...si... ma.........

23 agosto 2013 ore 09:27 segnala



...Siamo davvero strani...indefiniti... comici... abusati dai dolori... dalle tante facce incontrate dello stesso cuore e soprattutto sempre alla ricerca di quello che non c’è...

...Spietati con chi non ci interessa fin quando non si allontana... con i pensieri tesi a raccogliere attenzioni da chi ci sfugge dalle mani...

... Non possiamo perdere ciò che non abbiamo mai avuto ma può mancarci per sempre quel che non abbiamo mai vissuto...

... Eppure la gioia detesta la salita e la corsa infinita...

... Perché a furia di andare... di correre...di non guardare con attenzione... il tempo passa e si sceglie di vivere costantemente nell’attesa...

... Ci raccontiamo che domani ci sarà qualcosa di meglio... per sopportare la paura di perdere quel che oggi abbiamo trovato... rinnegato... rifiutato... non ritenuto mai abbastanza... per poi ripercorrere a ritroso dei ricordi...

... – Aspetterò che arrivi quel che davvero voglio-...!

... – Si, ma cos’è che vuoi?-...

... – Non lo so… – ...

...-Ah beh-...

...Forse avresti anche paura di uscire di casa se ti venisse il dubbio che qualcuno... mentre non ci sei... entrasse e cambiasse la tua serratura...

... Eppure la tentazione che hai di vedere il mondo è sempre più grande di questa preoccupazione...

... Allora fa’ che un incontro... una volta almeno... sia più resistente dei tuoi “non lo so”...

... Andare è emozione... le emozioni sono incredibili momenti ma capire quando fermarsi è un vero talento... ed è questo che crea i sentimenti...

(Massimo Bisotti)
1595cfbc-00ec-42ab-b11c-e0becce0d26a
« immagine » ...Siamo davvero strani...indefiniti... comici... abusati dai dolori... dalle tante facce incontrate dello stesso cuore e soprattutto sempre alla ricerca di quello che non c’è... ...Spietati con chi non ci interessa fin quando non si allontana... con i pensieri tesi a raccogliere ...
Post
23/08/2013 09:27:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Commenti

  1. Cattivome73 04 settembre 2013 ore 09:27
    Non è facile concedersi al cambiamento..dopo molti anni di pignaggine ho deciso, proprio io che sono in guerra perenne con lui, che è un male necessario e per questo tollerabile...
    Mi piacerebbero la tranquillità e la sicurezza (e dico in tutti i campim esistenziali e non) ma so che quello che non è pronto a cambiare è morto dentro in realtà...
    E forse questo mi fa ancora più paura del cambiamento! ;-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.