Contraddizioni

27 gennaio 2018 ore 07:57 segnala


Prima volevo “tutto”. Tutto il bene.
Tutto l’amore. Tutta la gioia…
Ora so che non è possibile.
Che nessuno ha “tutto”.
E che forse è meglio così.
Perché se si avesse “tutto” non si desidererebbe più niente…
E poi nel “tutto” c’è anche il l’abisso del dolore e della cattiveria…
Prima non sopportavo le contraddizioni.
“Tutto” doveva essere coerente.
Anche se poi mi perdevo per strada pezzi interi dell’esistenza.
Perché non riuscivo a capire che si può amare e odiare al tempo stesso.
Volere una cosa e non volerla.
L’ambiguità e le sfumature…
Oggi vivo tutto in modo ambivalente.
Oggi sono io stessa una “contraddizione”.
Impastata di dolcezza e di rabbia.
Di comprensione e di intolleranza.
E allora mi accade anche di passare in pochi minuti dal pianto alle risate.
E anche se Jacques mi guarda perplesso e non capisce proprio come sia possibile che una cosa possa al tempo stesso intenerirmi e farmi arrabbiare, ho deciso che non importa.
È così. Da quando ho smesso di volere “tutto”, quel “tutto” riappare…
Uno dei tanti paradossi della vita.
Anche lei piena di contraddizioni.
Talvolta bella e brutta al tempo stesso.
A seconda di come la si guarda…
e di chi ci è vicino…
e delle sue parole…
e dei suoi silenzi…
406644b4-f264-45dd-82eb-73aed5af086a
« immagine » Prima volevo “tutto”. Tutto il bene. Tutto l’amore. Tutta la gioia… Ora so che non è possibile. Che nessuno ha “tutto”. E che forse è meglio così. Perché se si avesse “tutto” non si desidererebbe più niente… E poi nel “tutto” c’è anche il l’abisso del dolore e della cattiveria...
Post
27/01/2018 07:57:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.