GRIGIO...LUCE...POI GRIGIO ANCORA...POI...

15 dicembre 2010 ore 01:04 segnala
In una bellissima giornata di maggio, l'unico desiderio, quello di sdraiarsi sul letto.
La temperatura magica, perfetta per chiudere gli occhi, rende quasi surreale l'atmosfera tutto attorno.
Pian piano, gli occhi si chiudono, per un attimo tutto attorno a me, inizia a girare, mi sento come risucchiato in un vortice ma la sensazione è bella, sembra di volare...
Appena terminato di girare dentro a questo vortice, tutto ciò che vedo e grigio, la sensazione in quel momento è d'ansia, sento i brividi lungo la schiena scendere, un peso sullo stomaco mi rende faticoso il respiro.
La prima cosa che noto fronte a mè, la foto di mamma e papà, li vedo tristi ed in quel momento le lacrime iniziano a scendere incessantemente, non riesco fermarle, penso a tutto quello che ho fatto di male verso chi mi ha dato la vita e tutto quello che avrei dovuto dirgli e non l'ho mai detto, ora non posso piu tornare indietro nel tempo, ugualmente gli chiedo perdono per tutto, per non avergli mai detto grazie, per non avergli mai detto che gli volevo bene, per averli lasciati soli e come di magia, più il mio dolore cresceva e le lacrime scendevano, li vedevo sempre più sereni, forse quasi a dirmi di non preoccuparmi, mi avevano capito...affianco vedo la foto della mia ragazza, il suo sguardo come stasse guardando il vuoto, tento di guardarla negli occhi ma da qualsiasi parte la guardassi, i miei occhi non riuscivano mai ad incrociare i suoi, avevo capito la sofferenza di quel giorno che per gioco avevo tradito il suo amore, annullato ogni suo sogno, distrutto ogni progetto...oltre a vedere tutto grigio, faticavo a vedere nitido per il continuo scendere delle lacrime, il fiato pesante e quel peso sullo stomaco sempre più presente, le chiedo perdono ma ormai sembra non sentirmi più, il suo sguardo rimane impassibile nel vuoto...affianco a lei la foto del mio migliore amico, seduto sul prato guardando dalla parte opposta, tento di chiamarlo ma sembra quasi non sentirmi, gli chiedo perdono per averlo lasciato solo nel momento di difficoltà piu grosso della sua vita, ricordo d'averlo salutato con una pacca sulla spalla dicendogli...tutto si sistemerà...me ne sono andato...ora ho bisogno di lui ma non mi sente, grido e non sente, lo chiamo e non si volta...tutto attorno a me ricomincia a girare...mi sento male, non riesco quasi più a respirare e le lacrime sono come un fiume in piena...
A fatica riapro gli occhi e ricomincio a respirare, tutto sembra essere tornato alla normalità, alla vita, tutto sembra aver ripreso colore...mi alzo piano piano quasi timoroso e gurado le foto dei miei genitori, ora li vedo sereni, sorridenti quasi a dirmi grazie ed in quel momento ho capito il vero valore di mamma e papà, affianco la foto della mia ragazza, ora mi stà guardando ma tra mè e lei sento il freddo, quel freddo che ha congelato nel tempo il ricordo ma non la persona...e seduto sul prato il mio migliore amico che sembra avermi sentito, mi sta guardando ma il suo sorriso sembra quasi a dirmi...perdona ora non posso venire...tutto andrà apposto...
In quel momento stò sofferendo per le mie indifferenze, per le mie bugie, per i miei tradimenti, per non essere riuscito ad essere perfetto e non essere riuscito costruirmi un fututo assieme a chi aveva creduto in mè...in quel momento desidero solamente sdraiarmi sul letto ma come per magia, mi volto e mi vedo sdraiato sul letto, mi vedo triste e teso allo stesso tempo sommerso da quel mare di lacrime che inarrestabili mi hanno tolto anche il respiro...ora mi sento bene, sereno, tutto attorno a mè torna grigio e sul tavolo vedo chiudersi l'album delle foto, quell'album che tiene tutte le foto della mia vita, quell'album che le terrà segrete per l'eternità e che nessuno guarderà, quell'album che per l'ultima volta si ciuderà e mai più si riaprirà...
11851593
In una bellissima giornata di maggio, l'unico desiderio, quello di sdraiarsi sul letto. La temperatura magica, perfetta per chiudere gli occhi, rende quasi surreale l'atmosfera tutto attorno. Pian piano, gli occhi si chiudono, per un attimo tutto attorno a me, inizia a girare, mi sento come... (continua)
Post
15/12/2010 01:04:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. Ironik007 15 dicembre 2010 ore 06:58
    Holamuy sentidas tus palabras me gustó mucho este post.
  2. Vestalucente 24 dicembre 2010 ore 09:18
    interessante questo post .scritto... Ma io sono passata per farti... :bacio :-) Tanti cari auguri di Buon Natale nella speranza che porti tanta felicita' nel tuo cuore... :-) :batanatale  Un abbraccio :staff da Marina  :bacio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.