....ora che hai preso la tua decisione...

08 aprile 2015 ore 09:23 segnala
…Era seduto sulla sua poltrona…
…gambe accavallate…serio…elegante...
…faceva girare il liquido che aveva nel bicchiere con maestria…
…una leggera ombra nel suo sguardo…la vedevo chiaramente…anche se ancora non mi aveva guardata…
…mi misi a sedere nella poltrona di fronte alla sua…accavallai le gambe anche io…una mano sul grembo…l’altra sul bracciolo della poltrona…
…fu allora che alzò lo sguardo….era ancora più affascinante di quel che mi ricordavo…
…percorse una delle mie gambe con gli occhi…lentamente...poi risalì…fino al viso..
“ora ti farò una domanda…ma prima…permettimi di offrirti qualcosa da bere!”...disse senza mai togliermi gli occhi di dosso...
…alzai leggermente un angolo della bocca…
“ temo di dover declinare l'offerta...non bevo mai in presenza di un bell'uomo…o sono sicura che non arriverà al punto di farmi la seconda domanda… “
…sorrise anche lui…scuotendo la testa…
… si soffermò ancora un attimo sui miei occhi…piegando leggermente la testa da una parte…
“ so che hai preso la tua decisione…e che questa volta è voluta e definitiva…giusto? “...corrugò amabilmente la fronte...
“ giusto!!!” …risposi io…senza muovere un muscolo…
…sapevo che guardava ogni mio più piccolo gesto…ed era cosi tanto attento…che avrebbe intuito subito….se mentivo…
…continuò… “ora dimmi…come intendi procedere con il tuo cammino..?”
…socchiusi leggermente gli occhi….non capivo il senso della domanda…
“hai solo la luna a rischiararti la strada…come procederai…?...con la luna davanti…che ti aiuta a capire dove mettere i piedi…ma che ti lascia il buio alle spalle…non dandoti modo di vedere chi ti cammina dietro???...........oppure procederai con la luna dietro….che ti permette di coprirti le spalle…ma che non ti da modo…di vedere dove cammini..??....preferisci un passo certo…con meta incerta??....o un passo incerto…con meta certa??...”
…sorrisi di quella domanda…era molto più complessa di quanto sembrava…
…picchiettai le unghie sul bracciolo della poltrona…
…lui vedendo il mio tentennamento…sorrise…e bevve dal bicchiere… piano…
“ non essendo in mio potere... controllare i cicli della luna…sono conscia del fatto…che nel mio cammino…mi ritroverò quella luna….sia a favore….che a sfavore…a volte avrò passi incerti…con una meta certa…altre volte il contrario…ma questo non mi fermerà...perchè...avere la luna davanti...mi darà modo di vedere la mia metà...ma non sarò mai sicura...se quella meta mi piacerà veramente...avere la luna dietro invece...renderà il mio cammino più adrenalinico...non saprò dove sto andando...è vero...ma non sarà un problema...perchè di una cosa sola sono sicura….sicurissima…non mi volterò più indietro...

…sorrise compiaciuto…portandosi in avanti….e incrociando le dita a livello della sua bocca…

…Abbassò lo sguardo…

“ Tu non mi deludi mai”...disse prima di alzarsi…ed uscire dalla stanza…

b060b8b4-047e-4be9-b4b6-2e3393e4df93
…Era seduto sulla sua poltrona… …gambe accavallate…serio…elegante... …faceva girare il liquido che aveva nel bicchiere con maestria… …una leggera ombra nel suo sguardo…la vedevo chiaramente…anche se ancora non mi aveva guardata… …mi misi a sedere nella poltrona di fronte alla sua…accavallai le...
Post
08/04/2015 09:23:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    14

Commenti

  1. Odirke 08 aprile 2015 ore 14:56
    non mi volterò più indietro


    Scrivi troppo bene per essere una suora.

    Semper Fidelis
  2. dormosondesta 09 aprile 2015 ore 05:41
    :rosa
  3. jesuis.Arlequin 19 aprile 2015 ore 02:11
  4. Elazar 25 aprile 2015 ore 16:51
    Ti tolgo dal mazzo, mille volte meglio tu, lui ha troppe lune e queste sono dei poeti o degli assassini. Scrivere ed uccidere spesso convergono, ma sto parlando di altre cose.
  5. oOL1ONC3STAOo 26 aprile 2015 ore 17:50
    MA CHI è STO QUI...E UNA PERSONA REALE O UN TRIP TUO MENTALE...HO FATTO ANCHE LA RIMA BANALE
  6. f.riarielle 22 maggio 2015 ore 16:50
    A volte non è la luna ad illuminare il cammino, ma sono le sensazioni, il percorso che si ha già ben chiaro dentro, la voglia di allontanarsi comunque e a prescindere. Alla insicurezza dell'incedere si contrappone la certezza della direzione. :rosa Ho avuto sensazioni familiari
  7. highlanderII 06 giugno 2015 ore 14:48



    Nella nostra perfetta, umana, imperfezione possiamo far piangere chi amiamo. Ma se quelle stesse lacrime cerchiamo in tutti i modi di asciugarle, se siamo i primi ad abbracciare, rassicurare, a voler ridare il sorriso che è anche un modo per chiedere perdono se siamo pronti a tutto questo allora possiamo dire: io amo!
    dal web: Raffaella Berardi
  8. NoSoundButTheWind 10 giugno 2015 ore 17:28
    Bellissime immagini dietro le tue parole...ah già dimentico sempre che quelle cose lì si chiamano "video". :many :many :many :many :many :many :many :many :many :many :many

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.