Non macchiarti del suo sangue

20 marzo 2013 ore 10:28 segnala


Invito gli Amici a scrivere al papa in vista della prossima Pasqua con la speranza che possa recepire benevolmente la nostra richiesta di porre fine al massacro di Animali, creature innocenti ed indifese. Grazie per l’attenzione.
Federico

LA LETTERA

Papa Francesco,
a breve ci sarà il solito festeggiamento cristiano della 'Pasqua di Resurrezione'. Su questo evento, di cui i Cristiani - diretti destinatari - hanno sempre dimostrato nel tempo di non aver compreso il profondo significato (né le Chiese - cattolica e protestante – si sono preoccupate di farlo comprendere), desidero invocare una Sua particolare attenzione, tendente a richiamare alla mente dei Cristiani che il rispetto per la VITA non può e non deve essere indirizzato solo ed esclusivamente a quella umana, ma anche a quella degli 'altri Animali' (per intendersi: degli Animali-non-umani), il cui naturale diritto alla vita è eticamente inviolabile. Se la 'santa' Pasqua - come d'altronde il 'santo' Natale - continua ad essere vissuta come una squallida occasione per i Cristiani di rimpinzare la propria pancia a spese della VITA degli 'altri Animali', assassinati con orrore e senza pietà, allora io ho il diritto di ribadire che il presunto senso della loro religione continua a sfuggire alla loro comprensione e - più gravemente - a coloro che di codesto senso dovrebbero farsi i diretti interpreti: le gerarchie ecclesiastiche. Non è assolutamente lecito né onesto celebrare un avvenimento - definito d'Amore - come la Resurrezione del Cristo, con un ignobile e violento olocausto di 'altri Animali', creature senzienti, innocenti ed indifese. E’ pensabile che il Nazareno – verso cui nutro profondo rispetto - possa condividere questa ormai lunga e triste pratica d'ingiustizia e di viltà? Chi lo crede evidentemente altro non fa che disonorare il Cristo, il significato del suo profondo messaggio, la VITA e la civiltà. Giova avvertire che chi scrive ha smesso tanto tempo fa di essere cristiano, né aderisce ad altre religioni, pur non essendo ateo (nei confronti degli Atei nutro un profondo rispetto). Sarebbe, in definitiva, auspicabile che coloro i quali – e sono tanti - amano 'riempirsi la bocca' del sano messaggio in difesa della vita umana, si assumessero la piena responsabilità etica di parlare, senza discriminazione alcuna e per ovvî motivi di giustizia, in difesa della VITA in generale, quindi anche di quella degli 'altri Animali'. I Cristiani più attenti ed informati provano, senza riuscirci, a giustificare i loro atteggiamenti prevaricatori nei confronti degli 'altri Animali', adducendo la falsa motivazione che il loro Dio – quello biblico - ha conferito all'Animale-uomo un potere assoluto sugli 'altri Animali', con la conseguente facoltà di potersene servire, anche uccidendoli. A questa opportunistica spiegazione – per nulla etica - si può rispondere nell'unico modo possibile, secondo il quale un Dio d'Amore non può essere tale se ammette la supremazia di una sola creatura su tutte le altre creature, con la ignobile conseguenza che tutte le altre creature siano vittime di una sola creatura, per la quale essi avrebbero l'obbligo – non naturale, ma sancito da un volere divino - di soffrire e di morire per il suo sordido tornaconto e compiacimento. Gesù di Nazareth ha trasmesso due precetti di eccezionale importanza: Amare (tutte le creature) e Perdonare. In una sola parola: Carità! Una parola questa – ma anche un intenso modo di essere - molto vaga purtroppo per un Cristiano, che mai l'ha veramente compresa né applicata – a parte le debite eccezioni. Nel giorno della 'Pasqua di Resurrezione', a differenza della moltitudine di Cristiani che festeggiano con lauti pranzi, chi scrive digiuna e lo fa già da diversi anni anche in occasione del Natale. Questo allo scopo di volere simbolicamente protestare contro l'efferata cultura di assassinio degli 'altri Animali' per l'innaturale appagamento della pancia del Cristiano, inconsapevole del vero messaggio pasquale. E vorrei che questo mio gesto di rinuncia fosse imitato da tante, anzi tantissime, persone cristiane e non cristiane in segno di manifesta solidarietà nei confronti di creature del vero Dio, incapaci di opporre una legittima resistenza alla soppressione della loro VITA. Chissà se quel Gesù di Nazareth, resuscitando, non vorrà compiacersi di strizzare l'occhio a codeste persone di buona volontà! Spero tanto che questa lettera Le possa giungere. In tal caso, La ringrazio per l'attenzione e La saluto molto cordialmente.

Federico Bartolozzi

http://www.facebook.com/notes/federico-bartolozzi/lettera-al-papa-pasqua-di-resurrezione-una-festa-per-i-cristiani-una-tragedia-pe/10151302798311086


511bf34e-927a-4f8d-83d1-e0ee3d397360
« immagine » Invito gli Amici a scrivere al papa in vista della prossima Pasqua con la speranza che possa recepire benevolmente la nostra richiesta di porre fine al massacro di Animali, creature innocenti ed indifese. Grazie per l’attenzione. Federico LA LETTERA Papa Francesco, a breve ci sar...
Post
20/03/2013 10:28:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Commenti

  1. serenella21 21 marzo 2013 ore 22:15
    io mm mangio e mai mangero' carne
    di agnello ne di coniglio ne di pollo ecc
    mi fa skifo la carne di cadaveri
    preferisco una bella pizza
    spero ke la gente capisca ke la pasqua è la festa della vita
    e nn il massacro degli innocenti di poveri agnellini
    ke come i bambini nn kiedono altro di crescere e vivere
    ciao zietta:bacio
  2. AbbaZuzzu09 22 marzo 2013 ore 15:13
  3. serenella21 23 marzo 2013 ore 22:29
    buona domenica delle palme
    speriamo ke sia davvero una pasqua senza sangue innocente
    ciao zietta bella:bacio
  4. AbbaZuzzu09 23 marzo 2013 ore 23:11
    Anche se poche, ci sono anche delle belle notizie, tesò :-)

  5. serenella21 23 marzo 2013 ore 23:13
    qualcuno s'e mosso alla pieta'
    speriamo bene
    so contenta :clap
  6. AbbaZuzzu09 27 marzo 2013 ore 08:58
  7. iopensierino50 29 marzo 2013 ore 13:19

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.