anno domine 2011 meditazione sul pianeta TERRA

21 gennaio 2011 ore 16:33 segnala
dalla fine dell'anno 2010 agli inizi di questo 2011 il tempo si è corrucciato in maniera imprevedibile anche per gli esperti di meteorologia!!! su tutto il globo è stato un susseguirsi di eventi calamitosi che hanno comportato perdite di vite umane e danni notevoli alle strutture che l'essere umano ha creato senza tener conto della delicatezza e dell'instabile equilibrio dell'ambiente alterato per comodo e forte sfruttamento, il persistere di questo sfruttamento irrazionale sta alterando il naturale evolversi degli eventi climatologici della natura con le conseguenze che tutti anche i meno ferrati in materia stanno constatando!!!dare uno stop è impensabile ci si augura in una sua limitazione e un maggior rispetto dell'ambiente naturale in cui l'essere umano pone mano per le sue necessità di sviluppo socio-economico, come tutti hanno compreso alterare i cicli biologici della natura ha gravi ripercussioni e a medio-lungo termine gli eventi catastrofici saranno in notevole aumento!! e come tutti sanno non abbiamo attualmente pianeti di riserva dove rifugiarsi!! 
abbiamo superato i 7 miliardi di abitanti stiamo consumando carburanti e materiali come se la Terra fosse un pozzo di S.Patrizio ci si sta spingendo  in zone ove la natura regnava incontrastata portandovi alterazioni profonde!!
Nubi nere si profilano all'orizzonte l'essere senziente sarà in grado di evitare la procella che si abbatterà su di lui??
11888068
dalla fine dell'anno 2010 agli inizi di questo 2011 il tempo si è corrucciato in maniera imprevedibile anche per gli esperti di meteorologia!!! su tutto il globo è stato un susseguirsi di eventi...
Post
21/01/2011 16:33:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

prova

15 agosto 2010 ore 12:27 segnala
prova

Inno ITALIANO

19 ottobre 2009 ore 06:57 segnala

Fratelli d'Italia,
l'Italia s'è desta, 
dell'elmo di Scipio
s'è cinta la testa. 
Dov'è la Vittoria? 
Le porga la chioma, 
che schiava di Roma 
Iddio la creò. 
Stringiamoci a coorte, 
siam pronti alla morte. 
Siam pronti alla morte, 
l'Italia chiamò. 
Stringiamoci a coorte, 
siam pronti alla morte. 
Siam pronti alla morte, 
l'Italia chiamò, sì! 


Noi fummo da secoli 
calpesti, derisi, 
perché non siam popoli, 
perché siam divisi. 
Raccolgaci un'unica
bandiera, una speme: 
di fonderci insieme 
già l'ora suonò.
Stringiamoci a coorte, 
siam pronti alla morte. 
Siam pronti alla morte, 
l'Italia chiamò, sì! 


Uniamoci, uniamoci, 
l'unione e l'amore 
rivelano ai popoli 
le vie del Signore. 
Giuriamo far libero 
il suolo natio: 
uniti, per Dio, 
chi vincer ci può?
Stringiamoci a coorte, 
siam pronti alla morte. 
Siam pronti alla morte, 
l'Italia chiamò, sì! 

Dall'Alpe a Sicilia, 
Dovunque è Legnano; 
Ogn'uom di Ferruccio 
Ha il core e la mano; 
I bimbi d'Italia
Si chiaman Balilla; 
Il suon d'ogni squilla 
I Vespri suonò.
Stringiamoci a coorte, 
siam pronti alla morte. 
Siam pronti alla morte, 
l'Italia chiamò, sì! 
 

Son giunchi che piegano 
Le spade vendute;
Già l'Aquila d'Austria
Le penne ha perdute.
Il sangue d'Italia
E il sangue Polacco
Bevé col Cosacco,
Ma il cor le bruciò.
Stringiamoci a coorte, 
siam pronti alla morte. 
Siam pronti alla morte, 
l'Italia chiamò, sì! 

 

Tornero!!!

08 settembre 2009 ore 11:11 segnala

un saluto agli amici alle amiche de core un fiore x le Sig.re una dedica x TUTTI/E:fiore :rosa :grazie

 

 

INNO DI MAMELI

26 maggio 2009 ore 18:34 segnala
PER MINE IL NOSTRO INNO NAZIONALE ITALIANO:cuore

Inno Nazionale Messicano

26 maggio 2009 ore 18:33 segnala
dedica a MINE INNO NAZIONALE DEL GRANDE MESSICO

Nabucco

21 maggio 2009 ore 14:40 segnala
una dedica x FIORE con tutto il mio:cuore

er monno insieme a Te

11 maggio 2009 ore 17:48 segnala

Forse non sarei
come sono adesso
forse non avrei
questa forza addosso
forse non saprei
neanche fare un passo
forse crollerei
scivolando in basso
invece tu sei qui
e mi hai dato tutto questo
e invece tu sei qui
mi hai rimesso al proprio posto
i più piccoli
pezzi della mia esistenza
componendoli
dando loro una coerenza

come è bello il mondo insieme a te
mi sembra impossibile
che tutto ciò che vedo c'è
da sempre solo che
io non sapevo come fare
per guardare ciò che tu
mi fai vedere
come è grande il mondo insieme a te
è come rinascere
e vedere finalmente che
rischiavo di perdere
mille miliardi e più di cose
se tu non mi avessi fatto
il dono di dividerle con me

forse non avrei
mai trovato un posto
forse non potrei
regalarti un gesto
forse non saprei
neanche cosa è giusto
forse non sarei
neanche più rimasto
invece tu sei qui
sei arrivata per restare
invece tu sei qui
non per prendere o lasciare
ma per rendermi
ogni giorno un po' migliore
insegnandomi
la semplicità di amare

come è bello il mondo insieme a te
mi sembra impossibile
che tutto ciò che vedo c'è
da sempre solo che
io non sapevo come fare
per guardare ciò che tu
mi fai vedere
come è grande il mondo insieme a te
è come rinascere
e vedere finalmente che
rischiavo di perdere
mille miliardi e più di cose
se tu non mi avessi fatto
il dono di dividerle con me

come è grande il mondo insieme a te
è come rinascere
e vedere finalmente che
rischiavo di perdere
mille miliardi e più di cose
se tu non mi avessi fatto
il dono di dividerle con me
0:-)

 

FESTA della MAMMA

09 maggio 2009 ore 19:56 segnala
tra poche ore est la festa UFFICIALE della MAMMA  ma come giustamente postato dal Sig. Moro Toscano in data 08/05/2009 at ore 09.33.12 (la vera festa e'oggi!!!) AUGURI MAMME --,--'--@”

La festa della mamma è una ricorrenza civile diffusa in tutto il mondo che in Italia cadeva regolarmente l'8 maggio, fin quando non si decise di fissarla alla seconda domenica di maggio.
Costituisce una festa molto antica, legata al culto delle divinità della fertilità degli antichi popoli politeisti, che veniva celebrato proprio nel periodo dell'anno in cui il passaggio della natura dal freddo e statico inverno al pieno dell'estate dei profumi e dei colori (e della prosperità nelle antiche civilità contadine) era più evidente. Con l'andare del tempo questa festività dal tono religioso si è evoluta in festa, talvolta anche in sagra.
Negli Stati Uniti nel maggio 1870, Julia Ward Howe, attivista pacifista e abolizionista (della schiavitù), propose di fatto l'istituzione del Mother's Day (Giorno della madre), come momento di riflessione contro la guerra. Fu ufficializzata nel 1914 dal presidente Woodrow Wilson con la delibera del Congresso di festeggiarla la seconda domenica di maggio, come espressione pubblica di amore e gratitudine per le madri e speranza per la pace. La festa si è diffusa in molti Paesi del mondo, ma cambiano le date in cui è festeggiata.
In Italia fu celebrata per la prima volta nel 1957 da don Otello Migliosi ad Assisi, nel piccolo borgo di Tordibetto di cui era parroco.

:cuore

 

Tajatelle fave ricotten et pecorinem

02 maggio 2009 ore 14:20 segnala
250 g di tagliatelle fresche 300 g di fave sgranate una cipolla rossa piccola 100 g di ricotta del tipo romano 40 g di pecorino romano 8 foglie di menta piccole 6 cucchiai di olio extravergine di oliva sale e pepe

Preparazione:
Iniziate sbucciando la cipolla, fatene due metà e tagliatela a fettine molto sottili che farete soffriggere per circa 5 minuti a fuoco basso con 5 cucchiai di olio.
Unite le fave alla cipolla ed alzate la fiamma per dare loro la possibilità di insaporire tenendole sul fuoco per altri 3 minuti circa. Aggiungete 2 dl di acqua calda e coprite continuando a cuocere per altri 15 minuti circa, fin quando le fave sono diventate tenere. Salatele e grattuggiatevi sopra il pecorino romano utilizzando possibilmente una grattugia a fori medi.
Nel frattempo cuocete la pasta in acqua bollente salata, e aggiungete all'acqua di cottura l'olio non utilizzato. Scolatela, naturalmente al dente, e versatela nella padella in cui avete preparato il condimento alle fave; fatela mantecare per qualche secondo in modo che si insaporisca per bene. Toglietela dal fuoco e aggiungete la menta spezzettata, dei fiocchetti di ricotta, il pecorino e pepe a volontà.
Ora siete pronti per servire in tavola.

Un suggerimento per chi non ama troppo le fave:
- questo piatto può essere realizzato anche con verdure di stagione, come ad esempio asparagi, carciofi o piselli. Non preoccupatevi il piatto non perderà l'effetto cromatico, la bella combinazione di colori degli ingredienti rimarrà invariata, ed il sapore sarà forse, anche più gustoso, a seconda delle vostre preferenze.

Ma scopriamo qualcosa di più sulle fave:
- sono originarie delle Americhe. La varietà più diffusa è quella verde.
Sceglietela:
- di colore brillante, senza macchie, regolare, con baccello turgido. Per verificarne la freschezza provate a spezzare in due un baccello, il suono deve essere pari ad uno schiocco. Sgusciatele solo al momento dell'utilizzo per evitare che perdano la loro tenerezza.
Pensate che ...:
- la fava è il legume più leggero e digeribile dopo il fagiolino.
Facciamo attenzione...:
- sono legumi piuttosto salutari, ma in alcuni casi hanno una particolare controindicazione: possono causare in persone a cui manca un certo tipo di enzima, una malattia rara chiamata "favismo" che è causa di gravi anemie.

 :sbav