La leggenda di Satana

09 giugno 2018 ore 02:56 segnala


Paradossalmente, se in antica era, talune personalità - quali l'ebreo ellenizzato e con cittadinanza romana Shaul di Tarso (San Paolo) - non avessero ideato il cristianesimo, che aveva diverse forme in contrapposizione tra esse, e che era ispirato da elementi quali il concetto di anima incorporea che troviamo ad esempio nell'antica Grecia, la trinità sacra allegorica, il mitraismo, e forse quel famoso profeta/interprete dei testi sacri di nome Yehoshua (dico forse perché non sono sicuro che sia realmente esistito), a partire da un certo momento dell'era contemporanea Satana non avrebbe avuto tutto il successo che sai, e che ora ancor di più ha, e che avrà.

Ma chi è Satana? Spesso viene detto che fosse uno degli angeli che nel ribellarsi a Dio divennero demoni, capeggiati da Satana stesso, detto anche diavolo.
In realtà egli è solo uno dei cosiddetti diavoli.

Le parole che seguono avranno forse per te il sapore di un'insolita blasfemia:
Satana, il Diavolo, e Dio, sono la stessa entità.
Ho anche una seconda e più piccola "blasfemia":
angeli e demoni hanno la stessa natura, e sebbene siano in senso lato figli della stessa entità, anche loro erano chiamati Dei e Diavoli. O anche: Deva.

Mi segui? Forse no.
Allora leggi: i Deva sono le divinità vediche, ossia dei veda, gli antichi testi sacri del subcontinente indiano. Ma i Deva sono le stesse entità della maggior parte delle religioni.

È probabile che già tu sapessi ciò, ma ora viene il bello dell'essere falso profeta:
dal termine «devas» hanno origine i termini latini «devus» e «deus», che a loro volta sono collegati al termine greco «zeus». Chiaro, no?
Devus e deus sono ovviamente l'origine dell'italiano «dio».
E con particolare riferimento a devus sono anche l'origine di «divo».
Dunque Dio è... un divo!
Ma torniamo seri; o meglio, falsi profeti. S'è detto che devas avesse originato devus/deus. La radice ariana di devas è «div/diu/diau», che significano «risplendere», e dai quali viene «dyaus», che significa «cielo luminoso».

«Diavolo» ha origine dal greco «diabolos», in latino «diabolus».
Notato qualcosa di strano? Nel caso tu non l'abbia notato, rieccolo:
dyaus | diabolus.
Et voila, ecco svelato l'arcano.
Non ancora del tutto...

Manca ancora la parte più satanica.
«Satana» ha origine dall'ebraico «satan», che significa «avversario», «oppositore», «nemico».
Gli israeliti non si limitavano a definire con «satan» un nemico, bensì anche coloro che svolgevano il ruolo di accusatore in giudizio - dunque una sorte di giudice - quando c'era una sorta di processo.
A conferma di ciò vi sono due passi veterotestamentari, e narrano uno stesso episodio, ma mentre in uno si dice che Yhwh, divinità dei giudei, insorse contro gli israeliti ordinando al re di censirli, nell'altro vi è il termine satan anziché Yhwh.
Ciò può significare che tale divinità assunse in quell'episodio la funzione di accusatore in giudizio contro gli israeliti, oppure che tale ruolo fu svolto da un uomo addetto, in nome della divinità stessa.

«Satan» però, somiglia al sanscrito «satnam», composto di «sat» e «nam», ed al mantra induista «sa-ta-na-ma».
Sat significa «ciò che è», con riferimento al principio universale ed eterno; e Nam significa «nome». Dunque satnam significa «nome dell'Eterno».
Sa-ta-na-ma significa «origine-vita-morte-rinascita».

Che dunque tu stia con Dio o con Satana, stai sempre dalla stessa parte.
A meno che tu voglia intendere Satana come emblema dell'ateismo.
O come emblema dell'impero babilonese, dato che buona parte degli ideatori delle diverse forme del cristianesimo chiamarono satana il cosiddetto serpente antico, ossia la figura allegorica del serpente che gli schiavi israeliti videro in Babilonia.
Il serpente allegorico però, non aveva significato negativo, ed era utilizzato anche da varie altre civiltà.


9f376539-f41f-4547-966f-b160f2004616
« immagine » Paradossalmente, se in antica era, talune personalità - quali il giudeo ellenizzato con cittadinanza romana Saul di Tarso - non avessero ideato il cristianesimo, che aveva diverse forme in contrapposizione tra esse, e che era ispirato da elementi quali il concetto di anima incorporea...
Post
09/06/2018 02:56:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. leggendolamano 09 giugno 2018 ore 07:28
    È un discorso lungo e complesso quello che hai affrontato che non può risolversi con una semplice analisi di tipo etimologica. Satana, Diavolo demonio sono tutti sinonimi di entità che non necessariamente derivano dal male perché è il cattolicesimo a rendere malefiche entità che erano solo pura contrapposizione.
    Per riconoscere il bene è necessario contrapporre il male perché solo attraverso il contrario di ogni cosa si riconosce l’essenza di quella principale.Anche la parola Demonio che deriva dal greco daimon in origine non aveva nessuna valenza negativa così come l’ade, l’inferno, non era un luogo di punizione ma di ricongiunzione delle anime. Poi è tutto un fiorire di entità malefica che stato sancito e ricordato anche dal concilio Vaticano secondo. La fantasia umana è arrivata a dare un nome ad ogni diavolo di ogni malattia. Ad esempio:
    Asmodeo(demonio del sesso,dell’impurità dell’Aids e della sifilide)
    Afragol(demonio della discordia tra marito e moglie)
    Aldress(demonio della tiroide)
    Alfaroth(demonio delle viscere)
    Astrarom(demonio del successo e che fa diventare ricchi)
    Aroth(demonio della schiena)
    Almingo(demonio del fondo schiena)
    Alfat(demonio del fegato)
    Almar(demonio dei tendini)
    Anatros(demonio dei nervi del piede)
    Emol(demonio della gola)
    Emador(demonio della rotula)
    Elchemer(demonio della pelle)
    Imador(demonio dei nervi del corpo)
    Mivar(demonio della tubercolosi)
    Ulvar(demonio dell’utero con fibroma e della pancia)
    Uterh(demonio dei fianchi)
    Zais(demonio delle malattie)
    Zelcol(demonio dell’osso cervicale)
    In conclusione come ci insegnano ghette e Calvino nessun male e veramente male e nessun bene è veramente bene non si tratta di apparenza, si tratta di compenetrazione di sostanze
  2. ArkanvS 10 giugno 2018 ore 00:52
    @leggendolamano: Penso infatti che nell'antichità le autorità di certi popoli demonizzarono delle divinità di popoli rivali.
    Lo fecero ad esempio le autorità giudee; e sulla loro falsariga l'alto clero cristiano, la cui religione deriva dal giudaismo, demonizzò ad esempio tutto quel "ben di Dio" che hai elencato.
    Non so se lo fece sempre per malafede; probabilmente a volte per ignoranza.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.