Amor amore

29 ottobre 2012 ore 12:21 segnala

"Amor amore,
veleno e antìdoto
iniettati a tradimento
nelle natiche del cuore"
8492444a-17b0-45a2-a10a-a9db7a019d2b
« immagine » "Amor amore, veleno e antìdoto iniettati a tradimento nelle natiche del cuore"
Post
29/10/2012 12:21:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    17

Commenti

  1. Edelvais63 29 ottobre 2012 ore 13:03
    Il cuore con le natiche,mi fa morire.. ;-) .Sul veleno,passi..ma qual'è l'antidoto?Occorrerebbe,averlo sempre,a portata di mano... :rosa Ros..
  2. dealma 29 ottobre 2012 ore 13:11
    ah, sei così ROMANTICO!!!! :cuore :dottore
  3. A.phorism 29 ottobre 2012 ore 14:43
    Sardonica dealma...volendo, avrei potuto abbassare ancor più il livello di romanticità e scrivere un pacchiano "chiappe" :-p ;-)
    @Edelvais...la risposta sta tutta in quella congiunzione: "e".
  4. napoletana.io 29 ottobre 2012 ore 16:13
    Ah l'amore l'amore ...fa gioire e fa soffrire!!
    Buon pomeriggio a te !!!
  5. Tosca.1960 29 ottobre 2012 ore 16:53
    L'amore che bella questa anologia con le natiche del cuore :-) cmq l'amore un sentimento che dà incipit a tutte le forme dell'animo umano.Felice inizio settimana Tosca :rosa
  6. A.phorism 29 ottobre 2012 ore 17:33
    @napoletana...ah l'amour l'amour...buona serata a te!
    @Tosca..."anologia"??....lapsus freudiano??
  7. malenaRM 29 ottobre 2012 ore 18:01
    Sì. Direi che la figura dell'infermiera diventa determinante:-))
  8. MorganaMagoo 29 ottobre 2012 ore 18:51
    amoreinomane? :-)
  9. A.phorism 29 ottobre 2012 ore 19:39
    @malena...determinante e inconfessabile.
    @morgana...ex, ora disintossicato.
  10. dealma 29 ottobre 2012 ore 21:16
    Amore, parola magica, parola che in sé racchiude il senso di una vita, parola che fa rima con cuore, con fiore e con tumore... :sbong che ci sia un nesso?
    ;-) :-)))
  11. idiosyncrasy 29 ottobre 2012 ore 23:04
    fantastico! con pochi versi hai descritto cosa subisce il cuore tra odio e amore.
    :rosa
  12. A.phorism 29 ottobre 2012 ore 23:41
    @dealma...al posto del fiore prova con il cavolfiore.. ;-)
    @idio...pochi e lapidari (versi). :flower
  13. dealma 29 ottobre 2012 ore 23:46
    è nota da secoli le proprietà dei cavoli, capaci anche di curare il tumore. Per l'amore però non so :-)))
  14. astilelibero 30 ottobre 2012 ore 05:17
    ...quoto..
    buona giornata ;-)
  15. MostraMostruosa 30 ottobre 2012 ore 08:23
    dico sempre che l'amore è l'unico reale motivo per cui siamo a questo mondo.
    amore per se stessi per gli altri per la natura...
    auguro a tutti di vivere nell'amore
    un caro saluto al padrone di casa
  16. A.phorism 30 ottobre 2012 ore 11:24
    @dealma...funziona solo come deterrente copulatorio se ti avvali dei ben noti effluvi sulfurei emanati durante la cottura
    @astilelibero...buona e quotata giornata a te! ;-)
    @Mostra...un ecumenico benvenuto nella mia umile dimora della parola. :ciao
  17. dealma 30 ottobre 2012 ore 13:10
    ebbravoooo! proprio a quello pensavo: agli effluvi sulfurei! Cura pure quello, allora. :bataboing
  18. salyma 30 ottobre 2012 ore 18:06
    Rifiuterei categoricamente l'antidoto, preferisco il veleno, si proprio quel tipo di veleno lì !!! e iniettato con dolcezza, ho il cuore delicato io :-)))
    Buona serata :rosa
  19. VioladelCasale 30 ottobre 2012 ore 22:13
    Le natiche del cuore: nessuna immagine, prima d'ora, m'era parsa tanto poetica ed anti-poetica contemporaneamente. E certo l'ago che inietta il veleno-contravveleno intontisce quel povero cuore che lo accoglie. O lo rende estatico?
    Chissà...
  20. A.phorism 30 ottobre 2012 ore 22:51
    Mi chiedo piuttosto se la caratura del connubio tra veleno, avvelenatori e avvelenati è rimasta immutata nel tempo... :-(
  21. VioladelCasale 30 ottobre 2012 ore 22:55
    Non per tutti. Per alcuni soltanto: i più fortunati!
  22. dealma 30 ottobre 2012 ore 22:55
    la letteratura parrebbe confermare un immutato peso dei diversi attori nello spettacolo chiamato amore.
  23. A.phorism 30 ottobre 2012 ore 23:06
    La vita reale parrebbe confermare un mutato peso delle tossine venefiche grazie all'incremento del senso di solitudine dei diversi attori.
  24. dealma 30 ottobre 2012 ore 23:10
    la nostra vita reale è l'unica realtà che possiamo esperire. Ma pure in passato, mi pare, si cantasse dell'amor ch'a null'amato amar perdona, e dei danni che esso procura.
  25. salyma 01 novembre 2012 ore 11:29
    Buon 1° Novembre :rosa
  26. A.phorism 01 novembre 2012 ore 11:47
    ...anche discreto andrebbe bene.
    Ti ringrazio salyma, trascorrilo decentemente anche tu :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.