Qualunque cosa io stia facendo, tu sei in ogni pensiero

02 dicembre 2017 ore 18:14 segnala
1f385f12-8069-4a45-a00e-50fe5c31946d
« immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine »
Post
02/12/2017 18:14:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    1

IL PESO DELLE LACRIME

27 novembre 2017 ore 22:17 segnala
Le ho piante io queste lacrime e io solo so quanto mi è costato fino ad oggi trattenerle.
Perchè il nodo alla gola cresce ogni giorno che si prova a reprimere un’emozione. E la rabbia aumenta ad ogni incomprensione.
Solo io so quanto mi è costato chiudere i sogni in una gabbia e fingere che questa fosse la vita che voglio.
Ligia al dovere e al ben pensare.
Solo io so il il peso della resa, la pressione del dovere, la precisione del gestire la routine di una famiglia, ancor prima di aver realizzato di essere una figlia.

Mia è questa schiena spaccata a mezzanotte, dopo una giornata di casa, lavoro, e lotta perenne contro il caos della vita, della gente, della casa, dei vestiti, delle carte, dei pensieri.
Mio questo corpo addormentato alla scrivania quando manca la forza di far due passi per andare a letto.

Le ho piante tutte queste lacrime oggi , perchè domani non dovrà che sembrare allergia questo aspetto.
Passerà anche questa notte, come queste lacrime, come questo dolore al petto, come questa difficoltà a respirare, tutto passa, anche la vita.
a8c66ef2-c0b4-4e27-8976-9723504b3e91
« immagine » Le ho piante io queste lacrime e io solo so quanto mi è costato fino ad oggi trattenerle. Perchè il nodo alla gola cresce ogni giorno che si prova a reprimere un’emozione. E la rabbia aumenta ad ogni incomprensione. Solo io so quanto mi è costato chiudere i sogni in una gabbia e fing...
Post
27/11/2017 22:17:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    3

IL SILENZIO VALE PIU' DI MILLE PAROLE

29 ottobre 2017 ore 17:19 segnala
1a454757-da6d-413f-b92c-91d7d04191e6
« immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine » « immagine »
Post
29/10/2017 17:19:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    3

HO VOGLIA DI CREDERE…

22 ottobre 2017 ore 22:17 segnala


Ho voglia di credere che una rosa con le sue spine
non debba mai arrivare a pungere il cuore,
che un sorriso che sorride stia sorridendo
che un abbraccio che abbraccia stia abbracciando
che un Ti voglio bene detto sia un VOLER BENE
che una carezza data sia una carezza
che la verità sia la verità
che amico mio voglia dire essere amici,
perché conosco il sapore di un sorriso bugiardo
di un abbraccio che sta pugnalando
di un Ti voglio bene che sta odiando
di una carezza sta colpendo
di una verità che mente
di un amico NEMICO.

Ma voglio ancora credere nella favola in cui
quando mi guardi e sorridi
mentre io ti sto guardando sorridendo
significa che possiamo fidarci
perché IO già mi sto fidando.
e193f76e-6fab-4f68-a283-f0ca403f2041
« immagine » Ho voglia di credere che una rosa con le sue spine non debba mai arrivare a pungere il cuore, che un sorriso che sorride stia sorridendo che un abbraccio che abbraccia stia abbracciando che un Ti voglio bene detto sia un VOLER BENE che una carezza data sia una carezza che la verità s...
Post
22/10/2017 22:17:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

DEDICATO A TUTTE LE DONNE

21 ottobre 2017 ore 20:24 segnala


Ci sono donne che camminano controvento da una vita...
Ci sono donne che hanno occhi profondi e sconosciuti come oceani...
Ci sono donne che cambiano pelle per amore...
Ci sono donne che donano il loro cuore, per poi ritrovarsi a raccattarne i cocci da sole...
Se ti fermi un istante le puoi sorprendere mentre lottano contro il proprio istinto. Ci sono donne che chiudono gli occhi ascoltando una musica lenta che rende ancora più salate le loro lacrime...
Ci sono donne che con orgoglio ma con il nodo in gola rinunciano alla felicità...
Se apri gli occhi un istante le puoi osservare mentre disseminano briciole di se stesse lungo il percorso e verso quel treno che le porterà via mentre urlano la loro rabbia contro vetri tremolanti di una casa diventata prigione , mentre sorridono di disperazione a chi le vorrebbe far tornare alla vita di sempre.
Ci sono donne che non si fermano davanti a nulla perché non troveranno mai la fine di quel filo.
Non fermare il cuore di una donna, niente vale di più...
Non far piangere una donna, ogni lacrima è un po' di lei stessa che se ne va.
Non farla aspettare da sola ed impaurita seduta sul confine della pazzia....
Con tutto te stesso stringila e proteggila e donale il più bel raggio di sole ogni giorno!
è speranza, è amore, è puro spirito, è vento, è la più bella stella di qualsiasi notte...


67f6ee57-08f8-489b-9224-02c79e5e42fb
« immagine » Ci sono donne che camminano controvento da una vita... Ci sono donne che hanno occhi profondi e sconosciuti come oceani... Ci sono donne che cambiano pelle per amore... Ci sono donne che donano il loro cuore, per poi ritrovarsi a raccattarne i cocci da sole... Se ti fermi un ista...
Post
21/10/2017 20:24:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Non c'è mai un tramonto uguale ad un altro.

04 ottobre 2017 ore 23:13 segnala


Non c'è mai un tramonto uguale ad un altro.
Provate ad osservare ogni sera il tramonto.
Cercate le sfumature quelle rosa perlacee
o quelle azzurre velate di bianco.
Guardate al vostro fianco
quanti colori esistano nell'etere
l'azzurro che si spande in mezzo al grande cielo
è l'ora del mistero.
Cercate quelle nuvole che fanno capolino
e gli sprazzi di viola che si allargano vicino
Il giallo tenue e allegro di un sole che un pò pigro
scende piano piano gettandosi nel mare.
Guardate la dolcezza di un attimo Divino
la luce che si spalma su per la collina
l grandi prati verdi che si vestano d'azzurro
e quelle strisce rosa che colorano ogni cosa.
Guardate la città con le sue strade dorate
e su in alto tra i tetti le mille luci ambrate.
Provate ad osservare ogni giorno dopo l'altro
ma non troverete mai un tramonto uguale ad un altro.
4d24cad3-df60-4bd6-89a4-c36dee71e249
« immagine » Non c'è mai un tramonto uguale ad un altro. Provate ad osservare ogni sera il tramonto. Cercate le sfumature quelle rosa perlacee o quelle azzurre velate di bianco. Guardate al vostro fianco quanti colori esistano nell'etere l'azzurro che si spande in mezzo al grande cielo è l'ora de...
Post
04/10/2017 23:13:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Autunno

21 settembre 2017 ore 22:22 segnala
Quando arriva l'autunno rifletto sempre un po' di più di quanto già non faccia solitamente, non posso farci niente se la mia mente se ne va libera a cercare risposte.
Con le prime piogge fredde e con l'aria pungente arrivano profumi tipici di questa stagione.
Qualcuno più di altri mi penetra dentro; qualcuno di quelli che fanno da cornice a ricordi sbiaditi di bambina. Già! Bambina.
Quando tutto aveva un'altro ritmo e si gustava meglio, anche l'odore delle stagioni! Ricordo l'odore delle caldarroste avvolte, bollenti, nel panno di cotone ruvido tessuto a telaio dalla bisnonna.
Quel profumo di bucce d'arancia scaldate sul bordo della vecchia stufa economica, che poi di economico ha solo che puoi cucinare nello stesso tempo che scaldi senza usare il gas, se hai abbastanza legna.
Ricordo il profumo di cera dei lumini nelle sere dedicate ai defunti in cui ci si riuniva per il "Rosario" in una cucina mai grande abbastanza per tutti i figli e nipoti e dove la matriarca dalla sua poltrona come una matrona salmodiava le preghiere con voce flebile.
Ricordo il profumo di legno raccolto nel cestone pronto per portare calore in notti dove il gelo si vedeva nel vetro offuscato di ...umidità.
Ci sono così tanti profumi nei cassetti della mia memoria che quasi stordisco per l'intensità con la quale li rivivo in questo ripresentarsi del tempo.
Ma poi... questi profumi... li ricordo per la loro persistenza, per il loro impregnarsi alla mia vita o solo perché mi ricordano persone che la vita me l'hanno insegnata?
Io a volte mi rispondo che in fondo sono così freschi al mio naso perché sono l'abbraccio dei miei cari da lontano...
sono l'abbraccio che la mia anima concede a se stessa quando si sente sola.
4e287ab3-6831-4069-99b7-17f331218758
« immagine » Quando arriva l'autunno rifletto sempre un po' di più di quanto già non faccia solitamente, non posso farci niente se la mia mente se ne va libera a cercare risposte. Con le prime piogge fredde e con l'aria pungente arrivano profumi tipici di questa stagione. Qualcuno più di altri mi...
Post
21/09/2017 22:22:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    2

VORREI .......

17 settembre 2017 ore 16:19 segnala


Come il mare che attraversa periodi di secche, di calma e di tempesta...
così io attraverso periodi in cui in me scorrono onde di varia natura ed entità... mi lascio impaurire dalla tempesta e impietosire dalla secca, la calma genera in me pensieri intellettuali, perché mi fa spingere al mio interno per interrogare la mia intimità... e, vorrei...

vorrei per un po' lasciare il compito al caso...
vorrei per un po' non doverci più pensare...
vorrei per un po' veder correre altri viandanti...
vorrei per un po' non dovermi preoccupare...
vorrei per un po' alleggerire le tensioni...
vorrei per un po' socchiudere gli occhi e restare ad osservare...
vorrei per un po' lasciar scorrere...
vorrei per un po'...
Ma non ne sono capace e mi invento fantasmi per potermi spaventare,
mi invento mostri per poter scappare...
mi spaventano tante cose e mi attirano tante altre, ho desideri di varia natura e timori di altrettanta varietà...
Eppure se mi chiedo cosa domina dentro di me, mi rendo conto di non saper rispondere… e proprio perché non so trovar risposta che amo guardare le onde infrangersi e così spesso ne rimango invaghita… riconosco l'armonia generale e allora sospiro e volto la pagina mettendo prima il punto, in fondo non è così difficile...
a9bf35f6-90ef-40cd-bcf7-25001b983bc7
« immagine » Come il mare che attraversa periodi di secche, di calma e di tempesta... così io attraverso periodi in cui in me scorrono onde di varia natura ed entità... mi lascio impaurire dalla tempesta e impietosire dalla secca, la calma genera in me pensieri intellettuali, perché mi fa spinge...
Post
17/09/2017 16:19:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment

Donna......

13 settembre 2017 ore 01:48 segnala

Quando Dio creò la donna era già al suo sesto giorno di lavoro facendo pure gli straordinari.
Apparve un angelo e gli chiese: `Come mai ci metti tanto tempo con questa?`

E il Signore rispose: `Hai visto il mio progetto per lei?
Deve: essere completamente lavabile, però non deve essere di plastica;
avere più di 200 parti muovibili, tutte sostituibili ed essere capace di funzionare con una dieta di qualsiasi cosa avanzi;
avere un grembo che possa accogliere 4 bimbi contemporaneamente;
avere un bacio che possa curare da un ginocchio sbucciato a un cuore spezzato...
e lo farà tutto con solamente due mani.`

L`angelo si meravigliò dei requisiti:
`Solamente due mani!... Impossibile! E questo è solamente il modello base? E` troppo lavoro per un giorno... aspetta fino a domani per terminarla`

Non lo farò` protestò il Signore `Sono tanto vicino a terminare questa creazione che ci sto mettendo tutto il mio cuore...
Ella si cura da sola quando è ammalata e può lavorare 18 ore al giorno`

L`angelo si avvicinò di più e toccò la donna: `Però l`hai fatta così delicata, Signore`
`E` delicata` ribattè Dio, `però l`ho fatta anche robusta. Non hai idea di quello che è capace di sopportare o ottenere`
`Sarà capace di pensare?` chiese l`angelo.
Dio rispose: `Non solo sarà capace di pensare, ma pure di ragionare e di trattare`

L`angelo allora notò qualcosa e, allungando la mano, toccò la guancia della donna...
`Signore, pare che questo modello abbia una perdita...`
`Ti avevo detto che stavo cercando di mettere in lei moltissime cose...
non c`è nessuna perdita: è una lacrima!` lo corresse il Signore
`A cosa serve una lacrima?` chiese l`angelo.
E Dio disse: `Le lacrime sono il suo modo di esprimere la sua gioia, la sua pena, il suo disinganno, il suo amore, la sua solitudine, la sua sofferenza e il suo orgoglio`
Ciò impressionò molto l`angelo: `Sei un genio, Signore, hai pensato a tutto:
la donna è proprio meravigliosa`
`Lo è! Le donne hanno delle energie che meravigliano gli uomini.
Affrontano difficoltà, reggono gravi pesi, però hanno felicità, amore e gioia.
Sorridono quando vorrebbero gridare, cantano quando vorrebbero piangere, piangono quando sono felici e ridono quando sono nervose.
Lottano per ciò in cui credono, si ribellano all’ingiustizia.
Non accettano un “no” per risposta quando credono che ci sia una soluzione migliore. Si privano per mantenere in piedi la famiglia.
Vanno dal medico con un’amica timorosa. Amano incondizionatamente.
Piangono quando i loro figli hanno successo e si rallegrano per le fortune dei loro amici.
Il loro cuore si spezza per la perdita di una persona cara… ma sano essere forti quando pensano di non avere più energie.
Sanno che un bacio e un abbraccio possono aiutare a curare un cuore spezzato.
Ma nella donna vi è un difetto: Si dimentica quanto vale!’

(dal web)
44a8b15f-9c79-4f54-bf05-e2a0be978853
« immagine » Quando Dio creò la donna era già al suo sesto giorno di lavoro facendo pure gli straordinari. Apparve un angelo e gli chiese: `Come mai ci metti tanto tempo con questa?` E il Signore rispose: `Hai visto il mio progetto per lei? Deve: essere completamente lavabile, però non deve es...
Post
13/09/2017 01:48:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    3