Il posto che non c'e'

12 novembre 2016 ore 23:24 segnala
…. non so se e' stato quell'improvviso temporale o il bisogno di restarmene da solo, sta di fatto che mi ritrovo a scrivere i miei pensieri, rinchiuso in questo posto dimenticato dal mondo arroccato e nascosto tra le nuvole e il tempo. Anche stavolta senza dovermi muovere ho con me l'essenziale; la legna secca e i miei pensieri mentre per
il vino dovrei prima procurarmi una slitta e poi uscire a cercare un droghiere aperto a quest'ora. Intanto fa freddo, ha iniziato a nevicare e non posso fare a meno di contemplare il paesaggio che si trasforma davanti ai miei occhi mentre il silenzio si fa ovattato ed il cielo completa quel monologo di candore. Inizio a bonificare il mio rifugio: tolgo le ragnatele dai muri, i vetri infranti dal pavimento , la polvere sul tavolo e su quella sedia li' nell'angolo dove fino ad ora ho evitato di guardare forse perché', nel ricordo, continua ad evocarmi qualcosa di doloroso ma ugualmente importante. Faccio finta di niente, ora so che quella sedia e' la cosa meno indispensabile, nessuno tornerà' quassù, nessuno avrà' bisogno della mia ospitalità'. Sono solo, diverso da chiunque, incompatibile con chiunque; un seduttore di tristezza travestito da venditore di tappi coi buchi, profondo quanto una misera pozzanghera, incapace di comprendere….. Avevo promesso a me stesso che avrei influenzato i miei pensieri verso qualcosa di diverso per cercare di risalire la corrente di questa profonda amarezza, ma scopro che e' impossibile; anche qui, anche stanotte, dovrò' fare i conti con i pensieri ed i ricordi un tempo luminosi ora soltanto cenere di un fuoco spento troppo in fretta….. Non importa, mi sento vivo e questo e' già' qualcosa; resterò' ancora qui, del resto questo e' l'unico posto dove tutto e' possibile, dove puoi accarezzarti il cuore e lasciarlo parlare o stare in silenzio e lasciarlo tacere; e' il posto migliore forse perché',alla fine, e' proprio il posto che non c'e'.
9e05a860-4c88-4460-aff8-8e419ea2d659
…. non so se e' stato quell'improvviso temporale o il bisogno di restarmene da solo, sta di fatto che mi ritrovo a scrivere i miei pensieri, rinchiuso in questo posto dimenticato dal mondo arroccato e nascosto tra le nuvole e il tempo. Anche stavolta senza dovermi muovere ho con me l'essenziale; la...
Post
12/11/2016 23:24:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.