Lei amava il mare d'estate e lui amava il mare d'inverno.

28 maggio 2018 ore 22:25 segnala
Lei amava il mare d'estate e lui amava il mare d'inverno.
Ma era primavera e lei era troppo impaziente per aspettare, lui già nostalgico.
Si ritrovarono in due punti distanti della stessa spiaggia: lei in un vestitino bianco, lui tutto in nero.
Entrambi con le cuffiette alle orecchie: lei ascoltava vecchie canzoni d'amore, lui assoli di chitarra elettrica.
I loro pensieri erano troppo ingarbugliati per poterli esprimere a parole, ma ci scommetterei che fossero diametralmente opposti anche quelli.
Ma a un certo punto videro lo stesso gabbiano volare, poi un altro, poi un altro ancora.
Uno stormo di splendidi gabbiani volava basso sul mare e non c'è un perché, sono quelle cose che non si possono spiegare, ma entrambi cominciarono a inseguirli correndo.
E fu inevitabile ad un tratto incontrarsi e sentirsi inizialmente stupidi perché chi è che va in spiaggia in primavera per correre con i piedi nell'acqua per avere la sensazione di volare con i gabbiani?
Beh, lui. E lei. E allora non si sentirono più stupidi o forse sì, ma stupidi in due che è confortante.
Non lo so se si innamorarono, non serve saperlo.
Non tutto accade per far accadere un'altra cosa.
Qualche volta esistono solo singoli attimi.
Quelli che tolgono il fiato e quelli che te lo restituiscono.
Quelli che non importa cosa accadrà domani, ma sia lodato quest'oggi.
36715c43-ab70-46ec-bcda-14d0b899d202
Lei amava il mare d'estate e lui amava il mare d'inverno. Ma era primavera e lei era troppo impaziente per aspettare, lui già nostalgico. Si ritrovarono in due punti distanti della stessa spiaggia: lei in un vestitino bianco, lui tutto in nero. Entrambi con le cuffiette alle orecchie: lei...
Post
28/05/2018 22:25:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.