Senso di colpa.

30 ottobre 2017 ore 14:32 segnala
Tra le tante c'è una cosa o meglio una che non vorrei mai provare,il SENSO DI COLPA. Farmi sentire immorale,ingiusto,riprovevole mi da estremamente fastidio ancora più quando il senso di colpa non mi appartiene ma me lo hanno affibbiato per mettersi la coscienza a posto.
Non parlo di una vera COLPA come fatto oggettivo ma del senso di colpa come fatto soggettivo.
Detto che non mi sento in colpa nei confronti di nessuno odio quando altri del tutto arbitrariamente lo fanno senza averne nessun valido motivo.
Posso sentirmi in colpa per non essere riuscito a realizzare tutte le mie aspettative,per aver fumato troppo o per avere detto no senza un valido motivo.
Il senso di colpa non lo posso eliminare,lo posso solo capire e analizzare ma non cancellare,come dire ho commesso una colpa ne pago le conseguenze verso me stesso e la società ma come fare quando si è attanagliati da un senso di colpa?
Poche sensazioni sono tanto dilanianti dentro come il senso di colpa,tolgono il sonno e l'appetito,tormentano l'animo nel profondo.
E qua ritorniamo all'inizio,alla fase infantile quando in seguito ad uno sbagliato atteggiamento dei genitori quasi ricattatorio riuscivano a farci sentire inadeguati,un tema già affrontato.
Gira e rigira torniamo sempre al punto di partenza,tutto inizia dal BIG BANG individuale e non c'è mezzo di scrollarselo di dosso.
Passo dopo passo si arriva al senso di colpa.
Mia madre piange a causa mia,questo annulla tutti gli altri avvenimenti e il senso di colpa si pone al centro di tutto....piange per colpa mia.
E non che diventando adulti le cose cambino di molto no anzi si possono amplificare e ingigantire nei confronti della moglie,dei figli,dei colleghi di lavoro ecc. Va da se che nella vita di coppia il senso di colpa assume un ruolo molto importante,furberie,tradimenti e scappatelle varie se analizzate dopo con tutta la onestà interiore possibile possono diventare veri cazzotti nello stomaco,non provare i sentimenti giusti verso il partner crea conflitti devastanti in un crescendo di confuse generalizzazioni del tutto inconsistenti,più facile accusare l'altro che assumersi le proprie responsabilità.
Mi sono chiesto spesso perchè siano le donne le più esposte a provare sensi di colpa,perchè sono più sensibili degli uomini o perchè hanno fantasmi nell'armadio? Certo hanno una visione diversa e più profonda nell'affronatare un rapporto di coppia e nei rapporti interpersonali in generale così come sono le più soggette a cadere in depressione appunto a causa della loro maggiore sensibilità.
Quando sono tutte rose e fiori la coppia si muove e cresce in sintonia ma basta una piccola crisi allora ecco che si diventa vittima/carnefice e il soggetto più sensibile e forse per questo più debole si carica sulle spalle il fardello pesante del senso di colpa.
Basterebbe fermarsi un attimo,prendere fiato,analizzare la situazione e affrontarla ma se ci si trova in preda dei sensi di colpa diventa veramente difficile. Le percezioni solo astratte diventano insicurezze sopra tutto verso noi stessi. Se solo imparassimo a valorizzare le piccole cose,i piccoli gesti,le piccole conquiste che ci permettono piano piano di costruire quella fortezza nella quale ci sentiamo protetti e sicuri avremmo dato uno schiaffo ai sensi di colpa.
In fondo chi non ha sbagliato al punto di poter giudicare gli altri? sensi di colpa....... NO GRAZIE
12aab954-dc0b-4cdc-8015-058e855fe227
Tra le tante c'è una cosa o meglio una che non vorrei mai provare,il SENSO DI COLPA. Farmi sentire immorale,ingiusto,riprovevole mi da estremamente fastidio ancora più quando il senso di colpa non mi appartiene ma me lo hanno affibbiato per mettersi la coscienza a posto. Non parlo di una vera...
Post
30/10/2017 14:32:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. s.hela 30 ottobre 2017 ore 19:09
    Bruttissimo il senso di colpa , che stia lontano da noi :-)

    Un saluto

    Giulia
  2. casua.lmente 31 ottobre 2017 ore 06:28
    concordo....lungi da noi si

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.