Uomini che son stati figli maltrattati.

09 marzo 2019 ore 19:09 segnala



Questo episodio,me lo raccontò una donna ormai adulta che portava in sé ancora il trauma delle scene violente a cui assisteva,nella sua famiglia.
Quando era una bambina di 4 anni,echeggiavano urla, parole e violenze corporali che il padre "padrone" operava verso il fratello primogenito,di lei più grande di 14 anni.
Il fratello non primeggiava a scuola,non portava bei voti,non quanto il loro padre esigeva,ma era bravissimo nel disegno,nella creatività.
Questi litigi portavano sempre ad un finale violento,quel ragazzo prendeva tante di quelle botte e non solo....
Non terminò gli studi perchè il padre gli disse:" se non vuoi studiare e portare pieni voti,vai a guadagnarti la pagnotta" e lo mandò in un cantiere edile a fare il manovale.
Nonostante questo il ragazzo amava il padre e cercava con ogni mezzo di dimostrargli che non era quel "fallito buono a nulla" come veniva definito,ma una persona capace in altri settori nei quali s'impegnava,visto che non era portato per lo studio.
Il padre voleva tutti diplomati e laureati i suoi figli ed imponeva obblighi e scelte a loro non del tutto compatibili,questo per ogni cosa.
Purtroppo le angherie ripetute e frequenti,la totale mancanza di fiducia la difficile convivenza,indussero il fratello ad andare via di casa.
Solo,amareggiato,senza stima di sé e con difficoltà a mantenere anche il lavoro,il fratello prese una brutta strada e combinò qualche cavolata.... Vien spontaneo chiedersi:" ma la madre non interveniva in quelle situazioni?"
Certo che lo faceva ,ma finiva sempre male a volte prendeva lei percosse ecc, per riparare e proteggere quel figlio sfortunato....più sfortunato perchè unico maschio su 5 figli, per cui doveva emulare il padre,diventare una persona importante come lui.
In breve,un giorno la madre intervenne in modo deciso obbligando il marito a riprendere in casa ed aiutare il primogenito a rifarsi una vita,una posizione,lontano dai guai,frequentò una scuola serale più adatta alle sue attitudini e la sua vita migliorò, ma solo per un certo periodo,perché in lui la voglia ed il bisogno d'essere apprezzato, stimato, amato, da "quel padre" erano impellenti, quasi vitali!
Diventò persino benestante ad un certo punto della sua vita ma sbagliò degli "investimenti" e ritornò ad avere difficotà ,in ogni senso.
In lui permasero insicurezza,blocchi emotivi,poca autostima,paura di sbagliare e sentirsi sempre giudicato dal padre.
Quella figura paterna cosi' distruttiva,negativa,dittaturiale,rovinò le vite di tutti i suoi figli ma,in particolare,dell'unico maschio.
Quel figlio sarebbe potuto diventare un buon padre,un buon marito ed invece rese infelici a sua volta i due figli maschi,ebbe problemi con la moglie,perché spesso chi subisce violenze sia fisiche che psichiche ripetutamente e per lungo tempo,rischia d'essere incapace di amare.
Lui però rimase nonostante tutto,una buona persona ,non ha odiato il padre,non ha odiato la vita,non ha avuto rancori verso gli altri,ma tante altre persone invece,portano dentro tutto il dolore ed il disagio per ciò che è stato loro rubato,in termini di affetto,ascolto,insegnamento,speranza,amore,si perdono nei meandri della vita e della società,a volte impietosa,che li indurisce umanamente e a volte li rende irresponsabili e violenti a loro volta.
Ovviamente ogni caso di persone violente,irresponsabili e che non sanno amare, è totalmente diverso dall'altro ma spesso il finale è sotto gli occhi di tutti...cambiano i fattori ma non il risultato! L.
331cf190-5bb3-4ed5-adee-7d3558ef64df
« immagine » « immagine » Questo episodio,me lo raccontò una donna ormai adulta che portava in sé ancora il trauma delle scene violente a cui assisteva,nella sua famiglia. Quando era una bambina di 4 anni,echeggiavano urla, parole e violenze corporali che il padre "padrone" operava verso il fr...
Post
09/03/2019 19:09:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. IINulla 09 marzo 2019 ore 20:22
    Purtroppo ciò che accade è emulazione, senza che ne riescano mai a rendersene conto:" guardami, sto facendo come facevi tu, sei felice, ti piaccio ?"
  2. 1sussurro.nelvento 09 marzo 2019 ore 20:47
    Vero, succede in tanti casi, ma che disastro la conseguenza,quanta sofferenza che si potrebbe evitare!!!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.