Il mondo non è perfetto......

19 febbraio 2017 ore 10:19 segnala


Il mondo non è perfetto.
Scegliere come vederlo
è l’unico vero potere che abbiamo.

(Torey L. Hayden)
9ff85198-8b92-44a7-b38c-2d01b1d45b4b
« immagine » Il mondo non è perfetto. Scegliere come vederlo è l’unico vero potere che abbiamo. (Torey L. Hayden)
Post
19/02/2017 10:19:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Volevo salvarmi.................

18 febbraio 2017 ore 16:13 segnala
Poi non è che la vita vada come tu te la immagini.
Fà la sua strada. E tu la tua.
E non sono la stessa strada.
Così, io non è che volevo essere felice, questo no.
Volevo salvarmi, ecco: salvarmi.
Ma ho capito tardi da che parte bisognava andare: dalla parte dei desideri.
Uno si aspetta che siano altre cose a salvare la gente:
il dovere, l'onestà, essere buoni, essere giusti. No.
Sono i desideri che salvano. Sono l'unica cosa vera.
Tu stai con loro, e ti salverai.
Però troppo tardi l'ho capito.
Se le dai tempo, alla vita, lei si rigira in un modo strano, inesorabile:
e tu ti accorgi che a quel punto non puoi desiderare qualcosa senza farti del male.
È lì che salta tutto, non c'è verso di scappare, più ti agiti più si ingarbuglia la rete, più ti ribelli più ti ferisci. Non se ne esce.
Quando era troppo tardi, io ho iniziato a desiderare.
Con tutta la forza che avevo.
Mi sono fatta tanto di quel male che tu non te lo puoi nemmeno immaginare.
aaf730dc-2fcc-4c70-bbbf-76fcb0cdba33
Poi non è che la vita vada come tu te la immagini. Fà la sua strada. E tu la tua. E non sono la stessa strada. Così, io non è che volevo essere felice, questo no. Volevo salvarmi, ecco: salvarmi. Ma ho capito tardi da che parte bisognava andare: dalla parte dei desideri. Uno si aspetta che...
Post
18/02/2017 16:13:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    6

LA STORIA DELLE CICATRICI .......

07 febbraio 2017 ore 22:45 segnala


Hai mai giocato a “Raccontami la storia delle tue cicatrici?”
L’ideale è farlo con qualcuno con cui ci sia un alto grado di intimità,
che sappia aiutarti a vedere nelle tue vecchie ferite un’opportunità di ri­scatto.
Di solito si comincia con una domanda del tipo:
«Come te lo sei fatto quel segno sul ginocchio?»
E tu racconti di quella vol­ta che da piccolo sei caduto sul marciapiede.
Poi il tuo compagno di giochi potrebbe chiederti:
«Perché diventi sempre triste sentendo quella canzone?».
Così tu gli racconterai che alla radio c’era quel­la canzone lì
quando un tuo vecchio amore ti ha spezzato il cuore.
Prosegui con questo botta e risposta finché avrai svelato l’origine di tutte le tue cicatrici,
sia fìsiche che psicologiche.
Appena puoi, prova a fare questo gioco su te stesso e poi ricambia il favore.

2ad5efaa-d4ad-4457-99a1-8603fbd42791
Hai mai giocato a “Raccontami la storia delle tue cicatrici?” L’ideale è farlo con qualcuno con cui ci sia un alto grado di intimità, che sappia aiutarti a vedere nelle tue vecchie ferite un’opportunità di ri­scatto. Di solito si comincia con una domanda del tipo: «Come te lo sei fatto quel segno...
Post
07/02/2017 22:45:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Nessuno mai è andato da.........

29 gennaio 2017 ore 10:22 segnala
Perché in fondo mai nessuno si è seduto di fianco al Lupo nero dicendogli:
"Ciao, come stai?"
Nessuno mai è andato da Grimilde e, stringendola al petto, le sussurrava:
"Sei bellissima."
Nessuno ha detto a Mangiafuoco:
"Ti voglio bene, papà."
Nessuno mai ha offerto una rosa rossa alla Regina di cuori esclamando:
"Ho perso la testa per te."
Nessuno è stato tanto cortese con Capitan Uncino da chiedergli:
"Serve una mano?"

Nessuno ha mai afferrato con brutale passione Maga Magò dicendole:
"Scommettiamo che ti bacio."

Nessuno mai ha spogliato Crudelia De Mon e tra le lenzuola, con impercettibili parole, le ha detto:
"Adoro l'odore della tua pelle."

Nessuno nasce, diventa o è malvagio.
A volte ciò che noi definiamo "cattiveria" non è altro che l'amara malinconia di una mancanza.
Di un vuoto interiore che è difficile da colmare.
Di una assenza che sembra non mutare mai.
Alle volte uno sembra cattivo e invece vuole solo sentirsi dire

"Ti voglio bene."
5e2bce29-7d8d-4497-a366-81ef77408057
Perché in fondo mai nessuno si è seduto di fianco al Lupo nero dicendogli: "Ciao, come stai?" Nessuno mai è andato da Grimilde e, stringendola al petto, le sussurrava: "Sei bellissima." Nessuno ha detto a Mangiafuoco: "Ti voglio bene, papà." Nessuno mai ha offerto una rosa rossa alla Regina di c...
Post
29/01/2017 10:22:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Esistono diverse verità al mondo...........

29 gennaio 2017 ore 09:46 segnala

Noi non siamo solo quelli nascosti dietro i nostri sorrisi,
né quelli nascosti dietro le nostre parole,
né dietro gli encomiabili atti di generosità.
Esistono lacrime che solo noi conosciamo,
parole che continuiamo a zittire,
rabbia che continuiamo a soffocare,
segreti che continuiamo a tacere.
Esistono diverse verità al mondo:
quella che le persone vedono
e quella che noi continueremo a non dire.
3c492964-8614-45f7-b7c0-8b7f2b0007b8
« immagine » Noi non siamo solo quelli nascosti dietro i nostri sorrisi, né quelli nascosti dietro le nostre parole, né dietro gli encomiabili atti di generosità. Esistono lacrime che solo noi conosciamo, parole che continuiamo a zittire, rabbia che continuiamo a soffocare, segreti che conti...
Post
29/01/2017 09:46:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Giornata della Memoria, 27 gennaio, per non dimenticare....

26 gennaio 2017 ore 22:49 segnala
Giornata della Memoria, il 27 gennaio, per non dimenticare la Shoah

L'Olocausto è stato il più grande errore del 900. Il 27 gennaio ricorre la "Giornata della Memoria" per non dimenticare mai ciò che è accaduto ad Auschwitz e negli altri campi di concentramento.



Il 27 gennaio è una data che tutti dovremmo ricordare, perché non è solo il nome “Giornata della Memoria” a evocare un’azione, ma è la storia che ce lo chiede e impone; solo la conoscenza permette di evitare che situazioni così drammatiche possano riaccadere.

“L’OLOCAUSTO È UNA PAGINA DEL LIBRO DELL’UMANITÀ DA CUI NON DOVREMO MAI TOGLIERE IL SEGNALIBRO DELLA MEMORIA.”

Primo Levi


Era 27 gennaio 1945 quando furono aperti dalle truppe sovietiche dell’Armata Rossa i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, liberando i pochi sopravvissuti e mostrando al mondo l’orrore e l’entità dello sterminio nazista.

Per ricordare l’importanza di questo evento l’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 1° novembre 2005 nella risoluzione 60/7 designò il 27 gennaio giornata di commemorazione delle vittime dell’Olocausto, una data divenuta legge in Italia, la numero 211, il 20 luglio 2000:

“La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. In occasione del “Giorno della Memoria”, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.”


Un paio di scarpette rosse

C’è un paio di scarpette rosse
numero ventiquattro
quasi nuove:
sulla suola interna si vede ancora la marca di fabbrica
“Schulze Monaco”.
C’è un paio di scarpette rosse
in cima a un mucchio di scarpette infantili
a Buckenwald
erano di un bambino di tre anni e mezzo
chi sa di che colore erano gli occhi
bruciati nei forni
ma il suo pianto lo possiamo immaginare
si sa come piangono i bambini
anche i suoi piedini li possiamo immaginare
scarpa numero ventiquattro
per l’ eternità
perché i piedini dei bambini morti non crescono.
C’è un paio di scarpette rosse
a Buckenwald
quasi nuove
perché i piedini dei bambini morti
non consumano le suole.


Joyce Lussu
3f31aa19-45f0-4050-983c-ac5f4a86703f
Giornata della Memoria, il 27 gennaio, per non dimenticare la Shoah L'Olocausto è stato il più grande errore del 900. Il 27 gennaio ricorre la "Giornata della Memoria" per non dimenticare mai ciò che è accaduto ad Auschwitz e negli altri campi di concentramento. « immagine » Il 27 gennaio è u...
Post
26/01/2017 22:49:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    2

NON PORTARE RANCORE, LASCIA ANDAR LE COSE...

17 gennaio 2017 ore 22:56 segnala

" La vita è breve.
Portare rancore toglie tempo alla felicità.
Ridi ogni volta che puoi.
Chiedi scusa quando dovresti.
E lascia andare ciò che non puoi cambiare.
Ama profondamente e perdona velocemente.
Corri i tuoi rischi e dona tutto te stesso senza remore.
La vita è troppo breve per essere infelici!
Devi accettare il buono insieme al cattivo.
Sorridi quando sei triste, Apprezza quello che ottieni,
sempre, ma non dimenticare mai quello che hai avuto!
Con umiltà impara dai tuoi sbagli.
Purtroppo le persone cambiano e le situazioni vanno storte...
Ma non dimenticare mai, che la vita continua! "
36c7e6c1-7a27-48a9-be60-c8e7e62352c9
" La vita è breve. Portare rancore toglie tempo alla felicità. Ridi ogni volta che puoi. Chiedi scusa quando dovresti. E lascia andare ciò che non puoi cambiare. Ama profondamente e perdona velocemente. Corri i tuoi rischi e dona tutto te stesso senza remore. La vita è troppo breve per...
Post
17/01/2017 22:56:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    1

6 GENNAIO ......EPIFANIA TUTTE LE FESTE PORTA VIA .......

06 gennaio 2017 ore 08:36 segnala

Goditi questa giornata con Follia e Fantasia
e con una Buona dose di Allegria!!!
a tutti auguro una Buona Epifania!!
….Buona Epifania, che tutte le feste porta via!


8ce7245e-7208-4fbf-86a5-026aef6c7587
« immagine » « immagine » Goditi questa giornata con Follia e Fantasia e con una Buona dose di Allegria!!! a tutti auguro una Buona Epifania!! ….Buona Epifania, che tutte le feste porta via!
Post
06/01/2017 08:36:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment

MOMENTI SI.....MOMENTI NO.....

01 gennaio 2017 ore 20:08 segnala





Cosi' e' la vita.........
A volte le cose vanno come vanno,
e quando non puoi cambiarle
e ti provocano quasi uno shok emotivo,
attiva la tua forza interiore nascosta!


Credimi "Innollavita"......
l'accettazione,a volte
e' la miglior soluzione , direi pure egoistica,
per star piu' sereni.


L'accettazione realistica, consapevole delle cose,
non e' "resa", bensi' saggezza,
che ci fa distinguere............
e ci fa riflettere, sul dono della vita!


Neanche un attimo ne va sprecato,
poiche' a volte per alcuni, e' cosi' breve..........
e cio', ci deve spingere ad apprezzarla, questa vita,
cosi' com'e',
con i momenti si.........ed i momenti no.........
97c63964-6747-425b-8c00-0b990eb23af5
« immagine » « immagine » « immagine » Cosi' e' la vita......... A volte le cose vanno come vanno, e quando non puoi cambiarle e ti provocano quasi uno shok emotivo, attiva la tua forza interiore nascosta! « immagine » « immagine » Credimi "Innollavita"...... l'accettazione,a volte e' la...
Post
01/01/2017 20:08:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    1

ECCOCI ARRIVATI ANCHE ALLA FINE DI QUEST'ANNO....CIAO 2016

31 dicembre 2016 ore 09:13 segnala




Un anno difficile da raccontare, da riassumere e da dimenticare.
Ho sperato che le cose andassero meglio e forse non è stato proprio così,
ma se oggi faccio un bilancio di questo 2016 dico:
Ho imparato a sorridere in mezzo alle più forti tempeste.
Ho imparato a non crollare e a non definirmi mai sconfitta.
Ho imparato quanto valgo e a guardare l'unica strada che conta...
E' la mia.
Ho imparato a ignorare l'ignoranza e a sopportare l'ipocrisia.
Ho imparato a reagire
e di fronte ad un corpo che dichiara la resa la mia mente dichiara battaglia.
Ho imparato che i miracoli non esistono
e che sicuramente anche il 2017 sarà un anno di lotte e di sacrifici,
ma adesso so' che posso farcela!
Buon anno a tutti.




Auguro a tutti quanti un felicissimo 2017!!!!!!!!
2319119b-473e-4750-94ec-11093910c5b3
« immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » Un anno difficile da raccontare, da riassumere e da dimenticare. Ho sperato che le cose andassero meglio e forse non è stato proprio così, ma se oggi faccio un bilancio di questo 2016 dic...
Post
31/12/2016 09:13:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    2