NON ABBANDONARLO! il tuo BLOG ha bisogno di TE!

05 settembre 2008 ore 00:08 segnala

riprovo la smaterializzazione.inutile tentare di imporre una mediazione ad un gemini.finita la parentesi reale-estiva, risuscita la parte virtual-siderea.

vabbhe! du' cazzate per spronarmi in qke modo a riscrivere su questo blog, sennò Andrè chiudemo ebbasta!

e un saluto a tutti! SAO!

...Sospesi a mezz'aria...SIAMO.

04 giugno 2008 ore 19:02 segnala

un regalo a me e a tutti voi che avrete la curiosità e la pazienza di vedere.

"Io ora so ciò che nessun angelo sa".

il CIElo è BLU,lo dici TU,NESSuno è BLU, nessUNO+

25 aprile 2008 ore 10:28 segnala

mica faccio scandalo se drizza in pubblico..

ma il sergio ke conoscevo io era portoghese e nn aveva questi modi così bohèmiennes. ora latiterà da qke parte x l'euROPA. CIAO SERGIO! e ciao a quell'era della mia esistenza(joanna,alexandra,kamila,bogusha,sabiniecki,stephan,patrick,e tutti gli altri) =)

CIAO DON NELLO

05 aprile 2008 ore 19:33 segnala

io non sono credente e ho più volte cozzato contro le convinzioni monolitiche della chiesa cattolica.

tu sei il prete che ha cresciuto mio padre, il prete che sposato e aiutato i miei genitori, il prete che mi ha battezzato secondo la dottrina cattolica, il prete che mi ha somministrato la prima comunione (cose che per me hanno perso un significato,se mai uno ne hanno avuto), tu sei il prete che ha accomagnato mia madre.

tu sei l'artista che ha mosso l'animo anche di chi come me non crede, con le tue forme e i tuoi colori (ultimo esponente del futurismo umbro,dicono loro).

non me ne frega nulla di quel che dicono. sebbene per poche volte nella mia vita io ho incontrato in te una umanità che ho riconosciuto, il sorriso che si scioglie da una persona seria ed integerrima come eri, appena vede dopo tanto tempo uno dei suoi "figlioli".

saluto l'uomo, che non mi mancherà perchè sono stato io rare volte ad incontrarti quasi per caso, e a riconoscermi nella tua umanità.

sono sereno quando qualcuno che fa parte della mia storia se ne va, e capisco chi crede ma "egoisticamente" piange la dipartita, perchè non avrà più vicino quella sensibilità particolare.tuttosommato tu vai in Cristo che ti accoglie (queste sono le parole di un non credente) e se è stato ora il tempo credo sia giusto accettarlo.

io ti saluto come ho fatto, adulto, le ultime volte, non più intimorito dalla tua presenza, ma riconoscente del tuo sorriso: anche questo sorriso tuo è casa per me.

siedi nel mio cuore, comunque esso sia, accanto a tutti gli altri.siete morti e non posso più vivervi, ma ho incontrato il vostro essere umano e ha lasciato traccia in me.

ciao Don Nello.posso dire immodestamente che ti voglio bene.

unA volta aLMENO

02 marzo 2008 ore 12:22 segnala
vi auguro di essere stati un cartello stradale.

pieno di VUOTO

11 febbraio 2008 ore 21:55 segnala
...all the promisses we made from the crandle to the grave...

Un passo dopo l'altro...

26 gennaio 2008 ore 21:24 segnala

è così faticoso comprendersi, andare avanti,tanto che a volte appare come ostacolo insormontabile. ed è così doloroso procedere nelle vie che disegnamo ogni giorno col più piccolo nostro gesto. spesso ci è capitato di domandarci il perchè (!) o semplicemente se ne valga la pena...diciamo che l'unico motivo per cui dovrebbe "valerne la pena" è primariamente che ne va di noi stessi, che se non siamo, se non siamo più non rimaniamo nulla.e per questo la volontà di scoprire, di scoprirci, di essere sorpresi, colpiti, di trovare pace alla nostra inquietudine. e non ci accorgiamo che mentre stiamo costruendo un quesito alla nostra mente (quesito che presume essere proposto alla nostra "esistenza"), non facciamo altro che nasconderci la risposta. semplicemente la risposta non la possiamo vedere, perchè guarda essa stessa dal nostro punto di vista: siamo noi.

e va in scena l'opera buffa del nostro esistere nel mondo. e ne siamo attori, registi e sceneggiatori.

e abbiamo scritto la parte che noi stessi andiamo ad interpretare, e di cui ci lagnamo.

è meraviglioso tutto ciò.

wE trY to fiNd THE colour...

21 gennaio 2008 ore 19:58 segnala
...but maybe the wondEr is the search, not what wE were lookin'for...

eh! ci sto sempre su queste STRADE..!

09 gennaio 2008 ore 20:02 segnala

"..avevo 20anni, e 20anni sembran pochi. poi ti volti a guardarli e non li ritrovi più.."(buffalo bill, de gregori)

è UNA lunga notte...ma è più stupido IL mattino...

04 gennaio 2008 ore 20:30 segnala

le mani che stringono ciò che rimane di me, nel buio si allentano...

credimi! non ti perdonerò.