi interagiamo in mille occasioni.
Le parole per come sono modulate possono sembrare,fiori colorati,che col loro profumo cambiano l'aria attorno a noi.
Le parole, sono acqua ristoratrice per chi ha sete,sono coccole se esprimono affetto, amore,amcizia.
Le parole andrebbero ascoltate perché è con esse che,prevalentemente,comunichiamo qualsiasi emozione.
Le parole possono lasciare il segno,creare cicatrici ma anche far evolvere se si riflette su di esse,oppure si può farle scivolare via,ritenendo sia più giuto così ma il loro suono é stato comunque udito!
Le parole possono riempire degli spazi o possono all'improvviso lasciare dei vuoti in noi...quanto crediamo alle parole?
A volte il rancore spinge a dire cose che realmente non si pensano ma si lanciano uguamente,salvo pentirsi dopo,allora esistono quelle di scuse e quelle del perdono!
Le parole a volte millantano e illudono,le parole c'illuminano anche, perché ci fanno capire.
Le parole non si vedono ma si sentono,non si possono sfiorare con mano ma "possono toccare".
I silenzi invece? Quante volte si tace la verità o ciò che si pensa?
Che suono hanno i silenzi?
Le parole non dette sono dei silenzi,sono ombre che si portano dentro o sono scelte migliori e diplomatiche?
Sono nodi in gola che non si vogliono o possono sciogliere.
Sono ciò che ci blocca obbligandoci al silenzio.
Sono paura di esporsi,sono insicurezze,oppure il silenzio é saggezza?
Perché gli animali non hanno la parola?
Eppure pensano,ricordano,capiscono persino il"tono" quando parliamo loro,essi soffrono,hanno emozioni e reazioni,sono migliori dell'umano?(secondo me si,in alcune cose) ma non sono umani...se potessero parlare cosa ci direbbero?... L.
4aa440ee-13ab-4107-9443-291b5029c265
« immagine » « immagine » LE PAROLE ED I SILENZI... Le parole che diciamo,arrivano dirette come dardi,a volte son feroci altre avvolgenti. Le parole se hanno un suono carezzevole,ci danno gratificazione,gioia,emozioni,se son acide,dure,pungenti come filo spinato,urlate,o ingiuste,hanno il su...
Post
15/03/2019 18:44:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Anche gli uomini piangono!

12 marzo 2019 ore 18:06 segnala


Tutti sappiamo che anche gli uomini piangono,qualcuno di loro difficilmente lo ammette o se lo concede,come se fosse un disonore dare libertà a questo tipo di emozioni!
Le emozioni vanno vissute perché reprimerle fa male sia fisicamnete che psicologicamente.
C'è qualcuno che non riesce a farle emergere e spesso non vive bene questo stato perchè è chiaro che ha dei blocchi.
Un uomo non è tale se piange e questo viene notato?
Un uomo è debole se si lascia andare mostrando la sua fragilità di quel momento?
Un uomo,in quanto tale,perde di dignità se qualcuno scopre che a volte pure lui piange?
Ad alcuni uomini viene insegnato(sin da adolescenti)che non son degni di tale "definizione" se piangono,che le lacrime son cose da "femminucce",cosi'alcuni uomini preferiscono controllare il pianto,e ciò che lo causa.
Purtroppo certe emozioni negate possono far emergere comportamenti aggressivi, conflittuali,apparentemente più "virili".
Brutto non poter espimere ciò che sentono dentro se desiderano farlo perchè questi sono i canoni,le classificazioni,dettate da chi poi?
Sin dai tempi antichi sappiamo che eroi o meno, anche gli uomini piangono!
Si piange per amore,per rabbia,per delusione,si piange di dolore nell'anima ma anche per dolore fisico,siamo umani!
Quindi il pianto non appartiene solo ai bambini,alle donne,il pianto è di tutti quelli che sono vivi e sanno liberare le emozioni!
Ovvio che vi siano situazioni contingenti per cui si preferisca trattenere le lacrime e le motivazioni ci sono,ma dev'essere una libera scelta,non farlo solo perché i canoni lo impongono!
Personalmente nutro rispetto per un uomo che,al bisogno,sa piangere ,si fa vedere senza vergogna,cerca anche consolazione,cosciente d'essere umano e sensibile e...meravoglioso! L.
853fbb0d-879e-46ad-99ee-8cafad1d7d7d
« immagine » Tutti sappiamo che anche gli uomini piangono,qualcuno di loro difficilmente lo ammette o se lo concede,come se fosse un disonore dare libertà a questo tipo di emozioni! Le emozioni vanno vissute perché reprimerle fa male sia fisicamnete che psicologicamente. C'è qualcuno che non ries...
Post
12/03/2019 18:06:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    11

Uomini che son stati figli maltrattati.

09 marzo 2019 ore 19:09 segnala



Questo episodio,me lo raccontò una donna ormai adulta che portava in sé ancora il trauma delle scene violente a cui assisteva,nella sua famiglia.
Quando era una bambina di 4 anni,echeggiavano urla, parole e violenze corporali che il padre "padrone" operava verso il fratello primogenito,di lei più grande di 14 anni.
Il fratello non primeggiava a scuola,non portava bei voti,non quanto il loro padre esigeva,ma era bravissimo nel disegno,nella creatività.
Questi litigi portavano sempre ad un finale violento,quel ragazzo prendeva tante di quelle botte e non solo....
Non terminò gli studi perchè il padre gli disse:" se non vuoi studiare e portare pieni voti,vai a guadagnarti la pagnotta" e lo mandò in un cantiere edile a fare il manovale.
Nonostante questo il ragazzo amava il padre e cercava con ogni mezzo di dimostrargli che non era quel "fallito buono a nulla" come veniva definito,ma una persona capace in altri settori nei quali s'impegnava,visto che non era portato per lo studio.
Il padre voleva tutti diplomati e laureati i suoi figli ed imponeva obblighi e scelte a loro non del tutto compatibili,questo per ogni cosa.
Purtroppo le angherie ripetute e frequenti,la totale mancanza di fiducia la difficile convivenza,indussero il fratello ad andare via di casa.
Solo,amareggiato,senza stima di sé e con difficoltà a mantenere anche il lavoro,il fratello prese una brutta strada e combinò qualche cavolata.... Vien spontaneo chiedersi:" ma la madre non interveniva in quelle situazioni?"
Certo che lo faceva ,ma finiva sempre male a volte prendeva lei percosse ecc, per riparare e proteggere quel figlio sfortunato....più sfortunato perchè unico maschio su 5 figli, per cui doveva emulare il padre,diventare una persona importante come lui.
In breve,un giorno la madre intervenne in modo deciso obbligando il marito a riprendere in casa ed aiutare il primogenito a rifarsi una vita,una posizione,lontano dai guai,frequentò una scuola serale più adatta alle sue attitudini e la sua vita migliorò, ma solo per un certo periodo,perché in lui la voglia ed il bisogno d'essere apprezzato, stimato, amato, da "quel padre" erano impellenti, quasi vitali!
Diventò persino benestante ad un certo punto della sua vita ma sbagliò degli "investimenti" e ritornò ad avere difficotà ,in ogni senso.
In lui permasero insicurezza,blocchi emotivi,poca autostima,paura di sbagliare e sentirsi sempre giudicato dal padre.
Quella figura paterna cosi' distruttiva,negativa,dittaturiale,rovinò le vite di tutti i suoi figli ma,in particolare,dell'unico maschio.
Quel figlio sarebbe potuto diventare un buon padre,un buon marito ed invece rese infelici a sua volta i due figli maschi,ebbe problemi con la moglie,perché spesso chi subisce violenze sia fisiche che psichiche ripetutamente e per lungo tempo,rischia d'essere incapace di amare.
Lui però rimase nonostante tutto,una buona persona ,non ha odiato il padre,non ha odiato la vita,non ha avuto rancori verso gli altri,ma tante altre persone invece,portano dentro tutto il dolore ed il disagio per ciò che è stato loro rubato,in termini di affetto,ascolto,insegnamento,speranza,amore,si perdono nei meandri della vita e della società,a volte impietosa,che li indurisce umanamente e a volte li rende irresponsabili e violenti a loro volta.
Ovviamente ogni caso di persone violente,irresponsabili e che non sanno amare, è totalmente diverso dall'altro ma spesso il finale è sotto gli occhi di tutti...cambiano i fattori ma non il risultato! L.
331cf190-5bb3-4ed5-adee-7d3558ef64df
« immagine » « immagine » Questo episodio,me lo raccontò una donna ormai adulta che portava in sé ancora il trauma delle scene violente a cui assisteva,nella sua famiglia. Quando era una bambina di 4 anni,echeggiavano urla, parole e violenze corporali che il padre "padrone" operava verso il fr...
Post
09/03/2019 19:09:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

L'AMORE VIVE ANCHE DI SFUMATURE

06 marzo 2019 ore 00:06 segnala


L'AMORE VIVE DI SFUMATURE SE TI SFUGGE DALE MANI E' PERCHE' NON HAI ASCOLTATO O AMATO ABBASTANZA.
L'INCANTO DELLE PAROLE LASCIA EMOZIONI SE IN ESSE C'E' IL SENTIMENTO,E MAI DOVREBBERO ESSERE USATE PER FERIRE !
LE PAROLE CONTANO SE LE SAI PERCEPIRE, ESSE ALLORA ,COME I GESTI,TI ACCAREZZANO O TI SFREGIANO IL CUORE.
A VOLTE TI FANNO SENTIRE SPECIALE, ALTRE CHE SEI NESSUNO! CIO' CHE CONTA E' CHE, CHI LE RICEVE, SENTA IL TUO AMORE E LO SAPPIA RICAMBIARE PER POTERLO TRATTENERE NELL'ANIMA.
PURTROPPO,A VOLTE,CAPITA DI REGALARLO A CHI NON LO MERITA!.... L.
4a620e81-980c-4e3c-9994-a0cfdf1d8c39
« immagine » L'AMORE VIVE DI SFUMATURE SE TI SFUGGE DALE MANI E' PERCHE' NON HAI ASCOLTATO O AMATO ABBASTANZA. L'INCANTO DELLE PAROLE LASCIA EMOZIONI SE IN ESSE C'E' IL SENTIMENTO,E MAI DOVREBBERO ESSERE USATE PER FERIRE! LE PAROLE CONTANO SE LE SAI PERCEPIRE, ESSE ALLORA ,COME I GESTI,TI ACCAREZ...
Post
06/03/2019 00:06:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Tra il mondo della terra e del cielo

19 febbraio 2019 ore 02:49 segnala


Sarah Brightman :

Tra il mondo della terra e del cielo c'è un posto dove volano le aquile,
lì troverai il mio cuore e l'anima trasportati dal vento
e in te credo, quindi il tempo che ho passato aspettando
è un momento che passa, non un minuto di più.
Tutti gli anni che passarono non cambiarono mai la mia mente,
quello che sarà per noi, sarà in tempo
tutti i sogni che abbiamo, un giorno si avvereranno.
Dove volano le aquile, ti aspetterò, qui passerò la notte,
con molte battaglie lasciato a combattere,
vedrò sorgere il sole ancora una volta,su una spiaggia lontana.
La solitudine svanirà,il tempo si fermerà fino al giorno
Tu ritorni tra le mie braccia per trattenermi come prima.
Tutti gli anni che sono passati non hanno mai cambiato la mia mente
Quello che sarà per noi, sarà nel tempo,
tutti i sogni che abbiamo, un giorno siavvereranno.
Dove volano le aquile, ti aspetterò,
tra Il mondo della terra e del cielo,c'è un posto dove volano le aquile.
Lì troverai il mio cuore e l'anima trasportati dal vento
e in te credo, ora e sempre, dove volano le aquile,
ti aspetterò dove volano le aquile, aspetterò per te.
ce02a57a-a1dd-4961-a190-632fe8409aea
« immagine » Sarah Brightman : Tra il mondo della terra e del cielo C'è un posto dove volano le aquile Lì troverai il mio cuore e l'anima trasportati dal vento e in te credo, quindi il tempo che ho passato aspettando è un momento che passa, non un minuto di più. Tutti gli anni che passarono...
Post
19/02/2019 02:49:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment