condividere

01 aprile 2016 ore 22:30 segnala
Ci sono dolori che non si possono né evitare né cancellare. Esistono. Possiamo solo affrontarli Ma talvolta ci vuole tanto tempo. E non basta fare “come se” niente fosse successo perché la vita continui come prima. Perché, spesso, niente può più essere come prima, e si deve pian piano riuscire ad organizzare la propria vita in modo diverso. Talvolta in modo ingiusto e inaccettabile.

Quando una persona che amiamo se ne va via per sempre, è difficile imparare a vivere con quel vuoto profondo che si spalanca all’improvviso. E non basta semplicemente voltare pagina. Non basta ripetersi che la vita continua e che non serve a nulla piangere. Non basta imporsi di non pensarci… Quel vuoto è lì. Come una ferita profonda. Che pian piano cerchiamo di far cicatrizzare… Anche se alcune ferite non si cicatrizzano mai completamente…come una lama di un coltello appuntito ti coglie nel mezzo del tuo cuore

Non basta premere sul tasto “cancella” per cancellare veramente tutti i ricordi che ci legano alla persona.
DAL WEB*
d9dd7b0e-5148-4704-af39-6a906b23c35f
Ci sono dolori che non si possono né evitare né cancellare. Esistono. Possiamo solo affrontarli Ma talvolta ci vuole tanto tempo. E non basta fare “come se” niente fosse successo perché la vita continui come prima. Perché, spesso, niente può più essere come prima, e si deve pian piano riuscire ad...
Post
01/04/2016 22:30:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Non posso farti del male senza ferirmi.

06 aprile 2015 ore 08:22 segnala
Mi avevi detto che volevi rimanere sola,
allora permettimi che io diventi la tua solitudine.
Ti prometto che non sarò crudele e spietata quanto lei,
e se mi permetterai di diventarlo magari scoprirai
che vorresti essere più spesso sola



2641c83a-6665-45c1-9979-b0c4f1928f9f
Mi avevi detto che volevi rimanere sola, allora permettimi che io diventi la tua solitudine. Ti prometto che non sarò crudele e spietata quanto lei, e se mi permetterai di diventarlo magari scoprirai che vorresti essere più spesso sola « immagine »
Post
06/04/2015 08:22:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Sei dentro di me

18 febbraio 2015 ore 11:02 segnala

Sei dentro di me come l'aria che attraversa i polmoni,
fa il giro e poi riesce portandosi dietro tutto il male che c'e'.
Sei dentro di me come una forma che non riesce a prendere
vita eppure e' la ferma, immobile, pronta a diventare tutto
cio' che desideri. Sei dentro di me come un fuoco pronto
a riaccendersi scavando tra la cenere sperando di trovare
anche la scintilla piu' piccola per poter rinascere.
Sei dentro di me come un fiume che dopo aver percorso valli,
disceso monti si getta a mare per trovare riposo.
8a832d9c-1e4c-45fd-8bd5-3dae646e8ce8
« immagine » Sei dentro di me come l'aria che attraversa i polmoni, fa il giro e poi riesce portandosi dietro tutto il male che c'e'. Sei dentro di me come una forma che non riesce a prendere vita eppure e' la ferma, immobile, pronta a diventare tutto cio' che desideri. Sei dentro di me come un fu...
Post
18/02/2015 11:02:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment

Bellissima

04 febbraio 2015 ore 15:25 segnala
C'era una volta una donna bellissima che si innamorò di un uomo molto povero. "Io ti sposerò", gli disse, "Ma tu mi lascerai libera di fare tutto quello che voglio". L'uomo acconsentì, si sposarono e andarono a vivere insieme.

Un giorno la donna ricevette in casa un ebreo che da tempo la corteggiava, ma da lì a poco sentirono bussare alla porta. La donna disse: "Di sicuro è mio marito, se ci trova insieme ci uccide, per favore, prendi questi vestiti vecchi, togliti i tuoi abiti eleganti e i tuoi gioielli, prendi quelle pietre e va a lavorare sul terrazzo come se fossi un muratore". L'uomo, spaventato obbedì. Il marito entrò, lo vide e gli chiese: "Quanto ti debbo per il tuo lavoro?" "Due reali", rispose l'uomo e se andò di corsa. La donna si recò subito a vendere al mercato i vestiti e i preziosi dell'ebreo.



Un'altra volta fece entrare in casa il cadì che da tempo era innamorato di lei. Mentre i due erano seduti uno accanto all'altro, sentirono bussare alla porta. "Sarà sicuramente mio marito", disse la donna, "Se ti trova qui ci ucciderà tutti i due. Entra presto in questa cassapanca". Il cadì, pallido di paura, obbedì. Il marito entrò, prese dei chiodi, inchiodò la cassapanca e insieme alla moglie la portò al mercato per venderla al miglior offerente. Fecero intanto avvisare il figlio del cadì che nella cassapanca si trovava nascosto il padre. Questi accorse e acquistò la cassapanca ad alto prezzo per poter portare a casa il padre, passando inosservato


930845f6-1fc4-4f79-9b4c-9526185f43c5
C'era una volta una donna bellissima che si innamorò di un uomo molto povero. "Io ti sposerò", gli disse, "Ma tu mi lascerai libera di fare tutto quello che voglio". L'uomo acconsentì, si sposarono e andarono a vivere insieme. Un giorno la donna ricevette in casa un ebreo che da tempo la...
Post
04/02/2015 15:25:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Ho fame. Ho freddo. Ho male nelle ossa.

03 febbraio 2015 ore 11:55 segnala
Sono solo. Stanco, assetato, sporco, impaurito e disorientato. Ma vivo. E grato di essere vivo. Sorrido e alcune divise ricambiano. Poi arriva qualcuno che parla la mia lingua e mi sembra per un attimo di stare a casa. Mi ispezioneranno, intingeranno le mie dita nell’inchiostro, mi misureranno le ossa, cambieranno i miei vestiti, mi daranno un numero e una tessera.


Salirò su autobus, treni o traghetti. Mi trasferiranno, senza chiedere mai il mio parere, in posti diversi e sconosciuti ma sempre un po’ meno affollati. E ogni volta saprò che sono vivo e sono in salvo.
Ringrazierò Dio e pregherò gli uomini di farmi chiamare casa per dire ai miei che sono arrivato, che sono arrivato vivo e che li amo.
Chiederò amicizia, libertà, comprensione e fiducia.


Voglio un dizionario per farmi capire, un pallone per ricordarmi che sono solo un ragazzo, libri per crescere e una scuola per imparare e fare amicizia, schede telefoniche per accorciare distanze e addolcire distacchi e paure. web


a5138984-1ffa-4cd2-80cd-a071f01ff726
Sono solo. Stanco, assetato, sporco, impaurito e disorientato. Ma vivo. E grato di essere vivo. Sorrido e alcune divise ricambiano. Poi arriva qualcuno che parla la mia lingua e mi sembra per un attimo di stare a casa. Mi ispezioneranno, intingeranno le mie dita nell’inchiostro, mi misureranno le...
Post
03/02/2015 11:55:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Piccole cose

16 dicembre 2014 ore 09:25 segnala
Dedicato a…
chi trova un valido motivo per alzarsi al mattino
e se non c’è lo crea con l’immaginazione.
A chi crede in sé e non dimentica di credere negli altri.
A chi ascolta la propria voce interiore
e la manifesta, oltre il brusio e il grigiore del mondo.
Agli entusiasti, ai tenaci, ai caparbi
e a chi non si arrende nonostante le prove.
A chi tende la mano senza interessi
e chi, nonostante le ingiustizie,
è il primo a far bene e a cambiare le cose.
A voi è dato di governare le leggi del mondo,
perché se esiste una Via, la troverete,
se non esiste, la immaginerete quel tanto che basta
per trasformarla in realtà.
A voi, dedico un sogno,
piccole parole, piccole cose.
(Stephen Littleword

6b6a7996-f3aa-4082-bbf1-360391b0da08
Dedicato a… chi trova un valido motivo per alzarsi al mattino e se non c’è lo crea con l’immaginazione. A chi crede in sé e non dimentica di credere negli altri. A chi ascolta la propria voce interiore e la manifesta, oltre il brusio e il grigiore del mondo. Agli entusiasti, ai tenaci, ai caparbi e...
Post
16/12/2014 09:25:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Ti Darò

15 dicembre 2014 ore 21:27 segnala



E per te li farei anche a piedi tutti quei km che ci separano. Per te amore mio

E tu mi vieni a dire che l’uomo muore lontano dalla vita lontano dal dolore e in questa quasi indifferenza non è più capace di ritrovare il suo pianeta fatto di aria e luce.
E tu mi vieni a dire che il mio presente è come un breve amore del tutto inconsistente che preso dai miei sogni io non mi sto accorgendo che siamo al capolinea al temine del mondo.
E tu mi vieni a dire che tutto è osceno che non c’è più nessuno che sceglie il suo destino non ci rendiamo conto che siamo tutti in preda di un grande smarrimento.
E sento che hai ragione se mi vieni a dire che l’uomo sta correndo e coi progressi della scienza ha già stravolto il mondo però non sa capire che cosa c’è di vero nell’arco di una vita tra la culla e il cimitero.
E tu mi vieni a dire c’è solo odio ci sarà sempre qualche guerra qualche altro genocidio e anche in certi gesti che sembran solidali non c’è più un individuo siamo ormai tutti uguali.
E sento che hai ragione se mi vieni a dire che anche i più normali in mezzo ad una folla diventano bestiali e questa specie di calma del nostro mondo civile è solo un’apparenza solo un velo sottile.
E tu mi vieni a dire quasi gridando che non c’è più salvezza sta sprofondando il mondo ma io ti voglio dire che non è mai finita che tutto quel che accade fa parte della vita.
Ma io ti voglio dire che non è mai finita che tutto quel che accade fa parte della vita.

Giorgio Gaber
48bedcb2-0aaa-489c-9512-98958d6eccc5
« immagine » E per te li farei anche a piedi tutti quei km che ci separano. Per te amore mio
Post
15/12/2014 21:27:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Ti lascerò andare

06 dicembre 2014 ore 11:55 segnala
se non posso averti, vorrei che tu fossi felice, e conservassi di me solo i ricordi belli, ti amerò sempre, nonostante tutto, ti amerò sempre

Vorrei scrivere per te
qualcosa che...
che ti dica beh..
sto pensando a te
e tu dove sei
se non sei con me
l'amore che cos'è..
è pensare a te
e vieni a casa mia
quando vuoi
dormirai con me
solo se vorrai..

Non ti voglio fermare
io ti lascerò andare
c'è sempre una partenza,
stai con me o stai senza
perchè credo che amare sia lasciar
liberi di fare..
stai con me o senza me
stai con me o senza me..

88c3c785-2a6e-460e-aa41-46ce180287ed
se non posso averti, vorrei che tu fossi felice, e conservassi di me solo i ricordi belli, ti amerò sempre, nonostante tutto, ti amerò sempre « immagine »
Post
06/12/2014 11:55:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Sei bella

18 settembre 2014 ore 12:33 segnala
Sei bella come le stelle che ardono in cielo, come la luna non offuscata dalla luce del sole, come il vento che soffia leggero sulle guance e le parole d’amore colte sulle labbra turgide. Sei bella come la neve che scivola dolce dai rami del pesco, come l’onda che mollemente accarezza la battigia, come il fuoco che arde copioso nei camini solitari. Bella come il cielo, bella come il mare, bella come l’universo che entra nella mia mente, popolandola di fate e di gnomi, di castelli incantati e di caverne straordinarie, dove l’amore ritrova la calma e un lungo ristoro. Tu sei il mio cuore mansueto e felino, tu sei la mia ragione indagatrice, la mia fantasia che sorvola sulle miserie quotidiane, l’appagamento dei miei sensi sconvolti dalla frenesia degli impulsi nascosti. Amore mio, per nessun motivo al mondo permetterò che la tua grazia si confonda con le cose sgradevoli e immonde. Angelo Francesco Nardelli

LE FRASI PIÙ BELLE DEL PIACERE

22 agosto 2014 ore 14:00 segnala
Una felicità piena, obliosa, libera, sempre novella, tenne ambedue, dopo d'allora. La passione li avvolse, e li fece incuranti di tutto ciò; che per ambedue non fosse un godimento immediato. Ambedue, mirabilmente formati nello spirito e nel corpo all'esercizio di tutti i più alti e più rari diletti, ricercavano senza tregua il Sommo, l'Insuperabile, l'Inarrivabile; e giungevano così oltre, che talvolta una oscura inquietudine li prendeva pur nel colmo dell'oblio, quasi una voce d'ammonimento salisse dal fondo dell'essere loro ad avvertirli d'un ignoto castigo, d'un termine prossimo. Dalla stanchezza medesima il desiderio risorgeva più sottile, più temerario, più imprudente; come più s'inebriavano, la chimera del loro cuore ingigantiva, s'agitava, generava nuovi sogni; parevano non trovar riposo che nello sforzo, come la fiamma non trova la vita che nella combustione. Talvolta, una fonte di piacere inopinata aprivasi dentro di loro, come balza d'un tratto una polla viva sotto le calcagna d'un uomo che vada alla ventura per l'intrico d'un bosco; ed essi vi bevevano senza misura, finché non l'avevano esausta. Talvolta, l'anima, sotto l'influsso dei desiderii, per un singolar fenomeno d'allucinazione, produceva l'imagine ingannevole d'una esistenza più larga, più libera, più forte, « oltrapiacente »; ed essi vi s'immergevano, vi godevano, vi respiravano come in una loro atmosfera natale. Le finezze e le delicatezze del sentimento e dell'imaginazione succedevano agli eccessi della sensualità.

D'ANNUNZIO

b44bbad0-2433-4ca5-8ba6-0484841473b1
Una felicità piena, obliosa, libera, sempre novella, tenne ambedue, dopo d'allora. La passione li avvolse, e li fece incuranti di tutto ciò; che per ambedue non fosse un godimento immediato. Ambedue, mirabilmente formati nello spirito e nel corpo all'esercizio di tutti i più alti e più rari...
Post
22/08/2014 14:00:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment