Certe luci non puoi spegnerle

31 dicembre 2016 ore 10:47 segnala


Mi dispiace per chi passa la propria vita a guardare la vita, gli altri e la vita degli altri con cattiveria.

Mi dispiace per chi non riesce (più) a riconoscere un cuore puro, un gesto sincero, una bella persona.

Mi dispiace per chi vive di frustrazione, invidia, falsità e rancore. Mi dispiace per chi non riesce ad essere felice per la felicità degli altri.
Chi giudica senza conoscere.

Chi sparla (ma col cazz* che si prende la responsabilità delle proprie affermazioni).
Chi per brillare ha bisogno di oscurare tutto il resto.

Mi dispiace per loro perché fondamentalmente sono tutte energie sprecate: siamo felici ed orgogliosi di essere le persone belle e positive che siamo.
Meglio farsene una ragione. O magari pigliarsi un altro Gaviscon.
7e6052c0-ba32-4398-b14e-b7794651bdca
« immagine » Mi dispiace per chi passa la propria vita a guardare la vita, gli altri e la vita degli altri con cattiveria. Mi dispiace per chi non riesce (più) a riconoscere un cuore puro, un gesto sincero, una bella persona. Mi dispiace per chi vive di frustrazione, invidia, falsità e rancore...
Post
31/12/2016 10:47:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. Illumia 31 dicembre 2016 ore 14:59
    Mancano gli attributi molto spesso alle persone per ammettere uno sbaglio ciao
  2. MontyPython 01 gennaio 2017 ore 21:24
    È un pensiero molto vero e molto bello.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.