...scrivo...

05 marzo 2014 ore 17:06 segnala
…Non è ancora tempo di dormire…pensava guardando il soffitto bianco
… l'adrenalina scorreva veloce… e nonostante era abituata a questo continuo flusso… cercò di trovare una dimensione più calma…
…la pioggia…Dio la pioggia…. Lei l’amava…
…la sentiva scorrere da fuori la finestra…aveva ripreso ad annaffiare il mondo….
…e quel leggero sgocciolio…la aiutava a riprendere possesso di se…a ritornare la personcina schiva per natura…accompagnata da remoti e ormai non più adottati metodi di comportamento…
…inspirò profondamente con il naso…e fece uscire l’aria dalla bocca….come a volersi liberare di qualcosa

…DIAMINE CHE LITE…

…quella appena effettuata sembrava essere stata l’ultima…ed era stata anche la più pesante di tutte…
…entrambe…avevano riportato ferite…
…anzi…addirittura…avevano ripreso a sanguinare quelle vecchie…
…sentiva dolore…tremendo dolore…
…fra le mani e come se stesse stringendo rose spinose…
…eppure…
…eppure…si sentiva libera…
…libera di essere se stessa al completo…
…libera di non doversi giustificare…far capire…
…libera di dire la sua senza paura di ferire….libera di dire che non gliene fregava nulla…che non era un problema suo..
…libera di non dover giustificare comportamenti insensati…ignobili…a fronte di un bene....forse mai provato...

…L'incauto intruso ereditato dalla sua famiglia …quello del sentirsi sempre inadatta e fuori posto…risiedeva in qualche angolo sperduto della sua mente…. pienamente sotto al suo giogo...

…si alzò piano…prese della carta…
…incrociò le gambe sul letto…chiudendo appena gli occhi…riaprendoli poi più sereni…
…la sua penna sfiorò con grazia la sottile e pregiata carta…. mentre ancora una volta narrava ciò che le silenti mura avevano osservato…
…lei scriveva…e tutto... di getto… scorreva fuori da Lei…
…rimaneva li…imprigionato fra quelle due righe…

…solo per Lei…a ricordo di quel che era stato…e che aveva sentito…
…aveva paura che con il tempo…non imprimendole da qualche parte…si potesse dimenticare delle emozioni…paure…desideri provati…

…Guardiamo in faccia la realtà ...
… Quella che io cambio di continuo…
…quella che mi piace modellare anche direttamente sul mio stesso corpo …
…La disciplina di Vicissitudine…
… quella dote che mi permette di mostrarmi ad esterni con un volto sempre nuovo…

…fui dolce un tempo….e lo posso ricordare solo leggendo quel che scrissi…

…fui sola un tempo…stessa cosa…

…fui spietata un tempo…idem…

...amai alla follia un tempo...beh

…ora sono libera…….SCRIVIAMOLO…

…e a Voi …avidi lettori dico…
…state leggendo una parte di me…

…abbiatene cura…

…ma non scrivetelo da nessuna parte…vorrei lo dimenticaste….

b059aef2-74c8-4291-bcb1-4dc883fd9435
…Non è ancora tempo di dormire…pensava guardando il soffitto bianco … l'adrenalina scorreva veloce… e nonostante era abituata a questo continuo flusso… cercò di trovare una dimensione più calma… …la pioggia…Dio la pioggia…. Lei l’amava… …la sentiva scorrere da fuori la finestra…aveva ripreso ad...
Post
05/03/2014 17:06:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.