...la serenità...(parte seconda)

16 novembre 2013 ore 15:16 segnala



…Lui…la guardava…mentre Lei scrutava l’orizzonte…al di la della grande finestra …appannata…e con rivoli di pioggia che scorrevano dall’alto verso il basso…con percorsi impercettibili…ben delineati…e sempre diversi…

…Lei ne delineava la traccia con l’indice…

…il volto pensieroso…i capelli neri….contornavano il suo viso…la pelle color avorio…le gote leggermente rosee….le labbra scarlatte…

…Lui….adorava…quel suo essere…a volte cosi innocente…pura…quella sua facciata da bambina…quella sua sfumatura…quasi impercettibile….che nascondeva…la sua vera natura…

…la natura della predatrice…la natura della donna…la natura di chi avrebbe fatto scudo con il suo corpo…pur di salvare Lui…

...i sui occhi iniettati di sangue...quando qualcosa lo minacciava...

…la figura della bambina…contrastata dalla natura della sfrenata passione…in determinati momenti…solo in quelli…

…quelli in cui Lui…decideva che doveva essere sua…

…adorava…quel piccolo broncio…che le appariva quando pensava…o quando leggeva…i suoi amati libri…

…seduta…sulla grande poltrona di velluto rosso…nel grande salone della loro dimora…vicino al caminetto…

…rannicchiata…accoccolata a piedi nudi…..e con le gambe portate al petto…mentre con una mano sorreggeva il libro…e con l’altra si lisciava i lunghi capelli corvini…

“ORA DIMMI…A CHE COSA STAI PENSANDO MIA DILETTA?”

…sussultò all’udire la sua voce…

…strinse gli occhi in una leggera fessura….e focalizzò qualcosa….al di fuori della finestra…

“Ottimizzo le mie emozioni… controllo la mia rabbia…stringo la mia coerenza…. combatto per i miei ideali.…Mangio esperienza … bevo sangue e respiro fuoco...ed ora.....osservo con l'acutezza di un falco predatore....la notte avanza......ho sete…!”

“POSSO ESSERE IO A PLACARE LA VOSTRA SETE MIA PRINCIPESSA?”

…un ghigno sottile la pervase…amava quando le faceva proposte cosi sottili…ma non opinabili..

…si avvicinò a Lei…con uno scatto repentino…

…lo aveva visto più volte percorrere il salone in un nano secondo…eppure…ancora non ci si era abituata..

...le prese la mano appoggiata sul vetro…

“Ho nuotato nei fiumi dell'Odio ...dell’indifferenza…dell'invidia...e ne sono uscito asciutto e pulito….
…Ho scalato le montagne delle difficoltà…e dalla cima mi sono gettato con il parapendio della vittoria…
…Ho navigato nei mari dei guai …risolvendoli con le buone o le cattive…
…Mi sono perso negli spazi del cuore e ancora ne porto i segni…
…ma sono sereno ora…tu lo sei?”

…doveva vagliare la risposta?...

…pensare bene...assicurarsi…che il dolore che portava dentro…non la lacerava più cosi tanto…grazie all’amore che lui le dava?...

…no…rispose di getto…sinceramente…perché era quello che Lui era capace di darle…la SERENITA’…

… “SI..” rispose avvicinandosi al suo volto…a meno di un palmo dalle sue labbra…a meno di…………………………………

…la distanza fu colmata…la sua anima…ancora persa…

…i pensieri brutti annientati…

…le labbra di Lui…su di Lei…

…la mano di Lui dentro i suoi capelli…

…e…..non esisteva più nulla….

...nulla...

0a2d998e-cee2-4e50-b3d3-f041bc54ac01
« immagine » …Lui…la guardava…mentre Lei scrutava l’orizzonte…al di la della grande finestra …appannata…e con rivoli di pioggia che scorrevano dall’alto verso il basso…con percorsi impercettibili…ben delineati…e sempre diversi… …Lei ne delineava la traccia con l’indice… …il volto pensieroso…i ...
Post
16/11/2013 15:16:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.