(Semplice, no?)

02 luglio 2019 ore 10:52 segnala



Non ho tempo per chi dimostra di non averne per me.
Per chi è sempre approssimativo in quello che dice, che scrive, che fa.
Non ho tempo per i superficiali, gli egoisti, quelli che ad ogni natale “Auguri a te e famiglia”.


Non ho tempo per la cattiveria. Né per farne, né per riceverne.
Per chi cerca sempre lo scontro, per chi ascolta con la malizia e non con le orecchie, per chi vede del marcio anche dove il marcio non c’è. Per l’invidia, le critiche gratuite, chi mi giudica senza conoscere.


Non ho tempo per gli “amici” che amici poi non sono, gli amori che ti consumano, i like che ti appendono ad un filo, quelle serate in compagnia vuote come certe conversazioni su WhatsApp.
Chi parla solo di sé, chi parla sempre e male degli altri, chi parla senza ascoltare: io per voi non ho (più) tempo.


No, non voglio avere tempo per tutto ciò che invece di costruire, distrugge. Per tutti quelli che invece di avvicinarsi, ti allontanano. Per qualsiasi cosa che non meriti neanche una briciola del mio preziosissimo tempo.


Che poi, in fondo, il segreto per vivere felici è: (re)stare con chi ti ama e fare le cose che ti rendono migliore. Ed è a loro che devi dedicare il tuo tempo.


Viaggiare per il piacere di conoscere (e non per sbattere le foto sui social), baciare con passione e non per noia, andare a vivere insieme per “costruire” (e non per paura della solitudine), investire nei sentimenti (e non solo nel proprio futuro), fare cose in cui si crede davvero (e credere in tutte le cose che si fa).


Vivere per dare un senso alla propria vita e non solo per avere qualcosa da raccontare (fotografare, postare, inoltrare).
Il tuo tempo è un diamante, ma non è per sempre.

Fanne buon uso.
3180921a-55d5-4288-aa67-2eb727cf57e2
« immagine » Non ho tempo per chi dimostra di non averne per me. Per chi è sempre approssimativo in quello che dice, che scrive, che fa. Non ho tempo per i superficiali, gli egoisti, quelli che ad ogni natale “Auguri a te e famiglia”. Non ho tempo per la cattiveria. Né per farne, né per ricevern...
Post
02/07/2019 10:52:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Read my mind

14 marzo 2019 ore 11:01 segnala


Ti è mai capitato d’incontrare una persona e, subito, al primo sguardo o alla prima parola, avere la sensazione che ti stia leggendo la mente e che tu riesca a leggere la sua?
Di sapere esattamente cosa sta pensando di te in quel momento?
Di fargli domande già sapendo quali sono le risposte?
Di stare li, ore ed ore a parlare e avere la sensazione di conoscerla da una vita?

Avere l’istinto e l’impulso di comportarti nel modo più naturale possibile, di aver voglia, solo dopo poche ore, di star li con lui o con lei per sempre…
Di non volergli mai dire “Devo andare! Ci sentiamo!” perchè desideri solo che tutto intorno si fermi a quel momento…

Sì capita, e si può anche fare in modo di fermare il tempo, di farlo durare per sempre..
Come? evitando di farsi domande… Vivendo gli attimi senza troppi “Ma” e “Se”…


14931d55-5629-4b95-8e41-f610163f6d3f
« immagine » Ti è mai capitato d’incontrare una persona e, subito, al primo sguardo o alla prima parola, avere la sensazione che ti stia leggendo la mente e che tu riesca a leggere la sua? Di sapere esattamente cosa sta pensando di te in quel momento? Di fargli domande già sapendo quali sono le r...
Post
14/03/2019 11:01:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Buona Vita

20 febbraio 2019 ore 10:28 segnala


Ho cambiato pelle e all’inizio neanche me ne rendevo conto, talmente ero concentrata a dare il massimo in ogni cosa mi capitasse sottomano, perché per me l’importante era essere all’altezza.

Poi all’improvviso il mio corpo mi ha urlato “stai lottando per la tua felicità o per come ti vorrebbero felice gli altri?”

E allora mi sono tuffata tra le onde del destino, che quando non sai più dove andare, non ti resta che iniziare a vivere di pancia.

Che i cambi di rotta spaventano solo coloro che non sanno navigare, fuori e dentro di sé.
ef5adaed-d9e9-4cdf-a8c3-5197816ce5f1
« immagine » Ho cambiato pelle e all’inizio neanche me ne rendevo conto, talmente ero concentrata a dare il massimo in ogni cosa mi capitasse sottomano, perché per me l’importante era essere all’altezza. Poi all’improvviso il mio corpo mi ha urlato “stai lottando per la tua felicità o per come t...
Post
20/02/2019 10:28:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

“Those who suffer love”.

19 febbraio 2019 ore 10:06 segnala


Quelli che soffrono d’amore.
Quelli che soffrono, amano.
O viceversa.

Che l’amore richiede coraggio ed anche una bella scorta di Maalox. Che l’amore spesso è un gioco a perdere, un rimescolio imprevedibile delle carte.

Che amare non è solo “trottolino amoroso dududu dadadà”, amare è anche mettersi alla prova, lanciare il cuore nel vuoto, scalare il K2. E poi si vedrà.

Amore è lui e lei che si confrontano giorno per giorno, che lottano per resistere insieme all’orrore del mondo. E magari ci si lascia. O magari non ci si lascia più.

Che in questa vita si può soffrire per amore. Ma non si può continuare ad amare ciò che ci fa soffrire.

62fb39c6-45a9-4b6a-9f98-a9e194bfb3b4
« immagine » Quelli che soffrono d’amore. Quelli che soffrono, amano. O viceversa. Che l’amore richiede coraggio ed anche una bella scorta di Maalox. Che l’amore spesso è un gioco a perdere, un rimescolio imprevedibile delle carte. Che amare non è solo “trottolino amoroso dududu dadadà”, amare ...
Post
19/02/2019 10:06:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Roads

18 febbraio 2019 ore 09:55 segnala


Sarebbe tutto più semplice se non ti avessero inculcato questa storia del finire da qualche parte, se solo ti avessero insegnato, piuttosto, a essere felice rimanendo immobile.

Tutte quelle storie sulla tua strada.
Trovare la tua strada.
Andare per la tua strada.

Magari invece siamo fatti per vivere in una piazza, o in un giardino pubblico, fermi lì, a far passare la vita, magari siamo un crocicchio, il mondo ha bisogno che stiamo fermi, sarebbe un disastro se solo ce ne andassimo, a un certo punto, per la nostra strada.

Quale strada?
Sono gli altri le strade, io sono una piazza, non porto in nessun posto, io sono un posto.


a343f057-b37e-47de-a6ce-b553d3dfefa0
« immagine » Sarebbe tutto più semplice se non ti avessero inculcato questa storia del finire da qualche parte, se solo ti avessero insegnato, piuttosto, a essere felice rimanendo immobile. Tutte quelle storie sulla tua strada. Trovare la tua strada. Andare per la tua strada. Magari invece siam...
Post
18/02/2019 09:55:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

L’ insostenibile leggerezza dell’ essere

04 febbraio 2019 ore 11:29 segnala


Non esiste alcun modo di stabilire quale decisione sia la migliore, perché non esiste alcun termine di paragone.

L’uomo vive ogni cosa subito per la prima volta, senza preparazioni.
Come un attore che entra in scena senza aver mai provato.

Ma che valore può avere la vita se la prima prova è già la vita stessa? Per questo la vita somiglia sempre a uno schizzo.

Ma nemmeno “schizzo” è la parola giusta, perché uno schizzo è sempre un abbozzo di qualcosa, la preparazione di un quadro, mentre lo schizzo che è la nostra vita è uno schizzo di nulla, un abbozzo senza quadro.
d650aedb-5a74-4795-bbb7-0e37c8d877eb
« immagine » Non esiste alcun modo di stabilire quale decisione sia la migliore, perché non esiste alcun termine di paragone. L’uomo vive ogni cosa subito per la prima volta, senza preparazioni. Come un attore che entra in scena senza aver mai provato. Ma che valore può avere la vita se la prim...
Post
04/02/2019 11:29:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Looking out the window…

01 febbraio 2019 ore 11:03 segnala


Nei giorni di pioggia non si dovrebbe uscire di casa per nessuna ragione al mondo.
Si dovrebbe restare sotto le coperte il più a lungo possibile,
non si dovrebbe star da soli, per non correre il rischio di perdersi troppo nei propri pensieri.

Nei giorni di pioggia sogno un divano comodo per due, un disco dei Led Zeppelin in sottofondo, due birre ghiacciate, le luci soffuse ed un enorme abbraccio in cui mettere a dormire tutte le mie paure.

9d658b9d-b843-4225-832f-52a95b600e8a
Nei giorni di pioggia non si dovrebbe uscire di casa per nessuna ragione al mondo. Si dovrebbe restare sotto le coperte il più a lungo possibile, non si dovrebbe star da soli, per non correre il rischio di perdersi troppo nei propri pensieri. Nei giorni di pioggia sogno un divano comodo per due,...
Post
01/02/2019 11:03:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment