Ma che strani cristiani siamo noi......

15 aprile 2014 ore 02:10 segnala
Ma che strani cristiani siamo noi...pronti ad infrangere una regola o a non osservare un comandamento, saltare la Messa x un week end cogli amici...ma a Pasqua tutti ligi alla tradizione, mangiare l'agnello e il capretto. Ah, questo sì è essere veramente dei bravi cristiani....ipocriti, siamo solo degli ipocriti! Della tradizione non ci importa nulla, della simbologia nemmeno, è solo la gola che vince su tutto! Diciamocelo francamente, ci spiace x il povero agnellino o capretto ma sono buoni, non sappiamo rinunciarci....Che importa se soffrono, piangono, muoiono orrendamente, pochi minuti di ingordigia sono più importanti, e già! Cristiani senza 00, solo quando gli fa comodo. Ecco a cosa porta la vostra finta "cristianità":
"Appesi e sgozzati ancora coscienti»«Appesi e sgozzati ancora coscienti"

http://www.corriere.it/animali/14_aprile_12/macellazione-choc-capretti-appesi-sgozzati-ancora-coscienti-1ff6d624-c21a-11e3-b583-724047d41596.shtml
Gli agnelli vengono appesi per una zampa sui nastri trasportatori, in una raccapricciante posizione innaturale e viene tagliata loro la gola e si attende che muoiano dissanguati mentre sono tenuti a testa in giù per permettere al sangue di defluire all’esterno del corpo, con l’animale che, in assenza di stordimento, si contorce e lancia grida acutissime.
Il genocidio degli agnelli
Il 60% degli ovini macellati in Italia, vengono uccisi nel periodo di Pasqua. Quello che viene taciuto è che per gli agnellini non c’è pietà. In Italia vengono macellati circa 3 milioni e mezzo di agnelli. Ma quello che fa indignare è il trattamento riservato alla loro seppur breve vita: non è permesso loro di brucare erba per far mantenere la carne più buona, e per questo sono tenuti rinchiusi.
Nel periodo pasquale il carico di lavoro per le catene di montaggio dei macelli è talmente alto che può capitare che si salti il processo di stordimento degli animali, obbligatorio per legge: in questo modo gli agnelli si rendono conto di tutto quello che accade loro, dai rumori dei macchinari ai lamenti strazianti dei loro simili in fin di vita.
NON ESISTE NESSUNA RAGIONE ACCETTABILE PER QUESTO
ASSURDO MASSACRO!!!

CHE SIATE CREDENTI O NO NON HA IMPORTANZA.....
L' UNICA VERITA' ASSOLUTA E' CHE TOGLIERE LA VITA AD UN ALTRO ESSERE VIVENTE E' UN ATTO IMPERDONABILE
DAL QUALE NON C' E' RITORNO....

E' L' ATTO PIU' GRAVE CHE SI POSSA COMPIERE NELLA PROPRIA ESISTENZA.....SOPRATTUTTO QUANDO E' CONSAPEVOLE E
NON NECESSARIO!!!

PENSATECI.....NON E' MAI TROPPO TARDI!

0f39540a-7a17-4707-bfae-0e53d074f653
Ma che strani cristiani siamo noi...pronti ad infrangere una regola o a non osservare un comandamento, saltare la Messa x un week end cogli amici...ma a Pasqua tutti ligi alla tradizione, mangiare l'agnello e il capretto. Ah, questo sì è essere veramente dei bravi cristiani....ipocriti, siamo solo...
Post
15/04/2014 02:10:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. MorganaMagoo 15 aprile 2014 ore 11:27
    ma quali cristiani? cristiani ignoranti. almeno leggessero bene tutti i passi del profeta Isaia contro l'uccisione degli animali. Ignoranti e ipocriti. Ogni anno si abbassa la mattanza, di poco ma si abbassa. Il mio sogno è che ognuno diventi consapevole e sensibile alla sofferenza di OGNI essere vivente. Non ci sono più scuse, solo ignoranza e cattiveria. ciao Bianca
  2. AbbaZuzzu09 15 aprile 2014 ore 11:50
    Cara MorganaMagoo, è quello che mi auspico anch'io, il Signore ha detto di proteggere l'agnello, non di mangiarlo! (Isaia)

  3. serenella21 19 aprile 2014 ore 16:24
    cristiani senza mea culpa
    mangiare carne di latte soltanto x una
    stupida tradizione..
    ki davvero è con dio
    non contribuisce al massacro di poveri cuccioli innocenti
    odio ki mangia l'agnello x pasqua
    buona pasqua zietta un forte:staff
  4. omero14 04 luglio 2014 ore 20:36

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.