Perversioni

26 marzo 2019 ore 09:21 segnala


Le mie perversioni le dipingi tu,
io che non sapevo di averne,
ma sussurrandomi all'orecchio,
ho visto un posto fatto di emozioni,
io la tua tela, tu tutti i miei colori.

Seduta

25 marzo 2019 ore 12:21 segnala


Sui gradini della mia anima tu ti siedi ogni sera e pensi,
io non posso sapere cosa, ma resto comunque ad osservarti,
tanto quel che conta è guardarti,
quello che conta, e che quei gradini sono i miei.

La mia dannazzione

22 marzo 2019 ore 11:18 segnala


E' bella e sa volare, ma le sue ali sono pigre e pesanti,
è dolce nonostante no ne conosco il sapore,
ma la sua anima si è indurita col tempo,
e scaglia la sua ira contro mulini a vento, ed un mulino sono io,
che giro impazzito ed impaziente,
imploro la sua benevolenza, così che restando senza quei suoi veli
mi permetta di sognarla ancora,
per un sapore che berrò solamente da lei.
860677b7-351e-4a35-8d22-f22415057d52
« immagine » E' bella e sa volare, ma le sue ali sono pigre e pesanti, è dolce nonostante no ne conosco il sapore, ma la sua anima si è indurita col tempo, e scaglia la sua ira contro mulini a vento, ed un mulino sono io, che giro impazzito ed impaziente, imploro la sua benevolenza, così che rest...
Post
22/03/2019 11:18:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

Il tuo piacere

21 marzo 2019 ore 14:35 segnala


Io ti ho insegnato un piacere antico,
qualcosa già parte della tua natura,
Osservando il tuo corpo e i suoi movimenti,
rubando al mio godere per donare al tuo.
Ti ho vista implodere in un momento di eruzione,
trasformando un attimo sublime in uno sciocco torturarsi,
ho studiato il tuo piacere pieno di colpe non tue,
e piano, dolcemente ti ho riportato a te stessa,
ed ora su di me io ti sento esplodere,
e non c'è piacere che valga questa gioia.
Ora tu cammini sola e non ti serve la mia mano,
padrona di te dimentichi quel tempo,
ma io conosco la tua strada e i tuoi passi fatti sono i miei,
ti lascio allontanare e non voltarti,
perchè non ho più passi da donarti.
03016b6b-40f4-4086-8842-02aa2636c709
« immagine » Io ti ho insegnato un piacere antico, qualcosa già parte della tua natura, Osservando il tuo corpo e i suoi movimenti, rubando al mio godere per donare al tuo. Ti ho vista implodere in un momento di eruzione, trasformando un attimo sublime in uno sciocco torturarsi, ho studiato il t...
Post
21/03/2019 14:35:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Sotto una pioggia di stelle

20 marzo 2019 ore 13:14 segnala


Morire di un desiderio acceso,
sotto una pioggia di stelle dondolanti
chiuso in una notte scura come un maglione
ha appena preso il posto di un tramonto rosseggiante,
compare un pallore senza forma,
un viso appena abbozzato,
e labbra calde come il fuoco,
a masticare la mia voglia di te.
Non è un quadro, non è un sogno,
è un emozione,
così, dentro me, tutto si muove.
a708af21-ba0a-42ab-ae68-b388edfb1cd4
« immagine » Morire di un desiderio acceso, sotto una pioggia di stelle dondolanti chiuso in una notte scura come un maglione ha appena preso il posto di un tramonto rosseggiante, compare un pallore senza forma, un viso appena abbozzato, e labbra calde come il fuoco, a masticare la mia voglia di ...
Post
20/03/2019 13:14:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Asciugarsi addosso.

20 marzo 2019 ore 12:21 segnala


Accendi le luci che di buio ci siamo saziati
un abbraccio convulso in coperte mescolate
dove i corpi non si distinguono.
noi siamo un misto di umori
ed io su di te ed il tuo viceversa
ci lasciamo asciugare addosso
come se servisse a conservarci.
accendi la luce perchè
di buio ci siamo saziati.
06ac9ede-17b0-4190-a1f5-b04edb6d9a0a
« immagine » Accendi le luci che di buio ci siamo saziati un abbraccio convulso in coperte mescolate dove i corpi non si distinguono. noi siamo un misto di umori ed io su di te ed il tuo viceversa ci lasciamo asciugare addosso come se servisse a conservarci. accendi la luce perchè di buio ci siam...
Post
20/03/2019 12:21:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Spògliati

12 marzo 2019 ore 11:16 segnala


Spògliati, ora che ti guardo e sei schiuma
ora che danzi con la musica nella tua testa
ed io ho d'avanti tutto l'universo
e l'universo sei tu
perchè io è adesso che vivo
mentre ti muovi e ti guardo
ed io ti guarderei senza tempo
senza pensare al passaggio
così come ora sei
così come ora faccio.
Spogliati ed invitami
perchè sei figlia del mare
danza senza musica
e rapiscimi
ora.
93ff5c45-e6e2-485c-9406-ce49abce2684
« immagine » Spògliati, ora che ti guardo e sei schiuma ora che danzi con la musica nella tua testa ed io ho d'avanti tutto l'universo e l'universo sei tu perchè io è adesso che vivo mentre ti muovi e ti guardo ed io ti guarderei senza tempo senza pensare al passaggio così come ora sei così come ...
Post
12/03/2019 11:16:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Solo di Notte

05 marzo 2019 ore 14:42 segnala


Questo è un giorno senza sole, e non serve che ora splenda alto, perchè non ci sarà altro che buio d'ora in avanti.
Non mi appartengo più , se smetti di appartenere smetti anche di essere tuo, è qualcosa di così difficile da spiegare che si corre il rischio di attorcigliare parole su parole in una spirale delirante di cui ora proprio non sento il bisogno, ma continuano a dimenarsi nella mia testa è chiedono insistentemente voce, così o rischiano di esplodere nella mia mente, oppure resisto e racconto di quel giorno.......quel giorno in cui..
Sarà mi aspetta, mi aspetta sempre ed io un po ci gioco con quelle attese, a volte tardo volontariamente proprio per raccogliere quello sguardo un po arrabbiato che non regge mai più dello spazio di un sorriso, quello che subito dopo mi accoglie e che le illumina il viso e gli occhi, perchè Sara sorride sempre ed io spesso mi scopro a pensare che sia un dono, e non so cosa mai abbia potuto fare per meritarmelo .
Quando posso sentire il suo respiro sul viso, mi getta le braccia attorno al collo e mi da un bacio a stampo che se non fosse così plateale sarebbe anche eccitante, io faccio un teatrale gesto a pulirmi le labbra e lei ride con tutto il corpo, ci diamo spesso appuntamento sul terrazzo perchè quello è l'unico posto in cui si possa fumare in pace, sono i soliti 20 minuti di ogni giorno ma sembrano sempre così brevi, veloci, ingiusti, ma in fondo sono sempre ricchi di pezzi di vita e viscerali confessioni, due anni scanditi da un rito ormai irrinunciabile ed in questi due anni è stato impossibile non innamorarmi di lei, la forma peggiore che il mondo conosca, quello che scava giorno dopo giorno ed una notte ti impedisce di addormentarti e va avanti così per almeno una settimana nella quale non sai far altro che chiederti cosa mai stia facendo o pensando, un vero e proprio rincoglionimento fatto di un dolcissimo malessere.
Stà frequentando un ragazzo da qualche mese, ho abbozzato vigliaccamente sperando in silenzio che muoia come è nata, lei mi racconta di questa storia, mi racconta anche di quando fanno l'amore, mi chiede consigli di quelli che può dare solo un uomo, ed io lo faccio, mi mordo le labbra e lo faccio, ed ogni volta lei ride e mi dice che sono un genio, che lo ha fatto impazzire e mi chiede se sono così bravo a metterle anche in pratica queste perle di saggezza erotiche, mentre mi strizza l'occhio ed ammicca provocante, e tutte le volte che lo fa sento i pantaloni esplodermi e mi darei un pugno in faccia da solo per quanto sono stupido.
Ad un tratto sento il vento forte che mi accarezza il viso, i suoi capelli volano leggeri e vedo le sue labbra muoversi, sento le prime parole poi " matrimonio " , " chiesto " , " ed io ho detto si " , è poi non capisco più nulla, mi rimbomba sempre e solo quella parola " matrimonio ", e sento il fegato spappolarsi, il cuore fermarsi, la fronte mi suda, e lei è così felice che non fa altro che saltare come quando la tua ragazza scopre di aver ricevuto un buono di acquisto per quelle scarpe che non vedeva l'ora di comprare.
Ha smesso di sorridere, mi chiede se mi sento bene, no , non stò affatto bene, non sento più le gambe e non le comando nemmeno più, mi muovo e la supero, l'ho persa e non per un mese, un anno, l'ho persa !
Lei si volta e mi guarda, credo abbia capito che la notizia non mi ha entusiasmato, mi chiama, ma io non la sento, sento solo il vento sul viso e la balaustra tra le mani, il ferro è freddo e vi premo lo stomaco contro come se potesse in qualche modo alleviare la sensazione che ho nella pancia, mi muovo e penso e tutto succede in un attimo, non ho nemmeno deciso, è solo successo, non ho nemmeno scelto e sono volato giù.
Non so cosa sia successo dopo, non so se ha urlato se ha pianto se è svenuta, non lo so, prima che potessi riavvicinarmi a lei è passato un po di tempo, ma ho fatto la scelta giusta, perchè ora posso starle accanto, non c'è più sole per me e tutto ora è solo buio, ma ogni volta che scende la sera ed il sole scompare dietro l'orizzonte, posso starle accanto, ho scelto di non andare, ho scelto di restare con lei per tutta la morte .
164bd441-69f2-4e09-81c6-a9d030aaf349
« immagine » Questo è un giorno senza sole, e non serve che ora splenda alto, perchè non ci sarà altro che buio d'ora in avanti. Non mi appartengo più , se smetti di appartenere smetti anche di essere tuo, è qualcosa di così difficile da spiegare che si corre il rischio di attorcigliare parole su...
Post
05/03/2019 14:42:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Occhi

05 marzo 2019 ore 10:00 segnala


Questi sono occhi vissuti dal vivo ,
occhi riempiti dei miei,
mani nelle mani, bocca contro bocca,
e quando qualcosa l'hai toccata,
vissuta veramente,
di occhi così,
ti resta l'impronta nell'anima.
90802a22-1dc7-41e4-a89f-71be0c5437b6
« immagine » Questi sono occhi vissuti dal vivo , occhi riempiti dei miei, mani nelle mani, bocca contro bocca, e quando qualcosa l'hai toccata, vissuta veramente, di occhi così, ti resta l'impronta nell'anima.
Post
05/03/2019 10:00:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Katia

14 giugno 2017 ore 14:02 segnala


Katia accende il PC, i ragazzi sono appena usciti, e si gode quel momento di silenzio
che irrompe in casa quando resta sola.
Katia inserisce le sue credenziali ed entra nel suo mondo, dove chi la conosce non c'è, dove può essere chi desidera, e quello che non riesce ad essere nella sua vita.
Katia guarda la stellina in alto a destra, in numerino verde indica 4, ma a lei interessa solo uno, quella parte così affannosamente cercata e forse trovata, si lo sa, magari è un inganno, o semplicemente è quello che vogliamo sia, ma se ne frega e se lo vive, se lo gode, finchè dura.
Katia è felice così.