Per un bambino autistico

25 marzo 2011 ore 09:36 segnala
Un riccio con le sue mille lame vuote
che d’improvviso sento sulla pelle
più di un bruciore che non vedo
e non gusto con giusto sentimento
il tuo parlato che si frantuma
nel crogiuolo auricolare dove soffiano
ai miei rumori i tuoi che seminano acuti e bassi
e alle mie pene le tue ripiegate si nascondono offese
come un guerriero ritiratosi
dalla lotta per la sua vita
e traccia la sua rinuncia nascondendosi.

Io non rinuncio a vincere
ma non so che cosa fare per vincere.
Forse mi bastano le tue mani che toccano le mie
e il loro condurmi via tra i colori
che perdono per te lucidità
provvedendo alla mia tranquillità
di perdermi e ripetere senza fine la mia vitalità.
E in questo gioco a voi è concesso il sogno di vedermi perso.
Si, perso e lontano dai vostri smarrimenti scuri.
02aafdca-a41e-4a36-a72a-95af135f660f
Un riccio con le sue mille lame vuote che d’improvviso sento sulla pelle più di un bruciore che non vedo e non gusto con giusto sentimento il tuo parlato che si frantuma nel crogiuolo auricolare dove soffiano ai miei rumori i tuoi che seminano acuti e bassi e alle mie pene le tue ripiegate si...
Post
25/03/2011 09:36:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.