AUTUNNO

04 novembre 2017 ore 01:09 segnala


Le foglie dorate
sostano al sole
in mezzo al prato.
Il vento
le ha spinte
sollevate e deposte
e poi ancora spinte
lontane.
Lontane dall'albero
dove hanno vissuto
dalla primavera
fino all'estate avanzata.
Ancora ricordano
i raggi caldi
che li avvolgevano.
Ora i raggi tiepidi
cercano invano
di scaldarle.
La pioggia
che prima
le ristorava
ora le rabbrividisce.
Loro si uniscono
una all'altra
sperando
di scaldarsi
ancora un poco.
Ma ancora non sanno
che saranno
tramutate
in una calda coperta
che proteggerà
dal duro inverno
quel immenso prato.

Antonella

PS.: questa è una mia creazione per tanto è vietata ogni riproduzione ed uso non consentito dall'autore.
2b1fa7d6-c9a9-4b8a-bdf7-286f78e32502
« immagine » Le foglie dorate sostano al sole in mezzo al prato. Il vento le ha spinte sollevate e deposte e poi ancora spinte lontane. Lontane dall'albero dove hanno vissuto dalla primavera fino all'estate avanzata. Ancora ricordano i raggi caldi che li avvolgevano. Ora i raggi tiepidi cercano ...
Post
04/11/2017 01:09:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. Elazar 04 novembre 2017 ore 12:53
    Ci sono molti modi di far poesia, e ognuno di questi è intimamente connesso alle nostre diverse sensibilità. Tuttavia vi è una forma, direi quasi intrinseca di poesia, che consiste nel riproporre lo stupore e la meraviglia di riscoprire in noi stessi e nel mondo che ci avvolge l'incessante mutare del tempo e delle stagioni. Attimi di bellezza, emozioni di cui riprendiamo improvvisa coscienza.
  2. poitispiego 04 novembre 2017 ore 16:56
    Compliomenti, bella poesia.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.