Mi sono presa il mio tempo per pensare un po'....-fine-

22 agosto 2019 ore 22:33 segnala


Ma ora che ne sappiamo della vita?

Noi, Social dipendenti, non vediamo l'ora di pubblicare una storia, una foto, non per noi, ma perché gli altri possano vederla, perché possano pensare qualcosa di bello di noi?
Dove è finita la vecchia vita?
Dove è finito l'incontrarsi per strada e sorridersi o insultarsi perché non si andava a genio?
Ora tutto il mondo gira attorno ai social, ed è da dire si, senza alcuna paura,
quanti sono morti per colpa dei social?
Quanti hanno avuto problemi dovuti ai social?
Tanti, forse troppi, perché oggi il mondo è così, si preferisce un messaggio ad un sorriso,
ad un abbraccio in spiaggia, ad un bacio sotto la pioggia, ad una carezza sul viso dentro un auto, che fine hanno fatto queste cose?
Noi non lo sappiamo perché noi le abbiamo cancellate, le abbiamo cancellate con gli smartphone, con i laptop, con gli ipad, ed ecco ora che siamo tutti morti dentro pensiamo che mettendo la foto di un cuore siamo brave persone.


Ma non è realmente così.
Tornando a noi mi sono chiesta perché tutto questo, perchè questa condanna?
Perché noi lo abbiamo voluto, perché cambiamo così in fretta, tanto involontariamente,
che nemmeno ce ne accorgiamo, e quante parole dette o scritte hanno frantumato un cuore?
E per noi era tutto così normale, ma si infondo, a noi che importa?
Abbiamo gli smartphone, sostituiamo le persone con foto profilo, ci innamoriamo di stati depressi o troppo felici.
Ed ora fermatevi per un attimo, chiudete gli occhi, forzate un sorriso, pensate a ciò che volete davvero, aprite gli occhi, respirate forte, alzatevi da dovunque siete seduti, prendete in mano la vostra vita e pensate se è il caso di dire basta alle idiozie, alle falsità, ai cambiamenti,
siate voi stessi per una volta, se non volete farlo per voi, fatelo per chi vi vuole bene, per chi dice di aver bisogno di voi.
Smettetela di rispondere agli sms con gli smile, se proprio volete usare quell'arma mortale che avete nelle mani, portate il dito sul tasto verde,
cercate quel maledetto numero e fate una chiamata, e se avete il coraggio, dite a voce ciò che dovete dire, poi mollate lo smartphone,
salite in auto accendetela e andate da chi vi sta davvero aspettando, fate qualcosa di buono, per una fottuta volta.
Ora pensate se per un attimo foste voi nei panni di chi avete deluso, per quello che mi riguarda potete mettervi in ginocchio e pregare il vostro Dio fino alla nausea
che le cose non cambieranno affatto, perché non è il vostro Dio che deve cambiare le cose, siete voi, ficcatevelo in testa.
Prendetevi un attimo per pensare prima di agire, fa solo bene, ma non scordate una cosa, quell'attimo, non prendetevelo mai prima di dare un bacio, no,
perché quello si da senza pensarci, solo l'istinto può deciderlo.
Adesso, che avete letto tutto, prendetevi vi prego un secondo, chiudete gli occhi, mettete le cuffie nelle orecchie, impostate la vostra canzone preferita e pensate cosa davvero vi serve per vivere bene, per sorridere e regalare sorrisi, perché alla fine nella vita,
questa è la cosa più importante, ma credo lo sappiate già, quindi pensateci e basta, ponetevi tante domande e se le risposte non ci sono, non smettete di cercarle, e per qualunque cosa,
non perdete la speranza, perché senza di questa, noi non siamo assolutamente niente.
Fate ciò che sentite di fare, nel rispetto degli altri, sempre, non cambiate voi, cercate di cambiare il mondo, ne ha veramente bisogno.
c4168045-6a39-4f75-82cb-32e8cc9ce3b2
« immagine » Ma ora che ne sappiamo della vita? Noi, Social dipendenti, non vediamo l'ora di pubblicare una storia, una foto, non per noi, ma perché gli altri possano vederla, perché possano pensare qualcosa di bello di noi? Dove è finita la vecchia vita? Dove è finito l'incontrarsi per strada...
Post
22/08/2019 22:33:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11

Commenti

  1. LYsander48 23 agosto 2019 ore 23:31
    :rosa
  2. Sally.1957 25 agosto 2019 ore 09:48
    che dire nulla se non solo fermarsi leggere e riflettere.vero oggi tante parole parole ma senza fatti.la vita è ben altro molto ben altro.brava bellissimo post :rosa
  3. Under.AbloodRedSky 27 agosto 2019 ore 15:33
    Bah, non dico che Tu abbia torto, la vita dovrebbe comprendere un sacco di altre cose oltre ai social, vero, che a volte diventano droga. Eppure per noi tutti questo mondo ha rappresentato lo scoglio a cui aggrapparsi quando il mare era in tempesta, la fondamentale valvola di sfogo. Hai ragione quando dici di "prendere l'auto ed andare incontro a chi vuoi bene", solo che a volte, credimi, quella persona semplicemente non c'è. E allora, siano benedette le cose che ti fan sentire meno solo, anche se poi lo sei...... Non sono gli smartphone il demonio, ma l'uso che se ne può fare....... Non uccide la pistola, ma il dito he preme il grilletto

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.