Una passeggiata sul Monte Croce

14 dicembre 2014 ore 09:05 segnala
Il monte Croce fa parte delle Apuane Meridionali, si trova nel comune di Stazzema e la sua cima raggiunge i 1314 metri.
Visto la bella giornata di sole ho deciso di realizzare questo non impegnativo percorso, perché questa particolare montagna mi ha da tempo incuriosito e gradivo osservare il panorama che si può ammirare dalla sua vetta!!
Sono partito dal sentiero C.A.I. n. 109 presso il rifugio Alta Matanna verso le 8,30 di mattina, per fare ritorno alle 16.00 circa.
La mattinata si prospettava bellissima, con un cielo terso e privo di qualsiasi nuvola, ma fredda e con temperature che erano parecchio al disotto dello zero termico. Grazie al benefico sole, che con i suoi raggi stiepidiva il sentiero, e grazie anche alla "fatica" della salita, tutto è stato compensato ed equilibrato, superando molto bene questo primo disagio!! Al termine della mia giornata che oltre alla vetta del Croce mi sono portato anche sul Callare del Matanna per vedere il procinto illuminato dai raggi del sole al tramonto.
Alla fine della mia giornata mio GPS segnava 10.780 metri di percorrenza fra i vari sentieri.
Sinceramente posso affermare di aver trascorso una bellissima giornata. Provare per credere!!





2c9dd0bf-1254-43a1-8d46-bb6ba98fd500
Il monte Croce fa parte delle Apuane Meridionali, si trova nel comune di Stazzema e la sua cima raggiunge i 1314 metri. Visto la bella giornata di sole ho deciso di realizzare questo non impegnativo percorso, perché questa particolare montagna mi ha da tempo incuriosito e gradivo osservare il...
Post
14/12/2014 09:05:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

La mura di Lucca in autunno

17 novembre 2014 ore 19:13 segnala
La "mia" Lucca offre con le sue belle mura urbane di 4223 metri di circonferenza percorribile, la possibilità di svago e di fare trekking all'aria aperta. Quello che spesso mi colpisce di più, di questa bella oppurtunità che offre a tutti la mia città, è osservare le stagioni che passano con i loro colori che la natura ci dona.
























































































f3a510ed-47d2-4fb9-be10-f2129d773e95
La "mia" Lucca offre con le sue belle mura urbane di 4223 metri di circonferenza percorribile, la possibilità di svago e di fare trekking all'aria aperta. Quello che spesso mi colpisce di più, di questa bella oppurtunità che offre a tutti la mia città, è osservare le stagioni che passano con i loro...
Post
17/11/2014 19:13:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

LUCCA COMICS 2014

02 novembre 2014 ore 19:36 segnala
Alcune fotografie dei personaggi che hanno partecipato alla manifestazione Lucca Comics 2014









Il monte Altissimo Alpi Apuane dal passo degli Uncini

02 ottobre 2014 ore 21:09 segnala
Il monte Altissimo nelle Alpi Apuane, deve il suo nome alla sua imponente mole, più che alla sua altezza 1589 metri!! Quasto bellissimo monte offre vari sentieri per raggiungere la sua vetta. Sono sentieri principalemente idonei ad escursionisti esperti, con vari gradi di difficoltà!! In questa mia pagina mostro le fotografie realizzate domenica 28 settembre in una bellissima giornata autunnale di sole pieno. Il mio tragitto parte poco dopo il paese di Arni, im località Le Gobbie, ai piedi del monte Pelato. Da qua parte il sentiero C.A.I. n.41 ( poco segnalato) che sfutta una vecchia via di lizza, usata per portare a valle nei tempi passati i blocchi di marmo. In alcuni punti questa antica via sembra molto ben conservata. Da qua si giunge alla Foce del del Frate, dove si può ammirare il panorama della città di Massa Carrara e un mare stupendo che si perde a vista d'occhio nell'orizzonte. Il sentiero n.143 prosegue quasi pianeggiante, e in meno di 40 minuti si raggiunge agevolmente circondati dai famosi "Uncini" di pietra, il suddetto passo. Da qua dopo un po di meritato riposo per rifocillarsi, parte la salita molto più impegnativa di tutto il sentiero. Peccato che le fotografie non rendono la ripidità di questa salita. Giunti al termine della salta rimene da percorrere l'ultimo tratto tutto in cresta. il paesaggio qua prende colori inimmaginabili e impossibili da descrivere. Dopo più di due ore di salita più o meno ripida, finalmente l'obbiettivo è raggionto, la cima dell'altissimo!! Per la discesa dopo aver gustato il singolare panorama che domina tutta la riviera, ho scelto un percorso più facile, ma non meno pittoresco che mi ha portato a passare, otre che hai dei resti di Linea Gotica Tedesca, anche per alcune cave di marmo dall'innesto per il sentiero n.33. Le mie conclusioni sono di una bellissima domenica da ricordare, trascorsa all'aria pura, e lontano da tutto lo stress cittadino. Un consiglio, provare per credere!!!





























































































































07227ce7-532a-4977-9168-6ffc981c74bb
Il monte altissimo che deve il suo nome alla sua imponente mole più che alla sua altezza 1589 metri!! Quasto bellissimo monte delle Apuane offre vari sentieri per raggiungere la sua vetta. Sono sentieri principalemente idonei ad escursionisti esperti, con vari gradi di difficoltà!! In questa mia...
Post
02/10/2014 21:09:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Una "passeggiata" sul monte Altissimo

17 settembre 2014 ore 19:04 segnala
Uno di luoghi molto suggestivi delle alpi apuane è senza dubbio il monte Altissimo nel comune di Seravezza, sulle Alpi Apuane. Con due mie colleghi di lavoro, molto esperti di alpinismo, abbiamo finalmente organizzato un'escursione su questo monte molto caratteristico per la sua conformazione rocciosa. Impresionanti sono le sue pareti visibili dal mare quasi verticali, con dei vuoti di quasi 700 metri, sulla parete ovest. Questa sua mole lo caratterizza dalle altre montagne delle Apuane, conferendoli un'aspetto mestoso e direi impresionante nello stesso momento. Nonostante il suo nome questa montagna non è fra le più alte delle Apuane infatti raggiunge solo 1589 metri di altezza!! Il nostro sentiero parte dalla famose cave di marmo delle Cervaiole, e si incanala sul sentiero C.A.I. n. 142 per escursionisti esperti. Il sentiero infatti presenta da subito varie difficoltà ma facilmente superabili, certo non è adatto a chi soffre di vertigini per la sua conformazione non molto "pianeggiante" Comunque al ritorno siamo passati dal più comodo e meno difficoltoso sentiero sempre 142 che però dal passo del Vaso Tondo porta passando dalla cava di marmo del Fondone, al nostro punto di partenza. Dopo il passo del Vaso Tondo A mt 1390, ci incanaliamo sul sentiro C.A.I. EE n.143 e prima della vetta si possono ammirare le postazioni militari quasi intatte della line Gotica, ancora un passo indietreo nel tempo a ricordo delle seconda guerra mondiale!! Il tempo era bellissimo, solo che appena raggiunto la vetta, sono arrivate minacciose la nuvole che hanno impedito di gioire della stupenda visuale!! Una passeggita da riproporre senza indugi, soltanto per rivedere la bellezza incontaminata di questi luoghi unici e selvaggi.













































































































3a4e3caa-3c35-454f-b096-d436a7ea46b6
Uno di luoghi molto suggestivi delle alpi apuane è senza dubbio il monte Altissimo nel comune di Seravezza, sulle Alpi Apuane. Con due mie colleghi di lavoro, molto esperti di alpinismo, abbiamo finalmente organizzato un'escursione su questo monte molto caratteristico per la sua conformazione...
Post
17/09/2014 19:04:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Le strade della memoria " Seconda parte" 07 - 09 - 2014

09 settembre 2014 ore 06:48 segnala
La manifestazione della ricorrenza dell'ingresso delle truppe alleate in Lucca è iniziata con la sveglia la domenica mattina nel "campo militare" iscenato a Cerasomma, Villa la Dogana!! Dopo i ferventi preparativi, e studiamdo meticolosamente il percorso, per recarsi a Lucca, la colonna militare si è mossa dall'accampamento alle 9,30. Dopo aver percorso l'anello della circonvallazione, sono entrati in città da porta S. Pietro. Si sono diretti in corteo nel Cortile degli Svizzeri, lasciando stupiti i vari turisti in visita alla città!! Dopo l'esposizione dei vari mezzi nel primo pomeriggio, la colonna si è spostata in piazza Dell'Anfiteatro.































































































Le strade della memoria " Prima parte " 06 - 09 - 2014

06 settembre 2014 ore 21:04 segnala
Anche questa'anno nella mia città si è realizza l'evocazione storica dell'ingresso a Lucca delle truppe di liberazione Americane il 05-09-1944. la manifestazione è stata posticipata al 06-07 settembre, solo per consentire una maggiore partecipazione da parte dei cittadini!! La revocazione dell'accampamento militare si è realizzata a Cerasomma presso Villa la Dogana, proprio nel'ambiente storico originale usato dalle truppe Americane che nel settembre 1944 gestivano la liberazione di Lucca. La manifestazione si è svolta in un clima amichevole e i mezzi in esposizione erano tutti originali. Molto bello vedere l'impegno delle comparse nel curare i minimi particolari sia per le divise, che per L'allestimento dei vari mezzi presenti a questa originale manifestazione.























































































Una passeggiata sulle Apuane l'Alta Matanna

03 settembre 2014 ore 19:32 segnala
L'ultima domenica di agosto approfittando che il tempo era finalmente "discreto", ho realizzato una delle mie passeggite in montagna. In questa estate anomala, ho dovuto rimandare molte volte le mie escursioni a causa del maltempo, e adesso ne sento veramente la nostalgia!! Come itinerario mi ero prefissato di salire su due vette, il monte Matanna con i suoi 1317 mt e il monte Nona 1297 mt. Due montagne molto belle e vicine, sono collegare fra di loro da un sentiero che passa dal Callare di Matanna. Ho parcheggiato la mia auto vicino all'albergo rifugio Alta Matanna, e verso la 9.00 ho iniziato la mia salita. Da prima ho scelto la vetta del monte Maranna, e ho fatto tutto il percorso con un sole splendido. Peccato che invece quando sono arrivato sulla vetta del Nona il tempo era da poco cambiato, e una fitta coltre di nuvole bianche, mi ha impedito di gioire della spendida visuale che da lassù domina tutta la vallata circostante. Comunque niente di male perchè anche questo inconveniente è un'incettivo e ritornare, e mi riservo di farlo alla prossima occasione!! Poi realizzata la salita sul Nona, scendendo in direzione dal Callare di Matanna, mi sono recato con il sentiero C.A.I. n.5 al rifugio Forte dei Marmi. Un sentiero molto bello ma con alcuni punti esposti. Questo percorso passa proprio sotto la grande parete a strapiombo del Nona, e lambisce il Procinto con la sua imponente mole. Giunto nei pressi del rifugio, mi sono recato alla fonte di acqua sorgiva pura e freschissima!!! Dopo essermi rifocillato,mi sono incamminato sul sentiero N.121 e poi con sentiero N.3 sono arrivato dopo molte ore di cammino nei boschi alla famosa foce del Pallone a quota 1080 mt. Peccato che pure qua le nuvole molto basse mi hanno celato la visuale del panorama. Ma chi va spesso in montagna sa molto bene che è fatta in questo modo, e tutto va messo in conto!! Posso solo dire che ho trascorso una domenica veramente spendida, anche se il tempo ogni tanto minacciava pioggia. Comunque non non mi sono arreso, e ho avuto il premio di realizzare questo suggestivo percorso ad anello, che dopo quasi 8 ore di cammino mi ha ricondotto al punto di partenza, stanco ma veramente soddisfatto e appagato!! Questo è un percorso che consiglio volentieri a chi ha un pochino di allenamento, ma offre lo stesso valide alternative anche alle persone che desiderano conoscere posti nuovi e incontaminati.

















































fe2af93f-8423-47fd-80fb-6836525728ad
L'ultima domenica di agosto approfittando che il tempo era finalmente "discreto", ho realizzato una delle mie passeggite in montagna. In questa estate anomala, ho dovuto rimandare molte volte le mie escursioni a causa del maltempo, e adesso ne sento veramente la nostalgia!! Come itinerario mi ero...
Post
03/09/2014 19:32:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

L'oasi di Massaciuccoli LIPU

27 agosto 2014 ore 21:20 segnala
Vicino alla mia città di Lucca ci sono dei luoghi direi unici che spesso attirano la mia attenzione, sopratutto per il loro fascino storico e naturale. Uno di questi luoghi è l'oasi di Massaciuccoli della LIPU, che con le sue passerelle di legno e i suoi casottini di osservazione, ci invita in modo semplice ma efficace a immeggerci nella sua particolare e incontaminata natura. Tutto questo viene reallizzato ai margini dell'ononimo lago di Massaciuccoli, che ha ispirato molte famose opere del compositore mio concittadino Giacomo Puccini. Da questi particolari "nascondigli" si possono osservare le molte specie animali che vivono o passano da quei luoghi paludosi. Lo spettacolo è garantito in ogni mese dell'anno, pure io spesso ne approffitto per osservare le numerose varietà di volatili!! Sono attirato da questa particolare atmosfera, per gustarmi questo incantevole e suggestivo paesaggio. Altro dono della natura, che però presi da molti affanni della vita spesso non sappiamo apprezzare nel modo giusto!!





































219d75ab-1351-4d92-ac71-fb1cb9fea1c9
Vicino alla mia città di Lucca ci sono dei luoghi direi unici che spesso attirano la mia attenzione, sopratutto per il loro fascino storico e naturale. Uno di questi luoghi è l'oasi di Massaciuccoli della LIPU, che con le sue passerelle di legno e i suoi casottini di osservazione, ci invita in modo...
Post
27/08/2014 21:20:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Una passeggiata sul mare

22 agosto 2014 ore 07:47 segnala
Spesso quando le condizioni atmosferiche non consigliano di andare a passeggio sulle Apuane, una valida alternativa al trekking è per me quella di allenarmi sulla spiaggia!! Anche nei mesi primaverili e autunnali, gradisco molto restare in questo modo a contato con la matura e gustarmi il mare con le sue molteplici sfumature di colore,e i suoi profumi, tutto questo mi riempe il cuore di gioiae di serenità interiore. Di solito il mio percorso preferito si orienta dal molo della Darsena di Viareggio, per arrivare alla sua conclusione a Bocca di Serchio. Il percorso passa dalle spiagge incontaminate di Torre del lago e della riseva naturale di Vecchiano. Un tragitto di oltre 20 km, ma che reallizzato sul mare con le sue mille distrazioni, pare molto più breve di quello che si pensa, provare per credere!!!

















9047c126-6c93-46f1-952b-489bd1f20698
Spesso quando le condizioni atmosferiche non consigliano di andare a passeggio sulle Apuane, una valida alternativa al trekking è per me quella di allenarmi sulla spiaggia!! Anche nei mesi primaverili e autunnali, gradisco molto restare in questo modo a contato con la matura. e gustarmi il mare con...
Post
22/08/2014 07:47:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment