LASCIA RIFLETTERE.......

19 ottobre 2019 ore 22:46 segnala
LASCIA RIFLETTERE, LEGGETE

Stavo camminando in un negozio di Big Bazar, quando ho visto un cassiere che parlava con un ragazzo non poteva avere più di 5 o 6 anni...

Il cassiere disse: "Mi dispiace, ma non hai abbastanza soldi per comprare questa bambola. Poi il bambino si rivolse al cassiere e chiese: sei sicuro di non avere abbastanza soldi? "

Il cassiere contò ancora una volta il suo denaro e rispose: "Lo sai che non hai abbastanza soldi per comprare la bambola, mio caro." "Il ragazzino aveva ancora in mano la bambola.

Alla fine, mi incamminai verso di lui e gli chiesi a chi voleva dare questa bambola. "È la bambola che mia sorella amava di più e voleva tanto. Volevo regalarla per il suo compleanno.

Devo dare la bambola alla mia mamma in modo che possa darla a mia sorella quando andrà là. " I suoi occhi erano così tristi mentre diceva questo. "Mia sorella è andata a stare con Dio .. Papà dice che anche la mamma vedrà Dio molto presto, così ho pensato che potesse portare con sé la bambola per darla a mia sorella ..."

Il mio cuore si è quasi fermato. Il ragazzino mi guardò e disse: "Ho detto a papà di dire alla mamma di non andare ancora. Ho bisogno che lei aspetti finché non torno dal centro commerciale. " Poi mi ha mostrato una foto molto bella di lui dove stava ridendo. Poi mi ha detto "Voglio che la mamma mi porti la mia foto così mia sorella non mi dimenticherà". 'Amo la mia mamma e vorrei che non dovesse lasciarmi, ma papà dice che deve andare a stare con la mia sorellina.' Poi guardò di nuovo la bambola con gli occhi tristi, molto tranquillamente.

Ho rapidamente raggiunto il mio portafoglio e ho detto al ragazzo. "Supponiamo che controlliamo di nuovo, nel caso avessi abbastanza soldi per la bambola?"

"OK", disse, "spero di averne abbastanza". Ho aggiunto alcuni dei miei soldi a lui senza che lui lo vedesse e abbiamo iniziato a contarli. C'era abbastanza per la bambola e anche qualche soldo in più.

Il bambino disse: "Grazie a Dio per avermi dato abbastanza soldi!"

Poi mi guardò e aggiunse: "Ho chiesto la scorsa notte prima di andare a dormire a Dio per assicurarmi di avere abbastanza soldi per comprare questa bambola, così che la mamma potesse darla a mia sorella. Mi ha sentito! '' 'Volevo anche avere abbastanza soldi per comprare una rosa bianca per la mia mamma, ma non osavo chiedere troppo a Dio. Ma mi ha dato abbastanza per comprare la bambola e una rosa bianca. La mia mamma ama le rose bianche. "

Ho finito i miei acquisti in uno stato completamente diverso da quando ho iniziato. Non riuscivo a togliermi dalla testa il ragazzino.

Poi, due giorni fa, mi sono ricordato di un articolo di un giornale locale che parlava di un ubriaco in un camion, che ha investito un'auto occupata da una giovane donna e una bambina. La bambina morì subito e la madre fu lasciata in uno stato critico. La famiglia dovette decidere se staccare la spina dalla macchina che sosteneva la vita, perché la giovane donna non sarebbe stata in grado di riprendersi dal coma. Era questa la famiglia del bambino?

Due giorni dopo questo incontro con il bambino, ho letto sul giornale che la giovane donna era morta. Non riuscivo a fermarmi quando comprai un mazzo di rose bianche e andai alle pompe funebri dove il corpo di la giovane donna è stata esposta perché le persone potessero vedere e fare gli ultimi desideri prima della sua sepoltura.

Era lì, nella sua bara, con in mano una bella rosa bianca con la foto del bambino e la bambola appoggiata sul suo petto. Ho lasciato il posto, con le lacrime agli occhi, sentendo che la mia vita era cambiata per sempre ...

L'amore che il bambino ha avuto per sua madre e sua sorella è ancora oggi difficile da immaginare. E in una frazione di secondo, un guidatore ubriaco gli aveva tolto tutto questo.

Per favore NON BERE E GUIDARE.

Ora hai 2 scelte:

1) Condividi questo messaggio, oppure

2) Ignoralo come se non avesse mai toccato il tuo cuore.

Per quelli che preferiscono pensare che Dio non ci stia sorvegliando... vai avanti e cancella questo. Per il resto di noi... passare questo.

Il valore di un uomo o di una donna risiede in ciò che dà, non in quello che sono in grado di ricevere.
dbbc1b88-bcb7-4935-8c67-18277db2ea5d
LASCIA RIFLETTERE, LEGGETE « immagine » Stavo camminando in un negozio di Big Bazar, quando ho visto un cassiere che parlava con un ragazzo non poteva avere più di 5 o 6 anni... Il cassiere disse: "Mi dispiace, ma non hai abbastanza soldi per comprare questa bambola. Poi il bambino si rivolse...
Post
19/10/2019 22:46:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Non avere paura delle parole, abbi paura dei silenzi

05 ottobre 2019 ore 15:35 segnala



Non ti preoccupare quando ti urlo o quando ti do la colpa di qualcosa.
Non preoccuparti quando sono isterica e ti sto rispondendo con parole arrabbiate che
spiegano il motivo della mia rabbia.
Non aver paura quando busso alla tua porta nel bel mezzo della notte, perché fa male.
Non perderti quando piango di notte per quello che hai detto.


Tutte queste sono espressioni d'amore, sete della tua attenzione,
dimostrano quanto ti amo.

Ma preoccupati, quando i miei messaggi diventano monosillabici, quando non vengo da te,
smetto di piangere e reagisco male ai messaggi arrabbiati.
Perché significa che non sopporto più le liti, la rabbia e i nervi che suscitano la mia passione. Sono diventata fredda nei tuoi confronti.

Il mio silenzio è più pericoloso delle parole, può essere molto più doloroso.
Significa che non occupi più i miei pensieri.

Vedi, mi piace parlare, posso chiacchierare all'infinito, perché le parole vengono dal mio cuore, mostrano i miei sentimenti, la mia sincerità.


Ma odio il silenzio. Le parole significano amore, il silenzio è l'inizio della fine.

Il mio silenzio significa che non ti meriti le parole.
Il mio silenzio è la risposta alla tua indifferenza.

Quindi non abbiate paura delle mie accese discussioni,
i modi in cui cerco di mostrarvi chi sono, le lacrime che non posso trattenere,
perché questo significa che ci tengo. Non aver paura, apprezzale.

Ma abbi paura del giorno in cui tutto si ferma,
del giorno in cui non mi arrabbierò più alle tue parole,
non ti cercherò più, perché questo significa che sono pronta per andare avanti
senza di te.
40512c1f-ba55-47da-b55c-e4e827b29e60
« immagine » Non ti preoccupare quando ti urlo o quando ti do la colpa di qualcosa. Non preoccuparti quando sono isterica e ti sto rispondendo con parole arrabbiate che spiegano il motivo della mia rabbia. Non aver paura quando busso alla tua porta nel bel mezzo della notte, perché fa male. ...
Post
05/10/2019 15:35:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    3

21 SETTEMBRE L’amore oltre la malattia

21 settembre 2019 ore 19:13 segnala
L’amore oltre la malattia: per aiutare la moglie affetta da Alzheimer, ogni giorno le racconta la loro vita
La storia di una coppia di anziani ha commosso tutti: lui, 90 anni, non smette di ricordare alla moglie le tappe salienti della loro vita insieme. Un modo per esorcizzare la paura e l'aggressività del male che l'ha colpita.


Uniti in matrimonio da 55 anni, insieme nella buona e nella cattiva sorte. Coniugi innamorati e sempre vicini, poi il dramma della malattia. La moglie di Giovanni non lo riconosce più, preda di un mostro chiamato Alzheimer. Lui, a 90 anni, sceglie di non soccombere al dolore e intraprende una strada di ‘ricostruzione’ dei ricordi per aiutarla.

Aiuta la moglie ricordandole la loro vita
Dopo 55 anni di matrimonio, la moglie di Giovanni, Alberta, ha smesso di ricordare. Non riconosce più nemmeno il marito, i figli le sembrano perfetti sconosciuti. La malattia che l’ha colpita è l’Alzheimer, mostro dai contorni incerti che divora tutto, sogni, prospettive future, il passato, la propria identità.

Ma per lui nulla è perduto per sempre, non fino a che continuerà a ricordare alla sua consorte la loro vita felice insieme. Giorno dopo giorno, incessantemente.

Una storia d’amore con le radici solide di un legame nato in altri tempi, che il marito ripercorre in forma di racconto ogni mattina, perché lei possa tenersi stretta al filo della sua esistenza.

Un resoconto duro e intriso di coraggio, quello del 90enne ai microfoni del Messaggero Veneto. Giovanni ha spiegato al giornale la fatica, il sudore, le aspettative riversate, nero su bianco, in quelle pagine che scrive diligentemente nel quotidiano e regala alla donna che lo ha reso uomo, padre felice.

E ogni sera legge un pezzo di quel racconto ad Alberta, le mostra fotografie, istantanee di quando ancora sapeva chi era, e i sogni verso cui correvano, mano nella mano.

Con la memoria di Alberta non si sono spente le attenzioni del suo Giovanni, che ogni mattina le porta il caffè a letto “perché lei ama così”.

“Era una donna solare, con la sua forza avrebbe potuto sollevare il mondo”, ha detto il 90enne, immerso tra medicinali e le solite carezze alla sua metà. Un modo per esorcizzare la paura del domani, sempre insieme.

(DAL WEB)
6584a6d8-745e-48f4-9324-5a97f1ca7dee
L’amore oltre la malattia: per aiutare la moglie affetta da Alzheimer, ogni giorno le racconta la loro vita La storia di una coppia di anziani ha commosso tutti: lui, 90 anni, non smette di ricordare alla moglie le tappe salienti della loro vita insieme. Un modo per esorcizzare la paura e...
Post
21/09/2019 19:13:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    2

I FANTASMI

07 settembre 2019 ore 17:56 segnala


Le cose che abbiamo voluto e non abbiamo avuto si

materializzano come fantasmi. Sono i nostri demoni,
ci girano intorno e per tutta la vita ci vengono a trovare...










Gli amori che non sono successi durano tutta la vita.
Perché le cose che non accadono, e che pure potevano essere,
ci restano dentro, indelebili.
Con il loro mistero, di quel che di male ci poteva capitare,
di quel che di bene ci poteva arrivare.
Le cose che non sono successe potevano nutrirci,
cambiarci, insegnarci qualcosa, darci una rotta diversa,
un modo diverso di amare e di stare al mondo.
Le cose che non sono successe potevano farci soffrire ma anche espanderci,
oltre i nostri binari. Potevano, e questa possibilità resta con noi.
Ecco perché credo che proprio le cose che non ci sono successe incidano più di quanto crediamo.
È complicato nella vita separare le occasioni perdute e le cose che abbiamo schivato; e scegliere quali di queste cose avremmo voluto avere per noi.
O non averle mai conosciute.
Se una donna ha amato un uomo senza che tra loro nascesse una storia, dopo tanti anni cosa ricorda?
Il rimpianto di ogni cosa bella che vede e che non può condividere con lui?
O il sollievo di non aver affrontato un divorzio, e la rabbia dei figli e la confusione?
Nelle nostre vite, ogni momento di incontro è intriso della gioia possibile e dei problemi sfuggiti: io sono il frutto di quel che c'è, di quel che mi è successo,
ma anche di quello che avrebbe potuto capitarmi e quello che non mi è mai capitato. Eppure, è proprio questa mescolanza di possibilità, di bene e male insieme,
che mi dà la nostalgia profonda delle cose che avrei potuto vivere.
Forse sono un sognatore, ma è un segreto, non ditelo a nessuno.
Forse sono un sognatore perché tengo uno spazio dentro di me non solo per il presente, il passato e l'attesa del futuro, ma anche per le cose che non sono state presenti, non sono diventate passato, non saranno il futuro.
Credo che ogni uomo e ogni donna, se cerca, trova dentro la propria anima questi ricordi mai accaduti.
9dcfe9ec-edc2-407c-9533-7e677a505cce
Le cose che abbiamo voluto e non abbiamo avuto si materializzano come fantasmi. Sono i nostri demoni, ci girano intorno e per tutta la vita ci vengono a trovare... « immagine » Gli amori che non sono successi durano tutta la vita. Perché le cose che non accadono, e che pure potevano...
Post
07/09/2019 17:56:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment

Ogni persona e’ una prova

06 settembre 2019 ore 07:45 segnala

Narra un’antica legenda giapponese che le persone predestinate,
sono legati insieme con un filo rosso.
E 'invisibile agli occhi umani
e collega due persone a prescindere dal tempo,
dal luogo e dalle circostanze.



Non ci sono incontri occasionali.
Ogni persona e’ una prova,
una condanna o un regalo!
a973a0ed-74c3-404e-ab8b-a1cba87aff7b
Narra un’antica legenda giapponese che le persone predestinate, sono legati insieme con un filo rosso. E 'invisibile agli occhi umani e collega due persone a prescindere dal tempo, dal luogo e dalle circostanze. « immagine » Non ci sono incontri occasionali. Ogni persona e’ una prova, una...
Post
06/09/2019 07:45:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Mi sono presa il mio tempo per pensare un po'....-fine-

22 agosto 2019 ore 22:33 segnala


Ma ora che ne sappiamo della vita?

Noi, Social dipendenti, non vediamo l'ora di pubblicare una storia, una foto, non per noi, ma perché gli altri possano vederla, perché possano pensare qualcosa di bello di noi?
Dove è finita la vecchia vita?
Dove è finito l'incontrarsi per strada e sorridersi o insultarsi perché non si andava a genio?
Ora tutto il mondo gira attorno ai social, ed è da dire si, senza alcuna paura,
quanti sono morti per colpa dei social?
Quanti hanno avuto problemi dovuti ai social?
Tanti, forse troppi, perché oggi il mondo è così, si preferisce un messaggio ad un sorriso,
ad un abbraccio in spiaggia, ad un bacio sotto la pioggia, ad una carezza sul viso dentro un auto, che fine hanno fatto queste cose?
Noi non lo sappiamo perché noi le abbiamo cancellate, le abbiamo cancellate con gli smartphone, con i laptop, con gli ipad, ed ecco ora che siamo tutti morti dentro pensiamo che mettendo la foto di un cuore siamo brave persone.


Ma non è realmente così.
Tornando a noi mi sono chiesta perché tutto questo, perchè questa condanna?
Perché noi lo abbiamo voluto, perché cambiamo così in fretta, tanto involontariamente,
che nemmeno ce ne accorgiamo, e quante parole dette o scritte hanno frantumato un cuore?
E per noi era tutto così normale, ma si infondo, a noi che importa?
Abbiamo gli smartphone, sostituiamo le persone con foto profilo, ci innamoriamo di stati depressi o troppo felici.
Ed ora fermatevi per un attimo, chiudete gli occhi, forzate un sorriso, pensate a ciò che volete davvero, aprite gli occhi, respirate forte, alzatevi da dovunque siete seduti, prendete in mano la vostra vita e pensate se è il caso di dire basta alle idiozie, alle falsità, ai cambiamenti,
siate voi stessi per una volta, se non volete farlo per voi, fatelo per chi vi vuole bene, per chi dice di aver bisogno di voi.
Smettetela di rispondere agli sms con gli smile, se proprio volete usare quell'arma mortale che avete nelle mani, portate il dito sul tasto verde,
cercate quel maledetto numero e fate una chiamata, e se avete il coraggio, dite a voce ciò che dovete dire, poi mollate lo smartphone,
salite in auto accendetela e andate da chi vi sta davvero aspettando, fate qualcosa di buono, per una fottuta volta.
Ora pensate se per un attimo foste voi nei panni di chi avete deluso, per quello che mi riguarda potete mettervi in ginocchio e pregare il vostro Dio fino alla nausea
che le cose non cambieranno affatto, perché non è il vostro Dio che deve cambiare le cose, siete voi, ficcatevelo in testa.
Prendetevi un attimo per pensare prima di agire, fa solo bene, ma non scordate una cosa, quell'attimo, non prendetevelo mai prima di dare un bacio, no,
perché quello si da senza pensarci, solo l'istinto può deciderlo.
Adesso, che avete letto tutto, prendetevi vi prego un secondo, chiudete gli occhi, mettete le cuffie nelle orecchie, impostate la vostra canzone preferita e pensate cosa davvero vi serve per vivere bene, per sorridere e regalare sorrisi, perché alla fine nella vita,
questa è la cosa più importante, ma credo lo sappiate già, quindi pensateci e basta, ponetevi tante domande e se le risposte non ci sono, non smettete di cercarle, e per qualunque cosa,
non perdete la speranza, perché senza di questa, noi non siamo assolutamente niente.
Fate ciò che sentite di fare, nel rispetto degli altri, sempre, non cambiate voi, cercate di cambiare il mondo, ne ha veramente bisogno.
c4168045-6a39-4f75-82cb-32e8cc9ce3b2
« immagine » Ma ora che ne sappiamo della vita? Noi, Social dipendenti, non vediamo l'ora di pubblicare una storia, una foto, non per noi, ma perché gli altri possano vederla, perché possano pensare qualcosa di bello di noi? Dove è finita la vecchia vita? Dove è finito l'incontrarsi per strada...
Post
22/08/2019 22:33:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Mi sono presa il mio tempo per pensare un po'....prima parte

22 agosto 2019 ore 22:13 segnala


Mi sono presa il mio tempo per pensare un po' a come va il mondo, mi sono fatta tante domande,
molte di queste purtroppo senza risposte particolari.
Mi sono chiesta perché prima di tutto le persone se ne vanno via da noi?
Perché non ci vogliono bene?
Non ci amano? Non hanno bisogno di noi?
Hanno paura di qualcosa? Non sanno realmente quello che vogliono?
Beh io non ho una risposta a queste domande, tu la hai?
No, credo non l'abbia nemmeno tu.
Mi sono chiesta in seguito perché la vita va male?
Perché ci riserva sofferenze fisiche?
Perché ci sono le malattie?
Perché la gente muore?
Purtroppo anche queste domande non hanno una risposta e se la hanno, purtroppo io non so quale sia.
Mi sono chiesta, per cosa vale la pena combattere? Vale davvero la pena combattere per qualcosa?
Cosa ci rende davvero felici?
Non so la risposta, ma so che vale la pena di combattere sempre per qualsiasi cosa,
in qualsiasi momento lo riteniamo necessario, se tutto sarà vano,
poi, non importa, abbiamo combattuto.
Mi sono chiesta, perché le persone ci deludono? Perché sbagliano? Perché ci fanno soffrire?
Beh la risposta è molto semplice, sono solo persone, e le persone ovviamente sbagliano.
Mi sono chiesta, è possibile cancellare dalla nostra mente alcuni ricordi? Quelli più brutti?
Che non vogliamo ricordare mai più?
No, non è possibile, o almeno non lo e permanentemente.
Mi sono chiesta , perché le persone cambiano?
io non lo so, ma so una cosa, so che nelle foto le persone restano quelle di un tempo.
Mi sono chiesta se vale la pena voler bene a qualcuno, qualcuno che prima o poi a prescindere da tutto ci deluderà, se ne andrà e ci spezzerà il cuore?
Sinceramente si, dobbiamo voler bene a qualcuno perché prima di andarsene,
deluderci o spezzarci il cuore ci ha fatto sorridere almeno una volta,
e i sorrisi si ricambiano sempre, e vale la pena ricordarli, quando una storia finisce, una persona cambia,se ne va, ci delude, non dobbiamo piangere perché è tutto finito, ma dobbiamo sorridere perché c'è stato quello che c'è stato..........
Mi sono chiesta com'ero da bambina, ero diversa, felice, mi piaceva giocare e farmi i fatti miei.
Mi sono chiesta com'ero quando sono cresciuta, da adolescente, lo sport, gli amici, la prima cotta, insomma sicuramente ero diversa da così.
Mi sono chiesta poi quando ho raggiunto la maggiore età, il primo amore, le prime responsabilità, tutto.
Tanta voglia di arrivarci ma una grandissima nostalgia di quando ero bambina.
Mi sono chiesta come sono ora, e sono un'altra persona, quasi non mi riconosco, io, che per una vita ho incolpato gli altri di essere cambiati e di avermi deluso,
proprio io, sono cambiata adesso, e chissà quante persone ho deluso, quante persone ho fatto star bene e a quante persone ho sorriso per davvero, senza fingere,
eppure io come gli altri ho sbagliato, e tanto, e che diritto avevo di dar loro le colpe?
Che diritto avevo di prendermela con loro quando sbagliavano
con me se ero la prima a prendermela con gli altri?
Ed ora quando mi guardo allo specchio mi chiedo, perché sono così diversa da come volevo essere? Infondo speravo e credevo di essere quella persona buona,
in grado di aiutare gli altri, diplomatica e razionale, si è così, credo di esserlo, ma forse sotto sotto non lo sono.

60a64f38-1fd3-4fbf-a927-f2240d68c7a6
« immagine » Mi sono presa il mio tempo per pensare un po' a come va il mondo, mi sono fatta tante domande, molte di queste purtroppo senza risposte particolari. Mi sono chiesta perché prima di tutto le persone se ne vanno via da noi? Perché non ci vogliono bene? Non ci amano? Non hanno bisogn...
Post
22/08/2019 22:13:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Bella riflessione...

30 luglio 2019 ore 23:02 segnala


Sei single e ti manca un partner.
Sei in coppia e ti manca la libertà.
Lavori e ti manca il tempo.
Hai troppo tempo libero e vorresti lavorare.
Sei giovane e vuoi crescere per fare le cose degli adulti.
Sei adulto e vorresti fare le cose dei giovani.
Sei nella tua città ma vorresti vivere altrove.
Sei altrove ma vorresti tornare nella tua città.
Forse è tempo di smettere col guardare sempre a ciò che ci manca e iniziare a vivere nel presente, apprezzando davvero quello che abbiamo.
Goditi il profumo della tua casa prima di aprire la porta ed uscire a cercare i profumi del mondo.
Perchè niente è scontato, e ogni cosa è un dono. Dagli valore.
213bbf45-a4ac-4d30-9d23-220ec26b9789
« immagine » Sei single e ti manca un partner. Sei in coppia e ti manca la libertà. Lavori e ti manca il tempo. Hai troppo tempo libero e vorresti lavorare. Sei giovane e vuoi crescere per fare le cose degli adulti. Sei adulto e vorresti fare le cose dei giovani. Sei nella tua città ma vorrest...
Post
30/07/2019 23:02:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Da sola non ci riesco....TELEFONO L'ASSISTENZA TECNICA.....

07 luglio 2019 ore 11:11 segnala


Da sola non ci riesco....
TELEFONO L'ASSISTENZA TECNICA.....
CHISSA' SE MI PUO' AIUTARE.....
VEDIAMO UN PO'...






Assistenza: "Sì, in cosa posso aiutarti?"

Moni: "..dopo varie considerazioni, ho deciso di installare Love.
Puoi aiutarmi nel processo?"

Assistenza: "Sì, certo. Sei pronta?"

Moni: "Non sono un bravo tecnico, ma credo di essere pronta.
Cosa devo fare?"


Assistenza: "II primo passo è caprire il tuo Cuore.
Sai dove è?"

Moni: "Sì, ma ci sono diversi altri programmi caricati, ora.
Si può installare Love mentre questi stanno lavorando?"

Assistenza: "Che programmi sono?"

Moni: "Lasciami guardare.... ho Rabbia e Vecchie Ferite,
Bassa Autostima, Invidia e Risentimento, in questo momento."

Assistenza: "Nessun problema, Love cancellerà gradualmente
Rabbia dal sistema operativo.
Potrà rimanere nella memoria permanente ma non darà fastidio agli
altri programmi. Love poi coprirà Bassa Autostima con un modulo
proprio, chiamato Alta Autostima. Piuttosto chiudi perfettamente
Invidia e Risentimento.
Quei programmi impediscono a Love di essere installati correttamente.
Puoi farlo?"

Moni: "Non so come. Me lo spieghi?"

Assistenza: "Con piacere. Vai nel Menu Start e clicca su Perdono.
Fallo tante volte quanto necessario a cancellare completamente Invidia
e Risentimento."

Moni: "Ok, fatto! Love si sta autoinstallando. È normale?"

Assistenza: "Sì. Ma ricorda che hai solo il programma base.
Per cominciare hai bisogno di connetterti a Cuore e caricare
l'upgrade."

Moni: "Oops! È comparso un messaggio di errore.
Dice: 'Error - Program not run on external components.'
Cosa devo fare?"

Assistenza: "Non preoccuparti.
Significa che Love è settato per girare su Cuori Interni ma non è
ancora stato configurato per il tuo Cuore, non lo riconosce.
In termini meno tecnici, significa che devi amare te stesso prima che
tu possa amare gli altri."

Moni: "E quindi?"

Assistenza: "Scegli 'Autoaccettazione', poi clicca su
'Perdonare se stessi','Riconoscere il proprio valore' e infine
'Riconoscere i propri limiti'."

Moni: "Fatto."

Assistenza: "Ora copiali nella cartella "Mio Cuore".
Il sistema farà un overwrite sui files in conflitto e utilizzerà una
patch per eventuali errori di programmazione.
Inoltre ricorda di cancellare Autocritica Prolissa da ogni cartella
e di svuotare il Cestino per essere sicuro di non recuperarli più."

Moni: "Ehi! Mio Cuore si sta riempiendo di nuovi fìles.
Sul monitor c'è un Sorriso, mentre Pace e Soddisfazione si stanno
autocopiando ovunque.
È corretto, questo?"

Assistenza: "Certo. Per alcuni ci vuole un po', ma ogni cosa richiede il suo tempo.
Così Love ora è installato e funziona.
Ancora una cosa prima di lasciarci. Love è freeware.
Assicurati di distribuirlo in tutti i suoi moduli a chiunque
incontrerai , che a sua volta lo condividerà con altre persone
riproponendolo anche a te rinnovato."

Moni: "Grazie infinite, ... VITA..."
0572e56b-9c87-4287-af92-a65e8bc8e61a
Da sola non ci riesco.... TELEFONO L'ASSISTENZA TECNICA..... CHISSA' SE MI PUO' AIUTARE..... VEDIAMO UN PO'... « immagine » Assistenza: "Sì, in cosa posso aiutarti?" Moni: "..dopo varie considerazioni, ho deciso di installare Love. Puoi aiutarmi nel processo?" Assistenza: "Sì, certo. S...
Post
07/07/2019 11:11:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment