PAURA, TRISTEZZA....SPERANZA

31 agosto 2010 ore 21:34 segnala
Tristezza…che ti avvolge come un mantello…

piano, piano ti entra nel cuore, nell’anima e si impossessa della tua mente…

diventa come una corazza che col passare del tempo è sempre più stretta…cosi stretta fino a farti male…

vorresti allontanarla da te, cacciarla via, ma non sempre ci riesci …

ci sono momenti in cui ti sembra che è andata via per sempre…

quando il tuo cuore gioisce anche per una cosa insignificante e sospiri felice, sollevata, pensando che finalmente te ne sei liberata …

ma è tutto un' illusione…una dolce illusione…

quando meno te l’aspetti eccola che prepotentemente ritorna portando con se i brutti ricordi che provocano ancora molto dolore…

ricordi di un passato infelice, ricordi delle persone che t’hanno fatto molto male, che t’hanno tolto la lucentezza dello sguardo, spento il sorriso che ti accompagnava, che t’hanno fatto diventare quello che sei oggi: una persona chiusa in se stessa e distrutta interiormente…

persone che con le loro cattiverie e le profonde delusioni inflitte, hanno scolpito nel tuo cuore la paura…

paura del sentimento più bello del mondo…paura dell’amore…

e sai, sei cosciente che soltanto questo meraviglioso sentimento potrà toglierti da questo stato e cerchi di ricredere, di avere fiducia, di riprovare, fai un passo avanti speranzosa, sorridente….

ma quando pensi sia arrivato e bussa alla tua porta, ti spaventi cosi fortemente che scappi…

ti nascondi dietro ad una maschera di indifferenza e freddezza, per scoraggiare chi ti viene incontro…

e mentre sei riuscita ad allontanarlo, il tuo cuore piange e la tristezza si impossessa del tuo sguardo, delle tue parole, la paura ancora ti attanaglia…

vorresti uscire da questo tunnel in cui sei entrata contro la tua volontà…gridare al mondo intero che hai ancora tanto da dare, che hai ancora tanta voglia di vivere, ma non hai abbastanza coraggio e intanto il tempo passa e con esso anche la tua vita che inevitabilmente si sta spegnendo lentamente come una candela…

vorresti scalare la montagna, ne hai ancora la forza…

 il timore di non raggiungere la vetta è purtroppo ancora vivo...

questo vuoto ti sta uccidendo, ora aspetti lì, stai aspettando lì...

hai bisogno di sapere che puoi credere ancora...

riesci quasi a vederlo il sogno, potrai mai raggiungerlo?

11726903
Tristezza…che ti avvolge come un mantello… piano, piano ti entra nel cuore, nell’anima e si impossessa della tua mente… diventa come una corazza che col passare del tempo è sempre più stretta…cosi stretta fino a farti male… vorresti allontanarla da te, cacciarla via, ma non sempre ci riesci … ci... (continua)
Post
31/08/2010 21:34:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

VIOLENZE INVISIBILI...

20 agosto 2010 ore 23:38 segnala
Se c’è una cosa in questo mondo che condanno e per cui non accetto giustificazioni, è la violenza sui bambini…purtroppo queste cose accadono ogni giorno.
Oggi mi sono ricordata che proprio due anni fa, nel mese d'agosto, un bimbo rumeno di 4 anni moriva in un modo mostruoso…in Romania, i bimbi che hanno problemi in famiglia, con genitori che per qualsiasi motivo non possono mantenerli, vengono affidati dallo Stato ad assistenti maternali…questa “qualifica” viene acquisita dopo vari test tra cui anche quello psicologico, potendo cosi prendere in affidamento bambini di varie età… hanno un normale contratto di lavoro e un lauto stipendio…
Nella maggior parte dei casi sono persone per bene che curano questi bambini come se fossero i loro figli…ma ci sono anche dei mostri che maltrattano questi piccoli innocenti, cosi come ha fatto una “donna” di 39 anni a cui venne affidato un piccolino di appena 4 anni…la madre di questo bimbo era in carcere dovendo scontare una pena di 8 anni per furto di legna…
Sembrava che tutto procedesse bene fino al giorno in cui il bambino venne portato in visita alla madre…il modo con cui il piccolo piangeva, puntando il ditino verso l’assistente, dicendo sempre le stesse parole: “mamma cattiva”, i lividi che si vedevano sul suo visino, le lacerazioni inflitte con qualcosa di tagliente, fecero insospettire la madre naturale che con una lettera avvertì chi di diritto doveva occuparsi del benessere di questi bimbi..
Nessuno fece niente fino a quando un giorno il piccolino venne portato in ospedale in fin di vita …i medici dopo tanti tentativi non riuscirono a salvarlo, ma svelarono cose scioccanti…
Il bambino era magrissimo, presentava cicatrici lasciate da sigarette spente sul suo corpo, tagli dappertutto, due costole rotte, tanti buchi sulla pianta del piede, un dito tagliato del tutto, denti rotti, gli organi genitali lacerati in più punti con le forbici, la testa gonfia e piena di ecchimosi, il viso pieno di lividi…ecco come una “donna” che per altro è anche “madre”, ha potuto ridurre questo piccolino…il bimbo sarebbe morto comunque perché le gravi ferite erano ormai infette facendo nascere la setticemia …per quattro mesi questo mostro ha maltrattato, torturato il bimbo sotto gli occhi di tutti…i suoi figli più grandi, che spesso stavano fuori, sapevano tutto, ma avevano paura di parlare, i vicini di casa sentivano le urla strazianti, senza mai intromettersi, gli assistenti sociali, senza verificare, hanno cestinato la lettera della madre...tutti i giorni ci giungono notizie di casi simili…bimbi uccisi, violentati, stuprati…io mi chiedo…ma prima che avvenissero queste disgrazie, nessuno mai ha sospettato qualcosa?…allora perché nessuno si muove? Perché tutta questa indifferenza? Perché questi mostri dopo qualche anno di buona condotta escono e camminano per strada come se niente fosse?
Volete sapere la pena che gli è stata data a questa bestia? 16 anni di carcere per una vita…come vedete la giustizia fa schifo dappertutto…tanti dicono che devono avere l'ergastolo, io invece dico che anche la pena di morte sarebbe poco…questo è la nostra società moderna, una società dove regna l’indifferenza…

PADRI IN DIVISA...

12 agosto 2010 ore 23:41 segnala
un video trovato per caso su you tube…un video stupendo che mi ha fatto commuovere…

padri in divisa che tornano a casa dai loro figli...padri che sono stati in guerra…

guerra…questa parola che ti fa venire i brividi soltanto a sentirla, figuriamoci a viverla…

qualcuno dice che è necessaria la guerra

invece serve solo a distruggere….

i ragazzi muoiono e chi li manda ingrassa…

può una madre sopportare che un figlio gli venga tolto per la stoltezza umana?

che cosa si può dire ad un bambino che non ha più il padre…che è stato un eroe?

sarebbe bello che tutti i prepotenti della terra risolvessero i loro problemi pacificamente senza mettere in mezzo tutti gli innocenti…

non si devono mai più vedere giovani che tornano a casa dentro una bara, mai più bambini mutilati, vittime di guerre che non hanno senso…

la guerra è solo tristezza….

difficilmente ha risolto i problemi…

ha solo lasciato lacrime, invalidi e morte….

11708999
un video trovato per caso su you tube…un video stupendo che mi ha fatto commuovere… padri in divisa che tornano a casa dai loro figli...padri che sono stati in guerra… guerra…questa parola che ti fa venire i brividi soltanto a sentirla, figuriamoci a viverla… qualcuno dice che è necessaria la...
Post
12/08/2010 23:41:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    29

ANIMO DI BAMBINA...

04 agosto 2010 ore 21:32 segnala
In questa nostra imprevedibile e tortuosa esistenza, si alternano giorni in cui sei quasi a terra, quando piangi, ti disperi…

quando non sai più dove andare e cosa fare….
e ci sono anche giorni, quando alzandoti la mattina il tuo sguardo va verso la finestra illuminata e…qualcosa scatta dentro di te…
una gioia immensa ti riempie il cuore e non sai perché…

anche il cielo sembra più blu del solito…
hai tanta voglia di cantare, di ridere, di vivere e non sai spiegarti perché ti senti cosi...
all’improvviso nella mente ritornano di nuovo le parole di una persona che amavi tanto
parole che all’epoca ti hanno fatto versare tante lacrime e sentire in colpa per il tuo modo di essere….

parole per cui volevi cambiare…
adesso capisci che non c’è niente di male

…se dentro di te è rimasto qualcosa di quando eri bambina
…se riesci a meravigliarti guardando un cartone animato o leggendo una favola
…se davanti ad una piacevole sorpresa fai salti di gioia
…se ti brillano gli occhi quando vedi qualcosa che ti piace
…se riesci a ridere fino alle lacrime guardando una commedia
…se giochi alla PS insieme a tuo figlio e gridi come una pazza quando vinci
…se non hai dimenticato di dire “perché” quando non capisci qualcosa
…se riesci ancora ad arrossire quando qualcuno ti mette in imbarazzo
…se la tua camera è piena ancora di peluche e quando vai a letto cerchi di farti piccola, piccola tra le braccia della persona amata
…se guardi il cielo, come oggi, e ti senti piena di vita


Forse dentro di me non sono mai cresciuta, forse sono rimasta sempre una bambina, ingenua e piena di sogni
non mi pento… è cosi bello essere adulti con tutte le responsabilità che ne derivano, con tutti i problemi, con le lacrime, dolori, ma con un cuore di bambino, pieno di allegria e di progetti…

tutto questo, qualcuno non l’ha capito o non l'ha voluto capire…

ha saputo invece giudicare e rimproverare, facendo uscire, nello stesso tempo,tante lacrime di rabbia e vergogna
oggi quelle parole di scherno non fanno più male, anzi…mi fanno sorridere
rendendomi felice di sentirmi una bambina, una donna-bambina che ha tanta voglia di vivere, di sognare e di dare affetto e amore a chi ne sappia cogliere l'essenza,
a chi saprà essere contento di gioire per le piccole cose, e non solo per le grandi,
a chi saprà catturare un animo di bambina dentro un corpo di donna.

LA FELICITA' ...

26 luglio 2010 ore 23:26 segnala
Spesso quando si sta male per lungo tempo ci si chiede sempre se la felicità esiste e che cos’è….
Della felicità credo che ognuno di noi abbia la sua visione…
C’è chi crede di raggiungere la felicità avendo tanti soldi…

altri magari avendo una bella casa, una macchina nuova, e cosi via…
C’è chi invece sente questo stato d'animo quando prende un caffè alla mattina con la persona amata e organizzano insieme la giornata…

quando in casa si sentono le risate…

quando il marito volendo fare una sorpresa si improvvisa cuoco facendo diventare la cucina un disastro e se lo guardi bene, dai suoi vestiti capisci il menu….

quando si addobba l’albero di natale e si litiga perché ognuno lo vuole fare al modo suo….

quando i figli pur combinando qualche marachella, in fondo ti danno soprattutto tante soddisfazioni…

quando li guardi negli occhi che sprigionano tanta gioia...
felicità è svegliarsi accanto alla persona che ti ama…
iniziare la giornata con il sorriso sulle labbra…

passeggiare sul lungomare gustando un gelato…

raggiungere la cima di una collina…

attraversando un bosco scoprendone le bellezze…

forse sono piccole cose, ma che danno tanta felicità e ci rendiamo conto di tutto questo quando non ci sono più…
I giorni corrono cosi veloci, ti volti e sono già passati, e non faccio in tempo a gustarli,

 il tempo della vita è cosi breve, nessuno può allungarlo e allora perché non trascorrerlo felici?

si sa che in un attimo può svanire tutto, ma non si deve mai perdere la speranza di ritrovare quella pace interiore, quella gioia di vivere, che si chiama…FELICITA’

SOTTO LE TUE ALI...

19 luglio 2010 ore 23:12 segnala
Estate…tempo di vacanze e di viaggi…
questi sono i mesi che mi portano indietro nel tempo
quando tornavo al mio paese
li dove la gente ancora si saluta per strada pur non conoscendosi
li dove dalla mattina fino a tarda sera si sentono le voci dei bambini
felici e spensierati
li dove se ti succede qualcosa i vicini sono sempre pronti a darti una mano
li dove adesso vai e ti fermi davanti ad un cancello delusa e amareggiata...
non è più come prima...
ti avvicini e con lo sguardo cerchi disperatamente chi ogni volta che tornavi
ti aspettava con le lacrime agli occhi….

che ti abbracciava fino a toglierti il respiro, che ti diceva “ben tornata piccola”,
adesso è tutto cambiato…non riconosci più niente
quella casa che solo poco tempo fa era piena di vita
adesso sembra immersa nel silenzio totale
anche quegli alberi dove ti sgretolavi le ginocchia ogni volta che ti arrampicavi,
sono spariti...
senti la voce di tua madre e allora ti prende la paura,
quella paura di sentire la verità, di confrontarti con la realtà
non la puoi e non la vuoi vedere sola…accanto a lei stava sempre papà
scappi…corri verso quel posto dove non avresti mai voluto andare,
un luogo pieno di fiori e di lacrime amare,
e ti ritrovi abbracciando una lapide fredda
sussurando le stesse parole di una volta: “eccomi papà…sono tornata”.
Tu, che portasti la luce del sole nei miei occhi
Tu, che ti stupisti della mia triste maschera
per te, ho un amore che non può morire…
mi porterai fuori dai miei incubi,
mi farai passare tutte le paure,
mi terrai proprio qui, sotto le tue ali.

 

Babbo non l’avevi detto

Che finiva tutto

E mi lasciavi qui

Babbo stammi ancora addosso

La vita mi fa freddo

Se non mi copri più

ARRENDERMI....MAI!!!!

13 luglio 2010 ore 15:02 segnala
Un’altra caduta, un’altra pugnalata alle spalle…

non so come sia potuto accadere di sbagliare, di inciampare,

quando invece le prospettive erano ben altre…

troppa ingenuità, troppa fiducia mal ripagata…
cado e mi rialzo….sono piena di lividi, dolorante
e a volte la voglia di rimanere li, a terra, è immensa
ma, so che non posso restarci a lungo
zoppicando e piena di ferite eccomi pronta a ricominciare
so che non sarà facile ma non voglio darla vinta
per ogni piccola gioia ho dovuto pagare con tanta sofferenza
non mi spaventa più l'idea
so che ci saranno altre lacrime da versare
so che la sofferenza non è ancora finita
ma davanti a questo destino crudele
IO NON VOGLIO ARRENDERMI

Il robot è fermo lì…
L’ho sconfitto e non lo sa,
lui ride!
Crede di aver vinto, non sa
che il mio cuore batte ancora,
è vivo,è vivo!
Arrendermi… mai!
Io non posso arrendermi!
Non voglio e non devo!
Ritroverò, intatti,
dentro queste tenebre
i miei sogni,
il mio cielo, la mia storia,
la poesia, la mia memoria…
Arrendermi…mai!
Io non voglio arrendermi!…
Come posso arrendermi?!
Il mio corpo è provato dalla sofferenza,
sento rughe e ferite che non si vedono,
gli occhi intristiti dagli eventi
la mente no!

ho trovato la forza negli occhi dei miei gioielli
ho trovato la forza nelle vostre parole…
amici e non …

ho capito ancora una volta che chi ti vuole bene
non ti lascia mai nei momenti difficili,
ma ti sta accanto con il cuore, incoraggiandoti sempre…

 

Grazie a tutti

SOFFERENZA...

07 luglio 2010 ore 21:55 segnala
Un cuore pieno di ferite…
Ferite che sanguinano e fanno ancora male
Che ti condannano a vivere nella sofferenza
Una sofferenza che non ha fine
Ti guardi nello specchio e….
Non ti riconosci più
Quegli occhi che ieri erano pieni di vita, di gioia
Oggi sono pieni di dolore, di tristezza
Come si fa a continuare cosi
Quando hai il cuore frantumato in mille pezzi
E non sai come ricomporlo?
Vorresti gridare il tuo dolore
Chiedere il perché di tutto questo
Perché tutta questa sofferenza
Se hai dato soltanto amore?
Mentre nella mente ti passano mille domande
E sulle labbra senti il sapore amaro delle lacrime
Ti ritiri in te stessa indossando di nuovo la maschera
Pensando che l’amore, la felicità
Non sono cose per te…


Ci sono così tante strade, così tanti modi per svoltare
sono come una cieca, persa nel sole
verso una grigia speranza
che vedo scivolare via...
Allora come posso dire di essere viva?

TI VOGLIO BENE!!!!

01 luglio 2010 ore 11:33 segnala
Lungo il cammino della nostra vita, incontriamo tantissime persone…
ma solo con poche riusciamo ad avere una vera amicizia…
un’amicizia speciale…ed io ho trovato te….incontrandoti per caso, tempo fa…
in quel periodo venne a mancare una persona molto cara, ero smarrita, confusa…tradita dalle persone di cui mi ero fidata, nn credevo più in niente e in nessuno…. e tu...

mi hai teso una mano, mi hai regalato un sorriso….
da allora è passato tanto tempo e la mia vita non è stata facile per niente....
un giorno nuovo, un nuovo problema, uno più difficile dell’altro…la solitudine
e lo sconforto mi attanagliavano, ma tu non mi hai abbandonata…non ti sei comportato come tutti i miei cosiddetti amici…

anche se fisicamente non potevi starmi vicino,il tuo cuore,
il tuo pensiero, erano sempre con me….
quante volte sono caduta e non avevo la forza per rialzarmi!…
quante volte mi rifugiavo in me stessa, amareggiata, delusa da questo mondo,
rifiutando di parlare con qualcuno…e tu, come per incanto ti facevi sentire…
eri presente, insistevi, usavi per aprire la mia mente parole dolci, a volte anche un po’ dure...
cercavi di scuotermi, di ridarmi le speranze perse, la forza per combattere…e ci riuscivi sempre...
ho passato le pene dell’inferno, ero sull'orlo dell'abisso, e tu le hai vissute insieme a me,tenendomi sempre per mano…
Se piangevo, il tuo cuore piangeva più forte del mio, cercando sempre di nascondermelo…
Se ridevo, se ero felice…tu stavi al settimo cielo…la mia gioia era anche la tua…
Ti bastava sentire un semplice “ciao”, per capire come stavo, qual’era il mio stato d’animo….
spesso, per non farti preoccupare fingevo di stare bene, di ridere …
avrei potuto ingannare il mondo intero, ma non te, che facevi il mio gioco fin quando
riuscivi a farmi dire tutto quello che mi faceva dannare...
hai cercato sempre di proteggermi da tutte le cose negative che la vita ci da,
ma la mia testardaggine non sempre te lo ha permesso…
mi hai rimproverato quando lo dovevi fare e lodato quando me lo meritavo…
mi hai sempre incoraggiato, consigliato, mi hai fatto ricredere in me stessa, riacquistare fiducia…
mi hai dato tutto quello che potevi,senza mai chiedere qualcosa in cambio…
l’unico tuo desiderio è sempre stato quello che soltanto un genitore può nutrire per i figli…
”vederci felici”…tu, oltre che un’amico speciale, sei stato per noi come un padre,
come un angelo custode, adesso so che esistono gli angeli ed in quale figura si manifestano…
ed io per questo voglio dirti che TI VOGLIO TANTO BENE…
voglio gridarlo al mondo intero…voglio far capire a tutti, che si da molta importanza
ad un "ti amo", ma non si capisce veramente quanto sia importante dire TI VOGLIO BENE AMICO MIO,
non si capisce che l’amico non è quella persona con cui parli ogni tanto, o esci qualche volta…
l’amico è colui con cui possiamo essere noi stessi, che conosce i nostri pregi e i nostri difetti,
non chiedendoci mai di cambiare... che possiamo confidarci senza paura di essere giudicati,
che possiamo dare tutta la nostra fiducia, sicuri che non ci tradirà mai…e tu sei un vero AMICO….ho capito che nn si deve mai fare di tutta l’erba un fascio…che ci sono persone che ti possono essere veramente amici anche se sono molto lontani…che l’amicizia tra donna e uomo esiste e può essere molto più vera e sincera che tra due persone dello stesso sesso….
…non basterebbero dieci vite per poterti ringraziare per tutto quello che hai fatto per me…
Non so usare grandi parole, ma con mie parole semplici, ti dico….
GRAZIE DI CUORE….GRAZIE DI ESISTERE….

PUFFA UN PO' D'ARCOBALENO

26 giugno 2010 ore 13:41 segnala
Puffa un po' d'arcobaleno

con un pezzetto di sereno
per regalarlo a chi si sente un po' giù.
Nel tuo cuore c'è un tesoro
che brilla molto più dell'oro
perché l'amore vale molto di più.
L'amore porta il sole anche dove non c'è. Adesso c'è.
Cercalo nel cuore dentro di te. Vedrai che c'è.
Puffa un grande girotondo
per abbracciare tutto il mondo
puffando ovunque gioia e felicità.