WOLF - SPEED ON

15 marzo 2019 ore 05:16 segnala









lei glielo aveva detto. lo aveva avvertito carezzando il vetusto albero con

tenerezza, voltò lo sguardo e fissando intensamente negli occhi l'uomo,

disse lui

"questo albero è sacro. appartiene ad un morto. non dovrai ferirlo, non potrai

profanarlo perché ha la magia . perché è vivo, sta di guardia al cimitero degli

animali"

lui, sentendo quelle parole dette con tono serio e profondo, sorrise fra se ,

pensò a sciocca superstizione, se ne fece beffe e agì secondo invidia, troppa era

la bellezza di quell'alto fusto, imponenti i nodosi rami, vivida la linfa che

scorreva elettrica sotto la corteccia scura, brillante e generoso il frascame, non

poteva non ammirarlo -

ma non gli

apparteneva.

profanò. tagliò. ferì.

lei lo vide, vide il sangue scorrere dalle

ferite inferte dall'ascia sulla nobile, antica creatura. lo abbracciò e

il suo

cuore pianse, pianse per lo scempio, per le ferite subite e disse all'uomo. hai

profanato e ti avevo detto di non farlo, hai ferito e sapevi di non poterlo fare,

ha mancato di rispetto ed ora la sua magia ti ripagherà . il giorno dopo sciagura

lo colpì. andò dalla donna. raccontò lei di quanto accaduto alla sua famiglia,

forse cercando perdono, forse sperando di poter rimediare, ma l'albero era stato

ferito e ci sarebbe voluto tanto tempo per guarire. non era dell'albero il perdono,

non era della sua custode il perdono. ora aveva capito, ora quell'uomo stupido

aveva imparato .

così fu. SM


































1a78f8ff-fdb4-4588-aac4-3da7ee412726
« immagine » « immagine » « immagine » lei glielo aveva detto. lo aveva avvertito carezzando il vetusto albero con tenerezza, voltò lo sguardo e fissando intensamente negli occhi l'uomo, disse lui "questo albero è sacro. appartiene ad un morto. non dovrai ferirlo, non potrai profa...
Post
15/03/2019 05:16:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.