Elucubrazioni (parte ottava)

18 settembre 2015 ore 09:08 segnala
…La fame si era ormai placata..
…non aveva memoria di quando era stata l’ultima volta in cui si era sfamata con tanta foga..rabbia…passione…ingordigia..
…li aveva sterminati tutti…uno per uno…e non si era nemmeno preoccupata di occultarne i cadaveri…



…non le importava più usare ogni mezzo lecito ed illecito per nascondere la sua natura…
“Devi tutelarti…devi essere cauta…saggia…non lasciare traccia…non mi dare motivo di essere preoccupato per la tua vita..non lo sopporterei” le diceva sempre il suo re
“da quando hai paura di lanterne..fuoco e forconi mio diletto” scherzava sempre lei..
“da quando esisti” le rispondeva sempre lui serio..spostandole i capelli dal volto..
Ma…ora…
…che la scoprissero…che la uccidessero…avrebbero sicuramente posto fine alle sue sofferenze…pensò mentre seduta ai piedi di un albero rigirava fra le mani il ciondolo che aveva gentilmente rubato..
…sorrise ricordando la faccia del locandiere prima di morire…quando per cercare di difendersi le aveva strappato un lembo di vestito all’altezza del braccio…scoprendo il suo marchio a fuoco..
…era sicura che nei suoi occhi aveva riconosciuto l’innocente bambina che avevano violato con ferro incandescente..
…e la paura…la disperazione…avevano reso il suo sangue di una bontà indescrivibile..
…”dove..?...dove ti ho visto..??..su chi..?..in quale momento..? si chiedeva rivolgendosi al ciondolo che aveva fra le mani.. cercando di ricordare
..che lo avesse visto la notte in cui sua madre era morta era scontato…ma voleva ricordare di più…voleva ricordare tutto..
…il ciondolo pendolava da un collo…era li…davanti a lei..quel maledetto giorno..
Cercò di concentrarsi…ma fù inutile..
Si alzò..mettendosi il ciondolo al collo..e proseguì per la sua strada..
…la verità…i ricordi…sarebbero arrivati a tempo debito..

fa746c51-bddf-4d10-af12-f99413c07904
…La fame si era ormai placata.. …non aveva memoria di quando era stata l’ultima volta in cui si era sfamata con tanta foga..rabbia…passione…ingordigia.. …li aveva sterminati tutti…uno per uno…e non si era nemmeno preoccupata di occultarne i cadaveri… « immagine » …non le importava più usare...
Post
18/09/2015 09:08:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. OpzioneA 26 maggio 2018 ore 00:52
    di quali corpi cibarsi? di quale parte del corpo trarre l'energia necessaria? se fosse cuore o milza, se fossero muscoli o tendini per legare la voglia di crescere ancora nella ricerca di quello che è il ricordo...quanto sarebbe bello potersi sfamare senza pensare...o senza ricordare..le vittime di quel massacro.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.