Il Matto

10 giugno 2018 ore 02:57 segnala


Il «Matto» è colui che s'accompagna ai 21 «trionfi» facenti parte delle 78 carte da tavolo dette «tarocchi», - probabilmente nate nel XV secolo - che in principio erano utilizzate come gioco.
A partire dalla fine del XVIII secolo certi esoteristi vollero associare i tarocchi alla cabala esoterica, chiamando il Matto ed i trionfi «arcani maggiori», e le restanti carte «arcani minori».
Tali esoteristi reinterpretarono il significato degli arcani in chiave esoterica; anche se probabilmente un significato esoterico, seppur abbastanza più lieve, era già presente nei trionfi tradizionali.

Mi piace considerare il Matto, anche come emblema di un personale - ma neanche tanto forse - concetto filosofico, se così si può dire, presente nelle prossime righe.

Il Matto è così chiamato in quanto emblema di quella che, a volte sana ed a volte nociva, è la follia tipica dei giovani, accompagnata dalla non-conformità alle regole, dallo spirito ribelle, dalla voglia di godere della vita, dall'innocenza, dalla fantasia.
Il Matto insomma è incarnazione della libertà, dell'amore per la vita; vita antagonista del potere e degli schemi preimpostati che uniformano le masse.
Non casualmente difatti, il suo numero, a differenza di quello dei restanti arcani maggiori numerati da 1 a 21, è lo zero (altre volte invece non ha nessun numero), che in quanto indicante assenza di quantità è per così dire un non-numero, ad indicare come egli non sia appunto una sorta di numero, al contrario di troppi individui, bensì un soggetto fuori dagli schemi, come fuori dagli schemi è lo zero, il non-numero che in quanto tale può essere se stesso, agire in libertà, e potenzialmente apprendere le caratteristiche degli altri arcani maggiori; ossia ciò che il Matto potrà fare allorché voglia perfezionare la sua sapienza e la sua esperienza, che farebbero da complemento alla sua mentalità libera ed avversa ai poteri che soggiogano l'uomo.
Ad ogni modo, il tempo, accompagnato dal pensiero libero e riflessivo, e dalla mentalità onesta e solidale, perfezionerà, se non la sapienza e l'esperienza del Matto, la sua saggezza e la sua apertura mentale.
A quel punto, il Matto, sarà potenzialmente l'illuminato o semplicemente saggio leader della rivoluzione interiore, e potrà mostrare alle masse le catene che non vedono, ed indicargli la via che porta alla liberazione.
832ead2f-c5e0-4a73-b68c-ca141f39fe79
« immagine » Il «Matto» è colui che s'accompagna ai 21 «trionfi» facenti parte delle 78 carte da tavolo dette «tarocchi», - probabilmente nate nel XV secolo - che in principio erano utilizzate come gioco. A partire dalla fine del XVIII secolo certi esoteristi vollero associare i tarocchi alla cab...
Post
10/06/2018 02:57:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.