Fraternità, ordine, e bellezza sociopolitici

02 giugno 2018 ore 05:43 segnala
Ciò che ci serve è l'essere uniti nella fraternità e vivere felicemente e serenamente.
Tutto il resto sono distrazioni che c'affliggono l'animo.
Dobbiamo vivere in un giusto equilibrio tra stato di natura e stato di diritto; dobbiamo cioè vivere in armonia tra noi, ed in armonia con la natura, all'interno di contratti sociali che non prevedano sovrani, né capi, né padroni.
Ogni sottogruppo umano definito dal proprio contratto sociale deve vivere nel rispetto del contratto stesso; e tutti i contratti devono essere accomunati da princìpi di base dettati da tutela e rispetto per gli esseri viventi e per l'ecosistema, e da solidarietà per gli umani e solidarietà di quest'ultimi verso gli altri animali.
Dobbiamo dunque vivere in una fraterna collaborazione volta al livello di benessere più alto che siamo in grado di dare alla comunità umana, alla comunità degli altri animali, e all'ecosistema, all'insegna d'un ordine armonico personale, collettivo, e paesaggistico-architettonico; e, se possibile - ma credo lo sia - all'insegna di un'armonica bellezza dell'elemento paesaggistico-architettonico stesso.
L'elemento architettonico non deve opprimere né oscurare il paesaggistico, ma anzi esaltarlo se possibile.
309cc90d-c96b-409d-ae85-c9fa65958206
Ciò che ci serve è l'essere uniti nella fraternità e vivere felicemente e serenamente. Tutto il resto sono distrazioni che c'affliggono l'animo. Dobbiamo vivere in un giusto equilibrio tra stato di natura e stato di diritto; dobbiamo cioè vivere in armonia tra noi, ed in armonia con la natura,...
Post
02/06/2018 05:43:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.