quell'istrione che è in noi

25 giugno 2019 ore 22:25 segnala

“Tutto il mondo è un palcoscenico, donne e uomini sono solo attori che entrano ed escono dalla scena." Chi lo scrive è Shakespeare.Ora senza mettermi a filosofeggiare, anche perchè non ne sarei capace,mi viene in mente che effettivamente noi una parte della nostra vita reale la passiamo a recitare.
Quando?quando mentiamo naturalmente, e non dite che non lo fate mai perchè chi più chi meno mente,non sempre perchè voglia farlo,ma capita nella vita di imbatterci in situazioni in cui l'unica via di fuga è una bugia,magari piccola,tenera,a fin di bene ma dobbiamo ricorrere alla bugia.Svariati sono gli esempi in tal senso.
Magari sul lavoro ,quando quest'ultimo richiede una clientela e come suol dirsi "il cliente ha sempre ragione" e anche se vorresti strozzare l'eventuale cliente pignolo, sei costretto a recitare la parte del gioviale commerciante accomodante

E vogliamo parlare del "boss"?se ti senti vessato da lui o dai suoi modi , di certo non lo mandi a quel paese come vorresti fare da anni,ma perdere il lavoro non è propriamente una situazione felice, e allora recitiamo la parte del bravo dipendente accondiscente.Poi magari c'è chi diventa addirittura servile, ma anche quella è recitazione (dicesi lecchino).
Andiamo avanti.Può capitare di presiedere (ahimè) ad un funerale,magari di una persona che avrai visto un paio di volte nella tua vita,ma devi andarci per rispetto di un tuo amico che magari era parente o genero del defunto.Allora ti travesti e metti la tua "maschera" triste piu riuscita e reciti l'uomo costernato, a volte addolorato ,anche se poi mentre stai porgendo le piu sincere condoglianze stai gia pensando al posticipo calcistico della sera della tua squadra


E quante volte recitiamo davanti a una donna (o ad un uomo).Magari trovi la donna del tuo amico fisicamente irresistibile e pensi che le salteresti addosso.Non lo farai mai per un alto senso di correttezza e lealtà e perchè
ritieni sacra l'amicizia,ma non puoi rifiutare il fatto che ti piaccia e allora la soluzione è recitare la parte del casto amico.
Sono solo alcuni esempi (ma ce ne sono moltissimi altri) di quante volte nella nostra vita recitiamo e di quanti personaggi a volte ci tocca interpretare.
L'importante è però dare sempre risalto al personaggio piu importante della nostra vita e non perderlo mai di vista: se stesso.






.
58af4555-d95d-41f8-b30e-1f7d839e5c20
« immagine » “Tutto il mondo è un palcoscenico, donne e uomini sono solo attori che entrano ed escono dalla scena." Chi lo scrive è Shakespeare.Ora senza mettermi a filosofeggiare, anche perchè non ne sarei capace,mi viene in mente che effettivamente noi una parte della nostra vita reale la passia...
Post
25/06/2019 22:25:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Commenti

  1. LINTERDIT 25 giugno 2019 ore 22:34
    la vita e' un palcoscenico ...chi lo disse?
    forse le circostanze della vita ci impongono di indossare delle maschere ,ma questo ci costa perdere chi siamo veramente ....dovremmo ascoltare i nostri disgusti qualche volta e dire NO!
    non possiamo essere conformi a tutti i costi a qualcosa e qualcuno per farci accettare io rispetto tutti ,ma desidero essere me stessa SEMPRE
  2. Shine.a 30 giugno 2019 ore 14:25
    ...essere se stessi e' il miglior ruolo che si possa interpretare sul palcoscenico della vita.
  3. liquirizya 13 luglio 2019 ore 18:07
    Sì, è vero, essere se stessi è sempre la cosa migliore, ma sfido chiunque a negare che, almeno una volta, non sia stato il personaggio di una delle situazioni descritte nel post!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.