L'amicizia...

01 agosto 2012 ore 13:52 segnala
Un noto proverbio afferma che "chi trova un amico, trova un tesoro", sottolineando il valore prezioso di un sentimento considerato uno dei più importanti stati emozionali, alla base anche della vita sociale. Tuttavia c'è chi considera l'amicizia un sentimento inferiore rispetto all'amore. Ad esempio, può capitare che una persona nel corteggiare un suo coetaneo che non ne ricambia il sentimento possa sentirsi dire: "Mi dispiace ma ti considero soltanto un amico". Proprio quell'uso del termine "soltanto" rivela come tanti ragazzi considerino il valore dell'amicizia meno importante rispetto a quello, pur fondamentale, dell'amore. Invece una vera amicizia, basata sulla stima reciproca, ha un valore infinitamente più grande di un amore superficiale che si regga soltanto sull'attrazione fisica e su una momentanea passione. Due persone che si amano, dovrebbero essere anche dei grandi amici e stimarsi in modo profondo, comprendersi ed accettarsi anche per i propri piccoli difetti.
Questa riflessione può aiutarci a capire il grande valore dell'amicizia, soprattutto se rapportato ad una società che appare sempre più caratterizzata dall'individualismo, dall'egoismo, dal perseguimento del profitto a tutti i costi.
L'amicizia si basa sul reciproco affetto, sulla fiducia, sulla sincerità, ma richiede anche impegno e disponibilità. Un altro errore comune è quello di cercare soltanto amicizie interessate, che possano fruttare qualcosa. Ma l'amicizia non può limitarsi ad un dare per ottenere... Un'amicizia può consolidarsi quando si coltivano gli stessi interessi, quando si condividono esperienze, idee, modi di pensare e vedere le cose. Ma due o più amici restano tali a prescindere dalla lontananza, dal giro di conoscenze e dalle situazioni particolari. Non si è veri amici solo nel frequentarsi e obbigati col vedersi sempre; se si è se stessi, si è amici anche se ci si incontra poche volte. Saper che c'è qualcuno, da qualche parte, dal quale ti senti compreso malgrado le distanze o i pensieri inespressi, fa di quella terra un giardino...
a7c61aca-a550-4d6b-bd83-686d1cff2075
Un noto proverbio afferma che "chi trova un amico, trova un tesoro", sottolineando il valore prezioso di un sentimento considerato uno dei più importanti stati emozionali, alla base anche della vita sociale. Tuttavia c'è chi considera l'amicizia un sentimento inferiore rispetto all'amore. Ad...
Post
01/08/2012 13:52:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

La società...

15 luglio 2012 ore 16:02 segnala
Bhe, molte volte noto alcuni dei piccoli gesti, quelli che possono davvero renderti la giornata nel migliore dei modi e nello stesso tempo, tali, che posso farti diventar triste e pensieroso... Anzichè chiudermi in angolo di un muro e piangerci sopra come un bambino piccolo, scriverò questi miei pochi righi come una sorta di sfogo.
Mi capita che nella vita reale, come quella virtuale, incontro persone fortunatamente di diverso stampo: quelle in cui puoi parlarci tranquillamente, quelle dove ti chiamano solo nel momento del bisogno, altre ancora che giocano con i sentimenti degli altri... Noto che fondamentalmente in molti si comportano e ci lavorano alla grande, finendo a dei soli obiettivi. Eppure l'amicizia è ben altro, come l'innamoramento che per molti è solo un piacere fisico reciproco...
In questa società vedo confondere l'amicizia dalla conoscenza; il brutto vizio di veder una sola persona in un giorno, magari aggiungerla su un social network come facebook, perchè appunto può interessarti, e chiamarla già amica. O magari ti senti dire un "ti voglio bene" dopo poche ore non dando il proprio peso e valore a tale parola. Una società (e scrivo special modo dei miei coetanei) dove badono molto alle cose materiali di un individuo, dove non hanno più quel talento di capire una persona nel tempo e saperla osservare. Dar spazio e far assimilare appunto tu chi sei.
Mi capita leggere e sentire che si spera nel principe azzurro o nella principessa dei tuoi sogni, ma in molti, invece, pretendono andando oltre e non limitandosi sulla singola speranza... Sono del parere che la vera bellezza sta nell'interiorità di una persona, tale che rimarrà per sempre, nonostante posso capire che l'occhio voglia la sua parte... Non accetto che i disvalori diventino valori! Ma se a priori non c'è rispetto, fiducia e sincerità, non è possibile instaurare un rapporto. E la fedeltà? Per chi ne abbia, diventata una vera ricchezza, quando in essa è già sott'intesa esserlo se ti trovi in contesti che vanno oltre ad una semplice amicizia, come ad esempio il lavoro diventano un sogno per un disoccupato, dove il primo articolo della Costituzione dice che l'Italia è una repubblica democratica, fondata sul lavoro. Cose basilari e comuni di una vita diventati sogni ormai... Eppure siamo nel ventunesimo secolo, dove il mondo è davvero diventato così piccolo, dove le nazioni sono multietniche come anche multireligiose. Un’evoluzione in questo senso deve essere accompagnata da una crescita dal punto di vista sociale e individuale.......
Poi alle volte sembra che la fortuna ti sia vicino dove ti capitano persone che nel tempo noti che hanno un grande cuore: li frequenti, condividono molte delle tue idee e poi scappano limitandosi per colpa di un passato che li ha segnati! Questo perchè c'è la paura di essere coinvolti di nuovo. E qui dico che bisogna essere forti e selettivi, non facendo d'erba tutto un fascio... Dare spazio a chi c'è dinanzi. Notano della bella persona e scompaiono. Con questo si deduce che essere buoni per quello che si è, non va? Non credo! Quindi mi viene spontanea un'ennesima domanda: non si spera più nel principe azzurro??? Bisogna essere prima tranquilli con la proprie idee e non cercar determinate cose. Sento dire spesso che l'amore, come in questo caso, verrà quando meno te lo aspetti. E l'amicizia? La si capisce quando si è presenti nei momenti di grossa difficoltà e del bisogno.
Chiedo semplicemente di aprire meglio gli occhi e saper osservare oltre l'orizzonte...
La vera bellezza sta appunto nell'essere semplice, nell'essere genuino e non come molti che vedono l'essere buono di una persona come una sorta di "uomo fesso". Lavorare prima con se stessi, piacersi, avere dell'autostima che c'è pericolo di non piacere ad altri, essere sempre se stessi anche se dovessi avere il mondo contro e non cambiar per altri per la voglia di star con quella persona.
E come citò Madre Teresa da Calcutta "più ci saranno gocce d'acqua pulita, più il mondo risplenderà di bellezza"
02de7842-929e-4fdf-9ec0-fda80067e9e3
Bhe, molte volte noto alcuni dei piccoli gesti, quelli che possono davvero renderti la giornata nel migliore dei modi e nello stesso tempo, tali, che posso farti diventar triste e pensieroso... Anzichè chiudermi in angolo di un muro e piangerci sopra come un bambino piccolo, scriverò questi miei...
Post
15/07/2012 16:02:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2