impotenza

30 dicembre 2014 ore 11:58 segnala


Io ti sfioro e non so quanto sia emozionante
tu mi guardi e mi chiedi se sono presente
io penso alla nostra impotenza, ad un gesto d’amore.
Sì quel senso vitale che un po’ si conosce
qualche cosa di dentro che affiora, che cresce
la voglia di credere anche ad un gesto d’amore.
No, non dico l’amore che sappiamo un po’ tutti
no, non dico l’amore che ci capita spesso.
Per amare io devo conoscere me stesso.

Camminare in un posto, mangiare qualcosa
sentire che sei in una stanza.
Adoprare le mani, toccare un oggetto
capire la sua consistenza.
Imparare a sentire il presente
in un tempo così provvisorio
esser giusti su un metro di terra
sentire che il corpo è in perfetto equilibrio.

Peccato, io non so mangiare
peccato, io non so dormire
non so camminare in un prato
non so neanche amare
peccato.

Io ti sfioro e non so quanto sia emozionante
tu mi guardi e mi chiedi se sono presente
io penso alla nostra impotenza, ad un gesto d’amore.
Io ti passo la mano sugli occhi un po’ stanchi
poi mi accosto al tuo viso, al tuo seno, ai tuoi fianchi
e cresce la voglia di unirci in un gesto d’amore
no, non dico l’amore che si può anche fare
ma l’amore.

Giorgio Gaber

8739a460-5c07-4381-bce9-6b2af6247e84
« immagine » Io ti sfioro e non so quanto sia emozionante tu mi guardi e mi chiedi se sono presente io penso alla nostra impotenza, ad un gesto d’amore. Sì quel senso vitale che un po’ si conosce qualche cosa di dentro che affiora, che cresce la voglia di credere anche ad un gesto d’amore. No, no...
Post
30/12/2014 11:58:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    14

Commenti

  1. alex1955 30 dicembre 2014 ore 12:01
    PS. il quadro: Alexey Tyranov. Girl with flower
  2. una.gattabianca 31 dicembre 2014 ore 14:24
    "Non dico l’amore che si può anche farema l’amore"
    è bellissima....complimenti per averla postata.
    L’impotenza è un brano che si sofferma nuovamente sulla ricerca di equilibrio tra fisicità e pensiero con l’esortazione a “imparare a sentire il presente in un tempo così provvisorio”
  3. alex1955 31 dicembre 2014 ore 15:46
    @ una.gattabianca:grazieeeee :rosa :rosa :rosa
  4. dueperduetre 04 gennaio 2015 ore 16:53
    È talmente bella che te la rubo e la metto in bacheca e spero che qualcuno in piu abbia la possibilità rileggerla , grazie.:-)
  5. alex1955 04 gennaio 2015 ore 16:56
    @ dueperduetre: grazie a te ;-)
  6. x71k 06 aprile 2016 ore 14:18
    ...bellissima.... e.. stupenda la musica ....quì mi pare di aver capito che tra me e altre te rubiamo un po' tutto...ahahahah....infatti io ,la musica...non posso farne a meno...pardon 0:-) ;-) :rosa
  7. x71k 06 aprile 2016 ore 14:19
    ....senti alex, a proposito...questi quadri bellissimi che hai messo al lato della colonna...mi pare di conoscerli ma non ricordo l'autore...non sono ferrata in arte...chi è?!...sono stupendi!!!
  8. alex1955 06 aprile 2016 ore 15:16
    @x71k: allora, partendo dall'alto i primi 4 sono di Tamara de Lempicka; il quinto è della Katerina Tumanova; poi altri due (6 e 7) di Tamara de Lempicka; l'ottavo e il nono sono di Botero; il decimo (il veliero) di Vladimir Kush; l'undicesimo "le due sorelle" di Picasso; il 12 di Henri Matisse, della serie "le odalische"; e gli ultimi quattro sono nuovamente di Tamara de Lempicka...spero di essermi fatto capire :-) :rosa
  9. alex1955 06 aprile 2016 ore 15:17
    @@x71k: ps che musica ti piace?
  10. x71k 06 aprile 2016 ore 15:28
    ...grazie...ti sei fatto capire benissimo per quanto riguarda i quadri...
    La musica che mi piace varia...può essere world music...metal...jazz...italiana..pop...rock...grunge...In verità non ho un genere ben definito...quello che mi interessa è che mi comunichino qualcosa ....devono colpire la mia anima e i miei sensi....se fanno questo...tutti sono i benvenuti per me
  11. alex1955 06 aprile 2016 ore 15:30
    @x71k: perfetto è come la penso io mi deve emozionare e perchè no divertire
  12. x71k 06 aprile 2016 ore 15:34
    :rosa :bacio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.