Quando certi papà...

26 ottobre 2019 ore 01:55 segnala


Oggi dal mio balcone guardavo i passanti,ad un certo punto vedo arrivare un giovane padre con in braccio il figlioletto di circa 10 mesi(suppongo).
Ogni 4/5 passi lo baciava,lo stringeva,mamma mia quanto amore ho visto in quei gesti!
Questo papà in adorazione del proprio bimbo,che scena stupenda!
Son rimasta ad osservarli fino a ché sono scomparsi dalla mia vista,ma l'immagine che mi hanno lasciato è ancora nella mente,quindi ho fatto questa riflessione:
quanto è fortunato quel bimbo ad avere certamente una mamma affettuosa,ma anche un papà cosi'?
Quante volte si dà importanza alla veste e al ruolo della madre quasi offuscando quella del padre?.... Il padre ha poco tempo,poca pazienza,poca predisposizione...ma chi lo dice????
Ci sono tanti magnifici padri per fortuna e tante magnifiche madri,se fossero aiutati di più con gli asili nido,e varie opzioni...se solo lo Stato li invogliasse a fare figli,con agevolazioni,dando lavoro,prediligendo la famiglia...vedremmo più spesso la scena che ho apprezzato io oggi. L.
d0fa066a-d462-4ac1-9667-ccdb25925bc8
« immagine » Oggi dal mio balcone guardavo i passanti,ad un certo punto vedo arrivare un giovane padre con in braccio il figliletto di circa 10 mesi(suppongo). Ogni 4/5 passi lo baciava,lo stringeva,mamma mia quanto amore ho visto in quei gesti! Questo papà in adorazione del proprio bimbo,che sce...
Post
26/10/2019 01:55:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. crenabog 26 ottobre 2019 ore 15:21
    giusta considerazione e bello vedere che ogni tanto qualcuno se ne accorge. vero anche che certi padri non si creano questi problemi, gli basta avere i propri figli, lavorare di notte per essere presenti quando di giorno la moglie è al lavoro e magari con gli anni non riuscire più a dormire, girare ogni giorno con gli stessi vestiti rammendati pur di poter comprare al figlio quello che gli serve, inventare e scrivere per lui centinaia di favole una volta finito di narrargli tutte quelle lette sui libri altrui per farlo addormentare, insomma sì, ce ne sono, ci siamo, ancora, per fortuna dei nostri figli...
  2. 1sussurro.nelvento 26 ottobre 2019 ore 15:50
    @crenabog Si hai ragione,non ho citato tutti i sacrifici che un buon padre sa far per i suoi figli ed è supremo quando danno loro anche ascolto e affetto,perché alcuni uomini questo non sanno farlo,si spaccano la schiena ecc,ma nei sentimenti magari sono meno comunicativi,per questo osservando la scema di cui ho scritto mi è salita al cuore quella visione.
    Forse perché mio padre è stato uno di quegli infaticabili,onesti,uomini dediti al lavoro e alla famiglia ma...che non sapeva coccolare e argomentare coi propri figli :-(
    Leggendo bene tra le righe...Tu dai l'impressione d'essere,invece,proprio uno di quei papà di cui i figli possano andare fieri e la moglie/madre,ritenersi fortunate...
  3. crenabog 26 ottobre 2019 ore 15:54
    in effetti ricordo sempre a mio figlio come mio padre avesse fatto e dato tutto per la famiglia ma non avesse mai, o quasi mai , parlato con me lasciandomi il rimpianto per questa mancanza. ed io evito nella maniera più assoluta, stando legato a mio figlio il più possibile. prova ne sia il blog crenabog3, che racchiudeva tutte le favole che scrissi per lui. un regalo, un lascito, una eredità che nessuno di quelli che conosco ha mai fatto per i loro figli. ma io sono fatto così, degli altri mi importa poco. un abbraccio virtuale.
  4. 1sussurro.nelvento 26 ottobre 2019 ore 16:04
    @crenabog Avevo intuito bene ...se non ti dispiace andrò a leggere le tue fiabe,anch'io ogni,sera ne leggevo una ai miei figli,talvolta dovevo inventarmele e fare anche tutte le voci dei personaggi! Se devo essere sincera mi divertivo quasi quanto loro,o per meglio dire: a vedere quanto ridevano o rimanevano stupiti...ma chi mi conosce sa che non ho mai soffocato la bimba che vive in me.
    Grazie, ricambio l'abbraccio virtuale.
  5. crenabog 26 ottobre 2019 ore 16:09
    certamente, io gli lessi tutti i libri di fiabe che avevo, poi, finiti, cominciai a scriverle e a raccontargliele. uscirono tutte qui sul mio blog centrale poi feci "crenabog3"per radunarle tutte dalla prima in poi, certo bisogna andare all'indice dei post e partire dal fondo, una volta i blog si rollavano ed era facile andare indietro, ora no. però non ho più aggiornato quel blog quindi quelle che (le ultime per capirci) non stanno lì le troverai comunque nel mio blog normale. (e non nascondo che ancora adesso se capita di dormire insieme ancora gliene invento...)
  6. 1sussurro.nelvento 26 ottobre 2019 ore 16:15
    @crenabog Ok lo farò ,ciao e grazie!
  7. crenabog 26 ottobre 2019 ore 16:15
    ciao e grazie a te!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.