PER CHI MUORE DI SOLITUDINE

31 gennaio 2016 ore 08:58 segnala
Per chi muore di solitudine...
Pensiamo che essere adulti significhi essere indipendenti e non aver bisogno di nessuno. Ecco perché stiamo tutti morendo di solitudine.
Leo Buscaglia

..................

Ieri sera mi è capitato di leggere questa frase mentre cercavo delle immagini per pubblicarle nel Blog mi rendevo conto di quanto sia vera, inutile dirvi che per farci un Blog oggi significa che ci ho rimuginato tutta la notte, sapete ?
Sono fatta così a volte leggo qualcosa che mi colpisce e mi resta, per tutta la vita.

Noi siamo sempre così indaffarati dalle nostre cose e indifferenti agli altri, diversamente dai bambini che sono l'apoteosi della dipendenza da qualcuno (non potrebbero vivere da soli), noi spesso viviamo nell'orgoglio e pensiamo che quello che abbiamo è tutto merito nostro e ci fa' disprezzare gli altri e DIO il risultato è la solitudine e quello che ne consegue.

La cosa triste è che poi nella solitudine spesso dovuta ai nostri errori andiamo a fidarci di gente che poi si rivelano lupi travestiti da agnelli facendoci ancora più male, e soffrendo ancora di più.

Questo accade specialmente nei social network dove si ha la tendenza a fidarsi e "innamorarsi" degli altri ritenuti sempre per qualche "arcana ragione" migliori rispetto alla gente che ci circonda e trovandosi spesso in situazioni di cui spesso si ci pente.

Il guadagno non è molto se ci pensate, qualche sogno o illusione, qualche bella parola magari prestampata e un senso di compagnia in cambio di una vita reale che spesso se ne va' in malora.

A volte si ci rende conto e si ha bisogno di una disintossicazione e ci si allontana dai social, ma spesso il mondo reale è talmente "cattivo" che si ritorna in chatta come un drogato in crisi d'astinenza : "Un altro pò di amore sintetico vi prego !! ancora un altro pò"

Si ci sente indipendenti, orgogliosi, e si vuol stare soli a patto di piangere la solitudine, si ha la pessima abitudine di trattare male chi ci sta' vicino e pensare che chi ci sta' lontano siano angeli caduti dal cielo.

Si resta soli e da soli si combinano tanti guai !

Impariamo a non essere mai soli, confidare in DIO, confidare nella comunione dei santi, e ascoltare di più la parola di DIO che ci ammonisce:

"Maledetto l'uomo che confida nell'uomo, che pone nella carne il suo sostegno e il cui cuore si allontana dal Signore. Egli sarà come un tamerisco nella steppa, quando viene il bene non lo vede; dimorerà in luoghi aridi nel deserto, in una terra di salsedine, dove nessuno può vivere. La fede è innanzi tutto una adesione personale dell'uomo a Dio; al tempo stesso ed inseparabilmente, è l'assenso libero a tutta la verità che Dio ha rivelato. In quanto adesione personale a Dio e assenso alla verità da Lui rivelata, la fede cristiana differisce dalla fede in una persona umana. È bene e giusto affidarsi completamente a Dio e credere assolutamente a ciò che Egli dice. Sarebbe vano e fallace riporre una simile fede in una creatura."


(Ger 17,5-6; Sal 40,5; 146,3-4)

7b186368-dd9f-434c-9816-186dc2f1db14
Per chi muore di solitudine... Pensiamo che essere adulti significhi essere indipendenti e non aver bisogno di nessuno. Ecco perché stiamo tutti morendo di solitudine. Leo Buscaglia .................. « immagine » Ieri sera mi è capitato di leggere questa frase mentre cercavo delle immagini per ...
Post
31/01/2016 08:58:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.