gocce

09 settembre 2018 ore 23:50 segnala


Gocce cadono inaspettate sul mio cuore arido , gocce di te che ferita hai perso la speranza nell amore ma che inevitabilmente ami; gocce di passione silenziose , che nell oscurita quando anche tutto il resto del mondo tace mi bagnano e si sente il loro ticchettio, gocce tesoro mio che colmerebbero oceani, gocce che germogliano di un amore insperato e che scendono lievi evitando di spegnere la fiamma che nascondi ma che mi ha regalato in quei fantastici attimi di tuffi nei tuoi occhi tanta voglia di essere tuo.
78fdb95e-d5c5-452c-89c6-e70800facd05
« immagine » Gocce cadono inaspettate sul mio cuore arido , gocce di te che ferita hai perso la speranza nell amore ma che inevitabilmente ami; gocce di passione silenziose , che nell oscurita quando anche tutto il resto del mondo tace mi bagnano e si sente il loro ticchettio, gocce tesoro mio ch...
Post
09/09/2018 23:50:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

lettere d'autunno

07 settembre 2018 ore 18:54 segnala



Lettere d'autunno

Ho scritto il cuore sulle foglie d'autunno

spedite lettere ai nidi di rondini
attendono le Tue primavere ad aprirle in petali

e non ho più i palpiti

ho scritto l'animo ad ogni stagione
a cui Ti ho affidato nelle preghiere di averti

non ho più parole
da quanto al cielo ho urlato il Tuo nome

non ho più lacrime
da quante piogge ho indossato per sentirti dentro

Ho scritto sui muri il sangue d'attese

il mio corpo in carne di poesia si è scomposto
da quanti versi ho strappato alle labbra

e non ho più voce

Mi è rimasto a scriverti il silenzio della mia pelle
come ricordo mai vissuto

sospesa nel vento come lettera d'autunno
attendo le Tue primavere ad aprirmi in petali

invano.
7e21ed5d-6970-4691-9e1c-a63998a5130d
« immagine » Lettere d'autunno Ho scritto il cuore sulle foglie d'autunno spedite lettere ai nidi di rondini attendono le Tue primavere ad aprirle in petali e non ho più i palpiti ho scritto l'animo ad ogni stagione a cui Ti ho affidato nelle preghiere di averti non ho più parole da quan...
Post
07/09/2018 18:54:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

LA MISSIONE DELL'ANIMA

04 settembre 2018 ore 21:09 segnala



Quando cominciamo a “risvegliarci”, ci facciamo mille domande. Le risposte a queste domande possono essere tante, possono darci un po’ fastidio e talvolta anche farci paura.


Cominciamo a sentir parlare di missione nella vita, di anima, di reincarnazione… A questo si aggiungono i segni che dovremmo ricevere, i messaggi delle nostre guide e le sincronicità che dovremmo vivere… In breve, eccoci messi di fronte ad un universo e ad un vocabolario il cui senso a volte ci sfugge. Ecco perché ho sentito il desiderio di scrivere qualcosa su questo argomento, cercando di chiarire le idee, sempre se ne abbiate bisogno, beninteso!

Bene, cominciamo dall’inizio: noi siamo un’anima in un corpo fisico. La nostra anima è immateriale, mentre il nostro corpo è più che mai materiale. Il corpo è quel “veicolo terrestre” che permette all’anima di trascorrere il suo soggiorno sulla Terra, nella materia. Quindi possiamo dire che la nostra anima è nel nostro corpo e che si è incarnata sulla Terra grazie a, e per mezzo di, questo corpo. Questo è ciò che viene chiamata “incarnazione”: quando l’anima prende a prestito un corpo fisico per vivere un periodo di tempo sulla Terra.

Già qui possiamo fare una prima considerazione: se il nostro corpo è composto di materia, è logico che questa prima o poi arrivi a degradarsi e quindi a morire. E se la nostra anima è immateriale, è altrettanto logico che essa non muoia. Mai. E’ eterna. Forte, no?!

Così, una volta che l’anima ha concluso il suo passaggio sulla Terra, torna ad essere una “scintilla”, un “soffio di vita” in altri luoghi diversi dalla Terra. Torna da dove è venuta e prosegue il suo cammino. Si reincarna oppure no, a seconda del suo grado di “avanzamento”. Ma vediamo ora più da vicino il cammino che l’anima intraprende sulla Terra.


Perché l’anima si incarna sulla Terra: la missione dell’anima
L’anima viene per sperimentare la materia. Questo significa che viene per vivere delle esperienze materiali per mezzo del corpo fisico. Queste esperienze non possono che essere vissute nella materia, ecco perché sulla Terra. Le esperienze sono numerose e varie: capire l’amore, provare la violenza, lo smarrimento, la tristezza, cosa significa competizione, disonore, sofferenza, dolore, ma anche gioia, successo, ecc… Queste sensazioni, queste emozioni, questi sentimenti, sono propri della “terza dimensione”, quella che noi viviamo sulla Terra.

Ma soprattutto, attraverso le sue esperienze, l’anima viene per incarnare la Luce, la Sua Luce. Questa è la GRANDE MISSIONE della nostra anima: accendere la sua piccola luce lungo il suo passaggio, in ogni progetto iniziato, in ogni oggetto creato, in ogni relazione vissuta. Questo le permette di diventare essa stessa più luminosa. Quindi noi siamo delle scintille venute a sperimentare la materia, ad accendere delle luci lungo tutto il nostro passaggio terrestre, in modo da illuminare ancora di più.

Chi è che sceglie le esperienze materiali?
Ora andiamo a vedere nel dettaglio l’organizzazione delle cose. Dato che veniamo qui per vivere le più variegate esperienze, pare logico che alcune non siano proprio super simpatiche. Ecco che affiora la grande domanda: «…ma perché sono venuto a vivere questo? Chi me l’ha fatto fare?». Ebbene la risposta è molto semplice: voi! Voi e nessun altro che voi, o piuttosto la vostra anima, per essere più precisi. Infatti, prima di incarnarsi l’anima ha stabilito un “piano di volo”, ha definito il suo “percorso di incarnazione” se così preferite, e su questo percorso ha previsto diverse tappe inevitabili. Sono le famose “prove” che tutti attraversiamo prima o dopo nella vita.
Riassumendo: esiste una missione comune ad ogni anima che è quella di incarnare la luce, e per riuscirci l’anima viene a vivere delle esperienze personali, esperienze che lei stessa ha deciso di vivere prima di “scendere” sulla Terra. C’è una meta comune ad ogni anima (incarnare la luce, “mettere” della luce) e delle tappe intermedie individuali (le nostre missioni
personali, le nostre prove, ecc.), e dato che tutte le strade portano a Roma, stiamo andando tutti nella stessa direzione.

Perciò siete voi stessi ad avere deciso di vivere, ad esempio, una disabilità, la violenza all’interno della coppia, di avere sei figli, di non averne affatto, siete voi ad avere deciso di vivere in solitudine, o al contrario, in un nucleo familiare soffocante, ecc. Ecco perché una volta che capiamo tutto questo, è difficile provare ancora risentimento verso gli altri o giudicarli. Ognuno vive le sue esperienze, ecco tutto!

I grandi incontri non sono frutto del caso
Chiaramente, abbiamo bisogno dell’interazione con altre anime incarnate, per vivere le nostre esperienze fino in fondo. Infatti, se decidiamo di vivere la violenza all’interno della coppia, possiamo farlo solo se l’anima del partner è in accordo con questo “progetto”; così come l’avere sei figli dipende dal fatto che sei anime decidano di venire ad incarnarsi nella vostra famiglia.

Questo è il motivo per cui non incontriamo qualcuno per caso. Naturalmente sto parlando degli incontri importanti della nostra vita. I nostri genitori corrispondono a ciò che volevamo sperimentare da bambini, poi ci sono i nostri partner, i nostri figli, i nostri amici intimi, un aggressore che ci ferisce, una bella anima che ci indica la strada… Tutti questi incontri sono stati decisi e “concordati” prima della nostra incarnazione. Ecco perché è giusto ringraziare tutti i nostri compagni di viaggio – anche se non sempre quello che viviamo accanto a loro è ‘tutto rose e fiori’ – perché essi hanno accettato di aiutarci nella nostra missione, a volte recitando il ruolo del “cattivo”.

Il velo dell’oblio
Affrontiamo adesso una questione delicata: “sono molto belli tutti questi discorsi, ma io non ne conservo nessun ricordo!”Perché?” Perché non possiamo semplicemente ricordarci di ciò che abbiamo deciso? Perché subiamo il “velo dell’oblio”?

Principalmente perché ricordarci delle nostre vite precedenti sarebbe inutile e creerebbe turbamento, potrebbe “guastare” completamente la nostra attuale vita. Facciamo un esempio: supponete che in una vita precedente abbiate deciso di sperimentare l’omicidio e che abbiate compiuto un assassinio. Supponete che ora vi ricordiate di tutto nei minimi dettagli… Difficilmente riuscireste a proseguire serenamente questa vita e a compiere la vostra luminosa missione, perché sareste condizionati da mille rimorsi…

Ecco perché quando ci incarniamo viene effettuato un “reset”: ripartiamo da zero, completamente distaccati da tutto quello che abbiamo vissuto prima, e da quello che abbiamo previsto di venire a sperimentare.

Le nostre guide
Angeli e guide spiritualiMa per essere certi di andare nella direzione giusta, non siamo soli. Abbiamo un “team”, una squadra per noi. Noi li chiamiamo gli angeli, gli angeli custodi, le guide… A volte sono dei conoscenti deceduti, a volte degli esseri che non conosciamo. Essi sanno tutto ciò che ci siamo programmati. Ci aiutano ad avanzare verso la missione che dobbiamo compiere.

Questo è il motivo per cui, talvolta, anche se ce la mettete tutta per fare una cosa che desiderate tanto, questa non si realizza, va tutto storto, c’è qualcosa che blocca… semplicemente perché non avevate previsto di sperimentare quella cosa, e soprattutto vi state allontanando da ciò che invece avevate programmato di vivere.

Le guide utilizzano una enormità di stratagemmi per metterci nella direzione giusta: ci mandano dei segni, ci fanno vivere delle sincronicità, ci fanno arrivare dei messaggi. I segni e i messaggi possono assumere forme diverse: le parole di una canzone, una pubblicità che “cade” sotto i nostri occhi, oppure vedere la forma di un cuore ovunque ci capiti di posare gli occhi, come se volesse farci capire che siamo sulla strada giusta, o ancora un incontro con qualcuno che dice una frase che ci colpisce… questo può anche voler dire mettere sulla nostra strada una certa persona, che ci consentirà di aprire una porta che avremmo dovuto aprire già da tanto…

Una sincronicità avviene quando viviamo un’esperienza, incontriamo una persona, ci capita tra le mani un certo libro… proprio nel momento in cui ci poniamo una domanda alla quale la sincronicità vuole rispondere. Facciamo un esempio: vi state chiedendo se dovete mettervi in proprio come veterinario. Voi “inviate” la domanda all’Universo. Ed ecco che nei giorni che seguono trovate nella cassetta della posta dei depliant pubblicitari per veterinari o di articoli per animali; accendete la televisione e sistematicamente trasmettono degli spot di cibo per animali; incontrate vostra cugina Berta, che vi racconta quanto sia dura per lei fare 50 km per portare il suo cagnolino dal veterinario, e quanto sarebbe bello se ce ne fosse uno lì in zona (proprio dove pensavate di aprire lo studio). Così, le nostre guide hanno tutto un arsenale di possibilità per aiutarci. Spetta a noi tenere ‘occhi e orecchi aperti’.

Prendere la buona strada
Quindi, come abbiamo visto, l’Universo fa di tutto per metterci sulla “buona strada”, cioè la strada che abbiamo deciso di percorrere. Ma cosa succede se ce ne allontaniamo e non capiamo i messaggi? Ebbene, a volte si possono vivere delle cose un po’ “brutali”; ad esempio un incidente stradale che vi costringe a rimanere immobilizzati per mesi, permettendovi così di mettere su carta quel progetto che avevate in testa da anni (e che infatti era il vostro GRANDE PROGETTO NELLA VITA). Oppure sarà fatto in modo che voi non partiate come previsto per l’altra parte del mondo, perché la vostra missione si deve compiere lì dove vi trovate: ecco allora il volo annullato, il treno perso, i bagagli smarriti… in pratica tutto ciò che può complicarvi il viaggio.

Farò un esempio personale. Fino a pochi anni fa non credevo in niente. Di fatto mi ero completamente distaccata dalle mie percezioni verso i 6 o 7 anni, come fa la maggior parte dei bambini. Ma ecco che la mia missione nella vita (me ne sono resa conto da poco tempo) è scrivere e condividere, in modo che gli altri capiscano quello che avviene dall’altra parte del velo, quello che sentono, cosa fanno su questa Terra. Ma sarebbe stato impossibile se fossi rimasta chiusa com’ero… Allora mi hanno giocato un bel tiro. Mi hanno messo sulla strada il mio attuale compagno. Del resto quando l’ho incontrato la prima volta mi sono detta “ah finalmente, eccolo qui”, come se lo conoscessi già, o piuttosto come se lo riconoscessi.

E’ un uomo credente, un po’ praticante. Nonostante il mio ateismo, ho voluto fargli piacere, mostrargli che rispettavo ciò in cui lui crede. Quindi l’ho accompagnato in una chiesa un po’ particolare, che ospita le reliquie di Santa Caterina della Medaglia Miracolosa. Quando ho messo piede in quella chiesa sono stata come folgorata: ho incominciato a sentire quello che gli altri pensavano e a provare tutto quello che provavano. Ero pietrificata! Io che non credevo in niente! Da allora sento, percepisco, capto, vedo, capisco, vivo tutta una serie di esperienze che potremmo catalogare come “paranormali”… Ho iniziato anche a ricordarmi di quello che avevo vissuto da piccola: contatti con persone defunte, visioni, ecc.

Diversi anni dopo questo evento, dopo aver camminato un po’, ho creato questo sito e questo blog che mi permette di condividere tutte queste esperienze; cosa che non avrei mai fatto se le mie guide non avessero provocato questa concatenazione di eventi!

Libero arbitrio
Ma niente paura! Non tutti vivono delle “rimesse in carreggiata” così brusche. E bisogna sapere che anche se vivete degli avvenimenti di questo tipo, se non volete andare là dove vi spingono ad andare, non c’è problema! E’ quello che viene chiamato libero arbitrio. E le vostre guide lo rispetteranno. E’ così che alcuni vivranno la loro incarnazione senza mai percorrere il loro cammino nella vita. Le vostre guide vi mostreranno la via più semplice per vivere le esperienze programmate, ma sta a voi accettare di seguirla.

La missione dell’anima o le regole del gioco dell’incarnazione
Così, come abbiamo visto, la vita può essere paragonata ad un grande palcoscenico teatrale. Ognuno ha il suo ruolo, in interazione con i suoi compagni di viaggio. Ognuno vive le sue personali esperienze e segue la strada che ha deciso prima di incarnarsi. Ma ognuno può anche scegliere. Non siamo soli in questa grande impresa. Le nostre guide, i nostri angeli, sono presenti tutto il tempo per aiutarci… e a quanto pare ci trovano molto coraggiosi, noi “incarnati”, per venire a vivere tutto questo! Penso che il fatto di sapere tutte queste cose ci permetta di sdrammatizzare tutto ciò che viviamo
1c6fa717-4e1a-42cc-b2a5-5d8f755226ec
« immagine » Quando cominciamo a “risvegliarci”, ci facciamo mille domande. Le risposte a queste domande possono essere tante, possono darci un po’ fastidio e talvolta anche farci paura. Cominciamo a sentir parlare di missione nella vita, di anima, di reincarnazione… A questo si aggiungono i segn...
Post
04/09/2018 21:09:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    6

carrube proprietà e uso

31 agosto 2018 ore 20:57 segnala
Le carrube, frutto dell'albero sempreverde del Carrubo, sono ricche di fibre, hanno proprietà dimagrante, astringente e antiemorragica, e sono conosciute anche come sostituto del cioccolato per chi soffre di allergie al cacao. Scopriamole meglio.




Proprietà e benefici del Carrubbe
Le carrubbe hanno le seguenti proprietà: sono un alimento dimagrante, astringente, antiemorragico, antiacido, antisecretivo gastrico.

La carruba contiene:

10% di acqua,
8,1% di proteine,
34% di zuccheri,
31% di grassi,
fibre e ceneri.
I minerali presenti sono rappresentati da potassio, calcio, sodio, fosforo, magnesio, zinco, selenio e ferro. Sono presenti, inoltre, le vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6 e B12), vitamina C, vitamina E, K e J e folato alimentare.

La carruba è un cibo saziante, utile nelle diete per facilitare la perdita di peso, grazie al contenuto di fibre alimentari. Infatti, interferendo nell’azione degli enzimi digestivi, aiuta a creare un senzo di sazietà, utile contro sovrappeso e obesità.

La carruba è ricca di quei nutrienti necessari a prevenire le carenze vitaminiche e minerali tipiche delle diete dimagranti.

Le carrube sono un alimento privo di glutine e quindi possono essere consumate da chi soffre di celiachia. La farina ricavata dalla macinazione delle carrube è utile contro la diarrea grazie alla sua capacità di assorbire l’acqua, invece la carruba ha un’azione lassativa.

Il sapore della carruba è simile al cacao, contiene però meno calorie ed è molto più nutriente. Inoltre, essendo priva di caffeina eteobromina, è perfetta per la preparazione di dolci e pietanze destinate al consumo delle persone allergiche al cioccolato.

Le carrubbe sono indicate in caso di: diarrea, enteriti catarrali, enteriti della prima infanzia, gastrite, infezioni gastrointestinali, acidità, azione protettiva tampone, utile in caso di obesità, sovrappeso e colon irritabile.
Modalità d’uso
Le parti utilizzate del carrubbo sono i frutti nei baccelli, che sono riconosciuti officinali, e la farina di frutti.

I frutti del carrubo possono anche essere essiccati e macinati per ricavarne una polvere utile contro il colesterolo alto e per regolare il livello di zucchero nel sangue.

La gomma di carrube svolge un'azione benefica nel trattamento del reflusso gastroesofageo.



La polvere di carrube utile contro la diarrea di cane e gatto: scopri come usarla






Controindicazioni delle Carrubbe
Le carrubbe non presentano alcuna controindicazione alle dosi officinali consigliate.



Descrizione del Carrubbe
Le carrube sono il frutto di un albero sempre verde (il carrubo) spontaneo e tipico della Sicilia che può raggiungere i 500 anni di età.

Il suo nome scientifico è Ceratonia siliqua ed appartiene alla famiglia delle Fabacee. I frutti del carrubo hanno una forma simile al baccello del fagiolo, benché di dimensioni maggiori e di colore marrone scuro.

L’albero del carubbo si presenta robusto, alto 7-10 m, dal portamento espanso tabulare. Tronco più o meno difforme, con corteccia liscia, bruno-rossa.



Habitat del Carrubbe
Il Carrubo è una pianta originaria del bacino meridionale del Mediterraneo. Diffuso nell'Italia meridionale, specie in Sicilia e Sardegna. Gli esemplari più a nord si trovano sul promontorio dell'Argentario (Toscana).



Cenni storici
Storicamente le carrube erano associate alla figura di San Giovanni Battista, che si ritiene le avesse consumate nel deserto.
La parola carruba, in arabo, signifca carato, probabilmente perché si riteneva che le carrubbe avessero sempre lo stesso peso (1 quinto di grammo)e perciò era possibile usarle per pesare l’oro e le pietre preziose.


Cibo e nutrizone come prevenzione di tutte le malattie
Farina di carrube al posto del cacao.
f9d0a9b6-40ca-4abe-b094-3c7ae94d8d2f
Le carrube, frutto dell'albero sempreverde del Carrubo, sono ricche di fibre, hanno proprietà dimagrante, astringente e antiemorragica, e sono conosciute anche come sostituto del cioccolato per chi soffre di allergie al cacao. Scopriamole meglio. « immagine » Proprietà e benefici del...
Post
31/08/2018 20:57:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

il silenzio della notte

21 agosto 2018 ore 23:16 segnala



sedersi lungo un grande mare che tranquillamente

guarda e ascolta le parole che

provengon dal cuore, il silenzio rende

tutto piu' facile e' come parlare con un

angelo silenzioso poi d'un tratto una lacrima

cade nell'immensita' del mare e un pensiero

viene in mente, e se il mare e' fatto

dalle lacrime delle persone chissa' quanta

infelicita' esiste ma poi le nubi si alzano

e il sole prende il suo posto,il mare prosegue

nel suo lento movimento e sembra sorridere

ma' forse e' il riflesso del suo viso
97d27d10-4db6-4cee-8af9-7b07b9810f07
« immagine » sedersi lungo un grande mare che tranquillamente guarda e ascolta le parole che provengon dal cuore, il silenzio rende tutto piu' facile e' come parlare con un angelo silenzioso poi d'un tratto una lacrima cade nell'immensita' del mare e un pensiero viene in mente, e se il mar...
Post
21/08/2018 23:16:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

TILT 360 CHICAGO

06 agosto 2018 ore 23:47 segnala
John Hancock Center, il grattacielo di Chicago che si piega a venti gradi nel vuoto

Affacciarsi dal 94esimo piano di un grattacielo? Sembra impossibile, ma gli ingegneri del John Hancock Center sono riusciti a realizzare l'impensabile. Grazie a un sofisticato meccanismo strutturale, gli ospiti possono piegarsi nel vuoto, avendo la sensazione di essere in bilico nel vuoto.



Solo un sottile strato di vetro divide la persona del precipizio. L'emozione del brivido vale come il paesaggio che si staglia sotto gli occhi del visitatore. Il corpo viene inclinato fino a 20 gradi, producendo la sensazione della caduta. L'attrazione si chiama "Tilt, 360 Chicago", e viene definita come un dondolo a 360 gradi.
9b43b743-e9f7-4edf-bf0d-e4cbdded9db3
John Hancock Center, il grattacielo di Chicago che si piega a venti gradi nel vuoto Affacciarsi dal 94esimo piano di un grattacielo? Sembra impossibile, ma gli ingegneri del John Hancock Center sono riusciti a realizzare l'impensabile. Grazie a un sofisticato meccanismo strutturale, gli ospiti...
Post
06/08/2018 23:47:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

il mio grande sogno...la malesia

05 agosto 2018 ore 09:19 segnala
La terra dei contrasti estremi! Cultura eclettica e meraviglie naturali, grattacieli che guardano dall’alto abitazioni di legno costruite su palafitte, alberghi che sfoggiano lusso a pochi metri dalla barriera corallina, Malesani, Indiani, Cinesi che convivono mescolandosi e dando vita ad un clima vivace ed animato!

La Malesia è questo e molto altro.. ed è nella Mia Wish List! In particolare per queste 6 esperienze di viaggio!

-Salire in cima alle torri gemelli più alte nel mondo – Petronas Twin Towers, Kuala Lumpur

E sentirmi in cima al mondo! Ci vogliono 41 secondi completi per salire fino al punto mediano delle Torri Gemelle. I biglietti per il pubblico per accedervi, incluso lo skybridge, il ponte sospeso che collega queste due torri, dominando a 451.9m sopra il livello della strada, sfiderà le vostre vertigini!!

– Scalare il Monte Kinabalu

Il Monte Kinabalu è, con i suoi 4.095 metri di altezza, la montagna più alta della Malesia e rappresenta una delle vette più alte di tutto il Sud Est Asiatico. Il sentiero che porta alla cima più alta del monte, chiamata Low’s Peak è molto ben segnalato e, quando necessario, prevede la presenza di corde fisse.

-Scendere in un universo sottomarino – Isola di Sipadan, Sabah

Una delle esperienze più entusiasmanti per un Diver è fare immersione a Sipadan nel Borneo Malese. È nota come “un capolavoro d’arte incontaminata”, per essere circondata da un mare e un fondale tra i più ricchi del mondo in fatto di biodiversità e ricchezza. Più di 3000 specie marine di pesci e centinaia di specie di corallo sono stati registrati in questo ecosistema.

-La foresta tropicale– Reserva Naturale Kabili Sepilok, Sabah

Tra Paludi di Mangrovie ed Oranghi.

Seguire il percorso dalla foresta tropicale, alla palude di mangrovie e trovare i segreti della natura lungo la strada. La riserva è anche la sede del famoso Centro Di Riabilitazione per gli Oranghi in via di estinzione.

Visitare la Grotta più grande del mondo – Parco Nazionale Mulu, Sarawak

La natura sembra aver fatto un generoso e spropositato deposito a Mulu. Riconosciuto come patrimonio mondiale dell’UNESCO,

il parco è pieno di una sorprendente collezione di meraviglie naturali,

tra cui la grotta più grande del mondo, si chiama Sarawak Chamber, e sarebbe in grado di accogliere 40 Boeing 747.

Il meraviglioso mare dell’ Isola Tioman, Pahang

Un vero e proprio paradiso naturale. Vulcani gemelli, sabbie dorate morbide, cascate rinfrescanti Madre Natura è stata davvero generosa con questa piccola isola lunga solo 39 km e larga 12! Al suo centro vi è una grande foresta di 8,2 ettari, sede di diverse specie protette di mammiferi e uccelli, tra cui scoiattoli volanti, macachi, porcospini, nonché il piccolo viverride detto “binturong” o anche “orso-gatto”, specie esistente solo in alcuni paesi del Sud Est Asiatico. Tra le specie ittiche più singolari c’è anche una specie di pesce gatto in grado di “camminare”.
ee0cfb13-aff5-4c4d-9824-4a5016dfcdfd
La terra dei contrasti estremi! Cultura eclettica e meraviglie naturali, grattacieli che guardano dall’alto abitazioni di legno costruite su palafitte, alberghi che sfoggiano lusso a pochi metri dalla barriera corallina, Malesani, Indiani, Cinesi che convivono mescolandosi e dando vita ad un clima...
Post
05/08/2018 09:19:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

15 posti magici dove osservare la bioluminescenza

02 agosto 2018 ore 23:15 segnala
15 posti spettacolari dove imbattersi nella meraviglia del fenomeno della bioluminescenza



Il fenomeno luminoso che fa assomigliare il mare a un cielo stellato è dovuto alla presenza di microrganismi che abitano le acque. Nuotare o passeggiare nei paraggi diventa un'esperienza magica.

Quando i microarganismi vengono disturbati dal passaggio delle barche, dalle onde che si infrangono o da chi nuota si illuminano.

Di seguito 15 posti dove camminare o nuotare in un cielo a testa in giù.
BALI, INDONESIA
L'effetto luminosità è causato a Bali dalla densa presenza di plankton che si illumina quando viene disturbato, maggiore è il disturbo e maggiore è la luce. A produrre l'effetto più stupefacente sono le barche. Non succede solo a Bali ma in diverse isole dell'Indonesia.

CAIRNS, AUSTRALIA
La rapida crescita e riproduzione delle alghe ha permesso lo svilupparsi di folte colonie di plankton marino ed il fenomeno della bioluminescenza nelle acque di Cairns.

CORTEZ, FLORIDA
Il fenomeno della Bioluminescenza si è sviluppato in differenti specie di organismi per ragioni diverse. La bioluminescneza nel Plankton serve a proteggere questi minuscoli organismi dai predatori.

Cortez, Nella Florida del sud, è uno degli ultimi piccoli villaggi di pescatori ancora intatti nel Golfo.

GIPPSLAND LAKES, AUSTRALIA
Il Phytoplankton che si è sviluppato recentemente sulla superficie dei laghi della Gippsland può apparire disgustoso durante il giorno, ma quando cala la notte, se lo specchio d'acqua viene disturbato, si accende di una irreale luce bluastra.

HALONG BAY, VIETNAM
Il fenomeno della bioluminescenza può essere realmente osservato solo quando il buio è profondo. Ad Halong Bay, a causa della grande affluenza di barche, non è sempre facile, ma se ne avrete la possibilità sarà uno spettacolo fantastico.

LA JOLLA COVE, SAN DIEGO, CALIFORNIA
Si tratta di una delle spiagge più belle, raccolte e suggestive di San Diego. Il fenomeno è visibile di notte grazie al violento infrangersi delle onde oceaniche. Poco distante c'è la spiaggia dei bambini conosciuta come Children's Pool Beach dove un enorme muro è stato costruito per creare un angolo di mare calmo e piatto. Qui il fenomeno non è osservabile.


MANASQUAN BEACH, NEW JERSEY
Manasquan beach è collegata regolarmente a New York e a Newark. Qui il fenomeno della bioluminescenza è causato da quella che è conosciuta come marea rossa. Il microrganismo marino che abita queste acque le colora infatti di rosso durante il giorno.

MISSION BAY, SAN DIEGO, CALIFORNIA
A pochi minuti da San Diego Downtown si trova questa spiaggia orlata di sabbia soffice e con acque calme e riparate. Se vi immergerete di notte il vostro corpo sarà presto ricoperto di una magica fluorescenza.

MOSQUITO BAY, VIEQUES, PUERTO RICO
Mosquito Bay è uno dei luoghi in cui il fenomeno della bioluminescenza fu registrato per la prima volta. Nel 17° secolo i colonizzatori spagnoli cercarono di chiudere la baia dall'Oceano per prevenire quello che classificavano come la demoniaca opera del diavolo.

NORFOLK, GRAN BRETAGNA
La costa della Contea di Norfolk, nell'Inghilterra Orientale, è una delle migliori per osservare la bioluminescenza anche se un po' ovunque lungo le coste dell'intero paese è possibile imbattersi nel fenomeno specialmente nelle notti che seguono giornate con prolungate ore di sole.

REETHI BEACH, MALDIVE
Anche se le Dinoflagellate, responsabili del fenomeno della bioluminescenza, sono organismi unicellulari, molto spesso è possibile vederli ed individuarne i contorni ad occhio nudo. Alle maldive si ha uno dei fenomeni di buioluminescenza più fotografato al mondo, in cui la sabbia sembra un pezzo di cielo.




TON SAI, KRABI, THAILANDIA
Esiste una grande quantità di specie di Phitoplankton. Il fenomeno può essere osservato in qualsiasi periodo dell'anno, solo in luoghi specifici dove il ricambio delle acque e la temperatura ne facilita la riproduzione. Ton Sai, una spiaggia amata da arrampicatori e appassionati degli sport acquatici, è una di questi.
TORREY PINES BEACH, SAN DIEGO, CALIFORNIA
La riserva marina Torrey Pines è la striscia di terra più selvaggia della California Meridionale. Il clima è quasi tropicale e la vegetazione di tipo mediteraneo. QUI trovate il sito ufficiale della riserva.

TOYAMA BAY, GIAPPONE
In questa zona del Giappone a produrre il magico effetto luminescenza non è esattamente plankton. Si tratta di una specie particolare di calamari che mette luce lungo tutta la lunghezza del corpo. Vive di solito ad una certa profondità ma occasionalmente la marea li porta in superficie.

ZEEBRUGGE, BELGIO
La specie di plankton che rende decisamente suggestiva la Marina di Brugges si riproduce in acque estremamente ricche di elementi nutritivi e del loro cibo. Zeebrugges si affaccia sul mare del Nord, a circa 16 km da Brugges.
b65cb652-4c9a-4e4f-9c94-8988adfcc9d3
15 posti spettacolari dove imbattersi nella meraviglia del fenomeno della bioluminescenza « immagine » Il fenomeno luminoso che fa assomigliare il mare a un cielo stellato è dovuto alla presenza di microrganismi che abitano le acque. Nuotare o passeggiare nei paraggi diventa un'esperienza...
Post
02/08/2018 23:15:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

LUPI MANNARI,LEGENDA O VERITà?

31 luglio 2018 ore 23:29 segnala


Tra le figure leggendarie più note nella cultura horror ci sono i lupi mannari (etimologicamente dal latino lupus homenarius, cioè lupo che si comporta da uomo). Ora dimenticate le parodie in tv, perché nella cultura popolare, quando i lupi mannari ancora non apparivano sex symbol come in Twilight, o divertenti come Michael J. Fox in Voglia di vincere, erano creature che turbavano davvero tanto la cultura popolare.

Inoltre il loro mito o leggenda risale al periodo antecedente alle storie classiche dei Greci e dei Romani. Da sempre, persino la scienza si è interessata al fenomeno: la Licantropia (lykos, lupo, e antropos, uomo). Nel 1985 il professor David Dolphin durante una conferenza, rivelò che i sintomi della licantropia (come anche quelli del vampirismo) derivano da una malattia di carattere ereditario, definita porfiria, dovuta alla mancanza di una sostanza – eme – che tinge il sangue di rosso e che colpisce 1 individuo su 200.000.
Secondo un’analisi eseguita su un campione di pazienti, il dottore spiegò che tale morbo era in grado di produrre effetti devastanti qualora il malato fosse esposto ai raggi solari e il corpo poteva, in alcuni casi, subire una vera e proprio mutazione riempiendosi di peli. Casi del Medioevo, argomentati scientificamente, asseriscono che ci sono stati alcuni casi di malati di porfiria sorpresi a bere sangue umano (per recuperare eme). La storia ci insegna che uno di più famosi cacciatori di lupi mannari è stato l’illuminista Cesare Beccaria (Dei delitti e delle pene) che nel 1792, convinto di smascherare una strana creatura, a tratti belva, che aveva dilaniato a Milano dei bambini, catturò un uomo considerato lupo mannaro e lo fece impiccare. Così i delitti cessarono.Dai documenti storici si evince che dal 1300 al 1600 oltre ventimila persone, affette da tale malattia o disturbi simili, siano state uccise sul rogo con l’accusa di licantropia. Ma, i numeri in fatto di uccisioni dovute a persecuzioni varie (le più, per opera della Chiesa) sono troppe per essere menzionate in quest’articolo.

Nel 1800 in Spagna, il timore per i licantropi tra il popolo, era davvero molto sentito e rivolto in particolare a Manuel Blanco Romasanta, l’Uomo Lupo di Allariz, ai giorni nostri uno dei serial killer più noti nella storia del crimine spagnolo. Era un quarantaduenne, venditore ambulante, rimasto vedovo e fortemente religioso, era solito fare da guida per i turisti della città. Si dice che chi lo seguisse, scomparisse nel nulla. Un giorno furono ritrovati alcuni indumenti di persone scomparse e quando un’altra giovane del paese sparì, allora si iniziò a sospettare di lui, soprattutto perché l’uomo vendeva al mercato una sostanza avente la consistenza di grasso, ritenuta una medicina. Le persone iniziarono a sospettare che si trattasse di grasso umano e così iniziarono le indagini. Manuel Blanco Romasanta confessò subito di essere un lupo mannaro e di aver ucciso lui tutte le persone scomparse. Il suo è uno dei pochi casi reali di licantropia. L’uomo fu riconosciuto come malato di mente e gli fu dato l’ergastolo. Gli archivi non documentano quando morì, né dove fu sepolto, ma la leggenda narra che vaghi ancora tra i boschi di Allariz. Il suo caso ha persino ispirato un film del 2004, I delitti della luna piena, di Paco Plaza.
Casi documentati di Licantropi se ne trovano anche ai giorni nostri; infatti, nel 2002 a Teremgash in Kazakistan fu scoperto un bambino considerato lupo, chiamato Ablai, il quale aveva il corpo completamente ricoperto di peli, in percentuale cento volte in più rispetto alla norma. Altri casi come quello di Pruthviraj Patil affetto da ipertricotismo, furono scoperti a Mumbai, in India.

Quindi, potremmo dire di aver prove scientifiche dell’esistenza dei cosiddetti lupi mannari? In molti casi, sono solo dei poveri sventurati, afflitti da una gravi malattie, in altri, sono serial killer in grado di sbranare come bestie.
Personalmente, sono d’accordo con la scienza, che attribuisce questi comportamenti a disturbi mentali e fisici. Ciò che rimane del tutto incomprensibile è quello, che molto spesso scatta nella mente di queste persone per indurle, in alcuni casi, a commettere atroci delitti.
2b1d654b-9ce1-4c7d-808b-ca6f78aaae95
« immagine » Tra le figure leggendarie più note nella cultura horror ci sono i lupi mannari (etimologicamente dal latino lupus homenarius, cioè lupo che si comporta da uomo). Ora dimenticate le parodie in tv, perché nella cultura popolare, quando i lupi mannari ancora non apparivano sex symbol co...
Post
31/07/2018 23:29:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

SEI UNA STREGA???

29 luglio 2018 ore 18:22 segnala



Test Sei una Strega -13 segnali per scoprirlo


La gente spesso mi chiede “come sai di essere una strega?”. E spesso la domanda dietro la domanda è “Sono una strega? Sono magica?” Spesso lo chiedono un po’ nervosamente a causa dell’ombra che accompagna questa parola. Dobbiamo quest’ombra al patriarcato, alle regole della società maschilista che ha pervaso il pianeta per oltre 5000 anni. Si tratta non del maschile, ma di una perversione dell’energia maschile che ha brutalizzato, violentato e soppresso il femminino.

La caccia alle streghe di Salem e dell’Europa ha costruito una mentalità isterica di massa contro le donne contro il femminino. Ha radunato e ucciso le donne sagge e le guaritrici naturali, ogni donna che possedeva un terreno che essi volevano o le donne che erano fuori dallo status quo sociale, che rifiutavano di conformarsi alle regole del cristianesimo e del patriarcato. Fondamentalmente è per paura del potere del femminino che le donne, la terra e le sue creature sono state massacrate sotto pretesti falsi ed isterici. È di importanza cruciale rivendicare noi stesse e la bellezza, il potere, l’eredità della parola “Strega”.

Lo scopo di una strega è proprio la terra che dobbiamo salvare.




Le streghe amano la terra e adorano la natura, ripeto, la Natura, non Satana. Quest’ultimo è un mito -come il fatto che abbiamo il naso verrucoso o che siamo spaventose e brutte come maschere di Halloween- che dobbiamo ai film del patriarcato hollywoodiano. La verità è che le streghe sono belle come la natura stessa e non fanno del male.

Vivono rispettando la “regola del tre”, una comprensione karmica che le porta ad essere consapevoli che ogni cosa che fanno torna indietro triplicata. Più uccidiamo la terra, più uccidiamo noi stessi. Dacché ne abbiamo memoria ci è stato insegnato di temere noi stessi e di temere la natura. Le streghe godono comunque della propria natura selvaggia e si allineano con i cicli della Terra e con le fasi della Luna.

Per molte donne rivendicare la parola “Strega” significa rivendicare se stesse e la loro relazione con la Grande Madre. Quindi, dal momento che io amo de-stigmatizzare e ri-onorare la grande, bella, succosa parola “Strega”, la risposta che do quando qualcuno mi chiede se è una strega, è “Sì”.



Se credi di essere una strega, sei una strega. Il che significa che sei una Dea, un Sacerdote, un Guaritore, uno Sciamano, una Donna Saggia.

Ecco qui un elenco di 13 segni mistici ed illuminati dalla luna che indicano che potresti essere una strega:



1) POTERI DELLA TERRA

Una strega è una donna di terra. Ereditiamo i suoi poteri naturali della nascita, della trasformazione, della guarigione, della rinascita. Questi sono i poteri della donna, tutt’uno con i poteri della terra.

“Quando c’è una donna c’è magia” – Ntozake Shange

Ti capita di trovare le risposte della vita attraverso gli schemi di Madre Natura? La sua saggezza è anche la tua saggezza? Sei allineata nel tuo modo di vivere, nel tuo corpo in tutto il tuo essere con le sue stagioni?

Ad esempio ti senti eccitata -sessualmente e creativamente- in estate, lasci andare e tagli ciò che non ti serve in autunno, ti ritiri nel vecchio ed oscuro silenzio nell’inverno e rinasci in primavera?



2) SAGGEZZA

Ti capita di trovarti a ribollire come se avessi un calderone interno di antica e naturale saggezza e di guarigione? Ti capita che le persone siano attratte da te e che vengano a sedersi accanto al tuo fuoco, a discutere della vita e di tutta la sua furia, il suo dolore, il suo amore e la sua meraviglia? Ti capita di congedarli con la speranza ripristinata nel loro cuore e magari con una tintura, una pozione, un rimedio naturale (hai familiarità con le proprietà delle piante) o anche con un rituale o due?

In altre parole quando le cose vanno male, è te che cercano?



3) NATURA

Vivi accanto ad un bosco o accanto all’acqua o lo desidereresti? Le streghe sono fortemente interconnesse con la Natura, incarnano i poteri della Grande Madre, desiderano essere più vicine possibile alla sua naturale bellezza e al suo potere. Molte compiono dei rituali accanto all’acqua o nei boschi. Ti sei sempre sentita a casa immersa nella natura.



4) TEMPESTE

Non hai paura delle tempeste, anzi ,godi del potere di Madre Natura in maniera ancora più viscerale. Qualche volta ti capita di meravigliarti se proprio tu, la tua passione, la tua energia, hanno causato la tempesta?



5) NATURA ANIMALE

Gli animali sono naturalmente attratti da te e tu li ami allo stesso modo? Così tanto che soffri empaticamente con le creature di questo pianeta? Conosci naturalmente i loro totem e trovi saggezza ed illuminazione nelle loro visite, nelle loro apparizioni nella tua vita?

Ti capita che cani persi ti seguano fino a casa, che uccelli volino alla tua finestra e che i cavalli corrano verso di te, attraverso i campi, e poggino i loro lunghi colli sulle tue spalle? Riesci a parlare con loro? A guarirli? Le streghe e gli animali sono così allineati con la natura che parlano un linguaggio energetico simile e si riconoscono tra di loro.



6) LA LUNA

Sei attratta, sospinta e mossa dall’energia della Luna? L’hai mai fissata? Le hai mai parlato, sentendoti inondata dalla sua luce, da quando eri piccina? Sei allineata con le sue fasi?

Ad esempio, ti capita di iniziare nuovi progetti o relazioni quando c’è la Luna Piena? Ti è capitato di notare come le cose raggiungano un apice e culminino -e tendano a diventare un po’ confuse- intorno a te quando c’è la Luna Piena? E ti senti spinta a lasciar andare le cose o a chiudere delle relazioni o degli schemi quando inizia a discendere?

Con la Luna Nuova, nella più scura delle notti, ti siedi mai con il mistero, il vuoto e lo sconosciuto, il potenziale e le possibilità dell’oscurità? Sogni mai nuovi progetti nell’oscurità della Luna Nuova? Se hai risposto di no, quelle sopra sono solo alcune delle strade da percorrere per sintonizzarsi con le fasi della Luna.



7) POTENZA

Hai più di un serpeggiante sospetto che i tuoi desideri diventino reali -buoni o cattivi che siano- e ti trovi a porre attenzione, ad essere meravigliata dal tuo stesso potere? Ti capita spesso di essere definita un’anima antica? Le streghe sono vecchie come il tempo, i tuoi occhi le finestre della tua anima custodiscono antiche storie e segreti, miti, misteri, risposte e possibilità.

Quand’eri piccola probabilmente dicevi delle antiche verità e parlavi con saggezza, prima di dimenticare la tua magia.



8) GUARIGIONE

Sei attratta dalle Arti di Guarigione? Tendi a cercare rimedi energetici naturali per te stessa e ad offrirli agli altri? Hai mai appoggiato una mano sulla schiena dolorante di qualcuno ed è poi guarita il giorno dopo? Le persone possono guarire anche solo standoti accanto. Le streghe, essendo così sintonizzate con la terra, sono guaritrici naturali.



9) MEMORIE DI VITE PASSATE

Ti capita di avere memorie dolorose di vite passate o immagini in cui vieni perseguitata, cacciata, bruciata o annegata per il solo fatto di essere selvaggia, saggia e libera?

Più importante, sei mai stata marchiata per il fatto di essere differente, non conformista, per il fatto di amare chi volevi amare, per aver detto la verità in una vita passata? Questo è il karma che sei chiamata a guarire, è tempo di non avere paura ed essere la più autentica te stessa. Così guarirai il tuo karma: non avendo paura di vivere nella tua massima espressione. Questo è il tuo momento.



10) ESTRANEITÀ

Ti sei sempre sentita un po’ come un’estranea, con il naso schiacciato contro il vetro della vita sulla terra, mentre sapevi che in realtà appartenevi ad una tribù magica, custode di saggezza interiore. Dal momento che non ti sei mai adattata alla norma, sapevi che c’era qualcosa di sacro, segreto, speciale in te. Una magia che solo poche altre persone magiche potevano vedere.

Non corri insieme alle grandi folle, sei un po’ più simile ad una sensitiva e potente lupa solitaria. Hai bisogno di tanto tempo per pensare, sognare, ricaricarti e comunicare con la Font e/ Natura / Universo / Dea.



11) CRISTALLI MISTICI / ACCESSORI

Sei attratta dalle belle pietre, pezzi di energia della Terra. Hai tenuto con te pietre come il quarzo, il turchese, il quarzo rosa, fin da quando riesci a ricordare, anche se non conoscevi le loro proprietà al tempo. Ti sono state donate oppure le hai prese con te lungo la strada e le hai collezionate.

Le streghe conoscono le proprietà delle pietre della Terra e le caricano con tra le altre cose guarigione, amore, abbondanza e benefici protettivi e spesso indossano le loro pietre speciali in gioielli. Ami anche disporre candele intorno a te e accenderle, perché le candele sono inviti per gli spiriti e gli angeli e creano delle vibrazioni magiche e divine. Probabilmente ami la salvia e l’incenso che purificano l’energia.



12) MAGIA

Credevi nella magia quand’eri bambina e vedevi la magia nell’aria, nella vita? Eri attratta dalle cose magiche, dalle creature, dalle fiabe, dalle storie e hai continuato ad esserlo anche crescendo, nonostante tutti ti dicessero “Queste cose non esistono”?

E nonostante il resto del mondo non ci credesse, ti sei sempre e comunque conservata uno spazio nel tuo cuore per i racconti di magia, amore e mistero?

Eri attratta dei film e dei libri che parlavano di streghe, magia, spiriti, misticismo ed inconoscibile? Hai sempre pensato che le coincidenze non esistono, che non siamo veramente soli e che quello che vedevi non era tutto ciò che è? Credi che tutto significhi qualcosa e credi nei segni e nei simboli?



13) PIÚ MAGIA E DIVINAZIONI

Parlando di segni e simboli, hai premonizioni come se avessi una sfera di cristallo interiore? Quando parli di ciò che credi accadrà, le persone intorno a te tendono a raddrizzarsi e ad ascoltare? Qualche volta ti capita di vedere o sentire degli sviluppi di situazioni -dei flash nel futuro- così avanzati che trovi frustrante quando gli altri non sono coinvolti come te!



Hai sogni e visioni di vite passate e future e puoi leggere le altre persone, la loro energia e le loro intenzioni molto bene. Hai un sesto senso e questa è anche la ragione per la quale sei attratta dai tarocchi, dalle rune e da tutti gli strumenti di divinazione che dissolvono le nebbie.

Spero che ciò ti sia stato di aiuto. Questi sono solo 13 segni, potresti riconoscerne alcuni oppure avere un sacco di segni che ti indicano che sei sul sentiero stregonesco.



Il messaggio di una strega è di amare se stessa, amare la Terra e di riconoscere l’importanza dell’allinearsi con le fasi della Terra e della Luna. Estremamente semplice, davvero.



Ma ad un certo punto della storia è accaduto che se eri troppo vicina alla Terra, se eri troppo saggia, troppo potente -troppo, e decisamente troppo femminile- venivi cacciata o assassinata per la tua generosità e per il tuo essere selvaggia. Non dev’essere più così.

È tempo di guarire i vostri karma passati, di possedere il vostro potere, la vostra saggezza e bellezza e di sorgere, mie care! La Terra ha bisogno di voi e noi, di certo, abbiamo bisogno della Terra!
23718732-96ce-434f-b7a6-247587edc4e5
« immagine » Test Sei una Strega -13 segnali per scoprirlo La gente spesso mi chiede “come sai di essere una strega?”. E spesso la domanda dietro la domanda è “Sono una strega? Sono magica?” Spesso lo chiedono un po’ nervosamente a causa dell’ombra che accompagna questa parola. Dobbiamo quest...
Post
29/07/2018 18:22:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    5