E' giusto rifiutare le cure e la vita, in "certi" casi?

01 ottobre 2019 ore 19:09 segnala
Un argomento molto discusso recentemente,ma non solo,quello della scelta di morire rifiutando il cosi' detto,"accanimento terapeutico" oppure di far cessare dolori inimmaginabilmente atroci( per chi non li conosce ) a causa di sofferenze create da alcune malattie inguaribili,anche se non terminali ma che,con determinate macchine o farmaci ti tengono in vita.(però non riescono a togliere del tutto o in maniera almeno accettabile una grande sofferenza).
Come sempre vi sono pareri discordanti sia per motivi religiosi,sia legali e di etica,è certamente un argomento tosto che fa molto pensare e discutere. Se fossi delegata a fare giuridicamente eticamente e legalmente una tale scelta mi troverei in imbarazzo emotivo e spirituale.
Tuttavia vedo persone che vivono malissimo sia a livello fisico che psichico a causa delle loro devastanti e/o terminali malattie e mi son chiesta spesso cosa vorrei fare e cosa chiederei io al loro posto.
Quando la vita ormai è diventata invivibile per te e per chi ti assiste e ti ama, cosa sceglieresti? Penso che quasi tutti sceglierebbero la fine della NON vita e vorrebbero,trovarsi "altrove" in pace e senza dolore psicofisico!
Ci è stato sempre detto (almeno ai credenti in Dio) che la vita è sacra e che si deve attendere che si estingua naturalmente... ma una volta si viveva di meno e persino il "male oscuro" cosi' definito,perché il cancro ai tempi non era conosciuto ti "portava via" in abbastanza breve tempo!
OGGI? Oggi che la scienza ha fatto passi da giganti nella ricerca in ogni campo, si vive di più ma...si vive meglio?
OGGI,che è l'era della tecnologia più evoluta per curare,operare,(verbi usabili in tanti campi non solo per la salute) in alcuni casi siamo parimenti impotenti davanti a mali,più o meno oscuri, visto che a volte non si riesce a debellarli,capirne le cause o curarli,ma cosa si fa? Si adottano le suddette terapie,si cerca di prolungare la vita ad ogni costo,se per alcune persone ciò è un sollievo, per altre diventa una condanna insopportabile a tempo determinato! I malesseri dell'Umanità sia fisici che psichici son aumentati,abbiamo tanta scienza e tecnologia ma anche:
oceani,mari,laghi,fiumi,terreni,monti,ammalati,inquinati.
Ci cibiamo di sostanze tossiche,di animali non sani o pieni di sostanze chimiche e ci ammaliamo,per curarci spendiamo cifre in farmaci e cure,a volte va bene e viviamo di più di un tempo,nonostante tutto,altre volte moriamo prima,anche in giovane età...conseguenza di tutto ciò.
Detto questo e tornando ai malati terminali impossibilitati a muovere anche quasi solo gli occhi,o per incidenti drammatici accaduti nel corso della loro vita quotidiana,posso comprendere le scelte che alcuni di loro chiedono di fare o fanno!
Se pensiamo a quando ci è capitato di provare dolori atroci e non vedevamo l'ora che cessassero,poi per fortuna son passati i nostri ,ma i "loro"?
C'è sicuramente chi,nonostante tutto e tutti lotta,lotta per vivere ed è giusto,a volte ci riesce,quanto vorrei fosse cosi' per tutti,però quelle persone qualcosa di se han salvato,anche in autonomia,ma gli altri? "Quegli altri"?
Ho perso persone care e amiche/ci, per queste malattie ,vedo la sofferenza di tante altre,bimbi compresi,anche se i bimbi nella loro incoscienza riescono a sorridere di più degli adulti, forse non hanno ben chiaro il significato della parola "morte"...
Tutto sommato se fossi chiamata a votare o a legiferare su questo argomento, penso che lascerei il libero arbitrio a queste sfortunate persone,ovviamente dopo sicuri accertamenti sulle condizioni e volontà!
Non so se CHI ci ha creato sarebbe d'accordo, so che non lo sapremo in questa vita terrena... L.
PS: questa volta non metto immagini,come faccio sempre nei miei post per rispetto, anche se su internet si trovano,non mi sembra etico! L.
41ad21df-3178-483d-8e99-996d8a8be48e
Un argomento molto discusso recentemente,ma non solo,quello della scelta di morire rifiutando il cosi' detto,"accanimento terapeutico" oppure di far cessare dolori inimmaginabilmente atroci( per chi non li conosce ) a causa di sofferenze create da alcune malattie inguaribili,anche se non terminali...
Post
01/10/2019 19:09:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Vieni ,sempre...

26 settembre 2019 ore 19:05 segnala


VIENI SEMPRE
Non ti accostare. La tua ardente fronte,
le orme dei tuoi baci,
il fulgore che anche di giorno sento se ti accosti,
lo splendore contagioso che resta nelle mani,
il fiume luminoso dove affondo le braccia,
dove non oso bere perché temo dopo la dura vita della
stella.
Viva in me non ti voglio come vive la luce,
astro di solitudine fuso con la sua fiamma,
cui l'amore si nega attraverso lo spazio
duro e azzurro che separa,
dove ogni stella inaccessibile
è un deserto gemente che invia la sua tristezza.
Brilla la solitudine nel mondo senza amore.
L'esistenza è una vivida corteccia,
una rugosa pelle immobile
dove l'uomo non può trovare il suo riposo,
benché inclini il suo sogno contro un pianeta spento.
Non ti accostare. La tua fronte raggiante, carbone acceso
che mi strappa a me stesso,
fulgido lutto dove di colpo morire mi tenta
e bruciarmi le labbra al tuo tocco indelebile,
disfare la mia carne contro il tuo ardente diamante.
Non ti accostare, perché il tuo bacio du~a come urto im-
possibile di stelle,
come lo spazio che a un tratto divampa,
etere diffusore dove la distruzione dei mondi
è un solo cuore che totale arde.
Vieni, vieni come l'oscuro carbone spento che racchiude
morte;
vieni come la notte cieca che mi accosta il suo volto;
vieni come due labbra segnate dalla rossa,
lunga linea che fonde i metalli.
Vieni, vieni, mio amore; vieni, ermetica fronte, rotondità
ruotante,
orbita che brillando mi muori tra le braccia;
vieni come due occhi o fonde solitudini,
imperiose chiamate di un abisso che ignoro.
Amore, vieni, morte; vieni ché ti distrugga
voglio uccidere o amare, morire darti tutto;
vieni, leggera pietra che precipiti
turbata come luna che mi chiede i miei raggi!

VICENTE ALEIXANDRE
2015d028-ff02-4655-9694-3019f1eba569
« immagine » VIENI SEMPRE Non ti accostare. La tua ardente fronte, le orme dei tuoi baci, il fulgore che anche di giorno sento se ti accosti, lo splendore contagioso che resta nelle mani, il fiume luminoso dove affondo le braccia, dove non oso bere perché temo dopo la dura vita della stella. Viv...
Post
26/09/2019 19:05:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    18

Libera la tua mente.....

22 settembre 2019 ore 20:51 segnala


Libera la tua mente,sii puro spirito,sii privo di forma come l'acqua.
Versa dell’acqua in una tazza,diventerà quella tazza,versala in una bottiglia, diventerà la bottiglia,versala in una teiera,diventerà la teiera.
L’acqua può scorrere o può schiantarsi,sii acqua,amico mio!
L’orgoglio enfatizza l’importanza della superiorità della propria condizione agli occhi degli altri.
Nell'orgoglio ci sono paura e insicurezza,perché si mira ad essere molto considerati e una volta raggiunta tale condizione,automaticamente si viene presi dalla paura di perderla.
Inoltre,la protezione della propria condizione sembra essere l’esigenza più importante da soddisfare e ciò crea ansia.
L’intelligenza è stata definita capacità di adattare se stessi all'ambiente o di adattare l’ambiente alle proprie necessità.
E’ l’individuo ad avere la massima importanza,non il sistema.
Ricorda: l’uomo ha creato il metodo,non il metodo l’uomo,quindi,non cercare di adattarti a tutti i costi agli schemi precostituiti di qualcuno, modelli che indubbiamente saranno idonei per lui,ma non necessariamente per te.
Pensare all'esito del combattimento è un grosso sbaglio,non pensare a come finirà, se con la vittoria o la sconfitta.
Lascia che la natura segua il suo corso e i tuoi strumenti colpiranno al momento giusto.
Se poni sempre dei limiti a tutto ciò che fai, che siano fisici o altro,questo atteggiamento si diffonderà nel tuo lavoro e nella tua vita.
Non ci sono limiti,ci sono solo colline e tu non devi rimanere lì,devi andare al di là di esse.
Se vogliamo vivere la nostra vita al meglio,dobbiamo imparare a lasciare andare il giudizio i pregiudizi e le convinzioni più rigide.
Non c’è bisogno di essere giusti o sbagliati o di essere migliori di qualcun altro.
L’uomo nel quale splende la verità non conosce la collera
BRUCE LEE
0cf53304-effb-4b87-b232-f37dbcdddbb6
« immagine » Libera la tua mente,sii puro spirito,sii privo do forma come l'acqua. Versa dell’acqua in una tazza,diventerà quella tazza,versala in una bottiglia, diventerà la bottiglia,versala in una teiera,diventerà la teiera. L’acqua può scorrere o può schiantarsi,sii acqua,amico mio! L’orgogl...
Post
22/09/2019 20:51:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    7

Inno alla vita !

06 settembre 2019 ore 00:53 segnala


La vita è un’opportunità,coglila.
La vita è bellezza, ammirala.
La vita è beatitudine, assaporala.
La vita è un sogno, fanne una realtà.
La vita è una sfida, affrontala.
La vita è un dovere, compilo.
La vita è un gioco, giocalo.
La vita è preziosa, conservala.
La vita è una ricchezza, conservala.
La vita è amore, godine.
La vita è un mistero, scoprilo.
La vita è promessa, adempila.
La vita è tristezza, superala.
La vita è un inno, cantalo.
La vita è una lotta, vivila.
La vita è una gioia, gustala.
La vita è una croce, abbracciala.
La vita è un’avventura, rischiala.
La vita è pace, costruiscila.
La vita è felicità, meritala.
La vita è vita, difendila.

MADRE TERESA DI CALCUTTA
************************
La vita è un dono,lo riceviamo e possiamo anche donarla quando diventiamo genitori,
la vita nel suo percorso,lungo o breve che sia ci mette spesso alla prova,c'impone delle scelte,ci offre o toglie occasioni,a volte è bella e felice,altre triste e difficile,ma val sempre la pena di essere vissuta! L.
bb8803c4-79a6-4581-96c4-26e12632df28
« immagine » La vita è un’opportunità,coglila. La vita è bellezza, ammirala. La vita è beatitudine, assaporala. La vita è un sogno, fanne una realtà. La vita è una sfida, affrontala. La vita è un dovere, compilo. La vita è un gioco, giocalo. La vita è preziosa, conservala. La vita è una ricchezza...
Post
06/09/2019 00:53:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Tu che ne sai?

26 agosto 2019 ore 21:33 segnala


Tu che ne sai,di quei dolori tatuati che non si cancelleranno mai,di quelle lacrime nascoste,di quelle domande senza risposte,di un destino prepotente dove non puoi fare niente,delle notti dove non si dorme mai?
Tu che ne sai,di un sorriso recitato quando un cuore è lacerato,della paura costante,dell'aria asfissiante,dell'incertezza del domani,di quando tremano le mani?
Tu che ne sai,della vita che non accetto,di un cuore che scoppia dentro al petto,di quel che non dimenticherai?
Tu che ne sai,di tutte le volte che mi sento morire,di chi grida ma non riesce a capire,di un silenzio pieno di spine,di quegli occhi che vedono la fine,di quei giorni tutti uguali,nell'essere un angelo senza le ali?
Sorrido per non annegare in quel mare di guai e tu parli,parli,ma che ne sai?
GENNY CAIAZZO

(Parole di vita comuni a molte persone,purtroppo!) L.
83fd3009-0e56-4b29-b2a0-e0a9144df30b
« immagine » Tu che ne sai,di quei dolori tatuati che non si cancelleranno mai,di quelle lacrime nascoste,di quelle domande senza risposte,di un destino prepotente dove non puoi fare niente,delle notti dove non si dorme mai? Tu che ne sai,di un sorriso recitato quando un cuore è lacerato,della pa...
Post
26/08/2019 21:33:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    6

L'amore è un'energia che vive anche di sfumature.

19 agosto 2019 ore 19:55 segnala


L'amore vive anche di sfumature se ti sfugge dalle mani è perché non lo hai ascoltato,amato abbastanza,donato oltre a riceverlo,coltivato come una pianta tenera da riparare e proteggere dalle tempeste della vita!
L'incanto delle parole,lascia emozioni se c'è il sentimento dentro,ma non dovrebbero essere usate per ferire,per disfare ciò che si è creato.
Le parole,i sussurri d'amore contano se li sai percepire in tutti i loro colori,nelle
sfumature delle anime che s'incontrano,allora,come i gesti,ti accarezzano corpo e mente,ma se le usi male sfregiano il cuore.
La parole,il loro suono,a volte ti fanno sentire speciale,altre che non sei nessuno!
Contano più i gesti o le parole?
In amore conta tutto,conta tutto ciò che ti rende felice,che ti fa sentire al centro di quell'universo,che percepisci anche quando chiudi gli occhi,perché ciò che non vedi è comunque dentro di te,con tutti i suoi suoni o silenzi e le sue "sfumature". L.
7efd257e-b3a4-49de-9194-518811d7fc12
« immagine » L'amore vive anche di sfumature se ti sfugge dalle mani è perché non lo hai ascoltato,amato abbastanza,donato oltre a riceverlo,coltivato come una pianta tenera da riparare e proteggere dalle tempeste della vita! L'incanto delle parole,lascia emozioni se c'è il sentimento dentro,ma n...
Post
19/08/2019 19:55:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    4

AMO IN TE

16 agosto 2019 ore 01:57 segnala


Amo in te l'avventura della nave che va verso il polo.
Amo in te l'audacia dei giocatori della grandi scoperte.
Amo in te le cose lontane, amo in te l'impossibile!
Entro nei tuoi occhi come in un bosco pieno di sole.
Sudato,affamato,infuriato, ho la passione del cacciatore
per mordere nella tua carne.
Amo in te l'impossibile ma non la disperazione!
Nazim Hikmet
4322b2db-f996-488f-9a26-8d0b31d9e9e6
« immagine » Amo in te l'avventura della nave che va verso il polo. Amo in te l'audacia dei giocatori della grandi scoperte. Amo in te le cose lontane, amo in te l'impossibile! Entro nei tuoi occhi come in un bosco pieno di sole. Sudato,affamato,infuriato, ho la passione del cacciatore per morder...
Post
16/08/2019 01:57:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Ho conosciuto il dolore....

08 agosto 2019 ore 21:05 segnala



QUESTE PAROLE TRATTE DA UNA FAMOSA CANZONE,CALZANO BENE A TUTTI,MI SEMBRA!

Ho conosciuto il dolore (di persona s'intende) e lui mia ha conosciuto,siamo amici da sempre,io non l'ho mai perduto,lui tanto meno,che anzi si sente come finito se, per un giorno solo,non mi vede o non mi sente.
Ho conosciuto il dolore e mi è sembrato ridicolo,quando gli do'di gomito,quando gli dico in faccia:"ma a chi vuoi far paura?"
Ho conosciuto il dolore ed era il figlio malato,la ragazza perduta all'orizzonte,il sogno strozzato,l'indifferenza del mondo alla fame,alla povertà,alla vita...
Il brigante nell'angolo,nascosto, vigliacco, battuto tumore,Dio che non c'era e giurava di esserci...ah se giurava di esserci...e non c'era!
Ho conosciuto il dolore e l'ho preso a colpi di canzoni e parole per farlo tremare, per farlo impallidire,per farlo tornare nell'angolo cosi'pieno di botte,cosi' massacrato,stordito,imballato,cosi'sputtanato...che al segnale del gong salto'fuori dal ring e non si fece mai più....mai più vedere!
Poi l'ho fermato in un bar,che neanche lo conosceva la gente,l'ho fermato per dirgli :"con me non puoi niente!"
Ho conosciuto il dolore ed ho avuto pietà di lui, della sua solitudine,delle sue dita da ragno,di essere condannato al suo mestiere condannato al suo dolore.
L'ho guardato negli occhi che sono voragini,ultimi strappi di sogni infranti,respiri interrotti ultime stelle di disperati amanti,"ti vuoi fermare un momento (gli ho chiesto),insomma vuoi smetterla di nasconderti,ti vuoi sedere? Per una volta ascoltami,ascoltami e non fiatare....
Hai fatto di tutto per disarmarmi la vita e non sai non puoi sapere che mi passi come un'ombra sottile sfiorente,appena-appena toccante,e non hai vie d'uscita perché,nel cuore appreso,in questo attendere anche in un solo attimo,l'emozione di amici che partono,figli che nascono,sogni che corrono nel mio presente,IO SONO VIVO E TU MIO DOLORE NON CONTI UN CAZZO DI NIENTE!
Ti ho conosciuto dolore in una notte d'inverno,una di quelle notti che assomigliano a un giorno,ma in mezzo alle stelle invisibile e spente,IO SONO UN UOMO...E TU NON SEI UN CAZZO DI NIENTE!!!

DALLA CANZONE DI ROBERTO VECCHIONI
5901e6f7-b710-468c-9839-750580111493
« immagine » QUESTE PAROLE TRATTE DA UNA FAMOSA CANZONE,CALZANO BENE A TUTTI,MI SEMBRA! Ho conosciuto il dolore (di persona s'intende) e lui mia ha conosciuto,siamo amici da sempre,io non l'ho mai perduto,lui tanto meno,che anzi si sente come finito se, per un giorno solo,non mi vede o non mi s...
Post
08/08/2019 21:05:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

TANTO SMETTO QUANDO VOGLIO......

05 agosto 2019 ore 17:32 segnala


Alessandra (ALE) era una ragazza allegra,sveglia,a volte un po' spigolosa di carattere,ma non le mancava la dolcezza,specie quando sorrideva.
Aveva dei bei capelli mori riccioli che le davano un aspetto sbarazzino!
Nel suo stesso Stabile abitava una ragazza sua coetanea e compagna di studi, purtroppo questa sua amica si drogava ,Ale non lo aveva compreso subito,tuttavia man mano che la loro amicizia aumentava e le rendeva più confidenti,questo problema della droga veniva ovviamente a galla.
Ale voleva bene alla sua amica Paola e rimaneva stupita quando osservava i suoi cambiamenti d'umore,a volte era triste,emaciata,stanca,quasi assente,altre volte iperattiva e/o aggressiva,apparentemente senza motivo (agli occhi di Alessandra).
Un giorno Ale,(pressata dalle domande di sua madre Claudia,che la vedeva spesso sopra pensiero,quasi preoccupata,spaesata)decise di raccontare la situazione di Paola ed il suo rapporto costante con la droga.
Ovviamente Claudia si allarmò,disse a sua figlia che l'amicizia cosi'stretta con Paola,poteva essere pericolosa e che temeva influenzasse negativamente Ale,magari inducendola a "provare" gli effetti della droga e cadere a sua volta in quel tranello (come"il canto delle sirene che cercavano d'inibire la volontà di Ulisse nell'Odissea").
Ale rassicurò sua madre,le disse di stare tranquilla che a lei non interessava fare quell'esperienza,che vedeva i danni che la droga causava alla sua amica e che voleva solo aiutarla,magari cercare di farla uscire da quella pessima abitudine!
Passarono i mesi ed anche Ale cominciò a cambiare atteggiamento ed aveva troppi sbalzi comportamentali,diminuiva l'attenzione verso lo studio,mangiava di meno,era stanca e distratta,nervosa,oppure di colpo sembrava gasata,a scuola rendeva poco, proprio come...Paola!
I suoi genitori allora,(nonostante Ale negasse di farne uso),finita la scuola decisero di mandarla prima in Inghilterra e poi in Germania per specializzarsi nelle lingue,Ale lavorava e studiava ma verso i genitori era comunque sempre più distaccata ed evasiva.
Durante la sua permanenza all'estero l'uso della droga divenne sempre più frequente e devastante per Ale,LE AVEVANO SEMPRE DETTO CHE POTEVA SMETTERE QUANDO VOLEVA SENZA PROBLEMI.....
L'intento di separare le due ragazze era riuscito ma ormai anche Ale era entrata in quella maledetta rete ancor prima di partire!
Quando fece ritorno in famiglia Ale era una persona totalmente diversa sia agli occhi dei suoi genitori che di chiunque l'avesse conosciuta anni prima,si....prima di rimanere schiava lei stessa della droga!
Un giorno Claudia trovò una camicetta bianca di Ale macchiata di sangue nel punto dell'avambraccio e notò varie altri oggetti che indicavano che Ale si "bucava" e non lo nascondeva neppure più,quasi fosse il suo messaggio di ammissione,o una sorta di richiesta tacita di aiuto!
In breve,decisero in famiglia di comune accordo,d'inserire Ale in un programma di riabilitazione e recupero dalla droga presso un Centro Specializzato,dove avrebbe lavorato,seguito i dettami e le regole,insieme ad altre persone come lei.
Non è facile stare in quei posti,ed abituarsi all'astinenza,benché queste persone siano seguite da medici e da psicologi,oltre che da "operatori" qualificati.
Sembrava nel tempo,che lentamente le cose per Ale,prendessero la giusta piega,in quella struttura era vietato familiarizzare intimamente con persone dell'altro sesso,ma svolgevano varie mansioni in comune e a contatto.
Ale strinse intima amicizia con un suo coetaneo,di nascosto,ma lui non le aveva detto di essere affetto da HIV/AIDS....
Ale per tanto tempo non ebbe sintomi,si amavano e una volta usciti dal centro di recupero,decisero di andare a vivere insieme.
Solo allora lui l'informo' d'essere sotto cura per quella malattia.
Ale lo amava non lo abbandono' ......
Un giorno lei cominciò a stare male venne ricoverata d'urgenza e....fatte le dovute analisi scopri' di aver contratto quella terribile ed irreversibile malattia!
Inutile dire che periodo funesto cominciò per Ale ed anche per i suoi genitori,coscienti d'essere impotenti,verso una diagnosi come quella,oltre alle numerose bugie dette loro,nel tempo,da Ale.....
Alessandra non reagi' alle cure e mori' all'età di 30 anni,il suo compagno vive ancora!
Claudia dopo la morte della figlia,sprofondò in una depressione durata 3 anni ed il marito,desolato per tutti quei drammatici eventi,non riusciva a fare di più che farla seguire da una psicologa e darle costantemente il suo appoggio e amore.
Claudia si sentiva in colpa convinta di non aver compreso in tempo,di non aver fatto abbastanza e di non essere riuscita a salvare sua figlia.
Una notte un'amica di Claudia che da anni frequentava la sua famiglia,vide in sogno Alessandra che le disse queste parole:"ti prego di' a mia madre che in questa dimensione dove ora mi trovo,c'è Pace,Amore,Luce,Serenità.
Dille che io sto bene,che non deve piangere per me,che lei e mio padre non hanno nessuna colpa per la mia morte e tutto il resto!
Dille che io non riesco a mettermi in contatto con lei per ora,ma che col tempo, quando la sua anima sarà più serena ed in pace,ci proverò se mi sarà concesso, dille che io l'amo e deve ricordarmi con serenità e riprendere in mano la sua vita!"
Un sogno quantomai sorprendente eppure tanto vero,cosi'l'amica di Claudia dopo averci pensato un po'decise di andare a trovarla e di raccontare a lei e al marito questo sogno/messaggio della loro figlia....
Claudia pianse quel giorno,tutte le lacrime che sin dal funerale di Alessandra,le si erano ghiacciate dentro l'anima,avevano formato una gabbia di dolore tanto profondo da annientarla quasi,ogni tanto con l'auto della psicologa,aveva periodi in cui sembrava stare meglio,ma non aveva mai accettato la morte della figlia.
Dopo il racconto di quel sogno però tutto cambiò,Claudia comprese che sua figlia in qualche modo le era accanto vedeva la sua sofferenza e quella di suo padre.
Questa madre lentamente lasciò che tutte le lacrime non versate e che avevano formato un macigno impietoso dentro di lei,sgorgassero come un fiume in piena,per liberarla e darle finalmente pace....
Noi teniamo la mano dei nostri figli per un certo periodo della loro vita,ma poi dobbiamo lasciare che essi crescano e proseguano il cammino da soli,facendo come tutti delle scelte,noi genitori possiamo solo star loro accanto il più possibile ma certe situazioni ed esperienze,che la vita pone innanzi,spesso non si possono evitare o sostituire! L.
fc08fad7-5fb3-4763-b414-28f849752584
« immagine » Alessandra (ALE) era una ragazza allegra,sveglia,a volte un po' spigolosa di carattere,ma non le mancava la dolcezza,specie quando sorrideva. Aveva dei bei capelli mori riccioli che le davano un aspetto sbarazzino! Nel suo stesso Stabile abitava una ragazza sua coetanea e compagna di...
Post
05/08/2019 17:32:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Mi piace quando ridi!

02 agosto 2019 ore 03:14 segnala


Mi piace quando ridi ed il tuo viso s'illumina come una giornata di pieno sole.
Mi piace quando ridi e la tua voce esprime la gioia di quell'attimo.
Mi piace quando ridi perché in quel preciso momento sei contento/a
Mi piace quando ridi perché io so quanto dolore si può avere nel cuore
e la sana risata può alleviarlo.
Mi piace quando ridi perché in quell'attimo contagi anche me e rido anch'io.
Mi piace quando ridi perché spesso è la medicina che aiuta l'anima.
Mi piace quando ridi perché cosi' tutto di te è più bello.
Mi piace quando ridi perché anche se la giornata fosse grigia,
diventerebbe piena di colori.
Mi piace quando ridi perché in quel momento sei felice ed
Mi piace quando ridi perché ti voglio bene .
Non permettere a nessuno di toglierti la voglia di farlo.
Non permettere a nessuno di spegnere il tuo sorriso ! L.
5ac6c2f8-a865-488b-b2a4-ae56b7084d4b
« immagine » Mi piace quando ridi ed il tuo viso s'illumina come una giornata di pieno sole. Mi piace quando ridi e la tua voce esprime la gioia di quell'attimo. Mi piace quando ridi perché in quel preciso momento sei contento/a Mi piace quando ridi perché io so quanto dolore si può avere nel cuo...
Post
02/08/2019 03:14:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment