Su una spiaggia, nel cuore

09 gennaio 2017 ore 13:16 segnala
Mi seggo, chiudo gli occhi, respiro profondamente, lentamente.
Rilasso i muscoli. Lascia che i pensieri vengano dal fondo e salgano su, li osservo, li lascio andare.
Vado nel mio posto magico. In riva al mare, da solo.
Una spiaggia sottile, vellutata. Mare ovunque tutto dinanzi a me, fino a che lo sguardo giunge.
Attendo. So che stai arrivando.
Chiudo gli occhi dell’immaginazione. Li riapro.
Sei qui dinanzi a me, sulla tua sedia a rotelle sulla spiaggia.
Hai le tue lenti spesse come fondi di bottiglia. Mi guardi con i tuoi occhi azzurri.
“Ciao, a nonna.”
“Ciao, nonna.”
Ti avvicini, mi prendi le mani.
Vorrei dirti che ho bisogno d’amore, di essere amato in modo puro, senza quei farmi pesare i miei difetti. Come solo tu riuscivi a fare.
Ma non faccio nemmeno a tempo che mi prendi le mani e me le baci.
Come facevi quando ero ragazzo e ti venivo a trovare.
“Sei un santo”, mi dici come allora.
Non faccio a tempo a dire che non è vero, ma per te è vero, e chi sono io per contraddirti, che le mie paure, i miei sensi di colpa, i miei giudizi negativi per l’uomo che sono, si placano come draghi che smettono di sputare fuoco e si chetano.
Poi ti alzi, miracolo, e vieni sederti accanto a me, mi tieni la testa tra le mani e mi baci lungamente.
Piango. Piango nel luogo della mia immaginazione. Piango adesso.
Restiamo così, il rumore delle onde a cullarci. Mi guardi, mi sorridi. E’ ora di andare.
Ci salutiamo entrambi sorridendo.
Ci rivedremo in questo luogo ogni volta che vorremo. Ed è qualcosa che mi rassicura e mi illumina.
Ma quanto vorrei averti qui adesso, Nonna.

66ae2cb4-24d7-4da0-9aa3-02c1d7d0dd35
Mi seggo, chiudo gli occhi, respiro profondamente, lentamente. Rilasso i muscoli. Lascia che i pensieri vengano dal fondo e salgano su, li osservo, li lascio andare. Vado nel mio posto magico. In riva al mare, da solo. Una spiaggia sottile, vellutata. Mare ovunque tutto dinanzi a me, fino a che lo...
Post
09/01/2017 13:16:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. ombra.dargento 09 gennaio 2017 ore 20:53
    ... Allora il pensiero mi portò indietro nel tempo, a quando, non ancora capace di reggermi in piedi, ricevetti il battesimo dell'immenso fratello blu. Sentii la presenza del mio adorato nonno che non pescava per non farmi soffrire... vidi le barche, dimore nella Bora che amai come sorelle... mesta salutai i cavallucci marini costretti a scappare da correnti ormai troppo calde... mi sfiorarono baci salati, ricordi di amori che non conobbero l'eternità...

    ricordi salati di mare e di commozione... e dolci d'amore.

    un caro saluto...
  2. barrylindon73 09 gennaio 2017 ore 21:22
    Che bello. Grazie molte.
    Ricambio, con un sorriso, il tuo saluto.
  3. Njlo 11 gennaio 2017 ore 13:40
    Commovente. La tua Nonna, il tuo Angelo. Persino nel ricordo Lei ti sprona a credere in te stesso, ad essere forte, buono, coraggioso...santo. Non disperdere tra mille pensieri e crucci ciò che sei: un Uomo, vero.
  4. barrylindon73 11 gennaio 2017 ore 17:59
    Dovrò trovare nuove parole per ringraziarti.
    Cercherò di farlo mettendo in atto il tuo invito.
    Un abbraccio.
  5. Njlo 11 gennaio 2017 ore 18:41
    Non devi ringraziarmi. Ti percepisco così ed è giusto che lo dica, con estrema sincerità. :-)
  6. barrylindon73 11 gennaio 2017 ore 20:21
    La mia percezione di te è di una persona interiormente ricca. Molte sfumature, profondità, sensibilità. E' un piacere "conversare" con te.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.