COME UN GABBIANO

14 gennaio 2010 ore 14:31 segnala
Orchestrando i miei voli pindarici con infinite e pericolose planate, mi fermo insoddisfatta, rotolando istericamente... sorrido come un gabbiano impazzito per il dolore all'ala spezzata, atterro su una pista semireale... anche questa notte, non posso che augurarmi un sonno sereno, un sentito abbraccio narcotico! Alle volte, č difficile ricordare di amarsi...


                                                                            :mail
11364842
Orchestrando i miei voli pindarici con infinite e pericolose planate, mi fermo insoddisfatta, rotolando istericamente... sorrido come un gabbiano impazzito per il dolore all'ala spezzata, atterro su una pista semireale... anche questa notte, non posso che augurarmi un sonno sereno, un sentito...
Post
14/01/2010 14:31:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.