DIAMO VOCE HAI DIVERSAMENTE-ABILI

19 maggio 2010 ore 16:55 segnala
 

 

Non mi fa piacere divulgarlo hai quattro venti, ma sono costretta anche a violare il mio diritto alla riservatezza per potere in qualche modo difendere me e la mia categoria.

Da anni mi confronto quotidianamente con tutti i gravi problemi che tutti i disabili incontrano, nella propria vita privata e nel rapporto con le istituzioni pubbliche, scolastiche, sanitarie, statali e dal Comune.

Ci sono dei limiti sotto ai quali non si può scendere e che chiamano in causa la responsabilità pubblica di quelli che devono vigilare e controllare affinché certe ingiustizie e assurdità non accadano.

Qualcuno vuole porci rimedio? O no!

Un disabile non può andare liberamente al bar a prendersi un caffè, non può andare all’edicola per comprare un giornale non può fare una passeggiata per le vie del paese liberamente.

Gli articoli 13 e 16 affermano che la libertà è un valore sacro e quindi inviolabile, ma per un disabile questi articoli non esistono.

La disabilità è il risultato dell’interazione con persone con minorazioni e barriere attitudinali ed ambientali.

Che impedisce la loro piena ed efficace partecipazione nella società su una base di parità con gli altri.

Le istituzioni hanno l’obbligo di impegnarsi ad assicurare e promuovere la piena realizzazione di tutti i diritti umani e della libertà fondamentali per tutte le persone con disabilità senza discriminazioni di alcun tipo sulla disabilità. Il mio motto è “Niente per noi senza di noi”, abbiamo bisogno di una vera integrazione per evitare di cadere nella stigmatizzazione. Con questo spirito invito tutti i cittadini interessati che le persone con disabilità parte integrante di ogni fase dello sviluppo. In questo modo possiamo promuovere l’integrazione e aprire la strada ad un futuro migliore per tutti nella società.

                                                           Giuseppina Ferrante!!!

11596012
    Non mi fa piacere divulgarlo hai quattro venti, ma sono costretta anche a violare il mio diritto alla riservatezza per potere in qualche modo difendere me e la mia categoria. Da anni mi confronto quotidianamente con tutti i gravi problemi che tutti i disabili incontrano, nella propria...
Post
19/05/2010 16:55:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. juwe 20 maggio 2010 ore 00:47
    Parole bellissime forti, è vero purtroppo viviamo in un'italia che le regole, le leggi molte volte nn sn applicate cm dovrebbe essere veramente, dobbiamo unirci x un'italia migliore soprattutto x questa categoria che a volte viene dimendicata da persone potenti cm i politici!!! Ciao buona notte :rosa
  2. amika 20 maggio 2010 ore 12:59

    Già!!! succede xkè nn c'è civiltà, nn cè nè frega degli altri, se sto bn io ke me ne frega degli altri...

    ma nn si capisce ke se sto bn io, stiamo bn ttt ............

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.