Ipocrisia

23 ottobre 2017 ore 15:17 segnala
IPOCRISIA-dal Greco YPOKRISIS-rappresentazione,il porgere di un attore-Simulazione di virtù a scopo ingannevole.
Quale migliore introduzione a questo argomento se non ricordare le parole del Vangelo di Matteo nel descrivere Gesù che entrando nel tempio rovesciò i tavoli e mise tutto sottosopra dicendo "Avete trasformato la casa di DIO in una spelonca di ladri".
E non solo Matteo,anche gli Apostoli Marco e Luca parlano nei Vangeli di questo episodio della vita di Gesù con enfasi e stupore condannando i Sommi Sacerdoti che permettevano questo scempio,diciamo pure Sommi Ipocriti i quali ben conoscendo la sacralità del luogo permettevano venisse profanato da usurai,mercanti e quant'altro.
Sono passati 2000 anni eppure l'ipocrisia è tutt'oggi e probabilmente oggi più di ieri il miglior lubrificante per impedire che gli ingranaggi di quella che noi chiamiamo civiltà si inceppino,addirittura negare la sua esistenza è di per se ipocrita.
Taluni spacciano l'ipocrisia per diplomazia non tenendo conto che un diplomatico cerca di avvicinare persone dalle convinzioni differenti senza negarle mentre l'ipocrita cerca di adularle esclusivamente a proprio tornaconto,i così detti ADULATORI che sopra tutto nell'ambito lavorativo ricoprendo ruoli di una certa rilevanza cercano gli elementi da manipolare,da fare emergere per soddisfare le proprie ambizioni,addirittura ci sono professionisti che fanno dell'ipocrisia una vera arte,quella del "buon viso a cattivo gioco" indispensabile e irrinunciabile,tipica di certi politici,ipocrisia come valore aggiunto per falsare e trarne personale profitto,quello che crediamo più bravo di noi alla fine si rivela solo più furbo,più opportunista e diciamo pure più ipocrita.
Eppure a pensarci bene l'ipocrita prima di ingannare il prossimo inganna se stessi,ipocrisia come arma a doppio taglio,ipocrisia per accusare gli altri di fatti non accaduti o manipolati per riuscire a farli sentire in colpa riuscendo il più delle volte ad avere successo contando sul fatto che chi viene accusato o è in buona fede oppure non sospetta di nulla,già da bambini a scuola mai e poi mai ci permessi di scrivere nel tema che il maestro è cattivo e odioso,troppo rischioso così ci ritroviamo a scrivere che è buono e bravo,elementare forma di ipocrisia.Ipocrisia come pettegolezzo o peggio come omertà,non dire nulla fingendo di non sapere,ipocrisia anche autoprotettiva se vogliamo ma pur sempre ipocrisia,per assurdo lasciare che si condanni un innocente ben sapendo che il colpevole è un nostro amico,un parente,un conoscente ma che ci importa,meglio accusare l'altro, mettersi a posto la coscienza e sentire la gratitudine del vero colpevole. Parlare senza dire nulla per ingannare,l'ipocrisia si manifesta in decine di forme talune tanto sottili da essere difficilmenti decifrabili eppure presenti e devastanti nelle conseguenze. L'ipocrisia dei falsi maestri,quelli dell' "ascoltate quello che dico ma non guardate quello che faccio",la falsità di chi semina idiozie moralistiche e perbenistiche pur di raccattare apprezzamenti e lodi altrui.
Certo è che c'è molta superficialità e confusione,dove sta scritto che debbo accettare gli omosessuali,che per apparire tollerante debbo ammettere ammirazione,non ho nulla contro di loro ma perchè li devo accettere? e perchè devo accettare l'extracomunitario che viene nel mio paese spacciandosi per profugo in fuga da chissà quale tirannia quando in realtà approfitta dell'accoglienza del mio paese che per apparire buonista lo accoglie come manna dal cielo fingendo di non vedere che delinque,spaccia,stupra e peggio ammazza? perchè devo apparire ipocrita? non ci sto e non voglio,ammetto che conosco personalmente decine di extracomunitari che sono bravissime persone così come conosco decine di miei connazionali che dovrebbero stare in carcere ma questo non mi autorizza a non dire ciò che penso realmente quindi ad apparire a mia volta ipocrita,discutere con i cretini che si fingono intelligenti è sempre tempo perso,ci sono tante associazioni che si spacciano per umanitarie quando poi sottobanco lucrano sulla buona fede delle persone oneste e questo è risaputo,un cane che si morde la coda che troverà sempre nutrimento nel piatto dell'ipocrisia spacciata per buonismo. E' di questi giorni in voga l'episodio stesso della banana raccolta e mangiata da un giocatore di calcio del Barcellona che durante una partita s'è visto cadere accanto una banana lanciata dagli spalti da un tifoso a dire il vero irriverente e irrispettoso,banana poi raccolta,sbucciata e mangiata con molta naturalezza dal giocatore stesso senza riflettere sui risvolti etico/sociali che il suo gesto avrebbe scatenato nell'opinione pubblica affamata di buonismo. Una vera e propria campagna contro il razzismo o presunta tale senza neanche considerare che il tifoso non ha scagliato la stessa in campo perchè razzista ma più semplicemente perchè tifoso della squadra avversaria,gesto che personalmente mi sento di condannare nella forma ma non nella sostanza.
Se posso vorrei raccontare un episodio che ancora oggi trovo emblematico che mi accadde la prima volta che mi trovai in un mercatino rionale di Palermo.
Era una calda mattina di inizio autunno e volendo aquistare delle specialità locali cosa meglio di un mercatino popolare? dopo avere girovagato per prendere visione dell'insieme trovai uno spiazzo abbastanza grande e vuoto così parcheggiai la macchina dopo aver controllato la segnaletica e la presenza di qualche vigile urbano ma non vidi nessuno e nessun cartello impediva il parcheggio per tanto rassicurarato cominciai a girovagare alla ricerca di sapori casarecci introvabili nella grande distribuzione.
Dopo aver girovagato in lungo e in largo decisi di tornare verso la macchina,ovviamente lo spiazzo nel frattempo s'era riempito di automobili ma tant'è,salii in macchina,accesi il motore,misi la retromarcia e cominciai la manovra quando a un certo punto un ragazzo di colore sbucato da non so dove cominciò a colpire la carrozzeria dicendo di fermarmi!!!!! e questo che cavolo vuole???? scendo e del tutto impreparato mi sento dire...ciao fratello,mi devi dare un euro.....con un tono che definire arrogante sarebbe eufemistico....ti devo dare un euro? e per quale motivo?? ti ho guardato la macchina?? ah si??? ma quando sono arrivato tu non c'eri quindi.....vabbè per farla breve misi la mano in tasca e mi accorsi di non avere l'euro da lui richiesto ma solo due monetine da 20 centesimi che gli diedi e con mio sommo stupore vidi l'aria come schifata del tipo e non voleva sentire ragioni,la sua tariffa era un euro e poco gli interessava se non lo avevo in tasca,con tono anche offensivo mi accusò di essere il solito bianco razzista e prepotente....prepotente io??? al che mi incazzai e gli dissi con tono che non mi appartiene....stammi a sentire fratello dei miei coglioni,non ho in tasca altro che i 20 centesimo che ti ho dato quindi vedi di non rompere e lui per tutta risposta continuava col suo tono propotente e arrogante al che molto seccato gli dissi...facciamo così,dammi i tuoi estremi,non vivo a palermo e appena torno a casa vado in banca e ti faccio un bonifico.
Ipocrisia,perbenismo,opportunismo,tutte facce della stessa medaglia anche se dobbiamo ammettere che a volte l'ipocrisia può essere innocente,quasi a fin di bene,quante volte diciamo a una persona "ti voglio bene" più per abitudine che per reale sentimento,quante volte diciamo a un malato terminale "tieni duro,vedrai che ti riprendi" quando in realtà sappiamo che è alla fine dei suoi giorni,quante volte mi pento di essere ipocrita nonostante tutto.....
70bb3341-3655-463c-9e94-d74b1ae91eb7
IPOCRISIA-dal Greco YPOKRISIS-rappresentazione,il porgere di un attore-Simulazione di virtù a scopo ingannevole. Quale migliore introduzione a questo argomento se non ricordare le parole del Vangelo di Matteo nel descrivere Gesù che entrando nel tempio rovesciò i tavoli e mise tutto sottosopra...
Post
23/10/2017 15:17:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.