...Elucubrazioni...(parte prima)

06 novembre 2013 ore 21:51 segnala
…era da poco scattata la mezzanotte…
…e il rintocco lugubre delle campane della Chiesa …le mettevano i brividi…
…camminava a passo lesto…avvolta dal suo rosso mantello…il cappuccio le copriva il volto…e ne nascondeva i bellissimi lineamenti…
…a testa bassa…ma fiera…..impavida…il suo carattere combattivo la contraddistingueva
…in molti la designavano come una strega…proprio allora…quando la caccia alle streghe…mieteva vittime ovunque…e povere donne …innocenti…finivano tra spietate fiamme…
…soltanto per aver detto un NO…soltanto per aver incendiato un cuore già maritato…senza volerlo..
…in molte….finivano al rogo…solo perché avevano l’abitudine…di passarsi la lingua sui denti…gesto tipico delle streghe…a detta di poveri e stolti uomini…
…altre….solo perché conoscevano….e sapevano usare le erbe medicali per curare…o per allontanare…
…additate…accusate…di utilizzare artefici di stregoneria…
…Lei….sapeva di questa sua nomina…
..Lei… ne portava…il segno sulla pelle…nella carne…
…il sigillo della strega…il marchio a fuoco…destinato…a coloro che di questo venivano accusate…ma che erano….sempre a detta di altri…troppo potenti per venir messe al rogo….
…su di Lei...era stato messo…quando aveva solo due anni…perché figlia di una bruciata viva…
…salva….solo perché i suoi boia…erano incapaci di uccidere….una cosi innocente creatura…
…marchiata…lesa…violata…
…cresciuta con l’odio per quella generazione di menti pervertite e prive di principi…
…vissuta…per potersi riscattare…vendicare…
…schivata…allontanata…
…anche Lei….come sua madre…incendiava cuori…plasmava menti…profanava pensieri…


…camminava…verso casa…quella casa piccola…povera…ma calda ed accogliente…assaporando il pensiero….del suo caldo camino…di fronte al quale…avrebbe appoggiato mani e piedi intirizziti…avrebbe messo a cuocere della minestra…avrebbe come sempre sfiorato la corteccia del legno…prima di gettarlo fra le fiamme…e fra le sue dita…avrebbe sentito il ruvido…le increspature…di quel che un tempo….fù vita
…immersa…nei sue mille pensieri….si accorse di una figura appoggiata al muro davanti a lei…
…c’era la nebbia….e ne vedeva solo i contorni…alti…possenti…
…venne presa dalla smania di avvicinarsi…ma la figura…la inquietava…
…girò l’angolo…e prese a camminare…a passo ancor più veloce…

“NON…PUOI…FUGGIRE”

…si immobilizzò…al sentir pronunciare quelle tre parole…da una voce calda….avvolgente…affascinante….
…rimase di schiena…non volle girarsi…………non poteva…

“TU…..SEI NATA PER ME….”

…le si gelò il sangue…ma rimase immobile…

“NON POTEVANO UCCIDERTI…SAPEVANO CHE LA MIA VENDETTA…SAREBBE STATA ATROCE”

…si sentì sfiorare la mano….da un indice ghiacciato…abbassò gli occhi…fin quasi a chiuderli…
…era lui…l’uomo che incombeva nei suoi sogni….quell’uomo senza volto…del quale vedeva solo i lineamenti….??



“TI HO ASPETTATO…PER TANTO…..TANTISSIMO TEMPO”

Continuò facendo risalire l’indice sul suo braccio…..
….sentì…i brividi pervaderle la pelle…la schiena…fin sotto la pelle….nel sangue….nelle ossa…
…avrebbe potuto farlo scappare…con una delle sue frasi dette al contrario…..quelle che intimorivano gli ignoranti...
…immobilizzarlo…con i suoi occhi….dentro di lui…
…tutti sapevano chi era….lo doveva sapere anche Lui…..doveva…………
…ma era conscia del fatto che sarebbe stato inutile…
…era una forza superiore…
….e lei….voleva stare li….ad ascoltarlo…
...provo a concentrarsi...per vedere se la mente di lui...poteva esser profanata...ma nulla....un muro...un alto....e invalicabile muro

“.CHE COSA STAI FACENDO...NON CI PROVARE...E LASCIATI FARE...NON POTRAI PIU’ FARE A MENO DI ME….COME IO….NON POTRO’ FARE A MENO DI TE”

…le sue mani erano arrivate alla nuca…sfioravano il cappuccio…
…in un gesto velocissimo…impercettibile…fu davanti a lei…le scostò il cappuccio dal volto….e lo gettò indietro…
…passò l’indice sulle labbra di lei…

“NON POTEVI……ESSERE DIVERSA…SEI COSI…COME TI HO SEMPRE IMMAGINATA….VOLUTA…………………………………..GUARDAMI”

…alzò gli occhi…e guardando quel volto…perse la cognizione di tempo….spazio…
…il suo legame con la terra…andò a disintegrarsi…i lacci che la legavano…a spezzarsi…
…non esisteva più dolore…rabbia…vendetta…
….esisteva solo LUI…

NATA PER LUI

Ora capiva il vero significato della sua frase…
…DESTINATI…da sempre…
…vide il suo sorriso…aveva già capito…ora era sua….
…le sfiorò le gote…il collo…

“RENDERTI COME ME…E’ UN ABOMINIO…MA E’ L’UNICO MODO CHE HO…PER PROTEGGERTI”

Le disse mentre i suoi denti le si infilavano nella carne…
…sentiva tutto…la sua lingua battere su di lei…il suo sangue sfuggirle…
…sentiva nelle narici l’odore della nebbia…lo scorrere dell’acqua …nel rivolo della strada accanto…
…due uomini che ridevano…un bambino che piangeva..
…una donna che veniva amata dal marito…
…la polvere che le passava davanti agli occhi…
…e mentre il suo corpo la abbandonava…lui la sorreggeva con la sua mano sulla schiena…
…abbracciandola….avvolgendola….possedendola come nessuno…avrebbe mai potuto fare…
…sentì l’ultima goccia di sangue uscire da lei…e una lacrima…scendere dagli occhi di lui…

“TI HO TROVATA”

…le disse guardandola intensamente…mentre la vita la lasciava…

“L’ULTIMO BATTITO DEL TUO CUORE…SARA’ MIO”



…poi il buio…
…non tornò più nella vecchia casa…non vide più quel camino…
…ma da quel giorno…ebbe una dimora…una a cui pochi possono ambire…
…ebbe calore…tutte le notti…
…e una creatura…che la amava oltre se stesso…
…Lei…destinata a lui…..ora….divenuta essa stessa CREATURA…
…metà vampira….e metà strega…
…lo sfavillante sapore della vendetta…la fece vibrare ancora…
…ora….poteva farlo…ancor più atrocemente…
…e mentre pensava a come farlo….si passava la lingua sui denti…



*un ringraziamento particolare a colui...che mi ha gentilmente donato le foto*

Model:
Asdrall


http://deswitath.deviantart.com/
https://www.facebook.com/pages/Asdrall-Model/120661531301798
afa8a73a-05c5-47d1-97c8-6c4ed2a4d0e6
…era da poco scattata la mezzanotte… …e il rintocco lugubre delle campane della Chiesa …le mettevano i brividi… …camminava a passo lesto…avvolta dal suo rosso mantello…il cappuccio le copriva il volto…e ne nascondeva i bellissimi lineamenti… …a testa bassa…ma fiera…..impavida…il suo carattere...
Post
06/11/2013 21:51:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. IO.LESTAT 08 novembre 2013 ore 05:12
    come non capirlo...
    quando trovi la donna nata per te..
    quando la riconosci senza affidarti ad alcun senso...

    puoi davvero evitare di volerla vicino?...
    ..devi?..

    e lei.. doveva essere talmente bella..
    segnata dal dolore ma bruciante d'anima..

    ..come non capirlo..

    :rosa

    Alex
  2. OpzioneA 23 maggio 2018 ore 23:05
    e la sua pelle si fece rosso sangue, solcata da quel rivolo di lacrima che le scendeva dal cuore. "strappami l'anima e sanguinerà come fiume in piena" disse la strega al suo carnefice mentre le strappava le mille lame che le erano state conficcate dal cuore da quell'uomo che aveva provato ad amarla.... Ma quell'amore ne decretò il destino senza più futuro.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.