Quanto può influire un sogno......

18 maggio 2019 ore 18:19 segnala


Quanto può influire un sogno notturno sulla nostra vita e/o quella di chi ci sta a cuore?
A me è successo varie volte di dare peso al significato di un sogno,magari non è subito chiaro il segnale che vuole darti,ma io mi conosco e so che ogni volta,"quel" tipo di sogno non è da sottovalutare ed ecco cosa è successo:
come ogni mattina,la colazione pronta,chiamai marito e figli ma il più piccolo che al tempo aveva 7 anni,era insolitamente svogliato per cui pur meravigliata non lo forzai,dopo essermi accertata che stava bene...
All'ora di pranzo immaginavo fosse "sanamente" affamato come suo solito ed invece,ancora,stentava ad avvicinarsi al cibo,in sostanza aveva male allo stomaco senza un apparente motivo.
Non aveva febbre ed il suo aspetto non era particolarmente diverso dal solito, semplicemente non aveva il suo solito appetito,dopo aver sondato che la sua mattinata a scuola si fosse svolta normalmente,lasciai perdere.
Nel pomeriggio gli offrii di fare un giretto sulla sua amata bicicletta azzurra,cosa che lo rese felice fino a quando improvvisamente mi disse:" mamma sto' male portami dal dottore"! Detto da lui che non è mai stato un"piagnone"quell'affermazione
era da prendere in considerazione subito anche perché...la notte precedente a quel fatto,io lo avevo sognato "morto nelle mie braccia" mentre,con un abito rosa bello,ampio,stile 1800,fluttuavo sull'erba verdissima di un giardino meraviglioso!
Inutile dire che,al mio risveglio una certa angoscia mi aveva assalita,ma poi pensai che era "solo" un sogno....In sostanza lo portai del medico di famiglia,un bravo professionista chirurgo che,dopo averlo visitato mi disse."signora avrà fatto indigestione per questi dolori,io alla palpazione non riscontro nulla!"
Ma io ero preoccupata e"quel sogno" all'improvviso mi tornava pressantemente in testa. Mi feci coraggio,come una madre che,come in ogni"specie",difende la vita della prole,dissi al medico:" la prego dottore non ci mandi a casa ora,son certa che il bambino ha qualcosa e,se non ha mangiato nulla da ieri sera,come può avere in atto un'indigestione?" E poi gli raccontai del sogno che avevo fatto proprio la notte precedente...Lui mi stimava molto ed era a conoscenza delle mie"percezioni",cosi' all'improvviso gli fece una"manovra" al ventre ed il bambino cacciò un urlo! Si fece serio gli posò sulla fronte una striscia e riscontrò che aveva la febbre a 39,cosi' mi disse che poteva trattarsi di un'appendicite strana, da operare subito a che al mattino seguente lo avrebbe operato lui stesso. Intanto lo avrei dovuto sorvegliare tutta la notte per accertarmi che non avesse altri dolori e febbre in aumento. Si può aver sonno ma se c'è in ballo la vita di chi ami sicuramente resti sveglia!
Insomma la mattina seguente dopo un'intervento interminabile (per noi)il medico ci disse che era un'appendicite retrocecale,con altre conseguenze,fortunatamente arginate e superate e che quello era il motivo per cui lui non l'aveva riscontrata alla visita del giorno prima.
Poi con un sorriso mi disse che,"conoscendomi"e pensando a "quel sogno" era rimasto colpito,per questo aveva deciso di approfondire subito,perché "qualcosa" poteva emergere,magari in un secondo tempo e con conseguenze serie,invece operando subito,si sono potute evitare.
SI,a volte un sogno può influire sulla vita !
GRAZIE Dottor Giuseppe! L.
63e274ef-4fec-40cb-9363-f9f5b655b3c3
« immagine » Quanto può influire un sogno notturno sulla nostra vita e/o quella di chi ci sta a cuore? A me è successo varie volte di dare peso al significato di un sogno,magari non è subito chiaro il segnale che vuole darti,ma io mi conosco e so che ogni volta,"quel" tipo di sogno non è da sotto...
Post
18/05/2019 18:19:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Di nuovo....

17 maggio 2019 ore 19:35 segnala


Di nuovo chiede la mia bocca lieta
d'essere benedetta dal tuo bacio,
voglio tenere le tue care dita,
ripiegarle per gioco tra le mie,
il mio sguardo assetato al tuo appagare,
nei tuoi capelli sprofondare il viso,
con membra sempre vigili e fedeli,
rispondere allo slancio delle tue,
rinnovare con fiamma sempre nuove
la tua bellezza mille e mille volte,
finché beati e grati entrambi al fato,
abiteremo sopra ogni dolore,
finché il giorno e la notte, il presente e il passato
accoglieremo con fraterno amore,
finché al di sopra di ogni agire umano
trasfigurati vagheremo in pace.

Hermann Hesse
efb790e4-a2b9-4ea8-87cb-94e6cd1236de
« immagine » Di nuovo chiede la mia bocca lieta d'essere benedetta dal tuo bacio, voglio tenere le tue care dita, ripiegarle per gioco tra le mie, il mio sguardo assetato al tuo appagare, nei tuoi capelli sprofondare il viso, con membra sempre vigili e fedeli, rispondere allo slancio delle tue, r...
Post
17/05/2019 19:35:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Io desidero....

15 maggio 2019 ore 19:36 segnala


IO DESIDERO TE

Io desidero te, soltanto te

il mio cuore lo ripeta senza fine.

Sono falsi e vuoti i desideri

che continuamente mi distolgono da te.

Come la notte nell’oscurità

cela il desiderio della luce,

così nella profondità

dalla mia inconscienza risuona questo grido:

”io desidero te, soltanto te”.

Come la tempesta cerca fine

nella pace, anche se lotta

contro la pace con tutta la sua furia,

così la mia ribellione

lotta contro il tuo amore eppura grida:”io desidero te, soltanto te”.

RABINDRANATH TAGORE
1b9b08a2-c5ee-4fb0-b164-6c35fa785b08
« immagine » IO DESIDERO TE Io desidero te, soltanto te il mio cuore lo ripeta senza fine. Sono falsi e vuoti i desideri che continuamente mi distolgono da te. Come la notte nell’oscurità cela il desiderio della luce, così nella profondità dalla mia inconscienza risuona questo grido: ”io...
Post
15/05/2019 19:36:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Apparve... una mattina....

14 maggio 2019 ore 19:40 segnala


Apparve in una mattina limpida e piena di sole,nel nostro giardino.
Da sempre avrei voluto un cane ma,non è stato possibile per vari motivi,eppure
quella mattina lui era li',sperduto e spaventato.
Mia madre lo vide per prima e,non sapendo che fare mi chiamò dicendo: "vieni
a vedere chi c'è qui,ma non fare movimenti bruschi"!
Ogni tanto,nel giardino,entrava qualche animale,vipere comprese,ma poi sparivano,in effetti,sulle prime pensai a quella presenza indesiderata,invece quella mattina fu diversa,specialmente per me!
Mi avvicinai a lui con cautela,percepivo il suo timore,ma anche la sua
mansuetudine,gli dissi(con un tono di voce calma e sicura):"ciao bellissimo sei il benvenuto,vieni da me,non temere"!
Lui si avvicinò,mi annusò per bene e poi,leccandomi la mano,si lasciò coccolare.
Era un bellissimo Collie maschio, aveva un collare e si capiva che era di "prorietà",ma di chi?
Da dove era scappato,oppure perso?
Telefonai ad un amico,che di cani ne aveva,per chiedergli consigli anche per sapere cosa dargli da mangiare,non avevo esperienza in questo,lui mi disse che,prima di tutto,dovevo informare i Carabinieri,perché il padrone lo stava sicuramente cercando, poi m'istrui' sul da farsi durante il periodo in cui sarebbe stato mio "ospite". Non sapendo il suo nome lo chiamai Mister, perché era un "signor" cane,elegante, intelligente,dolce,coccolone!
Passammo insieme circa una settimana,poi arrivò la telefonata che temevo,era il padrone di Mister,chiedeva se poteva venire a riprenderlo,ovvio che
la mia risposta fosse positiva.
Arrivò nel pomeriggio,quando apparve sulla soglia,Mister gli corse incontro festoso, felice di rivederlo,era uno spettacolo guardarli mentre entrambi,commossi,si ritrovavano.
Io invece ero triste,un addio annunciato certo,eppure non immaginavo che in una settimana si potesse amare cosi' un animale.
Li chiamiamo animali,ma loro pensano,provano emozioni,si comportano spesso meglio di noi umani.
A loro manca la parola ma sanno farsi comprendere perfettamente e nello stesso tempo apprendono.
In quei giorni sembrava che Mister ed io fossimo in sintonia continuamente,percepiva il mio umore del momento,di"ogni" momento.
La notte dormiva ai piedi del mio letto,come volesse fare la guardia ed anche per non sentrsi solo,sicuramnete pensava al suo padrone,a quella famiglia che,chissà perché, aveva lasciato o meglio...smarrito.
Lo sentivo mio,anche se sapevo con certezza che non lo sarebbe stato a lungo, ma per quei giorni abbiamo certamente condiviso un forte sentimento,un tratto della nostra vita e forse,non per caso.
Quando arrivò il suo padrone,Mister si mise a correre,da lui a me,da me a lui,poi il suo padrone disse: "dobbiamo tornare a casa,saluta queste persone.
Io avevo le lacrime agli occhi e sentivo un grande dolore nell'anima,Mister lo percepiva,non si decideva ad andare nonostante le sollecitazioni del suo padrone,tornò verso di me ancora una volta,non so quanti dei"suoi" baci mi diede,inutile dire quante carezze gli feci io,per rassicurarlo,gli dicevo :" grazie,grazie caro tesoro,per tutto il bene che mi hai dato,ora devi andare ci son persone che ti attendono, ma noi non ci dimenticheremo mai,vero?"
Il padrone vedendo questa scena mi invitò ad andare a casa sua, per rivedere Mister,ogni volta che lo avessi desiderato,ma io ero li'in vacanza.
Fu il mio primo addio a qualcuno che avevo amato e che non avrei più rivisto.
Nella mia vita ci son stati altri addii,non importa se a persone o animali,non c'è alcuna differenza,se ami,ami in modo diverso,certo,ma è sempre amore,amore che dai, che ricevi,che ti lascia il segno,per sempre! L.
5a0008b7-618c-4026-b081-dff6d6751178
« immagine » Apparve in una mattna limpida e piena di sole,nel nostro giardino. Da sempre avrei voluto un cane ma...non è stato possibile per vari motivi,eppure quella mattina lui era li',sperduto e spaventato. Mia madre lo vide per prima e,non sapendo che fare mi chiamò dicendo:"vieni a vedere ...
Post
14/05/2019 19:40:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Ho conosciuto...

09 maggio 2019 ore 19:34 segnala
Le parole di questo video, quanto mai vere!
Interpretato da un Roberto Vecchioni straordinario! :rosa

f49f55f5-e719-4c08-bf8b-b962288e9a4c
Le parole di questo video, quanto mai vere! Interpretato da un Roberto Vecchioni straordinario! :rosa « video »
Post
09/05/2019 19:34:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

L'amore, spazio-tempo

07 maggio 2019 ore 00:06 segnala
L'AMORE è l'unica vera forza capace di trascendere la dimensione spazio-tempo...

ebd9a27a-6752-4af0-8e23-ff90e488e617
L'AMORE è l'unica vera forza capace di trascendere la dimensione spazio-tempo... « immagine »
Post
07/05/2019 00:06:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Regala......

06 maggio 2019 ore 18:08 segnala


Occupati dei guai,
dei problemi del tuo prossimo.
Prenditi a cuore gli affanni,
le esigenze di chi ti sta vicino.
Regala agli altri la luce che non hai,
la forza che non possiedi,
la speranza che senti vacillare in te,
la fiducia di cui sei privo.
Illuminali dal tuo buio.
Arricchiscili con la tua povertà.
Regala un sorriso
quando tu hai voglia di piangere.
Produci serenità
dalla tempesta che hai dentro.
“Ecco, quello che non ho te lo dono”.
Questo è il tuo paradosso.
Ti accorgerai che la gioia
a poco a poco entrerà in te,
invaderà il tuo essere,
diventerà veramente tua nella misura
in cui l’avrai regalata agli altri.
ALESSANDRO MANZONI
4234e72a-f809-4569-a3c6-4caa2bdf444b
« immagine » Occupati dei guai, dei problemi del tuo prossimo. Prenditi a cuore gli affanni, le esigenze di chi ti sta vicino. Regala agli altri la luce che non hai, la forza che non possiedi, la speranza che senti vacillare in te, la fiducia di cui sei privo. Illuminali dal tuo buio. Arricchisci...
Post
06/05/2019 18:08:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Le lacrime....

02 maggio 2019 ore 22:14 segnala


Le lacrime.
Le lacrime sono la pioggia dell'anima,le stelle del cuore.
Le lacrime non hanno sesso,sono le lucciole del nostro IO.
Non abbiamo barattoli né scrigni ove riporle quando salgono dal cuore
scivolando sul volto,umide,calde,salate dolorose o felici.
Lasciamole scorrere,sono parte di noi... L.
b1879e0a-0b65-41f8-bb34-574394c7d24d
« immagine » Le lacrime. Le lacrime sono la pioggia dell'anima,le stelle del cuore. Le lacrime non hanno sesso,sono le lucciole del nostro IO. Non abbiamo barattoli né scrigni ove riporle quando salgono dal cuore scivolando sul volto,umide,calde,salate dolorose o felici. Lasciamole scorrere,sono...
Post
02/05/2019 22:14:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Io penso quindi io sono?

11 aprile 2019 ore 18:33 segnala


Cogito ergo sum...
"penso dunque sono", è la formula con cui Cartesio esprimeva la certezza indubitabile che l'uomo ha di se stesso,in quanto soggetto pensante.
Ho chiesto a delle persone di commentare questa famosa frase,ecco alcune risposte:
Se io sono esisto,se non sono non esisto.
Se non sono non esisto,né potrei esistere.
Esisto perché sono e perché penso.
Potrei esistere senza sapere d'essere.
Esisto ma non so il perchè.
Non so se sono ciò che penso,ma esisto.
Esisto indipendentemente da ciò che penso.
Non m'importa di pensare,ma d'esistere.
Se sono ciò che penso,mi chiedo cosa sono?.
Allora se sono ciò che penso,chi sono?
Se non posso esprimermi(quindi dire ciò che penso)é come non essere,anche se esisto.
Quindi io che ho posto il quesito iniziale,chiedo loro:
"ma secondo voi,può affermare di essere e di esistere solo chi sa consapevolmente di essere e di esistere?"
SILENZIO nella stanza....
Arrivano le risposte quasi tutte uguali :"si certo!"
Ed io incalzo :"ma allora le piante sanno di esistere?"
Risposte:"le piante son vegetali e non hanno un cervello...no non lo sanno.
IO:" però esistono su questo siamo d'accordo?
LORO:" siiiii"
IO :"e gli animali sanno di esistere?"
LORO :"mah chi lo sa...a loro non interessa...il loro cervello non pensa...
loro non devono guadagnarsi la pagnotta...a loro non importa di morire...
non sono umani e non li paragono a noi...se pensano o se sanno di esistere cosa importa?" ecc ecc ecc.
IO :" ma se una persona ama,soffre,pensa,parla... E' ?"
LORO:" e certo!"
IO:" ma allora le piante e gli animali che NON parlano...e le PERSONE che NON parlano... NON pensano, NON soffrono.... NON sono?"
SILENZIO nella stanza.
Arrivano le prime risposte :( gli animali e le piante)"certo che esistono ma non lo sanno e stanno meglio di noi!"
IO:" quindi fra voi chi ascolta ma NON parla,o NON vuole farlo,o NON riesce a farlo... NON pensa,NON ama,NON soffre,quindi NON esiste?"
Chi è muto dalla nascita,chi non sente,chi ha smarrito il senno e la memoria,ma non è pianta od animale,non sa di essere e di esistere?
SILENZIO nella stanza.
IO." avete mai notato lo sguardo di un animale che amiamo e vive con noi?
Non pensate che anch'esso provi emozioni,d'affetto,devozione,paura,verso noi?
Sapevate che le piante,se parliamo loro,se le tocchiamo,se le curiamo,hanno delle reazioni? Eppure a quanto pare non pensano e non sanno di esistere....ma SONO!"
Tutti e tutto se é,esiste,anche se non pensa!

Il mio scopo è stato quello di stimolare un confronto,un ragionamento ad alta voce e,a parte chi ha ancora una difficoltà emotiva a relazionarsi,ma certamente stava pensando,tutti han poi discusso e risposto animatamente sulla frase di Cartesio e alla fine si sono pure divertiti.(ed io sorridevo contenta).
Alla fine mi son chiesta silenziosamente :"quanti fra noi si ricordano che possono esprimersi,osservare,comunicare,ascoltare,partecipare e condividere,anche coi gesti,oltre alla parola,coi fatti,con gli occhi ed il sorriso?".....
Facciamolo....ogni volta che posso lo affermo con tutte le mie forze! L.
f7e7b083-b8c4-4af2-89f4-76764b736a5c
« immagine » Cogito ergo sum... "penso dunque sono", è la formula con cui Cartesio esprimeva la certezza indubitabile che l'uomo ha di se stesso,in quanto soggetto pensante. Ho chiesto a delle persone di commentare questa famosa frase,ecco alcune risposte: Se io sono esisto,se non sono non esisto...
Post
11/04/2019 18:33:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

I nostri figli...

06 aprile 2019 ore 19:11 segnala


I nostri figli non ci appartengono,essi sono anime indipendenti li abbiamo creati,coccolati,sfamati e cresciuti, stretti al cuore e sgridati.
Ii accompagnamo per un certo percorso della loro vita,tenedoli per mano,ma viene un momento che dobbiamo lasciare quella mano e seguirli con la mente,col cuore,con discrezione,perché possano imparare a camminare da soli e prendere cognizione di sé.
Non li avremo persi,essi saranno sempre parte di noi,noi di loro,saranno ciò che di buono o meno avremo insegnato e trasmesso,faranno di meglio o di peggio di noi forse,ma dovranno essere in grado di fare le loro scelte,decidere davanti ai bivi della strada e loro esistenza.
A volte sbaglieranno altre impareranno,soffriremo con loro e per loro,talora saremo impotenti perché la vita,nel donare e togliere,nel suo schiaffeggiare o gratificare,li metterà alla prova.
Assisteremo a tutto ciò fino alla fine perché la vita solitamente è una ruota,sin dal principio e fino a chè ci sarà.
Una cosa è certa : l'esperienza di diventare genitori e magari nonni, è una delle più belle che ci sia! L.
7f61369d-c763-4d61-b312-553b31730eb7
« immagine » I nostri figli non ci appartengono,essi sono anime indipendenti li abbiamo creati,coccolati,sfamati e cresciuti, stretti al cuore e sgridati. Ii accompagnamo per un certo percorso della loro vita,tenedoli per mano,ma viene un momento che dobbiamo lasciare quella mano e seguirli con l...
Post
06/04/2019 19:11:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment