IN TEMPI ANDATI.. 8/03/2018 (17.41)

08 marzo 2018 ore 17:57 segnala
Quel muro d’inverno,
mi separava dalla tua voce..
impedendomi di afferrarti
in quel buio crepuscolo vorticoso.
Non le luci delle strade,
non i profumi nei vicoli
o i sorrisi della gente che sciama per le vie..
solo un vacuo, inerte rimbombo..
la lama affilata della sera.
Non mi parlava certo di vecchie memorie liete.
E non mi prometteva un domani di gioia.
Ululava il delirio della perdita.
Ci sono cose che devono accadere,
ma squarciano l’anima in pezzi.
La sradicano come alberi
Azzannati dai denti del vento..
Ogni cosa ha un prezzo da pagare.
Un minimo di dannazione eterna.
Ho recriminato tante volte.
Ho cercato di capire i miei errori.
O i tuoi. Le reciproche mancanze.
Ma era solo la solitudine di isole
Che non possono comunicare.
Lo spirito di tempi carichi di vuoto..
Niente da capire.
Da spiegare.
Nessuna inutile lacrima da versare.
Solo stillicidi di rassegnazione.
Andò bene così.
Senza quella separazione assurda,
avremmo vissuto futuri insensati.
Ci saremmo uccisi a vicenda,
anche senza mai sfiorarci.
Cosa volesse dire quel tempo cupo l’ho ben capito ora.
E sebbene ancora oggi
Le mie ferite sanguinino
Così doveva andare…

b2f31e56-dd79-4f1a-b05c-5862ac167931
Quel muro d’inverno, mi separava dalla tua voce.. impedendomi di afferrarti in quel buio crepuscolo vorticoso. Non le luci delle strade, non i profumi nei vicoli o i sorrisi della gente che sciama per le vie.. solo un vacuo, inerte rimbombo.. la lama affilata della sera. Non mi parlava certo di...
Post
08/03/2018 17:57:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.