E se non sai come dire...

21 novembre 2017 ore 21:55 segnala
Se non trovi le parole non ti devi preoccupare ... Io saprò capire ...A me basta di sapere che mi pensi anche un minuto ... Perché io so accontentarmi anche di un semplice saluto .... Ci vuole poco per sentirsi più vicini.
Nino Buonocore
b9cc94cb-2d08-4fc4-a6ec-09c812ba609c
Se non trovi le parole non ti devi preoccupare ... Io saprò capire ...A me basta di sapere che mi pensi anche un minuto ... Perché io so accontentarmi anche di un semplice saluto .... Ci vuole poco per sentirsi più vicini. Nino Buonocore « immagine »
Post
21/11/2017 21:55:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Ci sono momenti...

18 novembre 2017 ore 00:35 segnala
nei quali la musica è l'unica forza che ti sostiene, quella che ti spacca i timpani, fra un brivido e l'altro... ti scorre nel sangue fino alle ossa..
Quella che ti consola, portandoti col cuore là dove la mente evita di posarsi...
E ti fa sognare, fra ricordi ed emozioni.
a022f539-3bc8-4276-b8d7-28b6595c79f3
nei quali la musica è l'unica forza che ti sostiene, quella che ti spacca i timpani, fra un brivido e l'altro... ti scorre nel sangue fino alle ossa.. Quella che ti consola, portandoti col cuore là dove la mente evita di posarsi... E ti fa sognare, fra ricordi ed emozioni. « immagine »
Post
18/11/2017 00:35:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Ti accompagnai...

15 novembre 2017 ore 19:51 segnala
alla stazione, un posto freddo, triste, buio, ci salutammo, cosi come si salutano due amanti con la sensazione che non si sarebbero più rivisti....
Ma entrambi sapevamo...ne eravamo certi...che non esisteva niente che ci poteva separare... Nemmeno due sciocche, stupide, insulse, odiosissime rotaie.
81a8ca35-19d2-4d13-9e6e-624ce795b334
alla stazione, un posto freddo, triste, buio, ci salutammo, cosi come si salutano due amanti con la sensazione che non si sarebbero più rivisti.... Ma entrambi sapevamo...ne eravamo certi...che non esisteva niente che ci poteva separare... Nemmeno due sciocche, stupide, insulse, odiosissime...
Post
15/11/2017 19:51:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

In questo giorno...

15 novembre 2017 ore 19:17 segnala
senza uno sguardo.. Senza un contatto.. Senza un sorriso che contagia.. Senza un brivido.. Si lascia scivolare il tic tac.. senza attenzione.. senza curiosità...e io
ti voglio.. Voglio sentire il tuo respiro...
Mentre mi sorreggi il viso con le mani.
ebef22d2-5a4c-4a10-a471-d8eaf7e6ec78
senza uno sguardo.. Senza un contatto.. Senza un sorriso che contagia.. Senza un brivido.. Si lascia scivolare il tic tac.. senza attenzione.. senza curiosità...e io ti voglio.. Voglio sentire il tuo respiro... Mentre mi sorreggi il viso con le mani. « immagine »
Post
15/11/2017 19:17:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Lei aveva paura...

11 novembre 2017 ore 13:16 segnala
aveva imparato che ci si può fare molto male quando si decide di lasciarsi andare, aveva provato a costruire dei muri altissimi e aveva imparato a nascondersi dietro mille scuse, ma se c’era una cosa di cui era stata sempre sicura, era di non volere rimpianti. Tutto, ma i rimpianti mai. Uccidono più delle pistole. Si muore e nemmeno ci si accorge di essere morti.
Karen Lojelo
474f7485-4a11-41a0-99fa-f338ca1a5090
aveva imparato che ci si può fare molto male quando si decide di lasciarsi andare, aveva provato a costruire dei muri altissimi e aveva imparato a nascondersi dietro mille scuse, ma se c’era una cosa di cui era stata sempre sicura, era di non volere rimpianti. Tutto, ma i rimpianti mai. Uccidono...
Post
11/11/2017 13:16:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Aveva corso...

05 novembre 2017 ore 00:01 segnala
Aveva corso tanto lei. Aveva sempre corso dietro a qualcuno. E aveva perduto se stessa. Troppo presa a percorrere i sentieri tracciati dagli altri, aveva smarrito la sua strada. Ma non era tardi. Non è mai tardi per ricominciare. Per guardarsi dentro e trovarsi importanti. Tanto importanti da meritare altri voli, altre emozioni, un’altra vita, a forma di sogno.
Angelo De Pascalis
37890523-de53-4b91-834b-8aaf2b1313ac
Aveva corso tanto lei. Aveva sempre corso dietro a qualcuno. E aveva perduto se stessa. Troppo presa a percorrere i sentieri tracciati dagli altri, aveva smarrito la sua strada. Ma non era tardi. Non è mai tardi per ricominciare. Per guardarsi dentro e trovarsi importanti. Tanto importanti da...
Post
05/11/2017 00:01:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Sono "impegnato" mi diceva...

04 novembre 2017 ore 23:36 segnala
Ogni pomeriggio, puntualmente dalle 16:00 alle 17:00 scompariva, e si annullava dal mondo. Così un giorno,spinta dalla curiosità,decisi di spiarlo, cosa aveva da fare di così importante? Aprii la porta della sua camera, e lo vidi. Era lì con dei contenitori trasparenti in alcuni vi erano dei sassi neri,in altri bianchi. Non capendo, le chiesi se collezionasse sass...imbarazzato e quasi ridendo rispose "colleziono errori...Si hai capito bene,errori, ognuno di questi barattoli,rappresenta un errore della mia vita, i sassi bianchi quelli da cui ho imparato, i neri...quelli che continuo a commettere"...Fu a queste parole, che ne notai uno,direi pienissimo,di sassi neri. “E questo che errore sarebbe?” feci indicandolo, “questo più che un errore,rappresenta tutti i pezzi di me che ho dato alle persone che poi se ne sono andate”. Ne prese uno,me lo porse, si avvicinò e mi sussurrò “questo sei tu...
ti prego, tienilo e non restituirmelo...mai...cerca di non finire fra loro, ma solamente tra le mie braccia”.
38e62259-5c73-4c38-a809-8e04ec5c46a3
Ogni pomeriggio, puntualmente dalle 16:00 alle 17:00 scompariva, e si annullava dal mondo. Così un giorno,spinta dalla curiosità,decisi di spiarlo, cosa aveva da fare di così importante? Aprii la porta della sua camera, e lo vidi. Era lì con dei contenitori trasparenti in alcuni vi erano dei sassi...
Post
04/11/2017 23:36:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Se vuoi qualcosa di facile allora lascia perdere...

31 ottobre 2017 ore 00:13 segnala
io sono impegnativa e non so rispondere alle domande della vita sono poco concreta e combatto solo quando ne vale la pena per il resto del tempo mi piace dormire fino a mezzogiorno e non curarmi troppo degli altri e cullarmi nei miei sbagli. Se vuoi qualcosa di semplice, allora lascia perdere io sono complicata come un problema da risolvere di quelli che ti prendono quand'è notte e la soluzione ti viene in mente solo la mattina però poi t'addormenti e te la scordi così sono io: arrivi sempre troppo presto o troppo tardi, sono imprecisa e mi scordo un po' tutto perciò devi ricordarmi di continuo che mi vuoi bene e che così come sono vado bene perciò devi ripetermi senza mai smettere che non te ne andrai, anche quando tutto sembra essere perfetto perché sono come il mare che da calmo diventa agitatissimo in un momento quasi pure violento, sono paranoica e lascio che i miei pensieri mi consumino totalmente fino a diventare anch'io solo un pensiero che penso, niente di vero. Se cerchi qualcuno che sia facile da gestire che non abbia per la testa niente di particolare, allora lascia perdere: io metto i brividi per quanto tanto, quando mi emoziono, so tremare perché in passato ho visto tante cose che m'hanno fatto male e se mi metti una mano sul cuore quando ti avvicini pensi davvero che ci sia il rischio che potrei morire da un momento all'altro perché i miei battiti vanno all'eccesso oppure a rilento quando ti incontro, e non ho autocontrollo mi incazzo spesso sono arrogante se mi devo difendere presuntuosa se mi inizi ad offendere e non riesco a lasciare andare, gli addii mi incasinano il cuore. Se cerchi qualcosa di semplice, allora lascia perdere io sono la cosa più distante da qualcosa di semplice perché per capirmi devi entrarmi nella mente e solo io posso decidere se puoi riuscirci, ma se cerchi il rischio, qualcosa di profondo qualcosa che ti incasini un po' tutto però che sappia rendere più speciale quel caos che hai dentro qualcosa che ti faccia sentire spacciato e poi salvo qualcosa per cui lottare ma che significhi tutto quanto allora d'accordo, potremmo andare d'accordo.
b35468ec-7fe3-4ff7-b29a-51f078e16d44
io sono impegnativa e non so rispondere alle domande della vita sono poco concreta e combatto solo quando ne vale la pena per il resto del tempo mi piace dormire fino a mezzogiorno e non curarmi troppo degli altri e cullarmi nei miei sbagli. Se vuoi qualcosa di semplice, allora lascia perdere io...
Post
31/10/2017 00:13:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Ti sei fatta crescere i capelli...

30 ottobre 2017 ore 20:22 segnala
-Così pare. -Ce li avevi corti quando stavi con me. -Lo so. -Stai bene, comunque. -Grazie. -Sei proprio bella. -Non dovresti dirmelo. Sono la tua ex. -Posso dirtelo. Ti ho amato. Sul suo viso comparve una smorfia:-Mi hai amato solo perché sono bella? -No, affatto. Ti ho amato perché… in realtà non lo so perché. -Come sarebbe a dire che non sai perché? -Che tu eri… non lo so. Ci fu un attimo di silenzio, poi lei finalmente sorrise:-Io ti amavo. Tu non l’hai mai capito ma io ti amavo. -Tu non me l’hai mai detto. -Hai ragione. Ti ho detto molte altre cose ma non quella. -Mi hai detto che ero un coglione, che ti trattavo male, che ero immaturo… Sbuffò:-Dio mio, lo sai che non lo pensavo davvero. -E che pensavi davvero? -Che eri fantastico. Avevi quel modo tutto tuo di vedere le cose e io amavo quel tuo modo di vedere le cose. Eri adorabile quando mi sorridevi dall’altra parte della strada e quando mi accarezzavi la guancia appena mi vedevi giù di morale. Eri dolcissimo quando mi permettevi di stare tra le tue braccia e sai io odiavo sentirmi piccola ma quando mi stringevi mi sentivo minuscola e stavo comunque benissimo nei tuoi abbracci ed eri straordinario quando stavi ad ascoltare le mie paturnie sconnesse come stai facendo ora… Si fermò per un istante con le lacrime agli occhi, poi lo guardò e la voce le tremava mentre pronunciava quelle parole:-E come ora mi sorridevi. Solo che poi mi baciavi e mi dicevi che andava tutto bene. Fu un attimo. Un attimo in cui lui la baciò. E le disse:-Va tutto bene. Lei fece un respiro profondo. -Non avresti dovuto farlo. Sono la tua ex. -Sai perché ti ho amato? -No. -Perché era impossibile non farlo. Eri qualcosa che non riuscivo a capire e quando ci provavo mi perdevo. E quando mi perdevo trovavo i tuoi occhi e loro mi guardavano sempre con un amore sconfinato, non importava quanto io fossi stronzo o quanto ti facessi incazzare o piangere, i tuoi occhi continuavano sempre ad amarmi. Io ti amavo perché eri forte, piccola. Tu pensavi sempre che fossi io a proteggere te e invece eri tu a proteggere me. Io non ti ho mai protetto. E tu non hai idea… non hai idea di quante volte mi sono odiato. Mi sono odiato tutte le volte in cui non ti difendevo e non ti dicevo di amarti. Tu non mi dicevi di amarmi ma io sapevo che mi amavi. Io non ti dicevo di amarti ma ti amavo. Tu lo sapevi? Il sorriso della donna era triste:-No. -Ma ti amavo. Davvero. -Se l’avessi saputo non mi sarei arresa con te. -Quindi adesso saremmo ancora insieme? -Io sono ancora con te. -Ma stai con lui. -E tu stai con lei. -Ma sono con te. Lei sospirò:-Non fa niente. Siamo andati oltre il nostro amore. -Non lo so. Siamo ancora qui. -Non siamo più quelli che eravamo. -Hai ragione. Hai i capelli più lunghi. Finalmente lei rise. E lui non riuscì a non dirglielo:-Il tuo sorriso è sempre lo stesso, però. Il suo sguardo si fece serio in quello di lui:-Anche la tua capacità di farmi sorridere è sempre la stessa. -Vuoi sapere la verità? -Sì. -Anche il mio amore per te è rimasto lo stesso. -Vuoi sapere la verità? -Sì. -Li vedi i miei occhi? Si guardarono. -Li vedo. -Non lo capisci? -Che cosa? -Hai detto che ti guardavano con un amore sconfinato. -Sì. -Neanche loro sono cambiati. Ti stanno guardando ancora così.
f7667bd7-09df-459c-b383-cd05349dd4e4
-Così pare. -Ce li avevi corti quando stavi con me. -Lo so. -Stai bene, comunque. -Grazie. -Sei proprio bella. -Non dovresti dirmelo. Sono la tua ex. -Posso dirtelo. Ti ho amato. Sul suo viso comparve una smorfia:-Mi hai amato solo perché sono bella? -No, affatto. Ti ho amato perché… in realtà non...
Post
30/10/2017 20:22:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Oggi...

28 ottobre 2017 ore 01:29 segnala
le storie d’amore sono scritte in bacheca..... Si e’ passati da “passo a prenderti dopo” a “ci sentiamo in chat dopo”. .... E’ vero... siamo tutti meno distanti.....ma annulliamo la magia degli istanti... quell'istante in cui ti guardava negli occhi prima di baciarti..... Un amore che vive di messaggi e di se… se fossimo vicini, se potessimo stare insieme, se non fossimo lontani, se riuscissimo a vederci... Dimenticando che l’amore è ubriacarsi del suo odore.... Per la mia generazione ... i post in bacheca erano le scritte sul muro davanti casa sua alle tre di notte... che le chat erano le comitive dove c’era lui e speravi di parlarci... l’amore sta diventando solo un gioco che finisce con un “visualizzato alle”.
5edbd7cc-5621-405a-a9fb-d8c87c2405ee
le storie d’amore sono scritte in bacheca..... Si e’ passati da “passo a prenderti dopo” a “ci sentiamo in chat dopo”. .... E’ vero... siamo tutti meno distanti.....ma annulliamo la magia degli istanti... quell'istante in cui ti guardava negli occhi prima di baciarti..... Un amore che vive di...
Post
28/10/2017 01:29:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment