AAA......cercasi vita

28 maggio 2018 ore 17:43 segnala
Amicizia/Amore...parlo per esperienza personale e basandomi su questa esperienza per altro piacevolissima posso affermare senza alcun dubbio che alla base dell'amore c'è sempre un forte legame di amicizia. Come ci si potrebbe innamorare del partner se prima non lo si conosce almeno un po e quale strumento migliore dell'amicizia per iniziare il percorso?
La vedo come una sorta di sbirciatina oltre la porta,un assaggino per sentirne il sapore e così assaggio dopo assaggio ci si accorge di non poterne fare a meno,quando a furia di sbirciare ci si rende conto che il motivo delle nostre sbirciate ci entra in circolo e non ne esce più,che oltre un fugace saluto e un non tanto sommesso sorriso c'è una vibrazione allora il muretto è bello che saltato,solo allora ci si accorge che l'amicizia è diventato altro,è cresciuta fino ad assumere le sembianze dell'amore. Non c'è un confine da superare,non esiste tracciato in nessun modo e in nessun posto se non nel nostro animo,lo si percepisce solo dopo e non mentre.....da amici ci si può innamorare e l'assurdo è che da innamorati difficilmente si riesce a rimanere amici nel senso letterale del termine,quel solco non è più nascosto e rimarrà per sempre in bella vista,amicizia=amore..elementare Watson,elementare.
Però solo adesso mi rendo conto che l'amore,quello con la A non l'ho mai avuto,mai in assoluto e non dico una bestemmia.
Cominciando da quello dei miei genitori che avrebbero dovuto essere i primi ad amarmi invece sono stati i primi ad accantonarmi,ad affidarmi,a privarmene.
E così mi ritrovo nell'oblio di un desiderio mai realizzato,nel vortice delle domande senza risposte....perchè non mi avete amato?
e mi chiedo,sto peggio io o stanno peggio loro?
Il mio bisogno di amore era ed è solo egoismo allo stato puro o un bisogno fisiologico? Chissà,forse non facevo parte della cerchia degli eletti,dei fortunati,dei degni di essere amati ma nessuno me ne ha mai parlato,non sapevo che l'amore andasse e si propagasse come un fiume in piena che segue le sue stesse correnti,credevo fosse come il cerchio nell'acqua quando tiriamo il sasso nello stagno,che fregatura. Ho sempre saputo che quello vero fa paura,non ha regole scritte ne limiti,non ha recinti ne menzogne...sarà vero? Lo immagino come un amico che viene a trovarci senza preavviso,ce lo ritroviamo davanti e ci coglie di sorpresa,ci penetra senza fare rumore e ci prende tutto,ci fa barcollare e rialzare,ci fa tremare poi calmare come una frustata dolorosa ma inevitabile. Ci trasforma,nulla è più come prima,di punto in bianco tutte le nostre convinzioni si assottigliano e di nuove si insinuano,ansia,paura,terrore....e adesso che faccio? nulla uomo,non puoi fare nulla,non hai armi ne per combattere ne per difenderti ma solo consapevolezza che se ti lasci andare ritrovi casa,l'amore quello vero in fondo nemmeno ci appartiene,è qualcosa di magico,di divino,dai paradisiaco,è tutto e il suo contrario,è sole e stelle,è acqua e fuoco,è vita e morte allora meglio viverlo no? eppure ai più fa paura,si sentono vulnerabili,gli anticorpi nemmeno reagiscono e nulla possono a questa arma sconosciuta,non possiamo nemmeno nasconderci perchè poi riesce a trovarci,non possiamo fingere di non vederlo perchè ci batte dentro e fa male....e fa paura.
21be33e0-23be-48a3-989e-34b52696d1a8
Amicizia/Amore...parlo per esperienza personale e basandomi su questa esperienza per altro piacevolissima posso affermare senza alcun dubbio che alla base dell'amore c'è sempre un forte legame di amicizia. Come ci si potrebbe innamorare del partner se prima non lo si conosce almeno un po e quale...
Post
28/05/2018 17:43:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.